7 pratiche SEO che dovresti smettere di fare adesso

7 pratiche SEO che dovresti smettere di fare adesso

Se il traffico sul tuo sito web è in calo, la causa potrebbe essere il posizionamento nei motori di ricerca.

Gli aggiornamenti introdotti da Google negli ultimi anni hanno colto alla sprovvista molti proprietari di siti Web e le attività SEO che una volta aiutavano i siti Web a classificarsi meglio ora possono farti guadagnare una penalità. Ecco sette delle pratiche SEO che dovresti interrompere immediatamente.

Pratiche SEO da interrompere subito

  1. Utilizzo dei tag delle parole chiave Meta

Sebbene i meta tag di parole chiave siano stati ignorati da quasi tutti i motori di ricerca per diversi anni, molti proprietari di siti Web ancora riempiono questo tag con ogni parola chiave a cui possono pensare. Non solo questo non ti fa bene nei motori di ricerca, ma suggerisce ai tuoi concorrenti esattamente quali parole chiave stai prendendo di mira. Se stai utilizzando i meta tag delle parole chiave sul tuo sito web, dovresti eliminarli immediatamente.

  1. Parole chiave di riempimento

Se vuoi posizionarti bene per una determinata parola chiave, posizionarla sulla tua pagina web 50 volte non è il modo per farlo. Google ha migliaia di dottori di ricerca che lavorano per perfezionare il motore di ricerca in modo che fornisca i risultati desiderati dalle persone. Invece di riempire i tuoi contenuti di parole chiave, concentrati sulla creazione del tipo di contenuto che le persone interessate ai tuoi prodotti e servizi vorranno leggere. Le parole chiave si inseriranno nei tuoi contenuti in modo naturale e otterrai risultati migliori.

  1. Scambio di link

Parte del modo in cui Google determina come classificare il tuo sito web si basa sui link che puntano al tuo sito web da altri siti web. Diversi anni fa i proprietari di siti Web hanno iniziato a scambiare collegamenti per aumentare il numero di collegamenti in entrata. Oggi questo ti farà guadagnare una penalità. Se ti colleghi a un partner commerciale e loro si collegano a te, e questo avviene naturalmente, va bene. Ma non scambiare collegamenti per il gusto di scambiare collegamenti.

  1. Link per l’acquisto

Non acquistare link per scopi SEO. Se qualcuno cerca di venderti un link sul proprio sito web, sostenendo che aumenterà i tuoi risultati SEO, scappa. Google guarda i link acquistati nello stesso modo in cui guardi le email di spam e tende a penalizzare i siti web che li acquistano.

  1. Eccessiva ottimizzazione del testo di ancoraggio

Una volta era efficace assicurarsi che i link che puntano al tuo sito web includessero le parole chiave a cui stavi mirando. Non piu. Oggi, i link che puntano al tuo sito web dovrebbero includere principalmente il nome della tua azienda.

  1. Assumere fornitori di SEO a basso costo

Il SEO decente parte da circa $ 1.000 al mese per un livello di servizio limitato. Qualsiasi servizio SEO che costa meno è probabile che utilizzi un cookie cutter, un approccio al modello che non produrrà i risultati che cerchi. I servizi SEO personalizzati e di qualità superiore generalmente costano tra $ 3.000 e $ 10.000 al mese. Qualsiasi azienda che promette di fornire risultati sorprendenti per $ 500 al mese, con rare eccezioni per le aziende specializzate in SEO locale o in un particolare settore, non è degna di fiducia.

  1. Blogging degli ospiti di bassa qualità

Responsabile dello spam web di Google Matt Cutts ha dichiarato che i post sul blog degli ospiti erano “morti” nel 2014. Ma uno sguardo più attento mostra che Google sta davvero prendendo di mira i post sul blog degli ospiti di bassa qualità.

Proprio come i collegamenti di bassa qualità non aiuteranno il tuo sito web e possono effettivamente danneggiarlo, ottenere blog di bassa qualità per parlare del tuo sito web e collegarti ad esso porterà risultati di bassa qualità nei motori di ricerca.

Suggerimento bonus: abbandona troppo presto la tua azienda SEO

Se assumi una società di SEO e esci due mesi dopo perché non vedi risultati, allora hai smesso troppo presto. Occorrono almeno sei mesi per giudicare con precisione il lavoro svolto da un’azienda di SEO e in molti casi possono essere necessari 12 mesi o più per generare risultati sostanziali.

La SEO fornisce un ottimo ROI rispetto a praticamente tutte le altre attività di marketing, ma è una proposta a lungo termine. Finché puoi vedere che il lavoro è stato fatto, dai alla tua azienda SEO il tempo di mantenere i risultati che hanno promesso.

Quali altre pratiche SEO obsolete vedi fare alle persone? Fatemi sapere nei commenti.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Write a Comment