Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Blogging for Business? Non preoccuparti delle parole chiave

Blogging for Business? Non preoccuparti delle parole chiave

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Blog per la tua attività? In tal caso, non preoccuparti di utilizzare parole chiave nella copia, nel titolo dell’articolo o nei meta tag. Queste cose sono importanti solo se desideri che i tuoi potenziali clienti trovino i tuoi articoli su Google.

Aspetta un minuto.

Vuoi che i tuoi articoli vengano trovati su Google?

Oh. Bene, questa è una storia diversa.

Le parole chiave sono l’ingrediente essenziale per il successo del blog. Ma non basta qualsiasi parola chiave. Puoi ottimizzare per parole semplici come computer, piscine o dispositivi di illuminazione. Ma se lo farai competerai con milioni di siti web.

Una strategia più efficace da intraprendere è concentrarsi su parole chiave a coda lunga. Queste sono frasi di parole chiave composte da almeno 3 parole. Ad esempio, una parola chiave a coda corta sarebbe: case; coda media: nuove case; coda lunga: nuove case a Orlando.

Una volta che hai un argomento per il tuo articolo sul blog, è il momento di fare qualche ricerca per parole chiave. Esistono strumenti online gratuiti ea pagamento che possono aiutarti in questa ricerca. Qualunque sia lo strumento che utilizzi, seleziona la frase chiave a coda lunga che meglio si riferisce al tuo prodotto o servizio e al tuo argomento specifico. Questa è la frase su cui ti concentrerai nel tuo articolo.

Ci sono tre aree principali del tuo articolo del blog che dovrebbero includere la tua frase di parole chiave:

1. Titolo: il titolo è la componente più importante del tuo blog ed è qui che dovresti trascorrere la maggior parte del tuo tempo. Hai solo poco tempo per attirare l’attenzione di qualcuno online. Il tuo titolo deve essere abbastanza convincente da convincere qualcuno a continuare a leggere. Otto persone su dieci leggono i titoli dei blog, ma solo due su dieci leggono il resto dell’articolo.

Il trucco è trovare un titolo che attiri l’attenzione che includa la tua frase chiave a coda lunga. Ricorda, l’obiettivo è che il tuo articolo venga visualizzato nella prima pagina dei risultati di ricerca quando il tuo potenziale cliente digita quella frase chiave come query di ricerca.

Il modo migliore per farlo è assicurarti che la tua frase chiave sia quella che verrebbe utilizzata dai tuoi clienti. Marcus Sheridan, content marketer e autore del blog The Sales Lion, consiglia di fare un elenco delle 20 domande più comuni che i tuoi clienti pongono sul tuo prodotto o servizio. Queste domande possono servire come argomenti per il tuo blog.

2. Corpo – Ora che hai scelto un titolo per il tuo articolo, è il momento di scrivere il contenuto. Naturalmente, la parola chiave long-tail dovrebbe essere inclusa nel corpo dell’articolo. Ma questa è l’area che confonde molte persone. Si bloccano su quante volte utilizzare la frase chiave nell’articolo. Agli albori di Internet, gli esperti SEO prestavano molta attenzione alla densità delle parole chiave. La teoria era che dovevi includere la tua frase di parole chiave un certo numero di volte nel corpo del tuo articolo in modo che fosse rilevata dai motori di ricerca.

Da allora, Google è diventato molto più intelligente e sta prestando maggiore attenzione alla qualità del contenuto stesso. Con gli aggiornamenti dell’algoritmo Panda e Penguin, Google ha fatto sapere agli esperti SEO che inserire parole chiave in una pagina web non la taglierà più. Il contenuto deve essere scritto pensando al lettore.

Per risultati ottimali, utilizza la frase chiave nella copia tre o quattro volte, a seconda della lunghezza totale dell’articolo. E non preoccuparti nemmeno di usare la frase esattamente come scritta. Supponiamo che la tua frase chiave sia “nuove case Orlando FL”. Puoi usare la frase così com’è oppure puoi cambiarla e inserire prima la posizione, quindi la frase “nuove case”. Puoi anche aggiungere parole di collegamento per leggere meglio la frase in una frase, ad esempio “nuove case a Orlando FL”.

3. Meta tag di descrizione – L’ultimo posto in cui aggiungere la frase chiave a coda lunga è nel meta tag di descrizione. Questo è un tag HTML speciale che dice agli spider dei motori di ricerca cosa c’è nella pagina web. Se hai un blog basato su WordPress, dovrebbe essere facile creare contenuti per il tag di descrizione perché il tuo blog probabilmente include un plug-in SEO, come All in One SEO Pack.

In tal caso, devi solo scrivere un breve riassunto dell’articolo del tuo blog utilizzando la frase chiave. Idealmente, quando Google o altri spider dei motori di ricerca eseguono la scansione del tuo sito web alla ricerca di una corrispondenza con una query di parole chiave, troveranno il tag di descrizione e utilizzeranno quel contenuto nella pagina dei risultati del motore di ricerca.

Un blog può essere una potente risorsa di marketing per la tua azienda fintanto che fornisci contenuti di buona qualità che soddisfano le esigenze dei tuoi potenziali clienti. Rispondi alle domande comuni sul prezzo, sulle caratteristiche e sui vantaggi del tuo prodotto. Quando includi parole chiave a coda lunga che soddisfano tali esigenze, sarai in grado di raggiungere i tuoi potenziali clienti online e convertirli in clienti.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Search Engine Optimization.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *