Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » 4 modi per perfezionare le tue strategie di ricerca senza parole chiave

4 modi per perfezionare le tue strategie di ricerca senza parole chiave

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Siamo nell’era dell’incertezza quando si tratta di parole chiave. Il loro utilizzo nei contenuti è ancora cruciale per i motori di ricerca per interpretare l’argomento e la pertinenza, ma affidarsi troppo a spargere queste parole d’ordine nei tuoi contenuti può metterti in guai seri.

Il Aggiornamento di Google Hummingbird nel 2015 ha segnato un passaggio sempre più profondo verso la ricerca semantica nella corsa alla SEO di qualità. Gli algoritmi di Google danno sempre più priorità ai modelli del linguaggio naturale rispetto alle parole chiave autonome, rendendo le strategie di riempimento delle parole chiave controproducenti nella migliore delle ipotesi. Comprimere i tuoi contenuti con poche parole o frasi particolari, indipendentemente dal contesto, non solo è inefficace, ma è anche in grado di danneggiare attivamente le tue possibilità di posizionarti favorevolmente nei risultati di ricerca.

Con la prominenza delle parole chiave e la frequenza fuori dal quadro, molti professionisti del marketing non sono chiari su come ciò dovrebbe influire sulle loro strategie di contenuto. Navigare nel nuovo panorama di ricerca significa molto di più che trovare una nuova tattica: significa alzare il livello dei tuoi contenuti e concentrarti sulla pertinenza delle parole chiave, non sulla ricorrenza.

La fine dell’era del cappello nero

Google classifica il riempimento di parole chiave come una tattica SEO black hat che viola le linee guida per i webmaster. Il motore di ricerca penalizzerà manualmente il tuo sito quando incontra contenuti saturi di parole chiave, oppure le tue classifiche subiranno un colpo con il prossimo aggiornamento di Google Panda.

Panda analizza i siti web per la qualità, quindi i post di 500 parole pieni di parole senza senso e una manciata di frasi chiave non fanno il voto. Google utilizza Panda per aumentare le classifiche dei siti Web che offrono ottime esperienze utente, quindi è lì che devi investire le tue risorse.

Oltre ad attirare l’ira dell’algoritmo di ranking di Google, un uso eccessivo delle parole chiave rende anche i tuoi contenuti robotici e scomodi. Considera questo esempio da Google: “Vendiamo umidificatori per sigari personalizzati. I nostri umidificatori per sigari personalizzati sono fatti a mano. Se stai pensando di acquistare un humidor per sigari personalizzato, contatta i nostri specialisti di humidor per sigari personalizzato all’indirizzo custom.cigar.humidors@example.com. “

Come consumatore, probabilmente stai roteando gli occhi perché la tattica è così trasparente. Il riempimento delle parole chiave è come l’equivalente SEO di un venditore di auto invadente: l’approccio è così in faccia che ti fa perdere interesse sia per il prodotto che per il marchio.

Recupera il sistema di parole chiave

Ma non buttare ancora via le tue strategie per le parole chiave. Anche con le nuove misurazioni di Google, le parole chiave possono ancora influire positivamente sul posizionamento nei motori di ricerca purché non le usi in eccesso. Incorpora parole chiave pertinenti in un modo che abbia senso sia per Google che per i tuoi utenti finali, combinale con contenuti utili di lunga durata e di alta qualità e faranno salire le tue classifiche.

Utilizza le seguenti strategie per rimanere dai lati positivi sia di Google che del tuo pubblico:

1. Sii consapevole dell’intento delle parole chiave.

Quando ottimizzi il contenuto web, concentrati sull’intento dietro le tue parole chiave. Perché sono sulla pagina? Scorrono naturalmente nel testo?

Assicurati di usare parole chiave a coda lunga anche. Queste sono frasi di tre o più parole che ti consentono di indirizzare i tuoi contenuti a un pubblico specifico. Ad esempio, invece di “servizi di passeggiate con cani”, potresti utilizzare “servizi di passeggiate con cani nel centro di Manhattan”. Le parole chiave a coda lunga consentono a Google di restituire i risultati più pertinenti agli utenti e di conseguenza generano traffico più qualificato per la tua azienda. È una vittoria tutto intorno.

2. Produrre contenuti di alta qualità.

Non sacrificare il valore per il bene del riempimento di parole chiave. I contenuti convincenti e approfonditi che istruiscono e motivano i lettori vinceranno sempre. Le persone cercano idee uniche, quindi non pubblicare post generici e insensati pieni di parole chiave posizionate in modo scomodo. Dai la priorità alla qualità e il resto seguirà.

Il recente aumento del content marketing offre un vantaggio alle tue strategie SEO. Quando stai già producendo un lavoro ponderato e coinvolgente, le parole chiave ricorrono naturalmente in tutto il testo. Questa combinazione ti aiuta a superare i test degli standard di Google e ti consente di metterti di fronte a più potenziali clienti.

3. Mantenere il contenuto fresco.

Aggiorna i tuoi materiali attuali con nuove statistiche e aneddoti e riconfezionali per piattaforme diverse. Un white paper che hai pubblicato alcuni mesi fa potrebbe fornire un’ottima base per un webinar e un post di blog popolare potrebbe innescare un’interessante chat su Twitter.

Crea anche un calendario editoriale per la produzione di nuovi lavori. I motori di ricerca premiano i nuovi contenuti perché i post più recenti indicano che il tuo sito dispone di informazioni accurate e aggiornate.

4. Rivedi le metriche di conversione e coinvolgimento.

Tieni traccia delle tue conversioni e dei numeri di coinvolgimento dalle tue pagine di destinazione per assicurarti che il titolo della pagina e i metadati dei risultati di ricerca siano in linea con le esigenze degli utenti dopo che hanno fatto clic. Se noti un calo significativo, rielabora i contenuti e i metadati di conseguenza.

Il ruolo delle parole chiave nella SEO potrebbe essere in evoluzione, ma non scomparirà. L’utilizzo intelligente delle parole chiave è ancora un modo potente per raggiungere i consumatori, ma i modi sempre più accurati di Google sta aumentando lo standard per i contenuti sul Web, e questa è una buona cosa. Quando non sei preoccupato per il riempimento di parole chiave, puoi concentrare le tue energie sulla creazione di ottimi contenuti che ti connettono con il tuo pubblico in modo significativo.

Nick Chasinov è il fondatore e CEO di Teknicks, un’agile agenzia di marketing su Internet specializzata in strategie adattive e basate sull’analisi basate sulla collaborazione e sugli obiettivi dei clienti. Connettiti con Teknicks su Twitter.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di S.E.O.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *