Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come iniziare con la ricerca per parole chiave

Come iniziare con la ricerca per parole chiave

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

La ricerca per parole chiave è fondamentale per qualsiasi campagna SEO o SEM. Ma come si fa a selezionare le parole chiave?

La selezione delle parole chiave consiste nel cercare di trovare le parole e le frasi che i tuoi potenziali clienti stanno utilizzando come query di ricerca, quindi sfruttare quelle parole in modo organico o indirizzarle nelle campagne pay-per-click. Le parole chiave possono essere definite da due categorie: ampia e ristretta. Questi sono a volte indicati rispettivamente come coda corta e coda lunga. In generale, è spesso più difficile ottenere classifiche organiche più elevate per termini generali che per termini ristretti. Mentre i termini ristretti in genere ricevono un volume di ricerche inferiore al mese, essere in grado di attirare e convertire i visitatori su una combinazione di molte frasi di ricerca ristrette si tradurrà in un traffico di qualità migliore e, in definitiva, dovrebbe generare più vendite rispetto al traffico di ricerca generale.

Ricerca per parole chiave: primi passi

Sono disponibili numerosi strumenti con cui puoi iniziare. In primo luogo, inizia con un termine ampio. In questo esempio, userò la parola “cookie. Un metodo per cercare ulteriori frasi strette è utilizzare i motori di ricerca. Ad esempio, quando si inserisce la parola “cookie come query di ricerca, ottengo quanto segue su Google:

Le frasi suggerite visualizzate sono query di ricerca effettive utilizzate dagli utenti. In genere si tratta di frasi più popolari. Sebbene questo metodo possa richiedere tempo e noioso per la ricerca, spesso puoi scoprire idee per nuovi contenuti, quindi eseguire ricerche più approfondite per parole chiave sulla frase suggerita che hai scoperto. Un altro metodo per la ricerca di termini ristretti consiste nell’utilizzare uno strumento di ricerca per parole chiave, come gli strumenti di SEMrush. Per iniziare, digita semplicemente la parola o la frase nella casella di ricerca e SEMrush farà il resto. Lo strumento per le parole chiave SEMrush produce due elenchi. Il primo, a sinistra, mostra un elenco di 33.521 frasi diverse che contengono la parola “cookie”. In questa visualizzazione, vediamo solo quattro colonne. Facendo clic sul collegamento Rapporto completo vengono visualizzate sette colonne. In ordine, le colonne contengono la parola chiave o la frase di parole chiave scoperte, il numero medio (volume) di ricerche al mese, il costo per clic per fare offerte su quella frase per una campagna pay-per-click (PPC), un rapporto che rappresenta concorrenza degli inserzionisti PPC per la frase, il numero di risultati quando cercati su Google e un rapporto di tendenza del volume di ricerche negli ultimi 12 mesi. Tutti questi dati possono essere esportati in un foglio di calcolo CSV o Excel per l’analisi. La casella a destra mostra dati simili e può anche essere esportata. Tuttavia, i 1.947 termini delle parole chiave restituiti nella casella a destra sono parole chiave correlate. I termini correlati possono, ma non necessariamente, contenere la frase iniziale cercata. Spesso, le parole chiave correlate sono frasi digitate dagli utenti durante il perfezionamento delle ricerche. Utilizzando uno strumento come SEMrush, puoi anche fare clic su uno dei termini dall’elenco per eseguire una ricerca per parole chiave utilizzando quel termine come frase principale.

Analisi delle parole chiave per la ricerca organica

Come puoi vedere, gli elenchi di frasi di parole chiave possono diventare piuttosto lunghi, abbastanza rapidamente. Una volta che hai le tue parole, cosa ne fai? Come fai a sapere quali parole è meglio usare? Per cominciare, usa il tuo buon senso e leggi gli elenchi. Se gestisci un sito di ricette di biscotti, probabilmente non desideri termini come “cookie monster” o “girl scout cookies”. Almeno, non li faresti per la parte della ricetta del tuo sito. Tuttavia, queste frasi potrebbero essere utili per il marketing dei contenuti. Puoi anche utilizzare gli strumenti di filtro di SEMrush per rimuovere le parole dall’intero elenco di parole chiave. Rimuovi tutte le frasi che non intendi scegliere come target. Quando hai finito, rimuovi le frasi per le quali sei attualmente classificato correttamente. Ricorda, i motori di ricerca classificano le pagine, non i siti. Se hai una pagina che si classifica bene per un certo termine, non competere con te stesso usando quel termine su un’altra pagina. Scegli come target nuove frasi in ogni pagina. Ci sono molti modi per indirizzare le frasi. La popolarità è una delle più comuni. Dopo tutto, maggiore è il volume di ricerche eseguite in un mese, più popolare è quella frase, giusto? Ma dovresti anche tenere conto di quanti risultati vengono restituiti per le frasi a cui ti rivolgi. Se non ti classifichi affatto, sarai il nuovo pesce nello stagno dei risultati. Sarai uno di milioni, decine di milioni o anche di più? Molte organizzazioni fanno riferimento a una metrica nota come KEI, l’indice di efficacia delle parole chiave. In poche parole, il KEI è un rapporto tra il numero di risultati per un dato termine in relazione al numero di ricerche eseguite in un mese. La formula per il calcolo del KEI è stata discussa dai SEO. Ma la formula generalmente accettata è stata il numero di ricerche al quadrato diviso per il numero di risultati.

(N. di ricerche mensili) 2 N. di risultati restituiti

Questa formula premia i termini che hanno un volume di ricerca elevato e un numero basso di risultati. Maggiore è la metrica risultante, più efficace dovrebbe essere la parola chiave. Questa formula, tuttavia, è tutt’altro che perfetta. Non tiene conto delle pagine dei risultati contenenti spam o non ottimizzate. Inoltre non tiene conto della personalizzazione della ricerca. I rich snippet vengono definiti da alcuni SEO la “bacchetta magica” per la ricerca. Eric Schmidt ha già dichiarato che i siti con markup di Authorship si posizionerà più in alto di quelli senza. Tuttavia, questa formula fornisce comunque un’indicazione su dove iniziare a ordinare le parole chiave.

Scegli le tue parole con saggezza

Dopo aver filtrato e ordinato i tuoi elenchi di parole, inizia con quella copia. Ricordati di scrivere la tua copia in modo naturale. Dovrebbe essere facile da leggere per i tuoi visitatori. Non scrivere mai per parole chiave e classifiche. Sempre scrivi per i tuoi utenti. Lascia che le parole chiave siano la tua guida. Lascia che le variazioni siano il tuo compagno. Usa le parole chiave e le frasi appena scoperte con saggezza. Ricorda che non è necessario scegliere come target frasi specifiche solo per ottenere prestazioni più elevate nella pagina. Usa i tuoi nuovi elenchi di parole chiave per raccogliere nuove idee per post di blog, pagine supplementari e altre iniziative di content marketing. Sebbene alcune delle frasi scoperte potrebbero non corrispondere esattamente, le persone stanno attivamente cercando queste parole.

Biografia dell’autore:

Thom Craver è un oratore internazionale, stratega digitale, autore e professore a contratto. È specializzato in SEO e Web analytics. Il suo ultimo articolo per SEMrush era “Reindirizzamenti: il perché e il come”.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di seo.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *