Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come usare i sette peccati capitali del marketing

Come usare i sette peccati capitali del marketing

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Orgoglio, invidia, ira, gola, lussuria, pigrizia e avidità. Intenso, vero?

Quando pensiamo ai sette peccati capitali, generalmente pensiamo di cercare di evitarli. Ma cosa succederebbe se potessi usarli a tuo vantaggio, trasformando strategicamente e meticolosamente le visualizzazioni del tuo annuncio in clic, lead e clienti?

L’uso di questi sette peccati capitali nel marketing riguarda la psicologia. Come esseri umani, possediamo un innato desiderio di assecondare questi sette cosiddetti appetiti “mortali”, ma se questi appetiti vengono assecondati regolarmente, possono diventare un comportamento che crea dipendenza.

Ai fini del marketing, questo diventa estremamente prezioso.

Pronto a conoscere questa strategia? Leggi ogni peccato individualmente e unisciti a me nel mio webinar il 3 agosto alle 14:00 ET.

Orgoglio

Tutti vogliono provare un senso di realizzazione. Per sentirsi speciali. Per mettersi al di sopra della folla e sorridere sapendo che hanno più motivi per irradiare orgoglio rispetto ai loro simili.

Quando si tratta del mondo delle persone all’interno del tuo computer, sfruttare il potere dell’orgoglio può trasformare efficacemente i clienti curiosi in clienti che acquistano e ritornano. Diamo uno sguardo ad alcuni esempi.

Orgoglio: dribblare e Behance

Dribble e Behance attirano gli spettatori chiedendo loro di “mostrare e raccontare” le loro abilità con altri utenti. I risultati? Una scintilla nel loro subconscio che li fa desiderare di essere in cima a quella lista. Per essere il migliore, per far parte del tuo mondo.

Orgoglio: SEMrush

Qui a SEMrush sfruttiamo l’appetito per l’orgoglio, un meccanismo per migliorare e ottenere risultati, per coinvolgere i nostri fan con il nostro marchio e farli tornare per di più.

https://www.youtube.com/watch?v=HMam6sMTly4

Dopo essere diventato un SEMrush Champion puoi completare le sfide per migliorare nel regno del marketing digitale e iniziare a guadagnare punti che non vengono utilizzati solo per riscattare i premi, ma scalare la classifica e ottenere riconoscimenti per il tuo duro lavoro.

Invidia

Questo è un po ‘simile all’orgoglio, ma va un po’ più in profondità. Il fatto è che tutti vogliamo ciò che non possiamo avere o ciò che pensiamo di non poter avere. In sostanza, se vediamo che altre persone si stanno godendo la gloria di qualcosa, lo vogliamo anche noi e faremo tutto il necessario per ottenerlo. È la natura umana e un modo sicuro per conquistare i clienti.

Invidia: Pokemon Go

Quando i giocatori hanno messo le mani su Pokemon Go, un gioco di realtà aumentata a tema per il mondo reale, si è diffuso a macchia d’olio, superando Twitter con oltre 65 milioni di utenti nella prima settimana. È diventata rapidamente non solo una delle applicazioni mobili più virali di tutti i tempi, ma probabilmente anche la più avvincente.

Quando si tratta di sfruttare l’appetito per l’orgoglio, si dice che Pokemon Go rilascerà presto una classifica, consentendo ai suoi migliori allenatori di Pokemon (combattenti) di mostrare i loro Pokemon catturati per occhi invidiosi.

Mentre altri allenatori di Pokemon iniziano a lottare per conquistare e rubare Pokeman, molti imprenditori stanno creando “esche” per portare le persone nel loro territorio e lo sviluppatore di giochi di petizioni Niantic per stabilire “PokeStop” e “Palestre” nelle vicinanze come driver magnetici per attirare folle intorno ai loro luoghi di affari.

Ira

Nel mondo reale, l’ira si riferisce a sentimenti travolgenti di odio, rabbia o rabbia. Sul Web, si riferisce alla creazione di un ronzio o di un pettegolezzo su un determinato servizio o offerta di prodotti. Tutti amano spettegolare: è così che funziona il cervello umano e può fare miracoli per i tuoi affari. Ecco alcuni esempi.

Esempio di ira: eBay

Questo è un ottimo esempio di ira al lavoro. Il sito offre agli utenti la possibilità di dare e leggere recensioni su tutti i prodotti. Il risultato? Gran parte di loro vorrà provare il prodotto per farsi una propria opinione e anche per dare un pezzo della propria mente. Che sia positivo o negativo, è l’esposizione, e questo conta.

Golosità

E no, non stiamo parlando del tipo da mangiare. Il cibo non è l’unica cosa in cui si può indulgere eccessivamente per essere etichettati come golosi e Internet non fa eccezione.

C’è una ragione per cui il detto “i miei occhi erano più grandi del mio stomaco” è diventato. Gli esseri umani vogliono consumare più di quanto la loro capacità gli consente, motivo per cui molti ristoranti e fornitori di servizi offrono alcune offerte “illimitate” nel loro piatto. Controlla:

Golosità: Halo Top

Halo Top ha ribaltato la spinta reale, prendendo di mira la stessa emozione, ma dall’altra parte. Usando il temperamento, l’opposto della gola, ti hanno reso più facile indulgere semplicemente lasciandoti il ​​gancio per “peccare”.

“Finalmente un gelato sano” che non richiede che tu “salva una ciotola perché vorrai mangiare l’intera pinta;“Superando abilmente l’obiezione di coloro che altrimenti avrebbero potuto resistere all’impulso negativo.

Golosità: Wix

Aggiornando il tuo sito a “ premium ” con Wix, ottieni molto di più a un costo minimo. Evidenziano anche il piano più “delizioso” per la tua comodità, mostrando quanto otterrai per una piccola somma di denaro.

Lussuria

Abbiamo tutti sentito dire che il sesso vende, utilizzato dall’industria pubblicitaria sin dagli anni ’80 per solleticare i nostri appetiti sessuali e attirare l’attenzione verso i creativi. E mentre le immagini sessuali sono lo stimolo più potente per attirare l’attenzione, la sua più grande forza è anche considerata la sua più grande debolezza. L’associazione sessuale può rapidamente avere la precedenza e distrarre lo spettatore dalla valutazione della creatività.

Quindi, come fanno le aziende a sfruttare l’associazione sessuale senza compromettere la capacità dello spettatore di valutarla?

Esempio di lussuria: BMW

Decidendo di utilizzare immagini sessuali a un basso livello di esplicitezza, stanno creando una valutazione della copia più elevata.

Maggiore è l’esplicibilità, minore è la valutazione dell’annuncio. È una linea sottile, quindi niente imbrogli!

A differenza dei tempi antichi in cui il desiderio sessuale era definito semplicemente dal nostro puro bisogno biologico di riprodursi e creare prole, il mondo moderno è molto diverso.

Oggi siamo in gran parte separati dalla riproduzione e il sesso è tipicamente focalizzato sul piacere.

La nostra definizione di ciò che è attraente ha più profondità ed è definita ogni giorno dalle immagini e dalle informazioni a cui siamo ripetutamente esposti, ancora e ancora.

Ecco un uso intelligente della lussuria nel testo pubblicitario Volkswagen:

Ma la lussuria non si riferisce solo ai desideri sessuali. Anche gli umani bramano le cose e su Internet bramano le cose luccicanti: per lo più, cose brillanti che sono completamente fuori dal loro budget.

Esempio di lussuria: Apple

Per innescare questa emozione, gli inserzionisti utilizzano una varietà di tecniche per mettere quella lussuria sugli steroidi e aumentare ulteriormente il desiderio. Ad esempio, testo grande, immagini grandi, sequenze grandi e grandi effetti. Ma ecco un’immagine reale, per ogni evenienza.

Tutti vogliono un pezzo di lusso; il diritto di esagerare. Dopotutto, ce lo meritiamo. Quindi guarda le dimensioni di quella foto. Guarda l’angolo. Guarda come sembra elegante e seducente. Missione compiuta. Questa immagine trasuda lussuria, accendendo una fiamma in ogni spettatore per rendere il prodotto proprio.

Bradipo

Il mondo della pubblicità si rivolge maggiormente alla pigrizia umana, soprattutto quando si tratta di tecnologia. Vogliamo che le cose siano più facili, veloci e semplici da realizzare. Vogliamo ottenere il massimo da un prodotto o servizio mentre dobbiamo fare il minor lavoro possibile per ottenerlo. Quali siti web riescono a farlo? Quelli che affermano di fare tutto il lavoro per te, quindi non devi farlo tu.

Bradipo: Tummy Tuck

Secondo Tummy Tuck, non c’è bisogno di andare in palestra e stare in piedi su un tapis roulant per ore. Puoi perdere la stessa quantità di peso semplicemente sedendoti davanti alla TV mentre indossi questa cintura. Il successo pubblicitario al suo massimo.

Avidità

Allo stesso modo, all’orgoglio e all’invidia, tutti vogliamo più di quanto abbiamo bisogno. Vogliamo ricchezza, potere, status, senza dover lavorare per questo. Quando gli inserzionisti ti mostrano quanto status e fama puoi ottenere con loro, il loro successo come azienda è praticamente nel sacco.

Avidità: Katy Perry su Twitter

Molte persone sognano di avere 90,3 milioni di follower come Katy Perry. Vedono quanta fama ha e quante persone seguono non solo il suo profilo, ma ogni sua mossa. Twitter mostra ai suoi utenti che anche loro possono raggiungere uno status così glorioso ottenendo così tanti clienti.

È molto, molto intelligente e gli inserzionisti utilizzano la stessa metodologia anche su piattaforme come Facebook e YouTube.

Avidità: Club di Sam

Ogni volta che aziende come Sam’s Club ti danno lo sconto sulla dimensione del volume, solleticano l’idea dell’avidità perché funziona. Sanno che anche se probabilmente non hai bisogno della bottiglia di ketchup di dimensioni industriali in una sola volta, la comprerai comunque.

SEMrush solletica anche il tuo desiderio di sbizzarrirti permettendoti di risparmiare con i piani annuali.

Potrebbe essere molto da capire, ma in realtà è solo l’inizio. I sette peccati capitali possono portare i tuoi affari dal piano terra verso l’alto in un batter d’occhio.

Se vuoi saperne di più e sfruttare le strategie pubblicitarie che stanno prendendo d’assalto il mondo, registrati oggi al mio webinar.

Come bonus, spiegherò come puoi usare le Sette Virtù Celesti per dare alle persone che resistono all’impulso negativo di “peccare” una via d’uscita.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *