Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come ottimizzare i contenuti con parole chiave per motori di ricerca e utenti

Come ottimizzare i contenuti con parole chiave per motori di ricerca e utenti

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Scrivere contenuti SEO-friendly adatti ai motori di ricerca e agli utenti non è sempre un’impresa facile.

Per prima cosa, hai bisogno di una comprensione approfondita di ciò che gli utenti stanno cercando, perché lo stanno cercando e cosa si aspettano di trovare quando arrivano sui tuoi contenuti.

È inoltre necessario identificare le parole chiave giuste e utilizzarle nel modo giusto per allinearsi alle aspettative algoritmiche e attrarre gli utenti nelle SERP.

È così secco e asciutto come quello, però? Ovviamente no.

In questa guida, descriverò in dettaglio come creare contenuti ottimizzati per i motori di ricerca utilizzando parole chiave in modo naturale, sulla base di una comprensione più approfondita dell’intento di ricerca e come utilizzare gli strumenti per informare la struttura del contenuto.

L’utilizzo delle parole chiave può essere davvero “naturale”?

Parlando con imprenditori al di fuori del settore SEO, diventa abbastanza chiaro che l’uso di parole chiave nel contenuto può sembrare piuttosto innaturale. Questo perché vi è un’idea sbagliata che le parole chiave debbano essere inserite nel contenuto per scopi di ottimizzazione dei motori di ricerca.

Per quelli di noi nel settore SEO, l’utilizzo di parole chiave accuratamente studiate in contenuti attentamente pianificati è molto più naturale, grazie alle intuizioni fornite da strumenti di ottimizzazione dei contenuti intelligenti.

Tuttavia, è necessario trovare un equilibrio tra la scrittura in un modo che includa naturalmente parole chiave target e l’utilizzo di strumenti basati sui dati per informare la struttura del contenuto.

Google tenderebbe ad essere d’accordo.

Google BERT: ottime notizie per l’ottimizzazione dei contenuti

quando Aggiornamento dell’algoritmo BERT di Google ha iniziato a essere lanciato nell’ottobre del 2019, il cuore del mio piccolo scrittore di contenuti SEO tremava di gioia.

Dopo il soapboxing sull’importanza dell’intento di ricerca, dell’esperienza utente e dell’utilizzo di parole chiave “contestuali”, ero entusiasta di vedere Google diventare più intelligente nell’interpretare l’intenzione alla base della ricerca e classificare i contenuti in modo che corrispondessero.

Ciò significa che si fa meno affidamento sull’utilizzo di parole chiave a corrispondenza esatta e maggiore attenzione alla creazione di contenuti di alto valore adatti a ciò che gli utenti si aspettano di trovare quando cercano una determinata parola chiave.

Non è necessario che le aziende che non offrono servizi di marketing digitale cerchino di classificarsi per “servizi di marketing digitale” con le loro guide pratiche quando l’intento di ricerca è chiaramente quello di trovare servizi di marketing digitale a noleggio.

Invece di inserire parole chiave nel contenuto, dovremmo cercare di comprendere la psicologia degli utenti per creare materiale adatto a ciò che gli utenti stanno realmente cercando di trovare. Diamo un’occhiata ai modi per farlo.

Condurre ricerche sul pubblico

Uno dei modi migliori per comprendere l’intento di ricerca è chiedere al pubblico cosa cerca durante la ricerca online.

Ecco perché la ricerca del pubblico è essenziale, come vuoi tu

  1. Determina le parole chiave utilizzate dal tuo pubblico.
  2. Determina come scrivere contenuti che includano naturalmente queste parole chiave.

Per condurre una ricerca sul pubblico, puoi creare qualcosa di semplice come un sondaggio di Moduli Google per porre al tuo pubblico di destinazione le seguenti domande:

  • “Qual è la tua più grande difficoltà quando si tratta di … [sourcing content, marketing your business, finding an SEO agency – whatever your offer is]? “

  • “Quali sono i 3 metodi che hai provato per superare questa lotta?”

  • “Quali problemi hai avuto con questi metodi?”

  • “Qual è il tuo obiettivo numero 1 quando si tratta di … [sourcing content, marketing your business, finding an SEO agency – whatever your offer is]? “

Dopo aver esaminato una dimensione discreta del campione (almeno 10 persone), puoi calcolare le risposte più popolari per determinare i punti deboli e gli obiettivi principali del tuo pubblico.

Dovresti quindi avere un’idea migliore di ciò che il tuo pubblico sta cercando di realizzare durante la ricerca del tipo di contenuto che potrebbe far parte della tua roadmap.

Ad esempio, mentre potresti presumere che l’obiettivo del tuo pubblico quando si tratta di assumere un’agenzia SEO sia “aumentare le classifiche di Google”, potresti scoprire che in realtà è più specifico “ottenere più lead da Google” o “generare risultati organici più pertinenti traffico”.

Con questo in mente, puoi identificare le parole chiave correlate alla generazione di lead o alla crescita del traffico organico e inserirle nei tuoi contenuti. Sarai anche meglio attrezzato per creare contenuti che forniscano il valore che il tuo pubblico desidera.

Considera l’intento di ricerca e gli obiettivi degli utenti

Se sai che il tuo pubblico sta cercando di raggiungere un obiettivo specifico durante la ricerca di determinate parole chiave in Google, puoi inquadrare i tuoi contenuti in modo più appropriato per soddisfare le loro domande.

Ciò significa che includerai naturalmente segnali contestuali che indicano che il tuo contenuto fornisce il valore che il tuo pubblico desidera, invece di comprimerlo con le tue parole chiave target.

Ancora una volta, se sai che l’intento di ricerca alla base dei “servizi di marketing digitale” è trovare e pagare per i servizi di marketing digitale, con l’obiettivo finale di generare più lead, puoi inquadrare i tuoi contenuti intorno alla lead generation.

In tal modo, utilizzerai naturalmente termini e frasi chiave che Google raccoglierà, il che aiuterà l’algoritmo a sviluppare una migliore comprensione del contesto dei tuoi contenuti. Se lo fai meglio dei tuoi concorrenti di alto livello, avrai buone possibilità di ottenere buoni risultati nelle SERP.

Puoi vedere come si comportano i contenuti esistenti per qualsiasi argomento o parola chiave, così come le persone lo cercano in termini di fraseggio, con lo strumento SEMrush Topic Research. Suggerisce anche argomenti relativi al termine di ricerca in modo da poter diversificare i contenuti e fornire risultati migliori per il pubblico di destinazione.

Analizza i tuoi migliori concorrenti

Se sei perplesso quando si tratta di determinare l’intento di ricerca, dai un’occhiata ad alcuni risultati di ricerca effettivi.

Google ti mostra già ciò che ritiene rilevante per l’utente classificando determinate pagine. Se la maggior parte delle pagine sembra essere, ad esempio, guide pratiche, è abbastanza lecito presumere che gli utenti si aspettino di vedere tali contenuti quando utilizzano termini di ricerca che richiedono indicazioni.

Continua a scavare leggendo le pagine più importanti per capire l ‘”angolazione” generale di ogni pezzo.

  • Quale valore viene trasmesso?
  • Qual è il contenuto che cerca di aiutare i lettori a realizzare?
  • Potete fornire più valore dei vostri concorrenti?

Di solito scoprirai che le pagine di primo livello utilizzano la parola chiave di destinazione in modo naturale in tutto il loro contenuto, nonché nei tag e nei link alt, ma usano anche termini correlati in modo naturale, come nei sottotitoli. In definitiva, questo aiuta Google a comprendere la pertinenza del contenuto per le esigenze degli utenti.

“Le aziende che si concentrano esclusivamente sulla concorrenza moriranno. Quelli che si concentrano sulla creazione di valore prospereranno “. – Edward de Bono

Scrivi dall’esperienza (o assumi un professionista)

Un problema che alcuni proprietari di siti Web possono affrontare è cercare di classificare con contenuti creati con una conoscenza limitata dell’argomento. L’algoritmo di Google sta migliorando nel determinare cosa è sostanza e cosa è fluff, quindi i creatori di contenuti sono costretti a migliorare i loro giochi – e giustamente.

I creatori di contenuti che scrivono per esperienza avranno maggiori probabilità di includere frasi chiave naturali e contestuali in tutto il loro contenuto.

Ad esempio, un imprenditore può tentare di scrivere un articolo sulle “strategie di marketing B2B”, ma se non ha familiarità con l’argomento, è improbabile che conosca e utilizzi termini come “marketing in entrata”, “analisi della concorrenza digitale” o “CRM”. Questi termini potrebbero essere metodi efficaci per personalizzare il contenuto in base all’intento di ricerca, quindi farne a meno probabilmente ostacolerà le prestazioni di ricerca.

Se non sai abbastanza su un argomento per rendergli giustizia, assumi uno scrittore che possa aiutarti. Altrimenti, rischi di non includere importanti spunti contestuali che potrebbero fare la differenza quando si tratta di classifiche.

Scopri di più sull’importanza di combinare una ricerca approfondita con una copia naturale che fa appello all’intento dell’utente in questa guida definitiva al copywriting SEO.

Utilizza gli strumenti di ottimizzazione dei contenuti

Alcuni strumenti di ottimizzazione dei contenuti possono fare il duro lavoro per te quando si tratta di elaborare una struttura adatta sia agli utenti che ai motori di ricerca.

Ad esempio, SEMrush offre un modello di contenuto SEO che analizza i contenuti di alto livello per semplificare la formattazione dei titoli, l’utilizzo di parole chiave naturali in tutto il contenuto e l’inclusione di termini correlati aggiuntivi.

Fornisce una serie di consigli su come formattare i tuoi contenuti in base alle prestazioni della concorrenza e alle esigenze del pubblico, quindi dovrebbe essere più facile vedere dove le tue parole chiave possono adattarsi naturalmente per aiutare con il flusso generale.

Rivedi, modifica e ottimizza

Una combinazione di ricerca sul pubblico e strumenti di ottimizzazione dei contenuti basati sui dati dovrebbe aiutarti a creare una solida struttura per i contenuti scritti da un esperto e allo scopo di fornire il miglior valore per i lettori.

Dovresti sempre rivedere i tuoi contenuti almeno una volta all’anno come parte di un controllo dei contenuti nel caso in cui si presentino opportunità di ottimizzazione aggiuntiva, o parte del contenuto diventi obsoleto o disallineato con il modo in cui gli utenti stanno cercando i tuoi contenuti.

Per iniziare con nuovi contenuti, usa Modello di contenuto SEO di SEMrush per apportare i tipi di modifiche sulla pagina che garantiranno la piena ottimizzazione.

Finché scrivi sempre con in mente l’intento dell’utente e i comportamenti di ricerca, creerai naturalmente contenuti che includono termini contestuali riconosciuti e premiati dai motori di ricerca.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *