Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come creare un imbuto per la generazione di lead utilizzando il tuo blog

Come creare un imbuto per la generazione di lead utilizzando il tuo blog

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Se hai deciso di seguirlo e hai continuato a popolare il tuo blog di contenuti, congratulazioni, perché hai una straordinaria piattaforma di lead generation pronta per essere sfruttata.

È tempo che tu raccolga i frutti dell’investimento che hai investito nel tuo blog perché abbiamo i mezzi e i metodi più pratici, preziosi e affidabili per utilizzare il tuo blog come veicolo di generazione di lead, sia qualificati che non qualificati.

Lottando per ottenere contatti dal tuo blog? Ecco una guida intelligente per generare lead!

Potenziale CTA – Lo stai sfruttando?

Questo è considerato il growth hack più differenziato su cui puoi fare affidamento per trasformare il tuo blog in un funnel di lead generation. La chiave del successo è immaginare ciascuno dei post del tuo blog come una pagina di destinazione, con un obiettivo distinto e un pulsante di invito all’azione (CTA) che porti lo spettatore verso tale obiettivo.

Sia che tu voglia convincere il lettore a iscriversi alla tua newsletter, portarlo a un sondaggio sulla soddisfazione, invitare per un tour del sito, chiedere l’iscrizione, ottenere il suo ID Skype, invitarlo per il beta test del tuo strumento o convincerlo a scaricare i tuoi contenuti, devi creare inviti all’azione che portino a termine il lavoro. Utilizza uno o più dei seguenti metodi per ottenere il tuo CTA corretto:

  • Associa un vantaggio (come un e-book gratuito, download) con il CTA.
  • Assicurati che il tuo pulsante CTA sia reattivo; deve essere caricato correttamente sugli schermi dei dispositivi mobili
  • Usa parole emotive, appelli e verbi di comando forti nelle frasi CTA
  • Fear of Missing Out (FOMO) funziona bene per i blog di e-store; esempio: sbrigati! La vendita scade tra 2 giorni.
  • Dai un’occhiata a questi Best practice per il pulsante CTA

Sfrutta i video per incentivare le conversioni e creare il tuo pool di lead

Considerando la breve durata dell’attenzione degli utenti web e l’aumento della navigazione in Internet mobile, la rilevanza dei contenuti video per incentivare le conversioni non può essere sopravvalutata.

Ecco alcune statistiche che portano a casa il punto.

  • Più della metà degli acquirenti online utilizzare le ricerche nel browser dei dispositivi mobili e trovare informazioni visive più pertinenti come influencer delle loro azioni
  • I video sulla tua pagina di destinazione possono aumentare le conversioni dell’80%
  • Mentre gli spettatori consumano un contenuto di testo irrisorio del 20% della pagina web, il tasso di completamento di 30 secondi di video è del 90%.
  • Una ricerca di Forrester ha concluso che il contenuto video era più di 50 volte più probabile del contenuto web di arrivare alla prima pagina dei risultati del motore di ricerca.
  • Utilizza metodi come miniature accattivanti, sottotitoli, video con loop automatico e così via per generare più conversioni. Utensili come Nutshell, Magisto e Animoto ti aiutano a creare video di marketing in un batter d’occhio. Scopri di più best practice per la pagina di destinazione del video Qui.

Offri webinar di qualità per corteggiare lead qualificati

C’è un’intera comunità di utenti web hard boiled là fuori che sanno meglio che iscriversi alla tua newsletter o separarsi dal loro ID email / numero di telefono in cambio di alcuni contenuti o di un download gratuito.

Come converti questi visitatori in lead?

È difficile, ma comunque fattibile, attirandoli al contenuto. Pianifica e offri webinar di alta qualità utilizzando strumenti come Fare clic su Riunione per gli abbonati, poiché nulla è più vantaggioso e di successo in termini di aumento del valore del marchio del tuo blog e di riempimento della tua casella di posta con gli abbonamenti.

Rendi i tuoi post facili e super veloci da consumare

Lasciamo la qualità dei contenuti a te, ma ecco alcuni suggerimenti testati nel tempo e supportati da ricerche che possono rendere il contenuto del tuo blog facile, veloce, coinvolgente e divertente da leggere.

  • Scegli una dimensione del carattere vicina a 14-16 px; è tra i più comodi da leggere
  • Il carattere sans serif si è dimostrato efficace come un carattere web adatto, provalo
  • Non esagerare con le immagini, a meno che l’argomento non lo richieda, perché possono causare distrazioni
  • Piccoli paragrafi, elenchi puntati, intestazioni di sezioni, frasi chiave in grassetto: ricorda queste regole
  • Prepara un sommario con collegamenti ipertestuali in-page per post più grandi
  • Rendi il titolo accattivante; fare riferimento a questo fantastico guida alle migliori pratiche per la creazione di titoli di post
  • Usa citazioni, statistiche, domande, aneddoti e mettili in risalto in corsivo

Semplifica il design del blog

È strano, ma vero: la semplicità del design può portare l’efficacia del tuo blog a livelli più alti e può aiutarti a convertire più visitatori e navigatori in iscritti. Un blog dall’aspetto assonnato con pulsanti di navigazione ampi e prominenti riesce immediatamente a suscitare fiducia negli spettatori.

Inizia scrivendo gli obiettivi chiave del tuo blog e identificando i contenuti e gli elementi di design che contribuiscono ai suoi risultati.

La regola 80:20 di Pareto viene dopo. Identifica il 20% di contenuto che rappresenta l’80% dell’attenzione dell’utentee spoglia il resto al minimo indispensabile.

Dai un’occhiata a questa raccolta di blog di grande successo e al modo in cui chiedono ai loro spettatori di iscriversi; semplici pulsanti di campo singolo stanno portando a termine il lavoro, è chiaro.

Risponditori automatici: sfruttare il potenziale dei lead qualificati

Se i post del tuo blog sono correlati al tipo di attività in cui ti trovi, puoi sfruttare i risponditori automatici come mezzo per raccogliere lead qualificati. I servizi B2B e B2C, i prodotti SaaS, gli abbonamenti e i corsi elettronici utilizzano le risposte automatiche con grande efficacia.

Ecco 6 motivi per cui i risponditori automatici meritano il tuo tempo e la tua attenzione

  • È il canale più semplice ed efficace per il marketing dei permessi, completamente basato sull’opt-in
  • Ottimo modo per portare il visualizzatore del tuo blog in una modalità “contraccambio”, guidandolo verso il tuo obiettivo
  • Crea buona volontà con gli spettatori
  • Aiuta a organizzare i lead in categorie ea separare i lead qualificati da quelli non qualificati
  • I follow-up automatici ti fanno risparmiare tempo
  • È la fase iniziale di mettere una parte del tuo processo di vendita sul pilota automatico

Aweber e Mailchimp sono tra gli strumenti più utilizzati per il risponditore automatico e l’email marketing. Check-out recensioni rapide di altri strumenti simili. E usa uno o più di questi tattiche per ottenere il massimo dall’email marketing e risponditore automatico per migliorare il coinvolgimento degli spettatori.

Centinaia di blog là fuori hanno iniziato generando un paio di contatti, prima di trasformarsi lentamente in sofisticate canalizzazioni di generazione di contatti per le loro imprese madri. È il momento per il tuo blog ora.

Quali obiettivi hai per il tuo blog nel primo trimestre del 2017?

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di seo.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *