Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come iniziare il tuo viaggio nel traffico organico

Come iniziare il tuo viaggio nel traffico organico

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Quando e come puoi iniziare il tuo viaggio nel traffico organico?

Se c’è una cosa che vorrei che tu togliessi da questo post, è:

Prima è meglio è.

Prima inizi qualcosa, prima vedrai i risultati e questo non differisce dal traffico organico.

Nel caso di qualsiasi iniziativa di startup, quando i manager mi chiedono approssimativamente quando dovrebbero iniziare a lavorare sul traffico organico, faccio sempre due domande:

1. Sai qual è il tuo pubblico di destinazione?

Se la startup non ha una definizione chiara di chi sia il suo pubblico di destinazione, di solito significa che non hanno idea di cosa stanno parlando e il loro prodotto non è ancora pronto. Di solito rispondo con “per favore richiamami quando avrai risolto la questione”. Non puoi iniziare nulla se non sai a chi stai vendendo.

Di solito il 10% dice “no” a questa domanda, ea coloro li saluto e gli dico di tornare quando sanno cosa fa il loro prodotto e per chi.

2. Sai cos’è la ricerca per parole chiave e l’hai già fatto?

30% Dì “sì” alla prima domanda e “no” alla seconda, il che è normale. O suggerisco di fare la ricerca per parole chiave o invio loro alcuni articoli per aiutarli. (prossimamente, uno dei miei).

Il 60% che ha fatto entrambe le cose è quello che può ufficialmente iniziare il proprio viaggio nel traffico organico!

Ricerca per parole chiave

Il tipo di azienda hi-tech che sei determina la ricerca di parole chiave che devi utilizzare. Possiamo dividere queste società in due gruppi. Ci sono le startup e anche quelle che mi piace chiamare le 1UP. Entrambi sono ugualmente belli a modo loro, ma hanno bisogno di approcci diversi quando si tratta di ricerca di parole chiave.

Le startup, le startup REALI di solito non hanno un volume di ricerca per i termini effettivi che spiegano il loro prodotto. Ad esempio: 10 anni fa nessuno avrebbe cercato “stampa 3D” perché non esisteva.

Gli 1UP sono aziende che prendono un’idea che già esiste e credono di poterlo fare altrettanto oppure essere migliori. Significa che c’è già molto traffico potenziale dei motori di ricerca con cui possono lavorare.

Ricerca di parole chiave per le start-up:

Quindi quali parole chiave puoi usare? È qui che devi essere creativo e iniziare a insegnare al tuo pubblico che il tuo prodotto esiste. Dato che sai chi è il tuo pubblico, ora è il momento di attirare la loro attenzione.

Giusto avvertimento, uso molto un esempio di stampa 3D per spiegare.

Il mio cane ha masticato una parte di un’auto telecomandata. Quindi ho cercato su Google “Dove posso acquistare un modello di parte di auto RC BAJA 5B numero ID: 7770?” Ora, se la società di stampa 3D avesse un post sul blog incentrato su quella parola chiave a coda lunga sulla creazione delle proprie parti, probabilmente avrei letto il blog e avrei imparato a conoscere la stampa 3D. Ancora più importante, ho raggiunto il loro sito e da lì possono guidarmi.

È vero, questo è molto specifico ea meno che tu non sia un robot in grado di scrivere articoli tutto il giorno, probabilmente non scriverai esattamente quell’articolo. Ma questa storia aiuta le startup che non sanno da dove cominciare. La consapevolezza che puoi raggiungere qualcuno anche se non sa cosa sei non è più un ostacolo organico al traffico.

Ricerca di parole chiave per le aziende 1UP:

In questo caso, devi scoprire su quali parole chiave stanno lavorando i tuoi concorrenti. È qui che utilizzo SEMrush. La cosa fantastica di SEMrush è che puoi vedere dove sono classificati i tuoi concorrenti e iniziare ad attaccare quelle parole chiave. Ha ridotto di ore la mia ricerca di parole chiave!

E le parole chiave a coda lunga? Per quelli, utilizzo il suggerimento automatico di Google, lo strumento di pianificazione delle parole chiave di Google, ubersuggest e un sito davvero carino che Matthew Garby (Head of SEO di Hubspot) mi ha mostrato personalmente: Rispondi al pubblico – prova a ignorare il vecchio pazzo! Questa è una gemma a coda lunga!

Quindi, eccoti!

  1. Inizia a pensare in modo organico non appena hai un’idea di chi sia il tuo pubblico
  2. Che tu sia una startup o un 1Uper, utilizza le strategie sopra per vedere su quali parole chiave dovresti lavorare.

Hai altri suggerimenti o consigli per iniziare con il traffico di ricerca organico? Fatecelo sapere nei commenti.

Philip Kushmaro è Head of SEO presso Ranky.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di S.E.O.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *