Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Calcola il ROI della tua campagna SEO in Google Analytics

Calcola il ROI della tua campagna SEO in Google Analytics

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

La stima del ROI dello sforzo SEO di un’azienda è un problema comune che la maggior parte dei responsabili SEO deve affrontare oggi. In effetti, è una “dichiarazione generale” che è difficile da misurare.

Potresti pensare a diversi modi per calcolare i ritorni dagli investimenti SEO come molti fanno nei loro casi, come ad esempio:

  • Calcolo del numero di clienti che arrivano tramite ricerche organiche
  • Calcolo del numero di clienti compilando il modulo di contatto sul sito web
  • Installazione del sistema telefonico per i clienti che utilizzano il sito Web per chiamare
  • Installazione di servizi di chat dal vivo per i venditori
  • Utilizzo delle pagine di destinazione per raccogliere conversioni di lead

Tuttavia, nessuno dei sistemi dimostra di seguire un processo standard applicabile a tutte le società e ai settori verticali, in particolare i negozi di e-commerce che hanno un’esistenza fisica. Credo che ce ne siano molti come questo.

Il calcolo del ROI è dinamico e complesso

Misurare le prestazioni SEO non è un compito così semplice. E se qualcuno cercasse una parola chiave, arrivasse sul tuo sito, rimbalzasse e poi entrasse nel tuo negozio fisico per acquistare qualcosa. Non puoi attribuire quel cliente alla ricerca organica perché non ne sei sicuro, né puoi chiedere a un cliente tali dettagli.

Il processo richiede molte cose da misurare e molte analisi interne.

Il calcolo del ROI per i siti di e-commerce è stato più semplice con Google Analytics. Questo articolo “15 rapporti e approfondimenti che contano davvero per il negozio online” lo dimostra. I professionisti del marketing SEO inseriscono il codice di monitoraggio dell’e-commerce nelle loro pagine dei prodotti e quindi impostano i valori $ per gli SKU dei prodotti.

Tuttavia, ciò non funziona sempre per i siti Web non e-commerce. Può essere utile impostare obiettivi e valori di conversione per tali obiettivi. Una conversione potrebbe essere una registrazione e-mail per una sessione di webinar, registrazione demo, attivazione e-mail, più visualizzazioni di pagina o una lunga durata della visita: tutto ciò che guida i tuoi obiettivi pubblicitari e successivamente trasforma i visitatori in clienti.

Passaggi da seguire per un calcolo efficace del ROI

  1. Distribuire la responsabilità del ROI

Il ciclo di acquisto in qualsiasi azienda, basata su e-commerce o non e-commerce, è in qualche modo simile come segue:

Quindi, non è solo il team SEO che crea la consapevolezza del marchio che dovrebbe essere ritenuto l’unico responsabile per garantire il ROI; anche i successivi lead holder come specialisti di soluzioni, addetti alle vendite e assistenza clienti dovrebbero impegnarsi allo stesso modo per convertire un potenziale cliente in un cliente. È uno sforzo di squadra. Ecco un file poche strategie per aumentare la conversione delle vendite per i professionisti del marketing SEO.

  1. Parole chiave specifiche del brand separate

Dovresti escludere le parole chiave del marchio specifiche del nome dell’azienda dalla tua analisi prima di calcolare i tuoi sforzi SEO. Il motivo è che molti visitatori che già conoscono il tuo marchio digiteranno il nome della tua azienda durante le ricerche, ma non possono essere attribuiti ai tuoi sforzi SEO.

Quindi, è meglio separare le parole chiave di marca e non di marca e quindi analizzare la crescita del traffico per le parole chiave non di marca. Qui è come escludere il nome del tuo marchio utilizzando Google Analytics.

  1. Imposta i tuoi obiettivi aziendali in GA

Gli obiettivi aziendali potrebbero essere di natura diversa a seconda delle imprese. Per un’azienda tecnologica, l’obiettivo potrebbe essere l’iscrizione a una demo o la registrazione a un workshop; per un negozio di e-commerce, l’obiettivo potrebbe essere l’acquisto di un prodotto. Quindi, decidi il tipo di azione di conversione che desideri realizzare dal traffico di ricerca. Ciò è possibile solo quando si discute con il proprietario dell’azienda e si comprende il modello di business e il tipo di servizio.

Anche il costo della fornitura dei servizi e il valore al dettaglio del prodotto o servizio dovrebbero essere presi in considerazione per decidere il valore di conversione in formato dollaro.

Per impostare gli obiettivi in ​​Google Analytics, vai su Google Analytics Dashboard> Amministrazione> Visualizza> Obiettivi> Nuovi obiettivi e arriverai a una pagina in cui puoi scegliere il modello di obiettivo preferito in base ai tuoi criteri aziendali. La figura seguente mostra quattro tipi di modelli di obiettivo preconfigurati e opzioni personalizzate.

  1. Determina il tasso di conversione del cliente

L’impostazione del valore di conversione è il passaggio più impegnativo e cruciale. Un marketer SEO dovrebbe consultare il team di vendita e comprendere il tasso di conversione dei clienti per i lead in entrata. Dovrebbero essere in grado di dirti per ogni 10 lead che ottengono quanti finiscono per acquistare il prodotto o il servizio.

Se 1 lead su 10 si converte in clienti, ovvero il tasso di conversione è del 10% e il valore medio di un prodotto / servizio è di $ 500, a ciascun lead può essere assegnato un valore di $ 50 in Google Analytics. Perché, con un tasso di conversione del 10% se hai 10 lead in arrivo e 1 converte come cliente, guadagni comunque $ 500 in totale.

  1. Conosci il tasso di conversione delle parole chiave

Una volta accumulate tutte le parole chiave non di marca, il passaggio successivo consiste nel determinare la loro importanza in termini di pertinenza e probabilità di conversione. Per garantire un traffico di qualità, è necessario utilizzare anche parole chiave di qualità. Ad esempio, la parola chiave X può portare a lead che convertono al 25%, mentre per la parola chiave Y il tasso di conversione è del 10%. Dovresti spendere più tempo e denaro per ottenere traffico per la parola chiave X rispetto a Y. Se gestisci una piccola impresa e fai più affidamento su parole chiave basate sulla posizione, gli esperti possono aiutarti a esplorare parole chiave locali mirate con un buon volume di ricerca e un alto tasso di conversione.

  1. Abilita il sistema di monitoraggio e-commerce

Google Analytics fa un ottimo lavoro in questo senso. Vai a Google Analytics Dashboard> Conversioni> E-commerce. Compila i campi obbligatori per un articolo di prodotto e dati sulle transazioni e infine genera report standard per prestazioni del prodotto, prestazioni delle vendite, transazioni e tempo per l’acquisto. Leggi questo articolo da Google Analytics per saperne di più sul monitoraggio dell’e-commerce e sui suoi passaggi.

Inoltre, puoi utilizzare alcune altre metriche di performance chiave SEO per misurare i tuoi sforzi SEO come il numero di parole chiave non di marca che indirizzano il traffico e il numero di pagine di destinazione maggiormente visitate dai visitatori organici. Farli crescere nel tempo indica che hai una fonte costante di traffico nuovo e di qualità.

Spero che la discussione di cui sopra ti aiuti a identificare i KPI della tua campagna SEO e monitorare il ROI con molta fiducia. Calcolare il ROI SEO è divertente una volta che sei coinvolto nel processo. Quindi continua a destreggiarti con il tuo potere analitico e guarda i risultati nel tempo.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di S.E.O.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *