Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » 4.5 Modi per aiutare i tuoi contenuti a diventare virali

4.5 Modi per aiutare i tuoi contenuti a diventare virali

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Lo ammetto. Io sono dipendente. Per alcune persone è la TV. Per altri è il calcio. Non me. Quando questo post del blog sarà pubblicato, anche mentre lo leggi, controllerò ossessivamente il “punteggio” su Sharetally. Mi piace vedere quanta portata hanno i miei contenuti sui social media.

Dovresti anche tu.

Non sto dicendo che dovresti esserne dipendente come me, né che devi guardarlo diffondersi. Non importa davvero. Ma dovresti preoccuparti che si diffonda e dovresti fare ogni sforzo per assicurarti che si diffonda ampiamente.

  • Il contenuto che si diffonde raggiunge più persone.
  • Il contenuto che si diffonde costruisce la tua base di follower.
  • Il contenuto che si diffonde viene pubblicato sul blog di più.
  • Il contenuto che si diffonde alza il posizionamento nei motori di ricerca.

È possibile aumentare la portata dei tuoi contenuti sui social media in molti modi. In effetti, esso dovrebbero essere fatto in molti modi. Ecco quattro modi e mezzo più critici.

1. I tuoi contenuti dovrebbero essere condivisi

Primo, e forse più ovvio, il tuo contenuto dovrebbe essere altamente degno di condivisione. Pensa a ciò che le persone condividono di più. Condividono articoli molto utili. Condividono contenuti scioccanti, bizzarri, stimolanti o carini. Amano condividere le immagini, soprattutto di gatti e bikini (ma NON i gatti nel bikini – è solo inquietante).

Scopri i modi reali per rendere virale il tuo #content. Clicca per twittare

Non c’è bisogno di creare qui contenuti degni di condivisione; ci sono diversi articoli su questo blog che già trattano quell’argomento, come la creazione di contenuti per B2B e come generare idee per contenuti originali.

2. Assicurati di avere un pubblico leale

Secondo, assicurati di avere un pubblico nativo. Ciò significa che hai tantissimi follower su Facebook, Twitter, LinkedIn, Pinterest, Instagram o Google+. Più siamo, meglio è e più canali social hai coperto, meglio è. Anche un enorme elenco di iscritti alle e-mail è fantastico.

Queste sono le persone su cui puoi contare; persone molto propense a vedere i tuoi contenuti e almeno alcuni di loro sono molto disposti a condividerli dopo averli letti.

2.5. Cooptare i lettori di qualcun altro

Secondo e mezzo, affitta o prendi in prestito il pubblico di qualcun altro. Puoi farlo assumendo un influencer dei social media o un gruppo di influencer, o facendo rete attraverso gruppi di menti che condividono felicemente i contenuti di alta qualità dell’altro.

Non è nemmeno necessario avere follower per farlo, anche se è sempre meglio avere la tua folla di fan che tifano su quante più piattaforme di social media possibile.

Noleggiare e prendere in prestito può sostituire il tuo pubblico nativo o integrarlo. In effetti, questo è un modo per far crescere il tuo pubblico nativo, esponendo i tuoi contenuti al pubblico degli influencer nella tua nicchia.

3. Assicurati che il tuo blog sia attrezzato per la condivisione

Terzo, assicurati che il tuo blog sia impostato per la condivisione. Con “impostazione” non intendo inserire in modo casuale un pulsante Mi piace di Facebook da qualche parte sul tuo sito web. Intendo concentrarmi su ciò che renderà più facile per i visitatori condividere i tuoi contenuti su più piattaforme. D’altra parte, non Non è necessario avere un pulsante per ogni singolo sito di social media.

Scegli tre o quattro che siano i più rilevanti per il tuo pubblico. Se vuoi offrire tutto, puoi utilizzare un servizio che include un pulsante “altro” per gli appassionati di siti web più piccoli, come BizSugar o Tumblr.

Un’altra opzione che mi piace è avere una barra mobile che rimane visibile anche mentre il lettore scorre con i pulsanti di condivisione più importanti, quindi posizionare una selezione più ampia di pulsanti nella parte inferiore. In questo modo, ovunque un visitatore si trovi nel contenuto quando si sente ispirato a condividere, il pulsante è proprio sullo schermo.

Trovare i pulsanti di condivisione per WordPress è facile, poiché sono disponibili tantissimi plug-in specifici per WordPress. Io uso Digg Digg. Se hai optato per uno dei tanti creatori di siti Web pronti all’uso per risparmiare denaro o tempo, ci sono molti altri widget di condivisione sociale che puoi utilizzare. Tutti e due Condividi questo e Aggiungi questo funzionerà su quasi tutti i siti Web, dai modelli più comuni alla codifica più personalizzata.

4. Ridimensionare le immagini per la massima condivisibilità

In quarto luogo, assicurati che tutte le immagini abbiano le dimensioni ideali per la tua piattaforma social preferita. Le immagini attirano gli utenti dei social media ai tuoi post molto meglio di un paio di righe di testo. L’infografica di seguito mostra la diversità delle dimensioni e delle forme delle immagini nei flussi di contenuti sulle varie piattaforme.

Ad esempio, Twitter mostra un rettangolo orizzontale di 440 x 220 pixel, mentre Instagram mostra un’immagine quadrata di 640 x 640 pixel. La dimensione è importante, perché un’immagine più piccola apparirà sfocata quando il sito la ingrandisce automaticamente, e la forma è importante perché parte dell’immagine potrebbe essere tagliata se nell’aspetto errato.

Mi piace questa particolare grafica, perché mostra anche tutte le specifiche per le foto del profilo e le foto dei banner e qualsiasi altra cosa di cui potresti aver bisogno (clicca per ingrandire).

Dal team di Inizia un blog oggi

Vale la pena impostare il tuo sito web e ogni singolo contenuto per la massima condivisibilità. Ciò significa assicurarti di avere i migliori contenuti possibili, un pubblico che puoi raggiungere direttamente, un sito web che sia facile da condividere e immagini per attirare le persone verso i tuoi contenuti. Di conseguenza, il traffico, i lead e le vendite dovrebbero aumentare nel tempo, soprattutto con la crescita del pubblico.

Parlaci dei tuoi successi sui contenuti virali nei commenti!

David Leonhardt è uno scrittore, specialista SEO e dipendente dai social media. È felice di servirtiseo-writer.com e mi piacerebbe entrare in contatto con te su Google+, Twitter e Tsu.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *