Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Visualizzazione dei dati nei rapporti SEO e marketing digitale

Visualizzazione dei dati nei rapporti SEO e marketing digitale

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Quando senti il ​​termine SEO, pensi a masse di dati e, per la maggior parte, elementi di SEO possono produrre enormi quantità di dati. Questo suona brillante in teoria, ma le informazioni possono essere utili solo se usate nel modo giusto e possono essere comprese fin dall’inizio.

Ad esempio, qualsiasi sito Web può vantare numeri enormi, ma in che modo questo viene incorporato dall’utente quotidiano di Internet? Certo, avrai visitatori che sanno esattamente di cosa stai parlando, ma la maggior parte probabilmente vedrà i numeri e correrà nel direzione opposta. Ciò è particolarmente applicabile quando si preparano rapporti sulle prestazioni per i clienti.

Tuttavia, poiché Internet continua ad evolversi, così fanno i metodi utilizzati dietro le quinte. In quanto tale, un nuovo modo di presentare i dati in un modo esteticamente piacevole sta guadagnando terreno, ma per instillare un tale metodo nelle nostre pratiche lavorative, dobbiamo prima capire il motivo per cui sta diventando popolare.

Cos’è la visualizzazione dei dati?

Se ti ricordi di una persona in piedi di fronte a un grafico a torta che spiega i progressi dell’azienda, conoscerai bene come funziona la visualizzazione dei dati, in quanto rappresenta le informazioni in una forma pittorica. Questo perché, se utilizzata nel modo giusto, una rappresentazione visiva dei dati avrà maggiori probabilità di avere un impatto e coloro che visualizzano le informazioni hanno molte più probabilità di assorbirle facilmente.

Allo stesso modo, se hai mai creato una campagna di social media marketing, sarai pienamente consapevole che i post che includono immagini hanno prestazioni molto migliori di quelli che non lo fanno.

In effetti, secondo BuzzSumo, I post di Facebook con immagini registrano un coinvolgimento 2,3 volte maggiore, mentre, secondo StoneTemple, i tweet con immagini ricevono fino a 9 volte più retweet. Questo di per sé dovrebbe mostrare quanto sia diventato visivo il mondo online e quelli di noi che lavorano dietro le quinte dovrebbero abbracciare uno strumento così potente a braccia aperte.

Quando si tratta di fornire informazioni agli utenti sui social network, scoprirai che le aziende e i marchi online si affidano maggiormente alle immagini per rappresentare i propri dati. Ciò garantisce che agli spettatori vengano forniti dati facili da assorbire, oltre che facili da vedere.

In che modo la visualizzazione dei dati è rilevante in SEO e marketing digitale?

Come sottolineato in precedenza, il mondo della SEO può significare che masse di dati da gestire e guardare numeri e statistiche infiniti possono causare più confusione che porta alla luce intuizioni. In quanto tale, la visualizzazione dei dati può essere applicata per garantire che siamo in grado di esplorare le informazioni, assorbirle in modo più utile e fornire i dati ai nostri clienti in un modo visivamente accattivante.

Esistono numerosi strumenti che possono essere utilizzati per sfruttare i nostri dati e presentarli in modo esteticamente gradevole per una diagnosi rapida. È quindi possibile utilizzare questi livelli per incanalare le informazioni in altre aree. In sostanza, può effettivamente garantire che tutti gli ingranaggi girino e producano i migliori risultati per il sito web in questione.

Più avanti nel post, esploreremo il nuovo strumento di visualizzazione dei dati introdotto da Google: Google Data Studio. Ma prima, esaminiamo i vantaggi della visualizzazione dei dati.

Quali informazioni possono trarre vantaggio dalla visualizzazione dei dati

Qualsiasi esperto di SEO saprà quanti dati ci sono da esaminare, quindi ha senso solo organizzare questi dati in un modo che sia facile da capire. In quanto tale, coloro che si occupano dei molti aspetti della SEO potrebbero instillare la visualizzazione dei dati.

Informazioni più chiare per i clienti

Quando si impiegano i servizi di un esperto SEO, è improbabile che vogliano ricevere una fusione di testo e numeri in un ingombrante documento word o in un foglio di calcolo Excel. Fortunatamente, la visualizzazione dei dati può presentare queste informazioni in un modo che anche chi non ha familiarità con il mondo online potrà capire.

Analizza i tuoi dati in modo più dettagliato

Vuoi vedere come la tua campagna di backlink si confronta con quella di un concorrente? O forse vuoi puntare i contenuti web con un’alta frequenza di rimbalzo. Qualunque sia l’informazione che stai cercando, puoi essere certo che è facile instillare nuovi metodi più rapidamente per assicurarti che il tuo sito web sia ben sintonizzato e completamente ottimizzato.

Sperimenta con i dati

La visualizzazione dei dati aggiunge un nuovo livello alle informazioni che siamo in grado di ottenere da una serie di canalizzazioni diverse e, in quanto tale, può essere utilizzata e ottimizzata in modo da segnalare ciò di cui abbiamo bisogno per una determinata campagna.

La visualizzazione dei dati è uno strumento di marketing ideale

Oltre a consentire a te e ai tuoi clienti di vedere chiaramente i dati, ti consente anche di promuovere le tue intuizioni agli altri. Ciò può includere la promozione del tuo sito web o una ricerca approfondita che hai svolto sull’utilizzo dei social media.

Questo delinea davvero quanto sia diventata importante la visualizzazione dei dati nel mondo della SEO e del reporting e come dovrebbe essere adottata come parte di qualsiasi campagna.

Ora, diamo un’occhiata a come Google Data Studio può aiutarci a raggiungere questo compito.

Cos’è Google Data Studio?

Google Data Studio ti consente di trasformare i dati in report brandizzati, belli, informativi e interattivi collegando e estraendo i dati da Google Analytics, canale Youtube, campagne AdWords, fogli Google e altro del tuo cliente. Inoltre, puoi importare praticamente tutti i dati utilizzando Fogli Google, sia che si tratti della tua ultima campagna di marketing su Twitter o di una ricerca che hai fatto sui dati demografici delle tigri del Bengala.

Al termine, puoi condividere facilmente il rapporto con i tuoi clienti e colleghi inserendo il loro indirizzo email o ottenendo un collegamento condivisibile.

Come creare il tuo primo rapporto di Google Data Studio

Creiamo ora il nostro primo rapporto visivo di Google Analytics utilizzando Data Studio.

Passaggio 1: visita Google Data Studio & Accedi con le tue credenziali di Google Analytics.

Passo 2: Una volta effettuato l’accesso, verrai reindirizzato alla seguente dashboard con alcuni rapporti di esempio. Qui puoi aggiungere nuovi rapporti, origini dati e visualizzare un tutorial passo passo. Prenditi il ​​tuo tempo per visualizzare alcuni campioni per avere la sensazione della potenza di questo strumento.

Passaggio 3: Andiamo avanti e aggiungiamo una nuova origine dati facendo clic su un pulsante “Origini dati” nell’angolo in alto a sinistra.

Passaggio 4: Nel pannello delle origini dati, fai clic sul pulsante mobile “Aggiungi” per collegare il tuo Google Analytics con Data Studio.

Passaggio 5: Nella schermata successiva, aggiungi un nome per la tua origine dati e scegli Google Analytics dall’elenco “Connettori”. Verrà quindi eseguito un rapido processo di autorizzazione per collegare la proprietà di Google Analytics pertinente.

Passaggio 6: Successivamente, verrai indirizzato all’elenco delle metriche disponibili per l’uso nel tuo rapporto. Puoi aggiungere nuove formule o disabilitare quelle esistenti.

Se tutto è a posto, fai clic su “Crea rapporto” nell’angolo in alto a destra.

Passaggio 7: Verrai quindi portato allo schermo dove avviene tutta la magia. Aggiungi un nome al tuo rapporto e seleziona un’origine dati che abbiamo appena creato.

Passaggio 8: Ti verrà quindi presentata una tela in cui puoi aggiungere elementi, testo e stili da utilizzare nel tuo report. Ma prima, cambiamo l’orientamento della pagina in Orizzontale selezionando “File”> “Impostazioni rapporti e temi”> “Layout”> “Orizzontale”

Passaggio 9: Aggiungiamo ora uno stile e un marchio al nostro report. Inizieremo con uno strumento rettangolo per disegnare l’area dell’intestazione. È quindi possibile aggiungere colori personalizzati, importare il logo facendo clic sulla scheda immagine e aggiungere un’intestazione utilizzando lo strumento di testo.

Passaggio 10: Procediamo ora con l’aggiunta dei dati visivi effettivi. Inizieremo aggiungendo un intervallo di date interattivo al nostro rapporto, che consentirà ai nostri clienti di vedere la differenza nei dati in base alla data selezionata.

Fare clic sulla scheda “Intervallo di date” e disegnare nell’area di disegno dove si desidera che appaia. Quindi, seleziona un intervallo di date predefinito e seleziona i tuoi stili preferiti.

Quando il rapporto è condiviso, i tuoi clienti e colleghi potranno selezionare un intervallo di date personalizzato e vedere i dati in base alla data selezionata.

Passaggio 11: Aggiungiamo ora alcune scorecard per illustrare i dati su sessioni, utenti, visualizzazioni di pagina e frequenza di rimbalzo. Fare clic su “Scorecard” e selezionare l’area in cui si desidera che appaia. Quindi, nella barra laterale destra, seleziona la metrica da utilizzare per questa specifica scheda punteggi e scegli il tuo stile preferito. Ripeti questa azione per ogni singola scheda punteggi.

Passaggio 12: Successivamente, aggiungeremo un grafico a linee che rappresenta le sessioni del sito web. Utilizza la funzione “Serie di linee” per disegnare un grafico, quindi seleziona una metrica da utilizzare. In questo esempio, utilizzeremo “sessioni”.

Passaggio 13: Ultimo ma non meno importante, aggiungiamo una mappa dei principali paesi in base alle visualizzazioni di pagina. Proprio come abbiamo fatto con il grafico a linee, fai clic sulla scheda “Geo map” e seleziona l’area in cui desideri che appaia la mappa. Quindi, seleziona le visualizzazioni di pagina dalla sezione “Metrica” ​​nella barra laterale destra.

Ecco come appare il nostro rapporto finale:

Passaggio 14: Ora che abbiamo il nostro rapporto pronto, è il momento di condividerlo con i nostri clienti e colleghi.

Fare clic sul pulsante “Condividi” nell’angolo in alto a destra.

Ottieni un link condivisibile e / o inserisci l’indirizzo email di una persona a cui desideri inviare questo rapporto.

Stai utilizzando Google Data Studio? Condividi i tuoi pensieri qui sotto con i tuoi migliori consigli!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di SEO.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *