Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » 3 domande su AdWords a cui ho risposto più spesso

3 domande su AdWords a cui ho risposto più spesso

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Lavorare in Google aveva i suoi vantaggi. Non riesco a pensare a molte aziende in cui puoi mangiare un pranzo gratuito, ricevere un massaggio gratuito e praticare il backswing in un simulatore di golf privato, il tutto prima della telefonata del cliente delle 13:00.

Ora, questo sembrerà un po ‘stupido, ma il più grande vantaggio che Google mi ha offerto è stata la possibilità di lavorare direttamente con migliaia di inserzionisti in ogni forma, dimensione e set di abilità che potresti immaginare. Mi è stata posta ogni domanda AdWords, in ogni variazione, ogni settimana per circa due anni.

Il mio tempo in Google mi ha trasformato in un robot AdWords. Sognavo di fare consigli sulle campagne che generavano migliaia di conversioni per i miei clienti o avevo incubi in cui i miei suggerimenti avrebbero vietato l’account di un cliente per violazione delle norme (l’equivalente da incubo di Google di presentarsi a lavorare nudo).

Dopo che mi sono state poste tutte le domande del libro, ho rapidamente identificato una manciata di domande che sembravano sconcertare tutti, dai neofiti di AdWords agli utenti esperti. Oggi analizzeremo le tre domande a cui ho risposto più spesso durante il mio tempo in Google e ci immergeremo nelle mie risposte imparziali per risolverle.

Andiamo a scavare!

# 1: come posso aumentare il mio punteggio di qualità?

Se avessi un centesimo per ogni volta che mi è stato chiesto come un inserzionista potrebbe aumentare il proprio punteggio di qualità, beh, probabilmente scriverei questo post dal mio rifugio privato sull’isola delle Cayman. E ha senso: sviluppare un punteggio di qualità elevato è una delle cose più importanti che puoi fare quando crei la tua strategia AdWords.

Prima di immergerci in come ottenere un punteggio di qualità (quasi) perfetto, facciamo un rapido passo indietro per esaminare esattamente quale sia il punteggio di qualità in primo luogo.

Annullamento del punteggio di qualità

Il punteggio di qualità è la valutazione da 1 a 10 di Google della qualità / pertinenza delle tue parole chiave e degli annunci della rete di ricerca. È importante notare che la pertinenza è davvero la chiave qui. Più le parole chiave e il testo dell’annuncio sono pertinenti al prodotto o servizio che stai pubblicizzando, maggiore sarà il tuo punteggio di qualità.

La rilevanza è solo uno dei tanti fattori chiave che influiscono su un aumento o una diminuzione della qualità

Punto. Ecco i cinque a cui devi prestare attenzione:

  1. La tua percentuale di clic (CTR)
  2. Il tuo rendimento storico AdWords
  3. La qualità e la pertinenza delle tue parole chiave
  4. La qualità e la pertinenza della tua pagina di destinazione
  5. La qualità e la pertinenza del testo dell’annuncio

Sebbene sia quasi impossibile determinare quale di questi fattori abbia il maggior peso in un dato momento (non mi è stato nemmeno detto su Google), ti consiglio di assicurarti di ottimizzare sempre per un CTR forte. Quando molte persone fanno clic sul tuo annuncio, è un buon segnale per Google che il tuo annuncio deve essere pertinente e utile.

Raggiungere la (quasi) perfezione

La verità dietro a decifrare la formula del punteggio di qualità ridicolmente confusa di Google è che non è poi così confusa. Se sai che la pertinenza è il fattore più importante nel ranking del punteggio di qualità, l’unica cosa che devi fare è rendere le tue parole chiave, annunci e pagina di destinazione pertinenti al prodotto o servizio che stai vendendo il più possibile agli occhi di Google. Questo può essere ottenuto con un piccolo sforzo se segui il Uno per regola.

Il Uno per regola richiede di limitare il numero di parole chiave nei tuoi gruppi di annunci a 1. Sì, hai letto correttamente: 1 parola chiave per gruppo di annunci. Non smettere ancora di leggere! Prometto che c’è un metodo per la mia follia. Associare strettamente la tua parola chiave al testo dell’annuncio e al testo sulla pagina di destinazione indica a Google che la tua pertinenza è alle stelle, con il risultato di un punteggio di qualità elevato.

È importante ricordare che non tutte le parole chiave sono uguali. Vuoi solo usare il file Uno per regola sulle parole chiave con il rendimento migliore. Diamo un’occhiata ai passaggi per realizzarlo:

  1. Fai la tua ricerca per selezionare i tuoi 5-10 migliori risultati
  2. Crea un gruppo di annunci per ciascuna di queste 5-10 parole chiave con il rendimento migliore
  3. Ottimizza il testo dell’annuncio in modo che la parola chiave sia presente nel titolo, nel tipo di descrizione e nell’URL di visualizzazione (vedi l’esempio di seguito con la parola chiave (Cappelli da donna)
  4. Ottimizza la tua pagina di destinazione in modo che la parola chiave venga visualizzata più di una volta (i migliori inserzionisti creano una pagina di destinazione separata per gruppo di annunci)

Più velocemente inizi a considerare il punteggio di qualità come uno strumento per misurare la pertinenza e non solo un punteggio arbitrario su 10, più velocemente sarai in grado di raggiungere quegli ambiti punteggi 8, 9 e 10.

# 2: Quali sono le località che danno i risultati migliori?

Trovare le località con il rendimento migliore è un po ‘un viaggio in AdWords (la mia frustrazione è stata in realtà il catalizzatore che mi ha spinto ad avviare AdHawk). Detto questo, capire quali parti del mondo / paese / stato / città ti consentirà di spendere di più per fare pubblicità nelle aree in cui riscontri molto successo.

Opzioni di targeting per località

Puoi essere incredibilmente preciso con il targeting basato sulla località. Sono disponibili 12 opzioni tra cui scegliere, che iniziano a livello di paese e terminano con il codice postale. Ecco l’elenco completo:

  • Nazione
  • Stato
  • Regione Nielsen® DMA®
  • Distretto congressuale
  • contea
  • Comune
  • Città
  • Codice postale
  • Aeroporto
  • Borgo
  • Quartiere
  • Università

Nota il mix di opzioni. Il targeting a livello di stato, contea, città e codice postale funziona bene per inserzionisti di tutte le forme e dimensioni. Il targeting di aeroporti o università è un’ottima opzione per attività specifiche come compagnie di taxi o app di social media. Queste località target possono essere escluse anche se i dati mostrano un rendimento scarso in quelle aree.

Abilitazione del targeting basato sulla località

Ancora una volta, il punto di tutto questo è spendere una parte maggiore del tuo budget nelle aree esatte in cui stai riscontrando successo. Questa operazione viene generalmente eseguita aumentando le offerte in quelle aree mediante un aggiustamento delle offerte. Per sapere come attivare gli aggiustamenti delle offerte basati sulla località, segui queste istruzioni:

  • Seleziona la “Campagna” a cui desideri aggiungere gli aggiustamenti delle offerte in base alla località
  • Fare clic sulla scheda “Impostazioni” Fare clic sulla scheda “Posizioni”
  • Fai clic su “Visualizza rapporti sulla posizione” e seleziona “Che cosa ha attivato il tuo annuncio (geografico)”
  • Seleziona la casella a sinistra del Paese / stato / città in cui stai offrendo annunci
  • Fai clic su “Seleziona vista per 1 località” e seleziona una delle opzioni (selezioneremo “Città” ai fini di questo esempio)
  • Ordina questo elenco in base alla metrica per cui stai ottimizzando (per noi sono conversioni)
  • Seleziona la casella a sinistra delle città che stanno convertendo il meglio per la tua attività
  • Fai clic su “Modifica”, quindi su “Aggiungi target e imposta aggiustamento delle offerte”

Per iniziare, ti consiglio di impostare gli aggiustamenti delle offerte nelle località con il rendimento migliore al 10%, quindi misurare l’impatto della modifica sul rendimento della tua campagna. Il punto debole è ridurre lentamente il costo totale per conversione, aumentando al contempo il numero totale di conversioni.

# 3: dovrei eliminare i miei annunci dai dispositivi mobili?

A meno che tu non abbia vissuto sotto una roccia negli ultimi 5 anni, sai che il cellulare è l’elefante nella stanza di cui le persone non riescono a smettere di parlare. Sempre più aziende vengono spinte a fare pubblicità su dispositivi mobili e una grande domanda che ho ricevuto durante la mia permanenza in Google è stata: “Vale la pena pubblicare annunci su dispositivi mobili?”

Questa può sembrare una domanda piuttosto semplice. Ovviamente devi pubblicare i tuoi annunci sui dispositivi mobili. Intendo, i dati sull’utilizzo dei dispositivi mobili praticamente richiede che tu lo faccia, giusto?

Perché non dovresti spendere per i dispositivi mobili

Ciò che rende difficile rispondere a questa domanda è che ci sono ancora una serie di fattori che potrebbero comportare uno scarso rendimento dei dispositivi mobili per gli inserzionisti. Se il tuo sito web o la tua pagina di destinazione non è ottimizzata per dispositivi mobili, è meglio buttare i soldi nel cesso piuttosto che investire in annunci per dispositivi mobili. Secondo Rivenditore Internet, le persone hanno il 160% di probabilità in più di effettuare conversioni su siti ottimizzati per dispositivi mobili.

Coloro che hanno trascorso del tempo a fare pubblicità sui dispositivi mobili sanno che questo è solo la norma. Gli utenti di dispositivi mobili sono esigenti. Se si sentono anche leggermente disturbati, potresti perderli per sempre. Se il tuo sito si carica lentamente Il 43% dei tuoi visitatori se ne andrà e non tornare mai più e il 40% del gruppo che se n’è andato finirà sul sito del tuo concorrente.

Perché dovresti spendere per i dispositivi mobili

Data la natura esigente degli utenti di dispositivi mobili, può essere un’impresa costosa spendere per i dispositivi mobili, ma continuo a pensare che ne valga la pena se è fatto nel modo giusto. Lo spazio mobile sta diventando troppo grande e raffinato a questo punto che è troppo rischioso stare seduti ai margini mentre i tuoi concorrenti si divorano tutta la quota di mercato mobile. Detto questo, è necessario disporre di un processo in atto per assicurarsi di sfruttare saggiamente la spesa pubblicitaria per dispositivi mobili.

Per ottenere il miglior ritorno sulla spesa pubblicitaria per dispositivi mobili, devi essere sicuro di avere almeno quanto segue:

  • Sito web ottimizzato per dispositivi mobili
  • Tempi di caricamento rapidi per il tuo sito web
  • Navigazione semplice e morta a una conversione
  • Invito all’azione specifico per dispositivi mobili
  • Processo per misurare costantemente le prestazioni dei dispositivi mobili
  • Strumento di test ottimizzato per dispositivi mobili di Google (non solo esegue una verifica gratuita delle prestazioni, della velocità e dell’esperienza del sito, ma delinea anche tutte le cose che puoi risolvere)

Non colpirai un homer la tua prima volta al piatto. Ma se crei una strategia per ottimizzare ciascuno di questi cinque componenti E tieni d’occhio le prestazioni, le analisi e la spesa pubblicitaria, sarai in grado di battere la pulizia in pochissimo tempo.

Come controllare la spesa pubblicitaria per cellulari

Quello che Google non riesce a dire alla maggior parte degli inserzionisti è che i tuoi annunci vengono pubblicati automaticamente sui dispositivi mobili una volta lanciata la tua campagna. È una funzione predefinita che ti fa iniziare a fare offerte uguali, il che significa che i tuoi annunci hanno la stessa probabilità di essere pubblicati su dispositivi mobili così come su desktop o tablet. Puoi controllarlo aumentando o diminuendo l’aggiustamento delle offerte per dispositivi mobili.

Un aggiustamento delle offerte per dispositivi mobili rappresenta una variazione percentuale positiva o negativa delle offerte per gli utenti che cercano le tue parole chiave su un dispositivo mobile. La variazione percentuale inizia dallo 0%, ma può essere aumentata a + 300% o ridotta a -100%.

Gli aggiustamenti delle offerte per dispositivi mobili positivi sono ottimi per i siti web che seguono la strategia di cui sopra e sono ottimizzati per i dispositivi mobili. Ti consiglio di iniziare con un aggiustamento delle offerte del 10-20% per iniziare, quindi di utilizzare i tuoi dati per determinare in che modo il rendimento del tuo account è stato influenzato.

Per sapere come abilitare gli aggiustamenti delle offerte per dispositivi mobili, segui queste semplici istruzioni:

  • Seleziona la “Campagna” a cui desideri aggiungere gli aggiustamenti delle offerte per dispositivi mobili (puoi anche aggiungere aggiustamenti delle offerte per dispositivi mobili a livello di gruppo di annunci)
  • Fare clic sulla scheda “Impostazioni”
  • Fare clic sulla scheda “Dispositivi”
  • Fai clic su “-” o “0%” per attivare l’aggiustamento delle offerte per dispositivi mobili

Queste sono solo alcune delle domande più frequenti che ho ricevuto durante la mia permanenza nel team AdWords di Google. Seguire i miei consigli in ciascuna sezione dovrebbe aiutarti a vedere un migliore ritorno sulla spesa pubblicitaria, ma è importante che registri tutti i tuoi dati e li esegua settimanalmente per assicurarti che questi consigli funzionino per la tua attività.

Se ne hai uno che non è arrivato a questo elenco, fammelo sapere nei commenti e ti invierò la risposta.

Partecipa al webinar

Unisciti a me in un webinar SEMrush sulla spesa pubblicitaria efficace per gli sposi, 2 marzo. Registrati qui: è gratis!

Dan Pratt è il co-fondatore e COO di AdHawk (Techstars ’15), uno strumento che aiuta a semplificare e automatizzare la gestione degli annunci online su piattaforme come Google AdWords e Facebook Ads. Prima di fondare AdHawk, ha lavorato nel team Accelerated Growth di Google, aiutando le startup a valutare, perfezionare e far crescere la loro pubblicità digitale. È un esperto in tutte le forme di pubblicità a pagamento e ha affinato le sue capacità di marketing e vendita da quando vende pizza fatta in casa dalla sua scrivania in terza elementare. Twitter – @danielppratt

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *