Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Quali sono i 10 principali problemi SEO che incidono sul tuo sito? Pt. 2

Quali sono i 10 principali problemi SEO che incidono sul tuo sito? Pt. 2

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Il direttore del marketing di SEMrush, Michael Stricker, ha recentemente incontrato CIO.com per offrire il suo elenco di Top 10 SEO tecnico Problemi che interessano i siti oggi. In un precedente post sul blog, Mike ha dettagliato le sue prime cinque selezioni. Di seguito, fa le sue cinque scelte successive, fornendo le sue soluzioni suggerite per ciascuna.

6) Testo di ancoraggio a corrispondenza esatta nei collegamenti in entrata o ottimizzazione eccessiva dei collegamenti interni

Quando un link sul tuo sito web conduce da una pagina all’altra con maggiore profondità, hai l’opportunità di applicare quei link a particolari parole chiave ricche e frasi pertinenti. Le parole collegate risultanti, (più comunemente sottolineate e colorate in blu) sono chiamate “testo di ancoraggio”. Questo tipo di collegamento interno è più potente se utilizzato come strumento per accogliere i lettori nella loro ricerca di conoscenze e soluzioni.

7) Comunicati stampa

Faccio una distinzione tra comunicati stampa ottimizzati per parole chiave pubblicati su fili gratuiti ea pagamento e comunicati stampa che convertono annunci degni di nota che vengono effettivamente raccolti dalle pubblicazioni web. I media guadagnati sono un concetto di pubblicità tradizionale che Google sembra rispettare. I link “Segui” nei rilasci una volta erano un modo per riportare l’enorme PageRank dei domini PR ampiamente letti al sito del cliente. Ciò ha portato alla scrittura e all’ottimizzazione di un numero enorme di comunicati stampa a tale scopo, indipendentemente dal valore per l’utente. Tali versioni possono essere limitate o leggere sul contenuto, superficiali in quanto mancano di informazioni utili e utilizzabili o ripetitive poiché mese dopo mese, versioni simili vengono scritte per classificare le stesse parole chiave.

La risposta potrebbe essere fare ciò che Wil Reynolds, fondatore dell’agenzia di marketing digitale interattivo SEER, chiama: “Real Company Stuff.” Scrivi per clienti, potenziali clienti, investitori e finanziatori, non per i robot di ricerca.

8) Ottimizzazione eccessiva – In loco

Se stai ancora pensando che la SEO sia un insieme di pratiche stereotipate che possono essere applicate a una pagina web per migliorarne il posizionamento, lascia che ti rinneghi questa nozione in questo momento. Google ha migliorato il rilevamento dei metodi complicati utilizzando i loro crawler, gli aggiornamenti degli algoritmi, l’intelligenza artificiale che imita i comportamenti umani e quando tutto il resto fallisce, Google chiamerà i “valutatori” umani per decidere se il tuo sito web è davvero tutto ciò che sembra essere . Le tattiche per indurre il motore di ricerca a pensare che il tuo sito web sia più pertinente a un particolare argomento sono state sovvertite. Ciò che una volta spingeva le pagine a posizioni più alte, ora le fa effettivamente perdere posizioni. Tecniche “black-hat” o non etiche come l’inserimento di parole chiave nei metadati delle parole chiave, descrizioni di pagine run-on, titoli di pagina a corrispondenza esatta e titoli H1 sono diventati tutti passivi se utilizzati in modo improprio.

Anche i nomi di dominio a corrispondenza esatta hanno perso il loro splendore. Non viene più attribuita loro alcuna rilevanza speciale o rilevanza di attualità. Le parole chiave sono ancora molto importanti, ma il loro utilizzo è diventato molto più contestuale. Pensa alla loro applicazione più in termini di frasi, argomenti associati, termini correlati e frasi complete. Presentare un’idea completa è preferibile a un elenco conciso di parole chiave.

L’algoritmo di Google Hummingbird si basa su un’analisi rapida e accurata dell’intenzione dell’utente da query di ricerca più lunghe e dalla nuova ricerca vocale. Man mano che l’uso dei dispositivi mobili cresce e Google Now e Siri di Apple diventano più popolari, Google intende fornire ottimi risultati di ricerca. Posiziona il contenuto del tuo sito web in modo che si adatti a questo approccio. Considera l’intento di ricerca e il progresso dell’utente lungo il percorso di acquisto durante la creazione dei tuoi contenuti.

9) Ottimizzazione eccessiva fuori sede

I link in entrata sono un’arma a doppio taglio. Hanno un grande valore, ma potrebbero facilmente mettere in ginocchio le tue classifiche se utilizzate in modo improprio. Google preferisce che i tuoi link si accumulino “naturalmente” e non vengano creati o acquistati. Google è sempre alla ricerca di prove dell’interesse, dell’interazione e dell’apprezzamento umano. Google può distinguere i profili di link “spam” in modo molto efficace confrontando la creazione di link umani autentici con link progettati. I collegamenti in lingua straniera da un TLD straniero come .rom a un negozio negli Stati Uniti sono considerati, ad esempio spam. Anche i collegamenti a livello di sito come nel Blog Roll di un blog o da collegamenti a piè di pagina eccessivi attivano il ban-hammer.

Lo stesso vale per Link Anchor Text ingannato con termini di parole chiave a corrispondenza esatta e link che spuntano tra testo non correlato su siti Web irrilevanti. Link a pagamento su pagine ad alto PageRank e link eccessivi da profili impopolari sono anche esempi di tattiche SEO che una volta erano efficaci ma da allora sono diventate punibili da Google.

Quindi cosa succede a quei collegamenti che sono ancora là fuori dopo che hai cambiato tattica? Ci sono molti link precedentemente produttivi che sono diventati tossici o velenosi per la capacità di posizionamento del tuo sito web. Lavora con un SEO che abbia familiarità con il recupero da Penguin e le penalità di collegamento manuale.

Usa uno strumento come SEMrush per esplorare i tuoi link in entrata e caratterizzarli in base al loro valore o “tossicità”. Non aggrapparti a link che potrebbero danneggiare la tua link equity agli occhi di Google. A seconda del risultato e dell’origine dell’eventuale sanzione, potrebbe essere necessario “rinunciare” ai collegamenti contattando i web master, monitorando i risultati e segnalando a Google in una richiesta di riconsiderazione.

La tua situazione potrebbe trarre vantaggio dall’utilizzo di Google Strumento di rinnegamento del collegamento. È imperativo farlo nel modo prescritto. Altrimenti, si può fare un grande sforzo, ripetutamente, senza risultati apparenti. Preparati ad applicare PPC Ads, Display Ads, PLA, syndication o Social Lead-Gen e Advertising per compensare la perdita di traffico mentre risolvi i tuoi problemi.

10) Fiducia

Nel mondo post-Panda, il tuo sito di e-commerce non si convertirà se gli acquirenti non si fidano di te. Il rapporto diffidente tra utenti e siti Web è diventato un ostacolo principale per l’e-commerce. I ricercatori non sono sicuri di quali siti Web non familiari possano essere considerati attendibili. Poiché Google considera la fiducia come un fattore ai fini del ranking e tale metrica si basa sulla tua relazione con siti Web grandi e affidabili che si comportano bene, crea collegamenti in uscita appropriati ai siti di fiducia. I siti Web affidabili includono e-commerce popolari e marchi (Apple, Amazon, Google), fonti di informazioni governative (Bureau of the Census, USGS) e grandi istituzioni (MIT, Humana).

I social link, d’altra parte, non sono considerati fornire un valore SEO diretto, ma Google si aspetta che alcuni tipi di attività accumulino questi segni di coinvolgimento. Pertanto, la mancanza di tali collegamenti potrebbe erodere la fiducia dei motori di ricerca. La mancanza di segnali di fiducia sociale perde anche l’opportunità di fornire il tipo di segnali sociali che acquirenti e utenti preferiscono rispetto ai messaggi del marchio, ovvero l’approvazione dei loro colleghi.

Indipendentemente dal fatto che la tua valuta sociale includa Mi piace, Condivisioni o Tweet, utilizza il posizionamento ottimale degli strumenti appropriati per raccogliere queste interazioni, fornisci luoghi in movimento e fuori per raccogliere valutazioni, recensioni e testimonianze buone e autentiche. Fornire le pagine attendibili previste, tra cui Informativa sulla privacy, Contatti, Chi siamo, Garanzie e Garanzie. E mai e poi mai permettere a malware, virus o exploit di assumere il controllo del tuo sito web.

In definitiva, essere genuini e fornire valore agli utenti è di gran lunga superiore ai trucchi SEO. Google migliora continuamente nel percepire la differenza.

Quindi, quali sono le tue scelte per i 10 principali problemi SEO che hanno un impatto sui siti oggi? Fateci sapere nei commenti!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di S.E.O.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *