Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come affrontare la sfida del marketing video nel 2016

Come affrontare la sfida del marketing video nel 2016

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Ogni anno, gli operatori di marketing escono e dicono qualcosa del tipo: “Questo è l’anno in cui il video marketing esploderà sulla scena!” Il motivo per cui lo senti così spesso è perché la crescita del video marketing non conosce limiti. Sta crescendo a un ritmo esponenziale, con ogni anno successivo che supera l’ultimo. In qualità di marketer, ora è il momento di ascoltare e investire pesantemente in strategie basate sui video.

La crescita del video

Entro il 2019, la ricerca suggerisce l’80 per cento del traffico Internet globale del mondo sarà video. Oltre ad essere una statistica sorprendente, questo indica agli esperti di marketing quanto sia pressante la necessità di sfruttare il video. Se vuoi essere rilevante in futuro, devi tuffarti a capofitto nel video marketing.

3 suggerimenti per rimanere rilevanti nel 2016

La buona notizia è che il video marketing consente una notevole flessibilità. Non esiste un approccio valido per tutti. Ciò significa che sei libero di perseguire strategie diverse e mettere insieme un piano che funzioni per la tua attività. Detto questo, ecco alcuni suggerimenti importanti da tenere a mente:

1. Sviluppa un canale YouTube

Esistono due tipi di contenuti video: offsite e onsite. Discuteremo di quest’ultimo nella sezione successiva, ma non possiamo procedere senza discutere l’importanza dei contenuti video offsite e come YouTube si inserisce nell’equazione.

Quando si tratta di ospitare video fuori sede, YouTube è di gran lunga la scelta migliore. Creando un canale YouTube, ottieni l’accesso a milioni di utenti e una piattaforma semplificata che rimuove gran parte del lavoro di pubblicazione.

La chiave per costruire un canale YouTube di successo consiste nell’accumulare costantemente contenuti nel tempo. Mentre la maggior parte delle piccole imprese lancia un canale, poche sono sufficientemente disciplinate e coerenti da utilizzare una strategia a lungo termine.

Uno dei migliori esempi di una strategia di successo del canale YouTube a lungo termine può essere trovato su Il canale della Park West Gallery. Sebbene la Park West Gallery non pubblichi dozzine di video a settimana, fa un buon lavoro nel pubblicare contenuti regolari con una trama coerente. Ad esempio, la loro serie “In the Artist’s Studio” dura da alcuni anni e ha avuto un discreto successo. Il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di sviluppare qualcosa di simile.

https://www.youtube.com/watch?v=EzX-7FGGe44

2. Creare contenuti in loco per il valore SEO

Sebbene i contenuti offsite siano ottimi, devi anche creare alcuni contenuti in loco. Se non per altro scopo che il contenuto in loco aiuta a migliorare le classifiche SEO. Poiché la maggior parte del traffico del tuo sito web può provenire da contenuti video, questo può fornire un enorme impulso. E invece dei tuoi video virali che inviano clic a YouTube, puoi effettivamente stabilire solidi backlink ai tuoi URL con marchio.

3. Utilizzare contenuti in formato breve e lungo

Sapevi che la capacità dell’attenzione umana moderna è in realtà paragonabile a quella di un pesce rosso? Yikes! Ciò significa che non vuoi investire tutti i tuoi sforzi in contenuti di lunga durata. A volte i video più brevi sono i più efficaci.

Per un esempio di come puoi dire di più con meno, guarda questo esempio. In questo trailer del film, i produttori del film di Hollywood Lavori ha suscitato molto impegno con una breve anteprima di 15 secondi. Era molto più breve dei tradizionali trailer di Internet che durano da due a quattro minuti, ma probabilmente era più efficace.

Rendi il video una priorità

Se vuoi eccellere nel content marketing nel 2016, devi rendere il video parte integrante della tua strategia globale. E anche se sicuramente ci vuole del lavoro per diventare abili nel video marketing, la buona notizia è che ci sono molti esempi su cui modellare il tuo approccio. Utilizzando gli esempi e i suggerimenti menzionati in questo articolo, puoi sviluppare una strategia che ti aiuti ad avere successo quest’anno.

Cosa hai in programma per i video nel 2016? Fateci sapere nei commenti.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *