3 tipi di pagina del pilastro (e come aiutano con il posizionamento)

3 tipi di pagina del pilastro (e come aiutano con il posizionamento)

Cos’è una Pillar Page?

In effetti, una pagina pilastro è un hub o una base su cui vengono costruite le pagine del cluster. Fornisce una panoramica completa di un argomento, ma lascia spazio a una copertura più dettagliata dell’argomento nelle pagine del cluster, che in genere si concentrano su un aspetto particolare dell’argomento, spesso una parola chiave.

Ad esempio, una pagina di contenuto del pilastro sulla SEO potrebbe toccare brevemente la SEO tecnica e quindi collegarsi a una pagina del cluster che va molto più in profondità sull’argomento.

Le pagine del pilastro sono spesso più lunghe dei tipici post di un blog (di solito 2.000 parole o più) perché toccano tutte le parti di un argomento. Le pagine del pilastro e del cluster si collegano tra loro, ma se il design della pagina del pilastro fa bene il suo lavoro, diventa una fonte autorevole che attrae molti link esterni.

I vantaggi delle pagine Pillar e Cluster includono:

  • Maggiore coinvolgimento: I contenuti ben organizzati lo rendono molto facile da usare per gli spettatori, aumentando il coinvolgimento.

  • Durata delle sessioni più lunga: Poiché le pagine del cluster di pilastri sono interconnesse, questa disposizione tende a trattenere i visitatori sul sito più a lungo, aumentando il coinvolgimento e le visualizzazioni di pagina.

  • Fornisci segnali migliori a Google: Poiché i raggruppamenti di pagine dei pilastri e dei cluster sono così ben organizzati, è facile per Google determinarne l’argomento e classificarli. Le pagine web mal organizzate tendono ad essere poco classificate da Google, quindi i contenuti organizzati per pilastri e gruppi di argomenti tendono a essere premiati con classifiche più alte.

Le pagine pilastro complete sono uno dei modi più efficaci per creare contenuti che facciano appello agli algoritmi dei motori di ricerca e mirino al pubblico con informazioni autorevoli.

Successivamente, spiegheremo alcuni dei principali tipi di pagine del pilastro di contenuto. Tieni presente che le divisioni tra queste categorie non sono assolute, quindi alcune pagine dei pilastri potrebbero avere elementi di ciascuna.

1. La pagina del pilastro “Guida”

Come suggerisce il nome, una pagina di pilastro “guida” si sforza di essere l’autorità ultima su un argomento. Potrebbe essere una guida 101 per principianti o qualcosa di più sofisticato rivolto a un segmento industriale specifico. Una guida o una “guida definitiva” serve a stabilire la tua autorità in un campo o in un argomento, crea il tuo marchio e aiuta a stabilire la fiducia con un pubblico particolare.

La pagina del pilastro della guida offre una panoramica completa di un argomento che lo rende una destinazione autorevole per coloro che sono interessati all’argomento. Si collega anche a pagine del cluster correlate che ampliano la conoscenza su aspetti particolari dell’argomento, spesso correlati a una parola chiave specifica.

Una pagina del pilastro guida tempestiva e ben concepita può attirare molta attenzione, aumentare il traffico del sito web, attrarre backlink e nutrire un pubblico che può essere convertito in abbonati o clienti paganti.

Alcuni buoni esempi di pagine del pilastro “guida” includono:

La guida definitiva alle riunioni remote nel 2020

Un argomento forte per le pagine del pilastro tende ad essere sempreverde e un esempio è il lavoro a distanza. Slack ha deciso di creare una guida utile per i suoi utenti con “La guida definitiva alle riunioni remote. ”

Ci sono molte cose in questa pagina che la rendono un ottimo pilastro, in particolare quando si capisce cosa può aspettarsi il lettore e la navigazione. Nella parte superiore della pagina, c’è una nota su quanto tempo impiegherà il lettore per leggere il contenuto e alcuni punti che enfatizzano le migliori pratiche per le riunioni remote.

Ci sono anche molti elementi interattivi in ​​tutto il pezzo per aiutare a mantenere il lettore impegnato. Ad esempio, la barra di navigazione mobile consente al lettore di passare rapidamente da una sezione all’altra. La pagina include un video che mostra una riunione remota in azione.

La strategia di collegamento interno di Slack per la pagina del pilastro indirizza i lettori a cluster di argomenti che includono ulteriori suggerimenti per il lavoro remoto e vantaggi specifici per l’utilizzo di Slack.

Consapevolezza del marchio: quasi tutto ciò che devi sapere

Typeform è una società di software online come servizio (SaaS) con sede a Barcellona specializzata nella creazione di moduli online e sondaggi online. Ha anche una serie di pagine pilastro ben progettate e visivamente attraenti dedicate alla consapevolezza del marchio, come questo.

Un menu di navigazione laterale semplifica la navigazione nella lunga pagina di informazioni a scorrimento sulle nozioni di base della consapevolezza del marchio – monitoraggio della consapevolezza del marchio, avvio della consapevolezza del marchio e misurazione della consapevolezza del marchio – e offre alcuni consigli di separazione.

La pagina ha molti collegamenti a risorse correlate, inclusi collegamenti esterni e più interni verso la fine della pagina.

La strategia di collegamento interno di Typeform per questa pagina del pilastro collega ad altre risorse nel loro blog e pagine con le loro offerte di servizi, in particolare modelli che i potenziali clienti possono utilizzare.

2. La pagina del pilastro “Che cos’è”

Una tipica domanda fatta dalle persone è: “Che cos’è …” Sentono parlare di qualcosa di interessante, controverso o tempestivo e vogliono saperne di più.

  • “Che cos’è la pubblicità programmatica?”
  • “Cos’è l’immunità di gregge?”
  • “Che cos’è Kubernetes?”

Per attingere a questo desiderio di saperne di più, una pagina del pilastro può servire come esame definitivo di un argomento: una risorsa autonoma estremamente utile che si collega alle pagine del cluster correlate e sviluppa aspetti dell’argomento in maggiore dettaglio. Per molti versi è autorevole, come una pagina di guida.

Se sviluppi una pagina che corrisponde a un interesse diffuso (“Ho sentito qualcosa al riguardo un paio di volte e voglio saperne di più” o “Ho sempre desiderato saperne di più”) e costruisci un caso per la sua importanza, hai creato un ottimo modo per indirizzare il traffico organico al tuo sito. Il traffico diventa un flusso top-of-the-funnel che alla fine può essere conquistato come clienti stimati con la giusta strategia di conversione.

Di seguito sono riportati un paio di esempi di pagine pilastro “che cos’è” che svolgono il loro lavoro:

Cos’è esattamente il vino?

Puoi prendere in considerazione di seguire l’esempio degli amici enofili e sviluppare un apprezzamento per i vini pregiati. Ma non sai molto, quindi fai una domanda su “Che cos’è la vinificazione?” o “Che cos’è il vino?” e trova questa pagina del pilastro, in alto o all’inizio dei risultati di ricerca.

La pagina è servita con stile da Wine Folly, un “sito di contenuti dedicato alla conoscenza e all’apprezzamento del vino”. (“L’obiettivo è che più persone vedano il vino, non solo come una bevanda per adulti, ma come un modo per esplorare il mondo e noi stessi.”)

La pagina offre un “tuffo profondo” in tutto ciò che riguarda il vino, coprendo di cosa si tratta, l’origine del termine “annata”, informazioni su vini monovarietali, miscele e molto altro. La pagina ben organizzata soddisfa i requisiti esigenti dell’algoritmo di Google e organizza le informazioni che sono accessibili e consumate con apprezzamento dai visitatori. Naturalmente, ci sono collegamenti a pagine di cluster altrettanto ben presentate sui solfiti nel vino, su come fare una degustazione di vino, una tabella di dolcezza del vino e altro ancora.

Wine Folly adotta un approccio unico alla propria strategia di collegamento interno per questa pagina del pilastro creando una casella autonoma nella parte superiore che include collegamenti ad altre query che i lettori potrebbero cercare, il che li rende ottimi cluster di argomenti per questo pilastro.

Intelligenza artificiale: cos’è l’intelligenza artificiale? Come funziona l’IA?

In più di 2.500 parole, questo carnosa pagina del pilastro è offerto da un sito di lavoro tecnico. Built In è dedicato a rispondere: “Cos’è l’intelligenza artificiale?” e “Come funziona l’IA?” Sarebbe interessante per qualcuno vagamente consapevole di come l’intelligenza artificiale stia cambiando tutto, dagli investimenti finanziari alla ricerca online e ha deciso di istruirsi da zero.

La pagina risponde alle domande precedenti e offre sezioni su intelligenza artificiale ristretta, cronologia dell’IA, apprendimento automatico e apprendimento profondo. È facile approfondire le pagine correlate sulle aziende di intelligenza artificiale che costruiscono un futuro più intelligente, su come l’IA può rivoluzionare l’assistenza sanitaria, sul perché i progetti di apprendimento automatico falliscono, sulle applicazioni AI all’avanguardia e su altri argomenti di interesse.

La strategia di collegamento interno di Built In per questo pilastro include callout diretti che offrono al lettore di saperne di più. Questi collegamenti vanno direttamente ad altre storie all’interno del loro blog, che sono gruppi di argomenti di supporto perfetti per mantenere il lettore impegnato.

3. La pagina del pilastro “How-To”

A differenza di una pagina del pilastro “che cos’è” che ti dice cos’è qualcosa, una pagina del pilastro “come fare” ti dice come è fatto. Puoi aiutare il tuo mercato a risolvere i problemi o trovare modi per migliorare i processi necessari nelle loro funzioni lavorative.

Se si dispone di una soluzione o di uno strumento per risolvere un problema, è possibile utilizzarlo in modo discreto e abbracciarlo se si sono affrontati con successo i punti deboli dei clienti e si offrono molte informazioni utili e valide. In questo tipo di pagine pilastro vengono spesso utilizzati tutorial dettagliati e dettagliati.

Alcune pagine del pilastro “how-to” che mostrano come è fatto includono:

Come avviare un blog WordPress nel 2020 [The Complete Guide]

Se hai domande su avviare il tuo blog WordPress, questa pagina del pilastro creata da IsItWP, uno strumento di ricerca tecnologica di WordPress, è un buon punto di partenza. Con un pratico menu di navigazione diviso in 12 capitoli, l’enorme pagina del pilastro ti guida passo dopo passo attraverso il processo. E se non hai competenze tecnologiche distinguibili, non preoccuparti “perché avviare un blog è molto più facile di quanto pensi”.

La guida pratica tecnica ha anche sezioni su plug-in e tutorial essenziali, promozione del tuo blog, SEO per WordPress e persino monetizzazione del tuo blog. Puoi approfondire ulteriormente le pagine del cluster su come creare un sito web da zero e come creare una vetrina di e-commerce, oltre a una varietà di utili risorse esterne.

Questa pagina del pilastro richiede molti approcci al collegamento interno. Un modo semplice per farlo con una guida pratica include una sezione FAQ in fondo come ha fatto IsItWP. Molte delle risposte in questa sezione si collegano direttamente ad altri gruppi di argomenti di supporto all’interno del loro blog.

La guida definitiva per realizzare facilmente video didattici

Poiché molti contenuti dimostrativi sono forniti nei video didattici, è logico che ci sia una guida pratica realizzare video dimostrativi (ovviamente, questo potrebbe anche rientrare nella sezione della pagina del pilastro “guida” sopra).

Creata da TechSmith con sede nel Michigan, uno sviluppatore di software e soluzioni per l’acquisizione di schermate, questa pagina del pilastro dei contenuti offre informazioni sui diversi tipi di video didattici (dai micro video ai video screencast), informazioni sugli errori comuni che le persone commettono durante la creazione video, come realizzare video didattici con registrazioni dello schermo, come creare video di formazione con una videocamera e il costo reale per realizzare video di formazione.

Se non hai tempo per leggere l’intera guida online, puoi anche scaricare una versione PDF. Naturalmente, i collegamenti abbondano alle pagine del cluster correlate, inclusa l’illuminazione video, la creazione di video di YouTube e gli schermi verdi.

Una preziosa strategia di collegamento interno che TechSmith utilizza qui è quella di collegarsi agli studi che hanno condotto che supportano il popolarità dei contenuti video. Questi argomenti di supporto del cluster sono molto più autorevoli poiché includono la ricerca originale.

Crea pagine pilastro di contenuti più forti

Il content marketing è uno dei modi migliori per entrare in contatto con il tuo pubblico di destinazione, stabilire l’autorità e il marchio della tua azienda e creare il tipo di fiducia che ti consente di guidare le persone lungo il funnel di vendita per diventare clienti convertiti.

Uno dei modi più efficaci per organizzare i tuoi contenuti per ottenere risultati è abbracciare il modello di cluster di pilastri. Alcune delle migliori pratiche per la creazione di contenuti di pilastro includono la definizione degli obiettivi del contenuto e di ciò che si sta cercando di realizzare, la decisione sui rendimenti pianificati e la determinazione di cosa si desidera classificare.

Come trovare idee per argomenti e contenuti per le pagine del pilastro

Se non sei sicuro di cosa dovrebbe essere incluso nelle pagine del pilastro e quali pagine del cluster dovresti includere, controlla lo strumento di ricerca degli argomenti! È sufficiente immettere una parola chiave e lo strumento fornisce argomenti secondari correlati

Il prossimo: Fai clic su una delle schede “di tendenza” per visualizzare i titoli recenti (ottimo per la ricerca competitiva) e per vedere le domande correlate che le persone stanno facendo in tempo reale. Entrambe queste forme di informazioni ti aiuteranno a creare una pagina del pilastro dettagliata, tempestiva e utile. E avrai idee per le pagine del cluster.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Write a Comment