AI e Content Marketing: minaccia o opportunità?

AI e Content Marketing: minaccia o opportunità?

Gli strumenti di marketing AI sono qui e molti hanno paura di cosa significhi per il loro futuro. Alcune attività verranno prese in carico, ma ciò non significa che gli esseri umani perderanno la loro posizione: gli esseri umani devono adattare le proprie competenze e utilizzare le funzionalità che consentono di risparmiare tempo che l’AI può fornire, dai contenuti generati dall’intelligenza artificiale all’analisi dei contenuti dell’IA.

La scorsa settimana, il SEMrushchat la community e l’ospite Mark Traphagan hanno discusso di AI e content marketing. Un grande tema che ho notato in questa chat, alcune persone l’hanno fatto AI e machine learning confusi; è essenziale conoscere la differenza, in modo da sapere su quali strumenti investire. E in questa nota, ci piacerebbe conoscere le tue esperienze utilizzando diversi strumenti che utilizzano l’intelligenza artificiale o l’apprendimento automatico: cosa ha funzionato, cosa no e cosa consigli ad altri professionisti del marketing.

Di seguito vedrai grandi approfondimenti sulle opportunità che l’AI può offrire, i casi d’uso per i marketer dei contenuti, le competenze necessarie per gestire l’AI, come iniziare e ciò che la nostra comunità spera che i contenuti generati dall’IA possano aiutarli in futuro. C’è molto da imparare dai tweet qui sotto, quindi dai un’occhiata.

AI nel content marketing: minaccia o opportunità? Perchè la pensi così?

Bill Slawski – “L’intelligenza artificiale nel content marketing può dare suggerimenti basati sul collegamento di idee e concetti e dati che non sono stati raccolti prima. C’è potenzialmente molto valore in questo.”

Remco Tensen – “Per citare” Gli androidi sognano pecore elettriche? “:” Se qualcosa sembra abbastanza reale, alla gente interessa ancora che sia falso? ”

Annette Sugden – “Penso che alcune persone considerino l’intelligenza artificiale e il machine learning come cose fantascientifiche, prendono lavori di scrittura, ecc. Ma non è così che si usano. È uno strumento nel nostro arsenale e sono entusiasta di saperne di più. Naturalmente , dobbiamo tutti adattarci e fare se abbiamo qualcosa da fare con il SEO. “

Laura Monroe – “È una realtà che sta arrivando, ma penso che la più grande minaccia sia la fiducia dei consumatori nei contenuti creati dall’intelligenza artificiale. Sto parlando / leggendo qualcosa di autentico da un vero essere umano? Il video sarà ancora più importante.”

GreenRope – “È solo una minaccia se non la trasformi in un’opportunità. Se non sei disposto a trovare modi per interrompere il tuo processo aziendale, gli altri lo faranno. Adattarti o restare indietro”.

Simon Cox – “Entrambi. La minaccia per le persone che non hanno tempo di scrivere contenuti per il loro sito poiché la concorrenza li supererà. Utilizzando l’intelligenza artificiale, puoi potenzialmente creare molti più contenuti fatti correttamente. Gli esseri umani non sono spessi, però *; possono individuare facilmente i contenuti artificiali. * eccezioni “

Matt Keleher – “Sfide: gli articoli scritti dall’intelligenza artificiale di domani potrebbero avere perfettamente senso ed essere (per lo più) accurati, ma i contenuti generati artificialmente possono essere un po ‘” aridi “. Probabilmente sarebbe ancora necessario un tocco di creatività umana per affascinare i lettori con umorismo ed emozione. “

Gene Petrov – “Mi piace cercare il positivo nella tecnologia emergente. Quindi vedo un grande potenziale nell’IA. Ho testato un paio di servizi di scrittura di contenuti AI. Non sono ancora del tutto lì, ma il futuro sembra luminoso, IMHO. Io sono curioso di vedere quali altre applicazioni può avere anche! “

Quali sono i casi d’uso dell’intelligenza artificiale nel content marketing che ogni marketer può sfruttare in questo momento?

Maddie Clark – “Può migliorare l’esperienza utente modificando i contenuti in modo che siano conformi all’esatta query di ricerca dell’utente in tempo reale. Aumenta la personalizzazione nel testo dell’annuncio senza creare un gruppo di annunci per ogni singola ricerca. Non credo che sia perfetto per ogni verticale, però, compreso il mio. “

Dean Brady – “È importante chiarire che” AI “non è qualcosa di per sé pronto per affrontare il SEO. Gli strumenti devono essere costruiti e come / chi li costruisce fa la differenza. E non è ML.”

Bill Slawski – “Sono disponibili alcune API interessanti per gli operatori di marketing di contenuti, come l’API Cloud Natural Language https://t.co/EqIVVVi4gs e l’API Cloud Vision https://t.co/q8ffa2Riy8”

Marianne Sweeny – “Creazione automatica di connessioni tra elementi di contenuto semanticamente correlati.”

Identificazione personale – “Gli e-mail marketing possono sfruttare gli strumenti di marketing basati sull’intelligenza artificiale per ottimizzare le righe dell’oggetto, il corpo del testo e la formattazione delle e-mail basate sulla campagna, nonché determinare i giorni e gli orari migliori per inviare e-mail di nutrimento ai loro potenziali clienti e clienti migliori”.

Adam Reaney – “Analisi delle tendenze. Identificazione rapida e accurata (fino a un certo punto) di tendenze semantiche simili che possono essere utilizzate per generare rapidamente contenuti e” cavalcare la cresta dell’onda “. Per essere più efficace, tuttavia, è necessaria una creazione di contenuti competente ed efficiente squadra dietro di esso. “

Remco Tensen – “Pensa che parlando di tecnologia dobbiamo separare l’apprendimento automatico dall’intelligenza artificiale. Non sono la stessa cosa. Ma sono solo io che sono pignolo. Il turbo slang vince, ovviamente.”

Tutti hanno paura che l’IA sostituirà le persone. Quali abilità di intelligenza artificiale devono sviluppare i content marketer per essere sempre richiesti?

D2 Creative – “Le persone saranno sempre necessarie per aiutare a controllare e ottimizzare l’IA. I computer non possono registrare le emozioni o le norme sociali in una data cultura.”

David Cohen – “Beh, non temere che l’IA” sostituirà le persone “e avere una comprensione logica del ruolo che l’IA gioca nei programmi e nei processi di marketing guidati dall’uomo sarebbe un inizio per rimanere nella domanda”.

Laura Monroe – “Intelligenza emotiva. Empatia umana. Essere in grado di prevedere il comportamento umano deriva da una profonda curiosità degli esseri umani e di come i marchi e i contenuti si relazionano a loro e ai loro valori – l’IA si basa solo sul comportamento umano disinformato – mancherà il bersaglio”.

Maddie Clark – “Racconto di dati. Forse un giorno le macchine faranno la ricerca interamente, ma è ancora necessario un essere umano per spiegare alle parti interessate cosa significano i risultati e aiutarli a indirizzarli verso il giusto piano di strategia dei contenuti per i loro utenti”.

Alexis Katherine – “È bello conoscere gli strumenti, ma rimanere nella domanda significa restare AVANTI dell’IA. L’IA può apprendere e adattarsi, ma non sa dove sta andando il tuo settore o quali nuovi punti deboli sono dietro l’angolo per il tuo pubblico.”Youness Bermime – “Ci vorrà molto tempo affinché l’intelligenza artificiale comprenda le emozioni umane. Rendi questa parte della tua tecnica di marketing con un po ‘di lavoro creativo e sarai intoccabile per parecchi anni.”

Come si può iniziare con il content marketing basato sull’intelligenza artificiale?

Mark Traphagen – “Studia cosa stanno facendo i motori di ricerca. Google e Bing sono i principali pionieri nella ricerca e nell’implementazione dell’IA”.

Diana Richardson – “Concentrati su UN’area in cui l’IA potrebbe essere utile:

  • Risolvere un problema
  • Efficienza nel tempo
  • Approfondisci i dati
  • Opportunità di ottimizzazione
  • Personalizzazione

Quindi cerca e controlla lo strumento o la piattaforma giusta per risolvere il problema “.

Alexis Huddart – “Pensa a strumenti che possono svolgere un’attività, come trasporre il testo in voce e come vengono ottimizzati per ogni input / output dei tipi di #content. Strumenti che puoi utilizzare in batch come alcuni strumenti Adword, non l’IA completa, però.”

Dean Brady – “Assicurati prima di tutto di essere fantastico nel marketing dei contenuti a propulsione umana. I miei club non sono il motivo per cui faccio schifo al golf.”

Alexis Katherine – “Come iniziare con l’intelligenza artificiale è la domanda sbagliata. Lo strumento non dovrebbe mai essere al centro dell’attenzione. Investi nel miglioramento della strategia dei contenuti, dell’esecuzione, ecc. E non aver paura degli strumenti di intelligenza artificiale che possono aiutarti lungo il percorso. “

Quali processi manuali nel content marketing vorresti che fossero completamente sostituiti dall’IA?

Mark Traphagen – “L’automazione della condivisione dei contenuti. Le macchine sanno meglio cosa / dove / quando condividere i tuoi contenuti”

Gilmedia – “Il design, la dimensione e il massaging dei contenuti per varie piattaforme. Questo processo richiede tempo, un’intelligenza artificiale che lo automatizza potrebbe essere una grande risorsa. I veri professionisti del marketing possono quindi concentrarsi sulla creazione del messaggio giusto.”

Bill Slawski – “Ho visto suggerimenti che l’intelligenza artificiale può essere utilizzata per studiare un corpus come Google Scholar e fornire nuove idee per le tecnologie e risposte a domande che non sono state ancora affrontate. Sembra interessante. Non consiglio la sostituzione completa di nulla con AI. “

Danielle Bullen Love – “Se solo l’IA potesse caricare i post nel CMS …”

Don Dingee – “Lavoro molto sull’IoT. L’intelligenza artificiale analizza tonnellate di dati e trova le eccezioni con cui un essere umano deve essere coinvolto. Per i contenuti, l’idea è trovare ciò che funziona per un pubblico specifico. L’analisi dei contenuti basata sulla piattaforma dovrebbe essere una grande area “.

Ben Austin – “Test A / B!”

Amar – “Stiamo già utilizzando post programmati nei social network utilizzando l’intelligenza artificiale. A parte questo, vorremmo sapere cosa cercano esattamente i visitatori del sito in base al comportamento degli utenti in modo da poter pianificare la strategia dei contenuti di conseguenza”.

Ti chiedi di che tipo di strumenti sta parlando Amar? Ecco un articolo con estensione elenco di strumenti di intelligenza artificiale e apprendimento automatico controllare.

I contenuti di intelligenza artificiale potrebbero migliorare la qualità della vita per la maggior parte dei professionisti del marketing. Dai miglioramenti del processo di creazione dei contenuti AI allo sfruttamento dell’analisi dei contenuti AI per le revisioni dei dati, il tempo potrebbe essere ben speso dai professionisti del marketing su altri progetti piuttosto che spenderlo su aspetti più banali del lavoro.

Recentemente, il trasformatore 3 pre-addestrato generativo (GPT-3) è stato introdotto come la più recente iterazione nell’apprendimento automatico. Il GPT-3 contiene 175 miliardi di parametri e cerca modelli nei dati per determinare l’intento e altro ancora. Le sue capacità includono la composizione di musica, il completamento automatico dei contenuti, la creazione di codice basato su descrizioni di testo e molte altre imprese impressionanti.

In che modo pensi che i contenuti di intelligenza artificiale potrebbero cambiare il futuro e in che modo il machine learning ci sta aiutando ora? Fateci sapere nei commenti!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Search Engine Optimization.

Write a Comment