13 Funzionalità da provare nello strumento di rilevamento della posizione di SEMrush

13 Funzionalità da provare nello strumento di rilevamento della posizione di SEMrush

Lo strumento Position Tracking è stato a lungo uno degli strumenti più amati nella suite software SEMrush. Lo strumento ti consente di tenere traccia delle SERP e del modo in cui ti classifichi, comprese le funzionalità SERP. Con questo tracker SEO, puoi monitorare specifiche geolocalizzazione e tipi di dispositivi, ordinare risultati di tracciamento e statistiche utilizzando varie impostazioni e filtri, individuare problemi di cannibalizzazione, confrontare le tue prestazioni SEO con quelle dei concorrenti ed esportare report SEO.

La prossima volta che imposterai una campagna, ecco 13 delle migliori funzionalità da sfruttare nel nostro strumento di monitoraggio del ranking.

Eccoli:

# 1 Hyper Targeting per codice postale

Per un’azienda locale, è essenziale concentrare gli sforzi SEO sull’area in cui opera. La visibilità online è fondamentale e oggigiorno ha molto a che fare con la prossimità. Quindi, avere la capacità di monitorare e gestire le prestazioni del tuo motore di ricerca in una posizione esatta è estremamente vantaggioso.

Nota del redattore: se vuoi iniziare con alcune nozioni di base sulla SEO locale, vai alla nostra guida su Cos’è la SEO locale.

Questa funzione ti consente di rintracciare i tuoi risultati SEO locali a livello di codice postale per un monitoraggio ancora più specifico.

Ciò significa che stai ottenendo i dati più accurati e puoi concentrarti sulle query locali più pertinenti, attirare più clienti e risparmiare tempo e denaro.

Per provare questa funzione, imposta un nuovo progetto o aggiungi una nuova posizione a uno esistente. Inizia a digitare il tuo codice postale o il nome della tua via e ottieni l’elenco a discesa dei suggerimenti.

# 2 Rapporto sui dispositivi e le posizioni

Altro su questo desktop vs mobile: la differenza tra le SERP Post Nikolai Boroda

Man mano che le aziende continuano a diventare globali, gli utenti continuano a spostarsi. Questo rende il lavoro dei SEO molto più difficile perché se vuoi davvero sapere come è posizionato un sito web, dovrai monitorare più di una posizione o dispositivo.

Questo dilemma è esattamente ciò che rende questa nuova funzionalità così eccezionale.

Con un abbonamento Guru, puoi monitorare le tue parole chiave target su un massimo di 10 target per progetto: per targeting intendiamo la combinazione di posizione, dispositivo e lingua.

Con un abbonamento Business, puoi monitorare le parole chiave target su un numero illimitato di target in un singolo progetto SEMrush.

Puoi scegliere di monitorare tutte le stesse parole chiave nei tuoi target o impostare un elenco personalizzato di parole chiave target per ogni dispositivo o posizione.

Vedi di seguito come sembra monitorare un insieme di parole chiave target in Italia sui risultati desktop (linea blu) e mobile (linea verde) nello stesso progetto.

# 3 Rapporto sulla scoperta dei concorrenti

Dai un’occhiata al nostro rapporto sulla scoperta dei concorrenti per vedere esattamente chi sta competendo per le tue parole chiave target nella posizione e nel dispositivo target.

Dopo aver selezionato “Imposta come concorrente” per uno di questi siti, puoi monitorare tutte le loro posizioni insieme alla tua.

Se trovi una specie di gigante simile a Wikipedia, puoi semplicemente inserirli nella lista nera con un clic. È importante ricordare che per ogni località selezionata, otterrai un elenco pertinente di concorrenti.

Trova più rivali che puoi e aggiungili alla tua lista dei concorrenti. Quindi, puoi vedere chi sta vincendo nelle posizioni Top 3, Top 10, Top 20 e Top 100 nel nostro rapporto sulla distribuzione delle classifiche.

Puoi sempre tornare a questo rapporto e vedere se una nuova azienda ha migliorato inaspettatamente le sue prestazioni. Start-up di talento e vecchi operatori del mercato ci sorprendono continuamente.

La parte di monitoraggio della concorrenza di questo strumento ti consente di vedere fino a 20 rivali in una tabella contemporaneamente.

La parte migliore di questa funzione è che puoi aggiungere o rimuovere concorrenti in qualsiasi momento, e poiché teniamo traccia dei primi 100 risultati per tutte le parole chiave, sarai in grado di vedere i dati storici che risalgono all’inizio della tua campagna per qualsiasi nuova ha aggiunto i rivali.

Puoi gestire i tuoi concorrenti dalla scheda Scoperta concorrenti o dal menu a discesa delle impostazioni dell’ingranaggio e selezionando “Concorrenti aggiunti”.

# 4 Integrazione di Google Data Studio

Nel 2019 abbiamo introdotto un’integrazione tra SEMrush e Google Data Studio.

Ora (con un abbonamento Business) puoi aggiungere dati dalla tua campagna di monitoraggio della posizione in un rapporto o dashboard personalizzato su Google Data Studio.

Insieme a tutte le altre funzionalità di Google Data Studio, questa connessione ti offre il pieno controllo creativo su come organizzare e presentare i tuoi dati.

Segui questo link per provarlo.

Maggiori informazioni su come utilizzare questa connessione nella nostra Knowledge Base.

# 5 Rapporto sulla cannibalizzazione

Sapevi che esiste un rapporto completamente dedicato all’individuazione e ad aiutarti a evitare la cannibalizzazione delle parole chiave?

Questa scheda è stata aggiunta allo strumento nel maggio del 2020 e fornisce al tuo sito un punteggio complessivo sulla salute della cannibalizzazione in base al numero di istanze di pagine che si cannibalizzano a vicenda che abbiamo trovato.

Puoi analizzare le parole chiave interessate per pagina, il traffico totale stimato e le pagine più colpite dalla cannibalizzazione tra le parole chiave che stai monitorando.

# 6 Filtraggio per funzionalità SERP

Le funzionalità SERP cambiano così frequentemente che può essere difficile controllare con precisione se riducono o meno la percentuale di clic sul dominio. Inoltre, la qualità delle risposte fornite nello snippet influenza fortemente la decisione dell’utente se passare o meno al sito web per “leggere di più”.

Esistono molti risultati multimediali di Google che possono aiutarti ad attirare l’attenzione sul tuo snippet nella SERP. Li definirei anche “must-have” per le strategie SEO per dispositivi mobili, dove a volte le dimensioni dello schermo fanno sì che le SERP Features siano l’unica possibilità per rimanere visibili.

Con un approccio intelligente, puoi scegliere le funzionalità SERP che ti aiuteranno a guadagnare traffico ed evitare quelle che non si collegano al tuo dominio ma occupano il patrimonio immobiliare della SERP.

Nello strumento Position Tracking rileviamo SERP con o senza le seguenti funzionalità SERP, nonché una combinazione di esse:

  • Snippet in primo piano

  • Pacchetto locale

  • Recensioni

  • AMP

  • Collegamenti al sito

  • Video o video in primo piano

  • Storie principali

  • Le persone chiedono anche

  • immagini

  • Twitter

  • Risposta istantanea

  • Pannello della conoscenza.

Inoltre, puoi vedere le query con risultati a pagamento.

Sebbene gli annunci a pagamento non siano tecnicamente Funzionalità SERP, queste informazioni sulla presenza di annunci a pagamento su una SERP ti aiutano a stimare la visibilità del tuo dominio in questi risultati organici.

Se ci sono molte promozioni a pagamento nei risultati, potresti scegliere di investire in PPC piuttosto che in SEO per ottenere la visibilità che stai cercando.

Allora, come puoi giocare con questi filtri? Ecco alcuni scenari che potresti provare:

1. Controlla quali parole chiave nella tua campagna attivano una “caratteristica SERP target” per vedere dove dovresti concentrare i tuoi sforzi.

Scegliere nel menu a discesa Caratteristiche SERP → “Funzionalità su SERP” → selezionare la funzionalità di destinazione.

2. Controlla per vedere quali delle tue SERP feature target sono già occupate dai tuoi rivali. Ci saranno volte in cui vedrai un gigante in una funzione SERP e non avrai la possibilità di spostarlo. Non arrenderti: trova quelle domande in cui puoi avere una possibilità di combattere per vincere.

Imposta il tuo dominio come il primo nel menu in alto, scegli nel menu a tendina Caratteristiche SERP → “il tuo dominio non si classifica” → seleziona la funzione di destinazione.

3. Controlla dove sei riuscito a guadagnare una funzione SERP. È un buon modo per mostrare al tuo cliente o capo che la tua strategia sta funzionando.

Imposta il tuo dominio come primo nel menu in alto, scegli nel menu a tendina SERP Features → “your domains ranks” → seleziona la funzione target.

Dai un’occhiata al nostro post sul blog su come il toolkit SEMrush può aiutarti a vincere funzionalità SERP se vuoi saperne di più.

# 7 Rapporto sugli snippet in primo piano

Se sei già passato al tracciamento della posizione per giocare con i filtri delle funzionalità SERP, c’è la possibilità che tu abbia iniziato con gli snippet in primo piano.

Uno snippet in primo piano è una delle funzionalità SERP più popolari e per semplificare il processo di ricerca dei tuoi frutti a bassa pendenza, abbiamo aggiunto questo nuovo rapporto.

Allora come ti fa risparmiare tempo?

Innanzitutto, ti consigliamo di aprire questo rapporto e rimanere nella scheda Opportunità. Questo ti mostrerà tutte le parole chiave in cui c’è un rivale che occupa uno snippet in primo piano.

Nella colonna “URL snippet in primo piano” puoi andare alla pagina dei tuoi concorrenti e analizzare cosa c’è di così speciale in esso. Questi valori potrebbero variare da elementi SEO sulla pagina, la struttura del contenuto, il modo in cui risponde alla domanda di un utente e altri aspetti che hai perso insieme alla “posizione zero”.

Inoltre, questo rapporto ti mostrerà automaticamente tutti gli snippet in primo piano che hai vinto, dove li hai persi e quali parole chiave hanno iniziato o interrotto l’attivazione di snippet in primo piano nella tua posizione.

Con la volatilità SERP in costante aumento devi rimanere flessibile nel tuo processo.

# 8 Monitoraggio dei risultati in Local Pack

L’altra caratteristica SERP “buona per vincere” è il Local Pack, soprattutto se la tua azienda opera a livello locale.

Entrare nei pacchetti locali richiede molto lavoro off-page come l’ottimizzazione della pagina di Google My Business, garantendo dati NAP corretti e coerenti e gestione delle citazioni.

Se il Local Pack è un’opportunità che si applica a te, non dimenticare di impostare il nome della tua attività per tutte le tue sedi per vedere dove sei riuscito a entrare in quei Local Pack e dove Google non include il tuo dominio.

Quest’area è particolarmente importante quando scegli come target i dispositivi mobili. Se noti che l’ortografia del nome della tua attività commerciale non corrisponde a quella che hai attualmente in Local Pack, si tratta di una bandiera rossa che potrebbe significare che devi tornare ai passaggi precedenti e ricontrollare le informazioni fornite.

# 9 Selezione della lingua dell’interfaccia

Gli specialisti SEO che lavorano in paesi multilingue devono affrontare molte sfide.

I tuoi clienti parlano e cercano informazioni in diverse lingue.

Pertanto, per monitorare i risultati più accurati, dovrai assicurarti di specificare sia la posizione che la lingua delle parole chiave di destinazione nella fase di configurazione.

Ciò consentirà alla tua campagna di monitorare i risultati di ricerca in lingue specifiche così come vengono visualizzati nei browser nella località impostata.

# 10 Tag

Immaginiamo di lavorare sulla SEO di un negozio online che vende attrezzature sportive, abbigliamento e offre un vasto assortimento di prodotti. In questo caso, monitoreremo migliaia di parole chiave per varie categorie di prodotti, varie località, occasioni stagionali, sesso, età e colori.

Per evitare di perdere la tua sanità mentale in un pasticcio enorme e non organizzato, dovrai usare i tag. Assegna le categorie ai tuoi gruppi di parole chiave e puoi ordinarle facilmente in qualsiasi momento mentre guardi i tuoi rapporti.

I tag possono essere aggiunti dalla finestra di configurazione iniziale (come mostrato di seguito) o in qualsiasi momento durante l’esecuzione della campagna aprendo il menu delle impostazioni di monitoraggio della posizione.

# 11 Avvisi personalizzati

Risparmia tempo prezioso e imposta i tuoi avvisi personalizzati per avvisarti solo quando si verifica un cambiamento importante.

# 12 Report PDF sbalorditivi

Tutti coloro che lavorano nel marketing devono affrontare la sfida di dimostrare come i tuoi sforzi portano risultati preziosi.

I numeri parlano, ma quando li mostri al tuo capo o cliente, devono anche essere belli.

Con il nostro generatore di PDF, puoi creare un rapporto SEO visivamente accattivante in pochi minuti.

Questo componente aggiuntivo elimina la necessità di creare rapporti a mano. Se imposti rapporti ricorrenti, questi aggiorneranno automaticamente i tuoi risultati e li invieranno all’elenco di destinatari prescelto.

# 13 Monitoraggio in movimento!

Devi essere vigile 24 ore su 24, 7 giorni su 7?

Gratuito e disponibile per Android e iOS, la nostra app mobile Position Tracking ti consente di monitorare tutti i tuoi progetti di configurazione in tutte le località, ovunque tu sia.

Una volta effettuato l’accesso, puoi visualizzare tutti i tuoi progetti in esecuzione nello strumento. Controlla tutte le metriche di base (Visibilità, Traffico stimato, Posizione media) per rimanere aggiornato sulle fluttuazioni del ranking.

Scarica l’app SEMrush dall’App Store

Ottieni l’app SEMrush su Google Play

Tieniti aggiornato sulle novità dei nostri prodotti nella sezione Novità, qui sul nostro blog nella categoria Scopri SEMrush o sul nostro sito ufficiale Twitter account.

E non dimenticare di condividere con noi tutti i tuoi pensieri e suggerimenti all’indirizzo tracking-tool-feedback@semrush.com.

Rendiamo il nostro strumento di monitoraggio della posizione ancora più fantastico insieme.

Come tenere traccia delle classifiche SERP e migliorare la visibilità online con lo strumento di monitoraggio della posizione SEMrush

Per raggiungere gli obiettivi della tua campagna SEO, devi sviluppare strategie efficaci in più attività. Gli strumenti svolgono un ruolo essenziale nel raggiungimento di questo obiettivo, ma con molte attività diverse da completare (tra cui la creazione di link, la ricerca di parole chiave e il controllo del sito), puoi scoprire rapidamente che il costo dell’abbonamento agli strumenti SEO diventa molto costoso. La soluzione è il nostro toolkit SEO, …

Ottieni PDF gratuito

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Search Engine Optimization.

Write a Comment