Audit SEO con Chuck Aikens #semrushchat

Audit SEO con Chuck Aikens #semrushchat

Ogni giorno, i professionisti del marketing affrontano gli errori. Quando scrivi un’e-mail, fai un controllo grammaticale prima di inviarla; quando trovi un errore nella tua segnalazione, lo racconti; quando vedi delle lacune nei risultati trimestrali, crei un piano per colmarle nel trimestre successivo.

Questo è ciò che facciamo ogni giorno: controllare, rifare e migliorare. E sono sicuro che probabilmente concorderai sul fatto che qualcosa di importante come un sito Web, che richiede 1000 ore o più di lavoro di squadra, merita almeno la stessa attenzione ai dettagli delle tue e-mail.

Durante la nostra ultima chat di SEMrush su Twitter, abbiamo discusso ogni possibile aspetto della creazione di un processo di verifica del sito efficace con centinaia di partecipanti e il nostro esperto ospite speciale Chuck Aikens, Presidente di Volume nove. Se hai ancora domande dopo il riepilogo di questo evento, ti preghiamo di lasciarle nei commenti.

Ok, prima di tutto, diamo un’occhiata alla lista di controllo dell’audit del sito. Più avanti daremo un’occhiata più da vicino ad alcuni di questi problemi.

R1: Prima di qualsiasi SEO tecnico, devo prima considerare il sito nel suo complesso – nessuna quantità di SEO aiuterà se il sito è craptastico! #semrushchat

– Sara Jade (@jadeinteractive) 8 aprile 2015

I backlink sono difficili! E, cosa più importante, non c’è modo che Google smetta di considerarli uno dei loro fattori di ranking più importanti. Quindi un corretto controllo del profilo dei backlink aiuterà sempre la tua azienda a crescere e prevenire possibili fallimenti.

Una delle maggiori difficoltà che puoi affrontare durante un audit di backlink è la quantità di dati che devi controllare. Non preoccuparti, ci sono sempre aiutanti.

A2: Moz, Ahrefs, Strumenti per i webmaster di Google, Majestic SEO, SEMrush, BuzzSumo, QuickSprout, ecc. #semrushchat– Sam McRoberts (@Sams_Antics) 8 aprile 2015

Il tuo profilo a ritroso può contenere migliaia di link. Ricorda, sono le tue risorse più preziose. Un audit automatizzato è di grande aiuto, ma non una panacea.

A2: Il modo migliore per controllare il tuo profilo di collegamento non è utilizzare strumenti automatizzati: è iniziare a visitare le pagine e guardare i collegamenti #semrushchat– Chuck Aikens (@chuckaikens) 8 aprile 2015

Sii critico e attento. Da un lato, lo scopo del tuo controllo è quello di ripulire il tuo sito da TUTTI i link di spam e di bassa qualità, non solo rimuovere il peggio. “Se ti ritrovi a discutere se un collegamento è buono o cattivo, sai già qual è” – Volume Nine @ V9SEO.

D’altra parte, non vuoi restare senza soldi!

A2: Sii MOLTO giudizioso quando controlli i link esterni. Non vuoi rinnegare / rimuovere i link che ti stanno effettivamente aiutando #SEMrushchat– Andrew Dennis (@ AndrewDennis33) 8 aprile 2015

Presta molta attenzione ai segnali del marchio. Più persone parlano del tuo marchio e diffondono la voce sulla tua azienda attraverso il web e i social media, meglio è.

A2: Poche cose sono più sottovalutate nella SEO B2B della forza del marchio e dei segnali del marchio. Google ama i marchi affidabili. #semrushchat– Volume nove (@ V9SEO) 8 aprile 2015

A2: I segnali del marchio includono la visualizzazione delle menzioni del marchio, il volume di ricerca del marchio, la percentuale di CTR del marchio #semrushchat– Chuck Aikens (@chuckaikens) 8 aprile 2015

Per acquisire questi dati puoi usare strumenti, ma anche la ricerca manuale può dare risultati abbastanza decenti. Per esempio, Erik Campo (@erikcampoparra) suggerisce di “esportare le statistiche dalle tue piattaforme SM preferite (Twitter, Pinterest, Facebook, ecc.) e analizzarle”.

A proposito di strumenti, in SEMrush utilizziamo Open Site Explorer e Mention di Moz per il monitoraggio delle menzioni del marchio, ma ci sono altre soluzioni.

A2: I segnali del marchio includono la visualizzazione delle menzioni del marchio, il volume di ricerca del marchio, la percentuale di CTR del marchio #semrushchat– Chuck Aikens (@chuckaikens) 8 aprile 2015

Hai già un’idea approssimativa di ciò che devi fare, ma è altrettanto importante sapere cosa non dovresti fare durante l’audit del sito. I nostri partecipanti hanno evidenziato gli errori più comuni che puoi affrontare durante un audit SEO.

Se stai cercando una risposta semplice qui, ti deluderò: non esiste un problema speciale e segreto che migliorerà improvvisamente il tuo posizionamento. L’unica vera risposta implica l’adozione di un approccio complesso e coerente.

A4: Strategia SEO a lungo termine significa risolvere i problemi tecnici in modo da avere un ottimo sito e utilizzare il content marketing per promuoverlo. #semrushchat

– Chuck Aikens (@chuckaikens) 8 aprile 2015

L’esecuzione di un controllo del sito può identificare problemi che puoi risolvere immediatamente, ma ricorda che può anche individuare lacune nella tua strategia generale che richiedono più di un giorno per essere risolte. Quindi per ora parleremo solo di questioni più immediate.

Prima di tutto, inizia con i problemi tecnici, che hanno un impatto diretto sul contenuto del sito web. E dai un’occhiata più da vicino al tuo contenuto stesso: il contenuto scarno non è interessante, nemmeno per i robot.

A4 Identificazione dei problemi di contenuto (duplicato, canonico o scarso), quindi pulizia. Grandi spinte per qualcosa che è già lì. #semrushchat

– James Svoboda (@Realicity) 8 aprile 2015

A4: La pulizia dei tag del titolo e la scrittura di meta descrizioni per gli utenti quasi sempre fa aumentare il CTR e le classifiche di conseguenza. #semrushchat

– Joe Bergess (@jbergess) 8 aprile 2015

Assicurati che nulla impedisca ai motori di ricerca di eseguire la scansione e l’indicizzazione del tuo sito. Soprattutto se l’hai recentemente ridisegnato o aggiunto alcune nuove pagine.

A4: Ho visto un aumento delle classifiche dalla correzione di tutti gli errori di scansione in GWT anche se a volte i loro errori dichiarati non esistono #semrushchat

– David Prochaska (@DavidProHQ) 8 aprile 2015

A4: Avere un file sitemap.xml corretto accelera davvero l’indicizzazione, il che aiuta davvero le classifiche per i siti che pubblicano frequentemente #semrushchat

– Joe Bergess (@jbergess) 8 aprile 2015

Non dimenticare le correzioni dell’esperienza utente.

A4: Non per suonare come un record rotto ma la velocità .. migliorata la velocità nel complesso ha migliorato la classifica #semrushchat

– Donna Snow ♬ (@SnowWrite) 8 aprile 2015

Mentre risolvi i problemi ad alta priorità, non dimenticare di correggere quelli più piccoli.

A4: aveva un cliente con oltre 500 errori soft 404. Ripulire quelle classifiche, come puoi immaginare, ha avuto un impatto drammatico. #semrushchat

– Joe Bergess (@jbergess) 8 aprile 2015

Una singola pagina 404 non ti porterà alcun danno: non viene nemmeno sottoposta a scansione dai motori di ricerca. Tuttavia, piccoli errori possono sommarsi e trasformarsi in un grosso problema.

Dai un’occhiata ai 15 migliori strumenti di controllo del sito menzionati durante la chat di Twitter.

Poiché molti dei nostri partecipanti hanno affermato che 30 minuti sono una quantità di tempo insufficiente per una ricerca approfondita. “Se non puoi dedicare più tempo di 30 minuti a un audit SEO, perché preoccuparti? Prepara invece un panino “- Anthony Randall (@tonyxrandall).

A6: 30 minuti è un rapido “primo sguardo” per le vendite o un favore per un amico. L’audit SEO reale è di 40 ore min http://t.co/Hr5y7JK9mj #semrushchat

– Chuck Aikens (@chuckaikens) 8 aprile 2015

Tuttavia, 30 minuti sono sufficienti per fornire la direzione per ulteriori movimenti.

A6: Se hai poco tempo, concentrati sugli elementi critici: il contenuto è fantastico? È indicizzato? Il mio sito è fantastico per gli utenti? #semrushchat

– Chuck Aikens (@chuckaikens) 8 aprile 2015

Dai una rapida occhiata al tuo sito web come utente. Non esiste un’unica soluzione migliore per una pagina web; ci sono pagine che ti aiutano a raggiungere i tuoi obiettivi meglio di altre e c’è sempre spazio per uno sguardo critico.

A6: Se dovessi scegliere una fetta su cui concentrarmi, sarebbe l’usabilità. Gli utenti possono trovare il sito, navigare e accedere a tutto? #semrushchat

– Joe Bergess (@jbergess) 8 aprile 2015

Analizza i tuoi contenuti! Forse 30 minuti non sono sufficienti per sviluppare una strategia, ma sono assolutamente sufficienti per rifinire e modificare.

A6. Non per suonare come un disco rotto o altro, ma: contenuto. Il 69% dei siti ha una grammatica errata. Il contenuto è il punto di partenza. #semrushchat

– Ecreativeworks (@ECWseo) 8 aprile 2015

Inoltre, è importante trascorrere il tempo con saggezza, sia che tu abbia solo 30 minuti per un audit o un’intera settimana.

A6: Mi piace trascorrere 10 minuti sul sito web, poi 10 minuti in Strumenti per i Webmaster di Google e poi 10 minuti con gli strumenti. #semrushchat

– Chuck Aikens (@chuckaikens) 8 aprile 2015

A6) Dedica 5 minuti a trovare dove sono i problemi grossolani. Quindi eseguire il drill down con lo strumento appropriato #semrushchat

– Scrittura per SEO (@writingforseo) 8 aprile 2015

Ci auguriamo che tu abbia trovato un paio di nuove idee per il controllo del tuo sito. E ricorda: non c’è problema senza soluzione! In bocca al lupo!

Ci vediamo mercoledì prossimo alle 16:00 BST!

Ringraziamenti speciali! Tutte le immagini sono state create dai tweet dei seguenti partecipanti:

@AdamDince
@AdamJamesMason
@AgentPalmer
@akshtz
@AllisonLaDean
@ AndrewDennis33
@AnneCGallegos
@ BethKahlich
@Beymour
@Brad_Machine
@BrandonTLuong
@celilcan
@chuckaikens
@correctdesign
@DavidProHQ
@directom
@DOZCOM
@ECWseo
@explorionary
@GuideTwit
@HermanTinkura
@jacquesbouchard
@jbergess
@jennilized
@JesseStoler
@JosieMHardy
@julienferras
@KGarvSEO @kougarov @Levente_Szfarli @LJordanOnline
@maharnouman
@manishwebmaster
@MikeBlazerX
@MilwaukeePPC
@mktackabery
@msweeny
@netvantage
@ nicolle_w1
@ NileshYadav91
@oozn
@popiplo
@propecta
@ PU3YLO
@rajeshseosem
@Realicity
@revaminkoff
@SamGooch
@Sams_Antics
@ saqibkhan1984
@SarrahMcgraw
@searchrook
@SEOcial
@sergio_redondo
@SnowWrite
@TechWyse
@ThinkSEM
@tonyxrandall
@webbeeseospider
@writingforseo

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di seo.

Write a Comment