Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » 4 Principali errori nei test AB fatti dalla maggior parte dei professionisti del marketing

4 Principali errori nei test AB fatti dalla maggior parte dei professionisti del marketing

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Abbiamo letto tutti i casi di studio. Da qualche parte là fuori, gli operatori di marketing affermano di aumentare i tassi di conversione del 300% / 212% o “solo” del 75%. Ogni altro caso di studio che leggi pubblica questo tipo di risultati, ma quando si arriva al punto e lo affrontiamo davvero – la maggior parte dei test fallisce o nel migliore dei casi aumenta le conversioni dell’uno o due percento. Perché? Le persone stanno inventando questi risultati? leggendoli in modo errato (molto probabilmente) o questi ottimizzatori conoscono solo il segreto per test significativi (e vita)?

Nel corso degli anni ho eseguito migliaia di test ed ecco il motivo per cui la maggior parte dei test non fornisce il tipo di risultati di cui hai letto: metodi di test scadenti e approccio sbagliato.

Questi due problemi sono il motivo per cui le persone spendono così tanto tempo, denaro e risorse per vedere un miglioramento minore o addirittura nullo. Questi problemi di solito si manifestano come quattro errori di test principali che vedo più e più volte da molti ottimizzatori:

1. Non hai speso tempo in strategia

Il 42% degli esperti di marketing afferma che la parte più difficile dei test AB è l’analisi dei risultati. La ragione? La maggior parte dei professionisti del marketing si avventura nei test AB senza una strategia e una metodologia accuratamente elaborate e basa i propri test sulla sola intuizione, il che rende estremamente difficile analizzare i risultati dei test e ottimizzarli ulteriormente.

Non è sufficiente individuare la goccia nell’imbuto e indovinare il trattamento migliore; devi creare un piano attentamente pensato che si immerga più in profondità in Google Analytics, il comportamento attuale del pubblico target, il loro trigger emotivi, l’obiettivo del test e il processo di ottimizzazione. Devi mappare i KPI che utilizzerai per misurare il successo. Una buona strategia ti aiuta a identificare il miglior modo possibile per l’ottimizzazione e la migliore linea d’azione per il massimo impatto.

Ogni test dovrebbe avere un’ipotesi che ti porterà a una migliore comprensione dei tuoi test e a un modo migliore per ridimensionarli. Vincere o perdere, ciò che conta sono l’ipotesi e la strategia – senza di esse ogni test non importa quanto “successo” sia un fallimento.

2. Segui ciecamente le migliori pratiche di test AB

Probabilmente c’è il doppio della quantità di articoli che distribuiscono le migliori pratiche rispetto ai post che ostentano aumenti del 300%. Sfortunatamente, le migliori pratiche non sono scolpite nella pietra e devi ricordare che solo perché hanno funzionato 100 volte per persone diverse non significa che funzioneranno per te. Ogni azienda ha il proprio pubblico di destinazione e diversi set di problemi che devono affrontare. Ciò che funziona per uno non significa necessariamente che funzionerà per un altro.

Con tutti i mezzi, prova le migliori pratiche, ma testale e assicurati di avere un’ipotesi sul motivo per cui dovrebbero funzionare (non solo perché sono buone pratiche ma perché dovrebbero funzionare sul tuo pubblico di destinazione). Una delle migliori pratiche più comuni è ridurre la quantità di campi in un modulo di registrazione per ottenere un aumento significativo delle registrazioni, tuttavia molti test che ho eseguito hanno dimostrato che la rimozione dei campi può aumentare la quantità di lead ma diminuirne la qualità. Più lead non significa necessariamente più vendite. Prima di testare le best practice, assicurati di rivedere nuovamente la tua strategia, identificare il tuo pubblico di destinazione e il tipo di miglioramento che desideri vedere e, soprattutto, come lo misurerai.

3. Non hai una strategia mobile

Ne parlerò ampiamente durante il mio webinar questa settimana con SEMrush, ma per ora siamo chiari: il design reattivo è molto bello da avere e molto meglio dell’alternativa (pizzico e zoom) ma non è affatto un’ottimizzazione della conversione strategia per dispositivi mobili. Quando si ottimizza per i visitatori mobili, è necessario adottare un approccio mobile e rivolgersi a questi visitatori in modo diverso con un’esperienza mobile dedicata in base al loro comportamento specifico. Seguire statistiche mobili cruciali per identificare il comportamento del tuo visitatore mobile su Google Analytics, capire quali pagine stanno visualizzando, da dove rimbalzano, cosa stanno facendo clic e cosa stanno cercando e rimarrai sorpreso da ciò che apprendi. Durante il webinar tratterò le metriche da seguire e come creare una strategia di ottimizzazione delle conversioni per dispositivi mobili che si ridimensiona.

4. Concentrati sulla guerra, non sulla battaglia

Questo è probabilmente l’errore più comune che le persone commettono quando si tratta di CRO. L’ottimizzazione delle conversioni e il test AB non riguardano il test individuale o l’aumento di un KPI, è molto di più. L’ottimizzazione delle conversioni è la porta d’accesso ai nostri clienti, un modo per saperne di più su di loro, comprendere il loro comportamento e rispondere alle loro esatte esigenze. Attraverso significativi test AB, puoi imparare molto sui tuoi clienti e scoprire cosa li spinge e capire il loro comportamento di acquisto.

Gestito correttamente, il CRO può essere il tuo modo per ottimizzare i tuoi processi di vendita, la tua fidelizzazione e ovviamente la crescita del tuo business. Non considerare il test AB come un’altra tattica, trattalo come il miglior strumento di ricerca che tu abbia mai avuto per comprendere finalmente i tuoi clienti.

Quando si tratta di test AB, tutti commettono errori e ce ne sono tanti altri tecnici che puoi fare (usa questo Lista di controllo per test AB per evitare ulteriori errori), tuttavia, se si ottengono le basi giuste, tutto il resto seguirà. Ci sono molti strumenti là fuori per semplificare i test e portarli a termine più velocemente, ma questi strumenti non possono costruire la strategia per te o pensare per te. Finché continui a imparare e sfidare te stesso, inizierai a vedere quei risultati arrivare.

Partecipa al webinar

Per ulteriori informazioni su questo argomento, unisciti al mio prossimo webinar: 3 passaggi per trasformare i visitatori di dispositivi mobili in clienti utilizzando psicologia e personalizzazione.

Hai altre domande sui test AB? Chiedi durante il webinar o lascia un commento qui sotto.

In qualità di fondatrice di Conversioner e CMO di Banana-Splash, Talia aiuta le aziende a ottimizzare i propri siti web utilizzando il targeting emotivo, la psicologia dei consumatori e i dati comportamentali per generare più ricavi, lead, coinvolgimento e vendite.

Talia è anche relatrice principale, avida paracadutista e fan di Harry Potter. Non dimenticare di seguirla su Twitter: @taliagw

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *