Che cosa significa questo per voi?

Che cosa significa questo per voi?

Quindi Google ha eliminato gli annunci sul lato destro. Proprio così.

Probabilmente la notizia più interessante e in qualche modo scioccante proveniente dal campo di Google AdWords negli ultimi anni è arrivata sui forum e sta facendo il giro sui social media. È in cantiere da un po ‘di tempo e da un po’ di tempo incombe su molti specialisti di pay per click (PPC) e marketing per motori di ricerca (SEM).

In primo luogo, cerca di mantenere la calma. Non è tutto perduto. Questa non è la fine.

Sono un po ‘un fanatico quando si tratta di aggiornamenti di Google e nuove funzionalità di AdWords, e sfortunatamente (per me) i miei colleghi di lavoro e i clienti PPC lo sanno tutti. Quindi, ovviamente, sono stato il primo punto di riferimento quando è arrivata questa notizia. In realtà non sono rimasto sorpreso quando le e-mail, le chiamate e i messaggi hanno iniziato a piovere Punti interrogativi a bizzeffe. Ho deciso di rispondere ad alcune domande frequenti nella speranza di poter fornire tutte le informazioni che tutti vogliono e di cui hanno bisogno in questa fase.

Quali cambiamenti specifici si sono verificati?

  • Non ci sono più annunci di testo sul lato destro.
  • Ora ci sono quattro annunci di testo visualizzati in alto, invece dei tre precedenti annunci di testo.
  • Ci saranno tre annunci di testo nella parte inferiore della pagina dei risultati del motore di ricerca.
  • A causa delle dimensioni dei primi quattro annunci, alcuni risultati di ricerca organici saranno ora below the page fold.

La modifica, che vedrà scomparire tutti gli annunci Google dal lato destro e lasciare solo quattro annunci (massimo) sopra i risultati organici, non dovrebbe essere un problema per la maggior parte degli inserzionisti seri.

In effetti, questa potrebbe essere un’ottima notizia per la tua attività! Ma la parola chiave è “potrebbe”: una minoranza di inserzionisti sarà influenzata negativamente.

Google Desktop cerca “intelligenza competitiva”.

Perché Google ha deciso di rimuovere gli annunci sul lato destro?

Ho letto molti punti di vista e opinioni su questo, e devo dire che sono d’accordo con la maggior parte di ciò che ho letto. La risposta breve, però, è che non siamo sicuri al 100%. Solo il gigante globale Google stesso conoscerà le ragioni esatte per farlo. Le ovvie conclusioni sarebbero le seguenti:

  • La modifica aumenta le entrate di Google.
  • La modifica consente più spazio per Google Shopping / annunci con scheda di prodotto (PLA).
  • La modifica spinge gli imprenditori a migliorare la qualità dei loro siti web per scopi organici.

Secondo la mia opinione professionale direi che è una combinazione di tutto quanto sopra, più altro.

Prendendo in considerazione il tracciamento degli occhi e gli studi sulla mappa di calore di Google e con i rapporti di utenti Google non tecnici che distinguono a malapena tra annunci e risultati organici, questa regolazione tende a offuscare ulteriormente la linea per tali utenti e, col senno di poi, gli annunci della barra laterale lo hanno tendono a risaltare chiaramente come pubblicità.

Basato su una piccola ricerca di Dati del cliente WordStream nel gennaio 2016 (che prende in considerazione migliaia di account in un’ampia gamma di settori) ho scoperto che gli annunci di lato e di fondo consideravano solo 14,6% di clic totali.

Ma aspetta, se consideriamo che questa modifica riguarda solo gli annunci desktop, che al giorno d’oggi rappresentano circa 50% delle ricerche a causa del crescente utilizzo di dispositivi mobili e tablet, quindi la cifra effettiva delle ricerche interessate viene dimezzata, a un mero 7,3%.

Tuttavia, una parte di ciò va verso gli annunci in fondo, quindi in realtà la% viene ulteriormente ridotta.

Forse Google vuole solo un risultato di ricerca più pulito, più organizzato e meno rilevabile. Questa transizione potrebbe vedere i quattro annunci in alto (più gli annunci in basso) ottenere molta più azione rispetto agli annunci in alto + laterali in precedenza, poiché gli annunci ora sono meno evidenti come annunci e quindi Google guadagna più entrate.

L’altra possibile spiegazione per Google che intraprende questo passaggio, come menzionato sopra, potrebbe essere che vogliono semplicemente che i proprietari di siti Web / aziende migliorino la qualità del loro sito per scopi organici. Innanzitutto, non dimentichiamo che il valore fondamentale di Google è fornire agli utenti le informazioni più rilevanti per una query.

Questo cambiamento significherà che le aziende ora dovranno prendere molto più seriamente la SEO e la qualità dei contenuti del sito web. Con l’aggiunta del quarto annuncio in alto, significa che i risultati organici verranno spinti verso il basso, quindi essenzialmente è il momento di “migliorare il gioco” se si desidera apparire above the fold e in alcuni casi sulla prima pagina.

In che modo queste modifiche potrebbero portare vantaggi alla tua attività?

A condizione che i tuoi annunci fossero i primi quattro prima di questa modifica e, sulla base di studi sulla mappa termica, gli inserzionisti hanno effettivamente meno concorrenza ora e hanno una probabilità leggermente migliore di fare clic sul loro annuncio.

Ciò insieme al fatto che i tuoi annunci sono ora meno evidenti in quanto gli annunci potrebbero vedere un notevole aumento della percentuale di clic (CTR) e, come sappiamo, un CTR migliore può influire positivamente sui CPC, che a loro volta potrebbero potenzialmente migliorare il tuo costo per conversione.

Anche in questo caso, però, fino a quando questo non sarà in vigore per un po ‘, non sapremo davvero la piena portata dei pro e dei contro delle nostre campagne. È nuovo per tutti e tutti sono sulla stessa barca, quindi consiglio agli inserzionisti di rimanere calmi, abbracciare il cambiamento e adattare le proprie strategie di conseguenza non appena gli impatti diventano chiari.

In che modo questi cambiamenti possono influire negativamente sulla tua attività?

Ovviamente preferirei non discutere gli effetti collaterali potenzialmente dannosi di questo cambiamento, tuttavia la realtà è che per una piccola minoranza di inserzionisti e proprietari di aziende organiche ben classificati questa potrebbe essere una notizia assolutamente devastante.

  • Molti inserzionisti dovranno diventare più competitivi con le offerte per parole chiave e i budget degli annunci per ottenere i primi quattro posti.
  • Per molti dispositivi desktop, la posizione organica numero uno non sarà più visibile above the fold. Essere above fold, come molti sapranno, è un enorme vantaggio poiché generalmente la maggior parte degli utenti farà clic su un risultato sopra la linea di piegatura / scorrimento.
  • Alcuni risultati di ricerca organici verranno ora trasferiti dalla prima pagina di Google alla seconda pagina. Come molte persone possono immaginare e come la maggior parte dei guru del marketing digitale saprà, non molte persone vanno a pagina due – a seconda del settore e della ricerca, fino all’85-95% del traffico di Google si verifica nella prima pagina – Quindi, scendendo alla pagina due si potrebbe vedere le aziende perdere molto traffico.
  • A causa della battaglia organica che ci attende, una cosa è diventata molto più chiara, è fondamentale includere PPC nella tua strategia di marketing, se non altro per aiutare a mantenere quella presenza della prima pagina che potrebbe essere persa (temporaneamente) per quelle chiavi termini di ricerca che significano di più per la tua attività (a causa del calo delle classifiche organiche).

Sono ragionevolmente fiducioso che la stragrande maggioranza degli inserzionisti di Google AdWords uscirà meglio di prima. Sono anche abbastanza certo che alcuni potrebbero perdere, ma è sempre stato così con i cambiamenti di Google.

Potrebbe trattarsi di un caso in cui i forti sopravvissuti, addirittura fiorenti, e gli inserzionisti PPC deboli e meno esperti che scompaiono.

Continua a monitorare le tue campagne e ad aggiustare i tuoi account secondo necessità. La gestione, l’analisi e l’ottimizzazione regolari sono la chiave per i prossimi mesi.

Hai intenzione di adattare le tue campagne per far fronte a questo cambiamento? Fatecelo sapere nei commenti.

Stuart Donaghy è orientato ai risultati specialista in marketing digitale con oltre sei anni di esperienza in Google AdWords, pubblicità PPC, strategie social media e SEO. Al di fuori del lavoro è un blogger digitale in erba, fanatico della tecnologia, appassionato di social media, appassionato calciatore e appassionato di sport.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di S.E.O.

Write a Comment