Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » 3 motivi per cui dovresti usare SEM per scalare il tuo marchio

3 motivi per cui dovresti usare SEM per scalare il tuo marchio

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Le piccole e medie imprese sono notoriamente degli spendaccioni conservatori. I membri del team devono indossare più cappelli, i budget sono limitati e lo sviluppo del prodotto è la prima priorità.

Ma quando arriva il momento di scalare, la maggior parte dei leader di piccole imprese vuole passare attraverso i canali tradizionali: se riusciamo a entrare in Target, pensano, ci saremo fatti un nome.

Pochi passano al SEM, temendo che sia troppo costoso per un’azienda a corto di liquidità. Anche la matematica del tovagliolo, però, mostra che non è vero. Mentre la maggior parte delle agenzie di marketing per motori di ricerca (SEM) chiede $ 10.000 al mese di spesa pubblicitaria (più una commissione di gestione dal 15% al ​​20% o commissioni di gestione fisse), ogni centesimo di acquisto di annunci funziona per stimolare le vendite, creare consapevolezza del marchio e generare ROI dopo un ciclo. E, in molti casi, quell’investimento spinge le vendite a margini migliori di quanto potrebbe mai fare un accordo fisico.

SEM in numeri

Consideriamo prima il percorso in negozio. Aziende come Macy’s utilizzano ciò che viene chiamato Markup “chiave di volta”, il che significa che i rivenditori addebitano circa il doppio di quanto pagano per un prodotto.

Quindi, ad esempio, se produci una maglietta per $ 12,50, potresti addebitare a Macy’s $ 25. Macy’s quindi valuta la maglietta a $ 50. Ottieni $ 12,50 di profitto per qualsiasi maglietta che Macy’s vende. Potresti spedire 800 camicie a un rivenditore, il che significa che hai $ 10.000 in inventario, più le spese di spedizione.

Consideriamo ora SEM. I risultati variano notevolmente in base al settore e al marchio, ma le tariffe del costo per mille impressioni (CPM) sono di circa $ 6,27 e le percentuali di clic (CTR) sono di circa l’1,56%. Con un CPM e un CTR standard, paghi circa $ 0,40 per clic. Supponendo un tasso di conversione dell’1,5 percento, ti costerà $ 26 per vendere una maglietta da $ 50, che ti porta a guadagnare $ 24 per maglietta. È quasi il doppio del profitto ottenuto tramite un rivenditore.

Più che margini

I margini di profitto raddoppiati dovrebbero essere sufficienti per attirare la tua attenzione. Ma non è tutto ciò che SEM ha da offrire.

Quando un cliente acquista direttamente da te, non è necessario realizzare il prodotto finché non è stato acquistato, migliorando il flusso di cassa. Possiedi anche la relazione con il cliente, aprendo la porta al retargeting e alla diffusione di e-mail per vendite ripetute. Con SEM, il controllo del marchio rimane nelle tue mani, quindi una terza parte come Macy’s non può dettare i prezzi e il posizionamento del prodotto.

Ma non sono solo le aziende produttrici che possono utilizzare SEM per aumentare le vendite online. Anche le aziende Software-as-a-Service (SaaS) possono godere di margini aumentati e maggiore proprietà del marchio. I marketplace di app come iTunes assorbono circa il 30% delle vendite, quindi le vendite dirette al consumatore rimettono 30 centesimi di ogni dollaro di fatturato nelle tasche degli imprenditori SaaS.

Il SEM Snowball

Fatto bene, SEM si basa su se stesso. Più traffico sul sito porta a un posizionamento più alto nella ricerca organica, che equivale a più vendite, che equivale a più consapevolezza del marchio, che equivale, hai indovinato, a più traffico sul sito. Profitti e margini continuano ad aumentare, mentre i costi di marketing si riducono man mano che si migliora in tre aree critiche: test, segmentazione e diffusione della posta elettronica.

1. Test A / B senza sosta.

Il test A / B implica la verifica di più ipotesi l’una contro l’altra per confrontare i risultati. Google, probabilmente la più grande azienda SaaS del pianeta, testa religiosamente, secondo l’ex dirigente di Google Tomasz Tunguz. Tunguz afferma che il titano della tecnologia realizza regolarmente miglioramenti del 5% delle entrate attraverso i test A / B. Su scala di Google, il 5% è un grosso problema. Prova tutto e qualsiasi cosa sul tuo sito. Scambia in diversi testi, immagini e testimonianze. Prova un nuovo colore sulla tua pagina di destinazione e sposta le applicazioni per testare le reazioni degli utenti. PPC ha aumentato le conversioni del 50% semplicemente cambiando la posizione di un modulo su una pagina di destinazione. Assicurati solo di eseguire test per periodi di tempo standard per ottenere risultati “da mela a mela” per un confronto equo. Le mie fonti mi dicono che Everlane ha aumentato le vendite di oltre il 10 percento semplicemente aggiungendo la sua opzione “aggiunta rapida”.

2. Segmenta i tuoi acquirenti.

Gli acquirenti online si aspettano che tu li conosca e dai loro ciò che vogliono, quando lo desiderano. Impara il più possibile sui tuoi clienti, segmenta di conseguenza e segui in base al loro comportamento.

In uno studio recente, il provider di marketing SaaS HubSpot lo ha scoperto 39 percento dei professionisti del marketing ha detto che gli elenchi di e-mail segmentati hanno migliorato i tassi di apertura, il 28% ha ridotto i tassi di annullamento dell’iscrizione e il 24% ha registrato vendite migliori. La piattaforma di posta elettronica SaaS Vero ha visto la segmentazione aumentare le conversioni di un enorme 450 percento.

Invia un coupon incentivo a un cliente che ha acquistato una volta ma non è tornato per 30 giorni. Fai offerte speciali agli acquirenti frequenti, facendo loro sapere che apprezzi la loro attività. Costruirai relazioni con i tuoi migliori clienti per aumentare le vendite, cosa che non puoi fare tramite un rivenditore di terze parti come Macy’s.

3. Cattura gli indirizzi e-mail in ogni momento.

L’email funziona ancora. Mantieni la tua lista di e-mail in crescita e farai crescere anche il tuo marchio. Non è un caso che molti dei migliori marchi di marketing digitale di oggi abbiano creato enormi elenchi di e-mail. HubSpot accumulato uno dei più grandi elenchi del settore, abbonato per abbonato.

Il fondatore di AppSumo Noah Kagan ha creato la sua mailing list fino a 700.000 contatti. Questi elenchi sono miniere d’oro per affari ripetuti e mantengono alto il traffico quando i destinatari fanno clic sul tuo sito.

I canali tradizionali possono avere un costo iniziale inferiore, ma assorbono anche dal 30% al 50% dalle vendite. Perché sopportarlo? In quale altra situazione permetteresti a qualcun altro di scremare quasi la metà dei tuoi profitti? Con SEM puoi raddoppiare i tuoi profitti, migliorare il flusso di cassa, possedere i tuoi clienti (in senso positivo!) E mantenere il tuo marchio nascosto. I servizi SEM non sono economici per le giovani aziende, ma di nuovo, niente con un ROI comprovato lo è.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di seo.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *