Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come ho aumentato la percentuale di clic della mia posta elettronica dell’842%

Come ho aumentato la percentuale di clic della mia posta elettronica dell’842%

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Ho inviato un’e-mail a oltre 3.000 persone. Delle 749 persone che l’hanno aperto, nessuna è scattata.

… Questo è stato il campanello d’allarme.

Ho aperto i nostri rapporti in MailChimp, ed ecco cosa ho visto:

A Process Street, siamo ancora nelle prime fasi di sviluppo della nostra strategia di email marketing e sono abbastanza nuovo nel marketing. Ho pensato che questa fosse una scusa abbastanza valida per i nostri parametri, ma ho scoperto che dovevo solo cambiare alcune cose ovvie.

Quindi, abbi pazienza mentre elimino il materiale di email marketing di cui sono meno orgoglioso e ti mostro cosa ho cambiato per aumentare il nostro click-through medio dell’842%. Questo va da una media dello 0,26% al 2,45%.

1. Estratto del post del blog generato automaticamente + CTA

Questo è il primo tipo di email che abbiamo provato. Viene generato automaticamente e inviato non appena il post del blog viene pubblicato. MailChimp estrae una certa quantità di parole dall’inizio del post e crea un’e-mail piuttosto poco convincente. Queste sono le statistiche di questa particolare campagna:

* Suono di trombone triste *

Mentre è sorprendente che molte persone lo abbiano aperto, non è solo sorprendente tre cliccato. Tutto ciò che riguarda questa email è pigro, impersonale e poco convincente.

Quindi, invece di ritagliare il testo in un posto scomodo, abbiamo provato a inviare l’intero post del blog in un’e-mail per vedere cosa è successo.

2. Post sul blog completo generato automaticamente senza CTA

Questa email è andata leggermente meglio, ma il suo scopo non era abbastanza chiaro da convincere molte persone a fare clic. Considerando che la maggior parte delle persone legge le prime frasi di un’e-mail prima di saltare al CTA, non è scioccante che un’e-mail di 1000 parole abbia ottenuto questi scarsi risultati:

Non va bene per niente. Mi stavo infastidendo, quindi ho dedicato un’intera giornata alla lettura di altre e-mail di marketing, articoli di copywriting e teorie psicologiche su ciò che fa clic sulle persone. Ecco un’e-mail più recente che ho scritto dopo questa ricerca …

3. Email ottimizzata con un chiaro invito all’azione

Dopo aver appreso alcune regole d’oro del copywriting e idee per strutture efficaci leggendo le e-mail di altri professionisti del marketing, questa e-mail ha funzionato molto meglio.

Come migliorare le percentuali di clic sull’email marketing

Ho imparato molto leggendo le email di marketing, ma sono il tipo di persona che vuole davvero sapere perché qualcosa funziona. In questa prossima sezione, condividerò con voi ciò che ho trovato durante la ricerca delle migliori pratiche di email marketing nella mia ricerca per non sentire come se stessi sparando e-mail nel vuoto.

Scrivi una riga dell’oggetto migliore

Supponendo che il 3% di tutti coloro che aprono l’email faccia clic, convincere più persone ad aprire effettivamente l’email aumenta le tue possibilità di conversione.

Che si tratti di titoli, argomenti, ganci di apertura o annunci di Facebook, rispondiamo tutti alla stessa lingua, indipendentemente dal formato (o dal decennio). Ecco la prova, dal libro del 1961 di John Caples: Tested Advertising Methods:

Se leggi molti post di blog, articoli di notizie o praticamente qualsiasi cosa progettata per farti fare clic, questi ti saranno fin troppo familiari.

I metodi pubblicitari testati lo sono costantemente consigliato da copywriter professionisti. È un ottimo punto di partenza poiché scrivere e-mail come queste è essenzialmente copywriting.

PS: questo libro è ora di dominio pubblico. Prendi una copia del PDF da Archive.org!

Gioca sulla necessità della chiusura

La necessità di chiusura (NFC) o la psicologia dei cicli aperti non è una novità. Se hai mai guardato un programma TV sul bordo della sedia per ore e ore, probabilmente è una tecnica in cui sei stato intrappolato.

Kevan Lee di Buffer spiega:

I loop aperti sono radicati nella psicologia. Abbiamo bisogno di chiusura nella nostra vita e, quando non otteniamo questa chiusura, proviamo ansia, che ci sprona a chiuderci, a saperne di più, a continuare a leggere.

Notare l’invito all’azione “Termina la lettura” in fondo all’e-mail 3. È quello che sto facendo: sto giocando sulla necessità che tutti abbiamo di chiudere, o di finire ciò che abbiamo iniziato.

Spiega i vantaggi, non le caratteristiche

Un altro assioma classico del copywriting, spiegare i vantaggi aiuta a rispondere alla voce a corto di tempo nella testa del lettore che urla “perché dovrei preoccuparmi?” Simile alla scrittura di titoli, il corpo della tua e-mail dovrebbe essere tutto incentrato sul motivo per cui il lettore dovrebbe preoccuparsi.

Cosa ci guadagna loro? Spiegare le caratteristiche costringe il lettore a immaginare perché ciò che gli dici è utile. È meglio spiegare loro perché prima che possano confondersi da allora le persone confuse non comprano (o clicca, nel nostro caso).

Semplifica la scansione

Tutti scansionano, afferma il blogger Jeff Goins. Quando leggiamo un’e-mail, non la selezioniamo parola per parola. Invece, i nostri occhi guizzano di frase in frase, cercando freneticamente se vale la pena dedicare tempo al contenuto. Dovresti rendere facile la scansione per il tuo lettore perché è quello che faranno comunque. Puoi farlo in diversi modi.

  • Elenco puntato
  • Grassetto
  • Elenchi numerati
  • Paragrafi brevi
  • Scrittura colloquiale

Le migliori frasi per mettere in grassetto e elencare sono problemi e vantaggi. In questo modo, il tuo lettore può relazionarsi a un problema e collegare la tua soluzione immediatamente.

Usa correttamente il testo di anteprima

Il testo di anteprima viene visualizzato direttamente a destra della riga dell’oggetto nella posta in arrivo del lettore. Trattalo come un sottotitolo e rendilo altrettanto avvincente come il tuo argomento. Come puoi vedere nell’email 1 sopra, il testo di anteprima non è stato ottimizzato correttamente ed è apparso come collegamento.

Non c’è niente di convincente in un URL semplice.

Nell’email 2, puoi vedere che il testo di anteprima non diceva al lettore nulla di nuovo ed era fondamentalmente una versione riformulata dell’oggetto.

La terza e-mail vende i vantaggi del testo di anteprima con la riga “Riduci gli errori, aumenta la produttività e monitora i processi con facilità”. Boom! Questo è quello che vogliamo fare.

Ecco alcuni ottimi usi del testo di anteprima che ho riscontrato:

Perché funzionano? Ti coinvolgono, ti incuriosiscono, fanno domande e ti dicono cosa aspettarti all’interno dell’email.

Vai a metterlo in pratica!

Bene, ti ho mostrato come ho risolto i miei problemi di email marketing, ora tocca a te. Per me personalmente, l’apprendimento del marketing è un viaggio affascinante. Senza una formazione formale, attraverso ogni ponte man mano che ci arrivo e vi faccio sapere come sto andando attraverso il nostro bloge attraverso il Newsletter di Process Street.

Hai implementato queste strategie? Fammi sapere dei tuoi successi nei commenti.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *