Come scegliere il canale PPC giusto

Come scegliere il canale PPC giusto

Trascrizione modificata

Per il video Weekly Wisdom di questa settimana, spiegherò come scegliere il canale PPC giusto per raggiungere gli utenti di Internet che hanno il giusto stato d’animo per ciò che stai vendendo. Un errore comune che le persone commettono quando distinguono tra le diverse forme di pubblicità pay per click è quello di distinguere per piattaforma. Un altro errore comune è presumere che una piattaforma sia migliore di un’altra. Mi viene spesso chiesto, cosa è meglio per aumentare le vendite, gli annunci di Google o Facebook? E davvero, la risposta è che dipende. Dipende da cosa è e dallo stato d’animo delle persone che lo vogliono acquistare.

Prima di iniziare, lascia che mi presenti. Mi chiamo Joel Bondorowsky, sono il professore dell’accademia PPC di SEMrush e anche fondatore di PPC Designs, un’agenzia pubblicitaria boutique specializzata in campagne pubblicitarie su carta basate su grandi prestazioni di mercato di massa.

Le quattro fasi dell’imbuto decisionale

Vorrei quindi iniziare spiegando cosa intendo per stato d’animo dei tuoi utenti. Ci sono diversi passaggi che una persona prende in mente prima di effettuare un acquisto. Questi passaggi possono essere illustrati dall’imbuto decisionale. La maggior parte di noi ha familiarità con il concetto di canalizzazione di vendita, un esempio di canalizzazione di vendita potrebbe essere quella in cui gli utenti accedono a una pagina di destinazione, visualizzano un carrello della spesa, procedono al checkout e infine effettuano un acquisto. Le canalizzazioni hanno la forma di un cono perché man mano che gli utenti procedono verso il basso, il loro numero diminuisce, proprio come il volume in una canalizzazione diminuisce verso il basso. Le canalizzazioni di vendita illustrano i passaggi che è necessario eseguire per completare un acquisto. L’imbuto decisionale, d’altra parte, illustra i passaggi e la propria mente che si devono prendere prima di decidere di voler agire e acquistare qualcosa. La canalizzazione decisionale è composta da quattro passaggi. Questi sono consapevolezza, interesse, desiderio e azione.

Ciascuno di questi passaggi rappresenta un diverso stato d’animo in cui si trova un utente. I clic che indirizzi al tuo sito web sono fatti da persone. Queste persone devono prima essere consapevoli del tuo prodotto prima che possano interessarsene. Devono anche desiderarlo prima di poter agire e acquistare. L’imbuto decisionale ha anche la forma di un cono perché ci sono molti pochi utenti in fondo pronti ad agire rispetto a quelli in alto che non sono ancora consapevoli di ciò che offri.

Quindi ora fammi entrare nel punto in cui i diversi canali PPC si adattano a tutto questo; Inizierò con la pubblicità associata alla ricerca. Ora, quando dico ricerca, non sto parlando solo di ricerca su Google. Sto parlando di qualsiasi tipo di pubblicità di ricerca in cui è possibile visualizzare un annuncio in risposta a una query di ricerca effettuata da una persona; questa query di ricerca esprime molto bene lo stato d’animo in cui si trova l’utente.

Una persona che cerca informazioni su un problema che sta riscontrando è in cima all’imbuto decisionale; non sono ancora consapevoli che esiste una soluzione. Se una persona sta cercando una soluzione, è già stata informata ma non desidera ancora il prodotto che stai vendendo. Se una persona sta cercando un particolare prodotto o servizio, esprime il desiderio ma non in un modo che dimostri che è pronta ad agire e ad acquistare. Infine, se un utente cerca un prodotto in base al nome del marchio o con la parola migliore o più economica vicino, esprime l’intenzione di acquistare.

Quando funziona la pubblicità associata alla ricerca

Ora, la pubblicità associata alla ricerca funziona quando puoi mostrare l’annuncio più pertinente per ciò che l’utente sta cercando. Se stai facendo offerte per parole chiave che si trovano nella parte superiore della canalizzazione decisionale, sarà molto difficile per te produrre annunci sufficientemente pertinenti da avere un punteggio di qualità sufficientemente alto per essere eseguiti in modo efficace.

Ad esempio, supponiamo che tu stia vendendo pacchetti vacanza ai Caraibi e stia facendo un’offerta per una parola chiave come “modi per rilassarsi”. È improbabile che una persona alla ricerca di modi per rilassarsi voglia partecipare al tuo annuncio. È a causa di questa mancanza di rilevanza che avrai problemi a essere servito.

La pubblicità associata alla ricerca funziona meglio quando ti rivolgi agli utenti che si trovano nella parte inferiore della canalizzazione decisionale. Queste sono persone che cercano parole come viaggio ai Caraibi o anche pacchetti vacanza ai Caraibi; questo traffico può essere il più costoso, ma è anche il più utilizzabile. Queste persone ti stanno cercando; cercano quello che vendi, cercano il tuo prodotto. Tuttavia, sono anche molto meno di queste persone, motivo per cui condurre campagne di successo a persone che stanno attivamente cercando i tuoi prodotti è un ottimo modo per aumentare la tua quota di mercato, ma sarai limitato solo a quelle persone che sanno di cercare esso.

D’altra parte, mostrare annunci a persone che non sono ancora consapevoli o interessate a un particolare prodotto non solo aumenta la tua quota di mercato, ma può potenzialmente aumentare le dimensioni del tuo mercato; questo è enorme. Le piattaforme pubblicitarie che dispongono di strumenti per raggiungere il giusto tipo di persona sono in grado di farlo. La Rete Display di Google, Facebook Ads, Tubular e Outbrain per citarne alcuni, ti danno la possibilità di raggiungere il pubblico in base a chi sono, non a ciò che vogliono.

Il ruolo di questi annunci non è vendere; invece, ha più per invogliare una persona a fare clic. Spetta quindi alla pagina di destinazione ed è la copia di vendita per convincerli a comprare. Questi utenti si trovano in cima alla canalizzazione decisionale e sono molto, molto più abbondanti e il loro traffico è più economico. I loro tassi di conversione saranno sempre inferiori rispetto a quando qualcuno sta cercando un prodotto esatto, motivo per cui spetta a te produrre copie di vendita che li porti dalla fase di consapevolezza e li porti fino alla fase di azione e acquisto .

Poiché la Rete Display di Google ti consente anche di indirizzare gli annunci alle persone non solo in base a ciò che sono, ma anche ai contenuti che stanno consumando, può anche essere uno strumento per raggiungere le persone che si trovano più in basso nella canalizzazione del processo decisionale. Ad esempio, le persone che leggono un articolo sulle cose da fare durante una vacanza ai Caraibi hanno lo stato d’animo di fare una vacanza ai Caraibi. Pertanto, se un sito web correlato si trova sulla Rete Display di Google, l’inserimento di un annuncio sarebbe un modo per raggiungere le persone che sono più utilizzabili. La pubblicità con Google Shopping o annunci PLA così come Amazon, o praticamente qualsiasi altro mercato che ti consente di mostrare annunci dopo una ricerca è un buon modo per raggiungere gli utenti in fondo alla canalizzazione decisionale.

Conclusione

Queste persone esprimono intenti come la ricerca, tranne per il fatto che il loro intento si basa esclusivamente sul prodotto. In caso contrario, il prodotto non verrà visualizzato. Quindi, se stai vendendo un prodotto reale, eseguire PPC sui mercati potrebbe essere giusto per te. Quindi spero che tu abbia trovato utile questa informazione. È molto, molto importante scegliere il canale PPC che esegui in base all’intento dei tuoi utenti e al prodotto che vendi. Se qualcuno ha domande o commenti, non esitare a chiedere di seguito; Risponderò. Grazie mille per la visione e non vedo l’ora di farlo di nuovo.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di S.E.O.

Write a Comment