Come non metterti in imbarazzo con la SEO internazionale

Come non metterti in imbarazzo con la SEO internazionale

“Stai allattando?” – Messico

“Ti mangerai sicuramente le dita.” – Cina

“Pepsi riporta i tuoi antenati dai morti!” – Cina

“Ogni macchina ha un cadavere di alta qualità.” – Belgio

“Cavallo femmina ripieno di cera” o “Mordere il girino di cera”. – Cina

Se non l’hai ancora capito, queste sono pubblicità orribilmente sbagliate attraverso la traduzione. Riuscite a indovinare quali campagne di marketing negli Stati Uniti vanno con quale?

Hai latte?

Buono da leccarsi le dita.

Diventa vivo con Pepsi!

Ogni vettura ha una carrozzeria di alta qualità. (Guado)

Coca Cola. Suona come “Ke-Kou-Ke-La” in cinese, che si traduce in “cavalla” e anfibio nascente, a seconda del dialetto.

Quando affronti la SEO internazionale, è un compito molto più grande della semplice traduzione della copia su un sito web. È un pezzo di marketing tanto quanto qualsiasi campagna pubblicitaria e per farlo bene (ed evitare di mettere in imbarazzo te stesso e il marchio per cui lavori) devi comprendere la cultura, i dialetti e gli idiomi del tuo pubblico di destinazione.

Nonostante le sfide intrinseche di servire i mercati internazionali, molte aziende stanno scoprendo che il prossimo passo logico per il loro marchio è “diventare globale”. Se hai esaminato il traffico del tuo sito e vedi i visitatori provenienti da vicino e fino ad ora, potrebbe essere conveniente rendere i contenuti del tuo sito pertinenti per gli utenti in quell’area. Ciò potrebbe richiedere la creazione di siti separati, o almeno sottodirectory, per aiutare i motori di ricerca e, cosa più importante, i visitatori a trovare contenuti pertinenti per loro. Da lì, è il momento di utilizzare una combinazione di best practice SEO e best practice di traduzione.

“La poesia è ciò che si perde nella traduzione.” – Robert Frost

  1. Se non vuoi perdere la poesia, trova uno sherpa.

Potresti essere il miglior specialista SEO del pianeta, ma a meno che tu non abbia trascorso i tuoi anni formativi a Timbuktu, non presumere di poter raccogliere “abbastanza” su quella destinazione dalla sola ricerca. Avrai bisogno di uno Sherpa, una guida alla dizione e alla cultura della tua posizione di destinazione, per tradurre e ottimizzare efficacemente il tuo sito web, la copia di conversione, le pagine di destinazione, le email di ringraziamento e il contenuto. Qualunque cosa tu faccia, non fare affidamento sulle traduzioni online. Nota: il tuo Sherpa non ha bisogno di essere un traduttore professionista. Potresti scoprire di ottenere una copia migliore utilizzando un marketer o un copywriter multilingue.

  1. Crea una buyer persona locale

Il tuo Sherpa può anche aiutarti a costruire una buyer persona nel contesto geografico di destinazione. Gli interessi, le parole chiave, la psicologia dell’acquirente e le aspettative del servizio clienti di Abidah Shalhoub saranno molto diversi da quelli di Amanda Schaffer.

  1. Localizza i dettagli

La conversione della copia nella lingua locale è la parte più ovvia di un sito internazionale da modificare, ma non dimenticare i dettagli come valuta, fuso orario, meteo, indirizzi e numeri di telefono. * Ad esempio, se offri una chat di aiuto dal vivo durante orario di lavoro, assicurati che sia durante loro orario di lavoro, non il tuo! E non dimenticare di modificare titoli, meta descrizioni, navigazione, intestazioni, titoli di testo e immagini (o le immagini stesse).

* Non hai un ufficio locale? Puoi acquistare un numero di telefono locale che puoi reindirizzare al tuo numero verde.

  1. Invia i giusti segnali SEO

  • Gli utenti tendono a preferire il codice paese, i domini di primo livello. Tuttavia, sebbene i sottodomini siano meno popolari e abbiano meno forza di targeting geografico, possono sfruttare l’autorità consolidata del loro dominio padre. Scegli il tuo veleno.
  • Usa hreflang o meta tag di lingua per far sapere ai motori di ricerca quali lingue utilizza il tuo sito web. Sarà simile a questo:
  • Ospita il tuo sito su un indirizzo IP locale. Questo non solo dà un altro suggerimento ai motori di ricerca che i tuoi contenuti sono rilevanti per quel pubblico locale, ma migliora anche la velocità della pagina.
  • Crea link a contenuti locali e crea link da luoghi locali
  • Cerca motori di ricerca locali (Google non ha ancora conquistato il mondo)
  1. Trova e utilizza gergo locale (ad es. Parole chiave)

Quando ottimizzi un sito per una lingua straniera, collabora con il tuo traduttore / scrittore per sviluppare un elenco di parole chiave che abbiano senso e per il tuo mercato da incorporare nella copia. Quindi, utilizza lo Strumento per le parole chiave di AdWords per trovare parole chiave “correlate al mio argomento” e analizzale in base alla popolarità utilizzando Google Trends. Se copi / incolli il testo tradotto in AdWords, otterrai un elenco di parole chiave ancora più lungo.

Cose da fare e da non fare controintuitive

  • Non reindirizzare automaticamente gli utenti a una lingua diversa in base alla geografia: potrebbero essere espatriati o anglofoni.
  • Crea collegamenti in modo aggressivo e fornisci un budget adeguato per l’attività. Non aspettarti che ogni paese abbia le stesse strategie di link building o l’etichetta di link outreach. Ad esempio, mentre i guest blogging sono comuni qui in America, in Italia sono molto meno comuni.
  • Non dare per scontato. Nulla. Dovrai fare molte ricerche sul tuo pubblico di destinazione, comprese parole chiave, comportamento, concorrenti, interessi, formati di contenuti preferiti e media.

In sostanza, la vera sfida della SEO internazionale non è decidere tra un dominio o un sottodominio, trovare le parole chiave giuste o cambiare i metadati. Si tratta di comprendere il tuo pubblico, proprio come ogni altra forma di marketing. Solo, in un’altra lingua.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di seo.

Write a Comment