Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come ottenere la SEO giusta per il tuo content marketing e-commerce

Come ottenere la SEO giusta per il tuo content marketing e-commerce

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Gestire un negozio di e-commerce è un’esperienza snervante. Niente va bene finché non si versano ore di duro lavoro.

È ancora più difficile portare clienti (leggi: traffico) nel tuo negozio. Con Google che cambia il suo algoritmo di ricerca in un batter d’occhio, è difficile raggiungere le prime classifiche dei risultati dei motori di ricerca.

Detto questo, il content marketing non è altro che una proposta da fare o da morire per le società di e-commerce. Il content marketing colpisce l’oro laddove altre forme di marketing fanno un passo indietro.

È gratuito, raggiunge il pubblico di destinazione in modo accurato e produce più ROI.

Cos’è il content marketing per l’e-commerce?

Il content marketing per l’e-commerce è l’uso di contenuti digitali creati e curati per attirare e attirare traffico online. Ha una serie di vantaggi, come:

  • Aumentare la consapevolezza del marchio
  • Aiutare il posizionamento nei motori di ricerca
  • Creare presenza sociale
  • Vendi di più utilizzando i CTA

L’evoluzione del content marketing per l’e-commerce tra il 2010 e il 2016

Il content marketing esiste da moltissimo tempo, forse dagli albori dell’e-commerce. Con il tempo, ha cambiato forma e forma per diventare quello che è oggi. Il contenuto e il suo layout come li vediamo oggi hanno richiesto quasi un decennio di trasformazione.

Ad esempio, all’inizio, il content marketing si concentrava solo sulla presentazione dei prodotti. Oggi ha uno scopo più profondo, come creare brand connect, migliorare la brand awareness, aumentare le percentuali di clic e, in definitiva, i tassi di conversione.

Un esempio di una pagina di destinazione e-commerce nel 2010:

Un esempio di una landing page di e-commerce nel 2016:

Questi cambiamenti non sono avvenuti perché i siti web hanno un aspetto molto migliore da soli. Fanno parte di il grande schema dell’e-commerce marketing dei contenuti.

Il numero di piattaforme di e-commerce e negozi online cresce ogni anno. Ma sappiamo davvero come i principali rivenditori diventano leader? Dobbiamo chiederci quali metodi devono essere utilizzati per eseguire una strategia online efficace. SEMrush ha condotto uno studio sull’e-commerce per rispondere a queste domande insieme a molte altre. Abbiamo analizzato i dati per aiutare …

無 料 の PDF を 取得

Ingredienti chiave per una strategia di content marketing per l’e-commerce

Blog di proprietà

I blog di proprietà sono risorse di contenuto possedute, create e curate dal marchio stesso. Contengono articoli informati sul prodotto o servizio offerto dal marchio. Il blogging sponsorizzato regolarmente ha la possibilità di aumentare il coinvolgimento degli utenti e la consapevolezza del marchio rispetto alla condivisione privata.

Contenuto elencato

Listicles ha un grande seguito di fan su Internet. Sono concisi, facili da leggere e aiutano gli utenti a prendere decisioni rapide senza dover fare ricerche approfondite. I marchi possono creare elenchi da più angolazioni e includere i loro prodotti per la massima consapevolezza e attrazione dell’utente.

Fogli bianchi

I white paper aiutano a stabilire l’autorità della conoscenza di un marchio tra il pubblico di destinazione. I white paper mostrano l’abilità e il comando del settore che l’azienda ha sul proprio terreno di attività.

Blog degli ospiti

I contributi degli ospiti sono un modo volontario per massimizzare la presenza del marchio. L’invio di contenuti originali e di marca a siti Web di presentazione di blog popolari con l’aiuto di influencer può aiutare un’azienda ad aumentare il coinvolgimento degli utenti.

Infografiche

Hanno un bell’aspetto, sono istruttivi e hanno il potere di condivisione sociale. Le infografiche possono essere utilizzate per riutilizzare contenuti originali che sono già stati creati e pubblicati come blog o invii di elenchi.

Ecco un elenco di top 100 infografiche del 2016 come risorsa da rivedere.

Presentazioni e video

Slideshare, YouTube, Vimeo, ecc. Non servono solo per caricare video privati. Sono anche enormi librerie video in cui i marchi possono aggiungere le proprie creazioni video su prodotti e servizi per una maggiore consapevolezza del marchio.

A chi dovresti rivolgerti? Visitatori o acquirenti?

Ti piacerebbe avere migliaia di visitatori regolari o centinaia di acquirenti sicuri?

In ogni caso, quest’ultima è la proposta commerciale più favorevole, giusto? Quindi, il tuo content marketing per l’e-commerce dovrebbe anche mirare agli acquirenti piuttosto che ai visitatori. Sebbene il traffico sia buono, l’obiettivo finale dovrebbe essere aumentare gli acquisti.

Content marketing per l’e-commerce

Detto questo, scopriamo le varie tattiche in cui un negozio di e-commerce può mettere in atto la sua strategia di contenuto. Di seguito troverai alcune delle migliori pratiche per incentivare le vendite di e-commerce.

RICERCA DI PAROLE CHIAVE

Le parole chiave sono le frasi che il tuo pubblico di destinazione utilizzerà per cercare i prodotti e i servizi che offri. Esistono diversi tipi di parole chiave, comprese le parole chiave a coda lunga che sono più precise e contestuali alle query di ricerca. Fare un’analisi approfondita delle parole chiave utilizzando strumenti come SEMrush aiuterà le parole chiave che il tuo pubblico di destinazione potrebbe utilizzare.

TESTO DESCRITTIVO ORIGINALE

Google odia il plagio. Ama i contenuti originali e significativi. Contenuti originali, precisi e contestuali ottengono un posizionamento sui motori di ricerca più elevato su Google. E così anche con la maggior parte degli altri motori di ricerca. Pertanto, l’utilizzo di un testo descrittivo originale per le descrizioni dei prodotti, AdWords, blog e ovunque è il miglior passo avanti per il successo SEO nel marketing dei contenuti e-commerce.

ABBANDONA IL JARGON

Sebbene il contenuto originale sia ottimo, troppo gergo tecnico può ridurre la leggibilità del contenuto. Gli utenti trascorrono più tempo a leggere contenuti semplici da comprendere e scritti in modo lucido. Maggiore è il tempo trascorso sul sito Web, maggiore è il posizionamento nei motori di ricerca.

VENDI, MA NON ECCEDERE

Mentre l’obiettivo principale del content marketing per l’e-commerce è vendere, la maggior parte dei marchi cade nella trappola di sfruttarlo per la massima vendita. La vendita eccessiva è un crimine nel content marketing. Google eliminerà i tuoi contenuti come spam, ridurrà il ranking della pagina e i clienti eviteranno i tuoi contenuti. Sii discreto, fai il punto e lascia che i clienti si convertano.

SICUREZZA

Nella conferenza I / O 2014, Google ha chiarito che la sicurezza sarà considerata un segnale fondamentale per la ricerca. Ai siti web con crittografia di fascia alta come il certificato SSL EV verrà data la massima priorità nei risultati di ricerca.

Questa è una mossa di Google per creare un ecosistema online sicuro e protetto in cui utenti e browser Web possono interagire senza il timore di phishing e attacchi informatici simili. Gli studi confermano anche che maggiore è la sicurezza di un sito web, migliore sarà il posizionamento della pagina e i tassi di conversione. Alla fine, i clienti vogliono sentirsi al sicuro con coloro a cui affidano informazioni private come i numeri di carta di credito.

Pensieri finali

Per un negozio di e-commerce che sperimenta il Content Marketing per la prima volta, sembrerà un gigantesco labirinto da svelare. Si spera che queste tattiche SEO forniscano a tali negozi online un piano approssimativo per avvicinarsi e capitalizzare i vantaggi del content marketing.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *