Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come aumentare la consapevolezza del tuo marchio in pochissimo tempo! Twitter Chat # 10

Come aumentare la consapevolezza del tuo marchio in pochissimo tempo! Twitter Chat # 10

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Ciao, cari lettori del blog SEMrush!

Siamo tutti tornati dalle vacanze e pronti per il rock! Sono stato in vacanza per una settimana, ma ora sono tornato con un nuovo riepilogo della chat di Twitter. La nostra prima chat Twitter di SEMrush dell’anno è dedicata a un argomento molto interessante: la consapevolezza del marchio.

Goditi questo nuovo riepilogo con ottimi consigli dai nostri partecipanti e dai nostri ospiti speciali Citare – un ottimo strumento web che usiamo ogni giorno e di cui non possiamo assolutamente fare a meno!

Ogni marchio ha la sua storia unica da raccontare. Ogni reparto marketing dedica molto impegno a un obiettivo: creare e fornire il messaggio perfetto per il pubblico giusto e far sentire la storia della propria azienda.

Chiediti: conosci abbastanza bene il tuo pubblico? Le aziende di successo dedicano molto tempo alla ricerca del pubblico di destinazione e ne vale sicuramente la pena. Come nostro partecipante Devin @DevDawg consigliato, non fare mai supposizioni: “Conosci i tuoi dati demografici, i modelli di acquisto dei tuoi clienti e le cose che apprezzano”. Se ti prendi il tempo per ottenere un’immagine del tuo pubblico, sarai anche in grado di definire dove si trova il tuo TA.

A1a: Innanzitutto, scopri dove si trova il tuo pubblico di destinazione tramite codici di monitoraggio, sondaggi, processo di onboarding efficace, strumento di monitoraggio dei media #semrushchat

– Menzione (@Menzione) 7 gennaio 2015

Un ottimo modo per indagare su nuove opportunità è condurre ricerche sulla concorrenza. È un’ottima fonte di nuove informazioni e casi di studio reali; quindi se vuoi espandere i tuoi orizzonti, devi assolutamente dare un’occhiata ai tuoi concorrenti.

@semrush #semrushchat A1: dai un’occhiata agli altri nel tuo settore per elementi comuni, ma prova anche vari canali per opportunità uniche

– Martin Oxby (@moxby_SummitWeb) 7 gennaio 2015

Potresti trovare molti modi diversi per comunicare con il tuo pubblico e molti nuovi canali, ma non essere troppo frettoloso. Nessuno di noi ha una quantità inesauribile di tempo e manodopera, quindi concentra i tuoi sforzi sul canale che ti porta i maggiori profitti.

A1: È anche importante capire che non tutti i canali di marketing devono essere utilizzati. Usa ciò di cui hai bisogno, non ciò che puoi. #semrushchat

– Devin (@DevDawg) 7 gennaio 2015

Esistono metriche che possono aiutarti a definire i giusti canali di marketing.

A1 Calcola i tuoi KPI sociali. Quali canali stanno indirizzando il traffico che CONVERTE? Ancora più importante, quali sono una perdita di tempo? #semrushchat

– Brandon Seymour (@Beymour) 7 gennaio 2015

Blue Fountain Media @BFMweb consiglia di “guardare oltre il traffico di referral e concentrarsi sul coinvolgimento della piattaforma, nonché sulla qualità dei lead che genera”.

Dopo aver creato un elenco di canali in cui la tua community trascorre più tempo, devi diventare un ottimo narratore: “Non limitarti a visitare questi canali online, diventa un membro prezioso!” Renuka Hermon @Hermonizer

Senza dubbio, costruire la consapevolezza del marchio richiede una strategia diversa per ciascuna azienda. Anche se ogni azienda ha obiettivi diversi, così come un pubblico diverso, ci sono alcune strategie che possono avere successo universalmente.

A2b: La creazione di contenuti di qualità è sempre un ottimo inizio, che si tratti di post di blog, video, podcast e accademia, concorsi, ecc. #semrushchat

– Menzione (@Menzione) 7 gennaio 2015

Come abbiamo già discusso, non agire alla cieca! Indagare e non fare supposizioni. Crea contenuti solo su siti Web altamente visibili e pertinenti. E, naturalmente, segui le regole di una buona creazione di contenuti. Offri al tuo pubblico qualcosa di utile e unico: “Non parlare al tuo pubblico, parla con loro” ClearVoice @ClearVoice.

Ricorda che la vendita forzata è uno dei più grandi errori che puoi fare. “Non cercare di dire che sei il migliore, lascia che il tuo prodotto / servizio parli da solo”, ha twittato Akathma Devi @akathmadevi.

D2: Diventa attivo nella tua nicchia. Diventa sociale, parla e non vendere. Restituisci alla tua comunità. Ottieni quello che dai #semrushchat

– Devin (@DevDawg) 7 gennaio 2015

“Ricorda, la distribuzione è la chiave. All’inizio distribuisci i tuoi contenuti al tuo pubblico, finché non crei una comunità fedele ” Menzione @Menzione. Costruire una comunità fedele potrebbe essere difficile, ma sarai sicuramente ricompensato. Le migliori menzioni del marchio verranno da utenti riconoscenti: i tuoi clienti, i sostenitori del marchio e gli opinion leader.

A2 Per i B2B, le partnership e l’approvazione dei prodotti da parte di influencer chiave nel tuo settore possono essere molto efficaci. #semrushchat

– Brandon Seymour (@Beymour) 7 gennaio 2015

Assicurati di premiare il tuo pubblico e di mostrare loro un genuino interesse. “Interagisci, condividi e premia socialmente le tue menzioni – positive e negative – e agisci in modo visibile e responsabile sulle verruche e tutto il resto.” Michael Stricker @RadioMS.

A2: Fare piccoli ma inaspettati atti di gentilezza per i tuoi clienti li indurrà a creare consapevolezza del marchio per te #semrushchat

– David Cohen (@explorionary) 7 gennaio 2015

A3a: Anche questi sono diff per tutti in base agli obiettivi. Un buon punto di partenza è il no. di menzioni online del tuo marchio 🙂 #semrushchat – Menzione (@Menzione) 7 gennaio 2015

Come al solito, abbiamo ricevuto così tante risposte a questa domanda che l’unico modo per pubblicarle tutte è creare una lista di controllo. Quindi eccolo qui: un elenco di controllo delle metriche chiave per misurare la consapevolezza:

  • Menzioni di marca
  • Sentimento intorno alle menzioni
  • Canali in cui si verificano le menzioni
  • Coinvolgimento dei social media
  • Aumento della parola chiave con marchio MSV nel Keyword Planner di Google
  • Impressioni di marca nello Strumento per i Webmaster di Google
  • Traffico con marchio PPC
  • Coinvolgimento dei contenuti
  • Copertura dei contenuti
  • Impressioni
  • Il coinvolgimento del cliente

Ecco un elenco dei tweet che abbiamo utilizzato: David Prochaska @DavidProHQ Adam Dince @AdamDince Devin @DevDawg Anthony Randall @tonyxrandall Hardik Oza @Ozaemotion Ed ecco altri consigli che ti aiuteranno a trovare le metriche giuste e creare analisi solide.

Spero che nessuno si stia concentrando esclusivamente sui social media per costruire la consapevolezza del marchio. Grosso errore. Usa tutti i canali! #semrushchat – Adam Dince (@AdamDince) 7 gennaio 2015

A3 Non ̬ sufficiente tenere traccia delle citazioni del marchio. Le aziende dovrebbero anche monitorare il sentiment. Cosa dicono le persone di te? #semrushchat РBrandon Seymour (@Beymour) 7 gennaio 2015

Inoltre, ricorda che alcune cose non possono essere misurate con determinati strumenti!

A3d: Coinvolgimento e crescita sono fondamentali, ma la mia metrica preferita ̬ incontrare persone che sanno chi siamo a causa dei nostri contenuti online #semrushchat РMenzione (@Menzione) 7 gennaio 2015

A4a: Più consapevolezza = più visite = più opportunità di fornire valore e convertire i visitatori #semrushchat

– Menzione (@Menzione) 7 gennaio 2015

È più probabile che ci fidiamo di qualcuno che conosciamo piuttosto che di un estraneo. Lo stesso vale per le vendite: preferiamo marchi di cui abbiamo sentito parlare e di cui possiamo fidarci.

A4: È tutta una questione di fiducia. Se un utente riconosce il tuo marchio e ciò che rappresenti, è più probabile che acquisti. #semrushchat

– William Harvey (@WilliamHarvey) 7 gennaio 2015

Ma ricorda che “la visibilità è un fattore chiave nelle vendite, poiché il numero di punti di contatto necessari per la conversione è ancora in aumento” Anjlee Bhatt @AnjleeB. Quindi non aspettarti un aumento drammatico delle vendite dopo una sola pubblicazione. I tuoi potenziali clienti potrebbero aver bisogno di più interazione con il tuo marchio di quanto ti aspettassi.

A4) Una campagna di branding esclusivamente online per portare a un discreto aumento delle vendite, ma il ciclo di vendita potrebbe essere lungo ed è necessaria pazienza #semrushchat

– Adam Dince (@AdamDince) 7 gennaio 2015

Il monitoraggio dei clienti ti farà risparmiare tempo in futuro e ti aiuterà con l’ottimizzazione.

A4c: Il monitoraggio dei clienti attraverso la canalizzazione, per così dire, è utile per comprendere il loro percorso, quali canali guidano lead di qualità #semrushchat

– Menzione (@Menzione) 7 gennaio 2015

È anche molto importante tenere traccia non solo delle nicchie che hai affrontato, ma anche di quelle che ti sei perso. Qualsiasi menzione mancata potrebbe tradursi in un cliente mancato.

A3. La chiave è ascoltare quando non sei menzionato o il tuo nome o nome non è scritto correttamente! Io uso @Citare & @BuzzSumo #SEMrushChat

– Brian Fanzo (@iSocialFanz) 7 gennaio 2015

Questa è stata una delle parti più eccitanti della chat! Casi di successo reale: quale potrebbe essere una fonte migliore di nuove idee e ispirazione?

La creazione di contenuti e il blogging sono stati tra le armi più potenti di consapevolezza del marchio lo scorso anno. E sì, lo saranno anche quest’anno.

A6a: Il nostro blog e gli articoli forniti altrove hanno svolto un ruolo enorme. Questo da solo ci ha aiutato a costruire una presenza molto più ampia negli Stati Uniti #semrushchat

– Menzione (@Menzione) 7 gennaio 2015

A5. Le PR sono sorprendentemente preziose. Essere presenti negli articoli e sui siti web ha fatto molto per la consapevolezza del marchio e il traffico. #semrushchat

– Reva Minkoff (@revaminkoff) 7 gennaio 2015

I social media – e nessuno ne dubitava – sono il secondo canale più importante che porta al successo.

A5 I post promossi su FB e Twitter sono stati molto più efficaci di quanto non fossero in passato. Il targeting è molto meglio #semrushchat

– Brandon Seymour (@Beymour) 7 gennaio 2015

Qualunque sia il canale che utilizzi, non dimenticare l’approccio personale. Inoltre, resta sempre vicino al tuo pubblico.

A5- Dare ai miei follower quello che vogliono. Essere estremamente personalizzabili in ogni risposta a e-mail / commenti / domande. #semrushchat

– Matt Banner (@BlastYourBlog) 7 gennaio 2015

Se dai ai tuoi lettori e utenti quello che vogliono, sarai notato e ricompensato.

@semrush A5. Contenuto del blog aumentato, post degli ospiti + nominati da @Inc come blog SEO da leggere nel 2015 tutti hanno contribuito. #semrushchat

– Kathleen Garvin (@KGarvSEO) 7 gennaio 2015

A6: Beh, Menzione, ovviamente. 😉 Statistiche Twitter e @buffer sono anche molto utili per monitorare la presenza sui social. #semrushchat

– Menzione (@Menzione) 7 gennaio 2015

Gli strumenti sono parte integrante di quasi tutte le chat di Twitter. Scopri quali strumenti utilizzano i nostri partecipanti per misurare la consapevolezza del marchio.

A6. Onestamente, lo uso ancora @Klout. Non perfetto ma almeno direzionale. #semrushchat

– Reva Minkoff (@revaminkoff) 7 gennaio 2015

A6: Social: Sumall, Twitter Analytics, Followerwonk; Sito web: Google Analytics, Strumenti per i Webmaster, Raven Tools, ecc. #semrushchat

– ThinkSEM (@ThinkSEM) 7 gennaio 2015

Inoltre, non dimenticare di controllare lo strumento Moz: Fresh Web Explorer e Buffer.

A6d: Le impressioni in GWT, anche se le persone non fanno clic, potrebbero essere un buon indicatore del fatto che la consapevolezza del tuo marchio è in aumento #semrushchat

– Menzione (@Menzione) 7 gennaio 2015

E quando tutto è già controllato e misurato, prova a pensare fuori dagli schemi e guarda tutto da una diversa angolazione.

@semrush #semrushchat A6: Strumenti? Che ne dici di ordini di vendita, referral, telefonate e un magazzino / logistica che non può far fronte alla domanda;)

– Tony Dimmock (@Tony_DWM) 7 gennaio 2015

Ci auguriamo che questa chat Twitter ti sia piaciuta! C’è ancora più divertimento in arrivo.

Unisciti a noi questo mercoledì – discuteremo su come qualificare le visite SEO: non tutto il traffico è creato uguale al nostro ospite speciale Lukasz Zelezny. Non dimenticare di usare #semrushchat!

Unisciti al nostro #SEMrushchat con @LukaszZelezny mercoledì alle 16:00 GMT / 11:00 EST! Argomento: come qualificare le visite SEO #seo pic.twitter.com/dhn6fkjENs

– SEMrush (@semrush) 12 gennaio 2015

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di SEO.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *