Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come utilizzare Excel per creare una strategia per le parole chiave

Come utilizzare Excel per creare una strategia per le parole chiave

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Tutti sanno che le parole chiave sono una parte importante della SEO, ma credo che la maggior parte delle persone non apprezzi molto il lavoro che sta dietro alla creazione di una strategia basata sul rendimento delle parole chiave.

Forse è perché la maggior parte delle persone non capisce quali misure vengono prese per creare grandi campagne SEM con migliaia di parole chiave che devono essere selezionate strategicamente. Quando si tratta di grandi campagne pay per click in AdWords, utilizzare le giuste parole chiave significa tutto.

Poiché esistono ottimi strumenti come SEMrush e Google Analytics, possiamo ottenere ottimi dati sulle parole chiave dai nostri concorrenti o dai nostri siti Web che gestiamo facilmente. Ma la gestione di tali dati a volte può essere complicata (specialmente con i dati di e-commerce). In qualità di membro di una società di gestione di PPC, è importante essere efficiente e strategico nella selezione delle parole chiave per i nostri clienti.

Volevo condividere alcuni dei modi in cui utilizzo Excel per creare una strategia di parole chiave molto rapidamente utilizzando la semplice concatenazione in un modo non così semplice.

Introduzione alla concatenazione semplice

Concatenazione è un termine di programmazione per computer che significa “unire due stringhe di charter end-to-end”. In Excel, la concatenazione è una funzione utilizzata per unire stringhe di celle diverse. Per mostrarti un esempio, le celle della colonna A, B e C vengono unite insieme usando una semplice concatenazione.

Si noti che gli spazi sono stati inclusi anche nella formula di concatenazione, che deve essere eseguita se si desidera che ci siano spazi tra le stringhe di caratteri.

È degno di nota che è sufficiente compilare la formula nella cella D2, quindi fare clic e trascinare la formula fino all’ultima riga con i dati invece di inserire manualmente la formula per ogni cella nella colonna D. Excel cambierà automaticamente i numeri in ogni cella per te, quindi la formula viene regolata per ogni riga per mostrare i dati nell’ordine corretto come mostrato nella prima cella.

Utilizzo della concatenazione per creare elenchi di parole chiave in blocco per gruppi di annunci altamente mirati

Nel corso degli anni ho utilizzato Excel per semplificare l’impostazione di nuove campagne AdWords. Poiché molti dei nostri clienti sono proprietari di attività commerciali locali e basati sui servizi, ho deciso di creare uno strumento utilizzando una semplice concatenazione per generare parole chiave che conosco bene convertire in base alla mia ricerca con SEMrush, Google Analytics, Google AdWords e altri strumenti che si dimostrano utilizzabili dati relativi alle parole chiave.

Quando ho iniziato a lavorare con questo strumento, è iniziato come un semplice foglio di calcolo molto simile a quello sopra, in realtà. Ora la cartella di lavoro contiene diversi fogli che iniziano tutti a comunicare tra loro.

Nel tempo, lo strumento si evolve perché sto trovando nuovi modi per aggiungerlo. Lo strumento è una grande risorsa. Di recente abbiamo creato una campagna con un tasso di conversione che supera il 35% in modo coerente dal lancio. Abbiamo anche un punteggio di qualità medio superiore a 9/10 perché abbiamo creato tali gruppi di annunci con targeting laser che erano sia specifici per località che specifici per servizio (è possibile visualizzare un caso di studio della campagna Qui). Di seguito è riportata un’istantanea dello strumento che descriverò ulteriormente nei prossimi paragrafi.

Per spiegare da sinistra a destra (dall’alto verso il basso): quello che stai guardando è uno strumento che crea diverse idee per le parole chiave molto rapidamente compilando solo poche celle. Innanzitutto, specifichiamo i dettagli della posizione nella colonna B seguiti dal tipo di servizio, dalle variazioni del servizio e dalle variazioni di acquisto.

Variazioni del servizio sono fondamentalmente diversi tipi di servizi raggruppati in una categoria di servizio. Ad esempio, questo cliente è il proprietario di una società di disinfestazione. Uno dei suoi servizi è il controllo delle termiti. Una variazione di questo sarebbe “controllo ecologico delle termiti” o “controllo delle termiti 24 ore su 24”.

Con acquisto di variazioni, stiamo semplicemente applicando tag alle parole chiave che riteniamo implicherebbero che il ricercatore è pronto per effettuare un acquisto o che necessita di assistenza immediata e non sta solo facendo ricerche o acquisti in giro. Una variante di acquisto per un gruppo di annunci per il controllo delle termiti potrebbe essere “controllo locale delle termiti” o “controllo conveniente delle termiti”.

Usando la concatenazione puoi creare tonnellate di variazioni di parole chiave, ed è esattamente quello che ho fatto con la campagna PPC per questo cliente che ora sta andando alla grande. I gruppi di annunci sono costituiti da parole chiave estremamente pertinenti l’una all’altra e indirizzano i visitatori a pagine di destinazione ottimizzate per lo stesso elenco di parole chiave. Il contenuto è ben adattato alle parole chiave che ho generato con questo strumento, così come il testo dell’annuncio.

Tutti questi fattori hanno contribuito a far sì che le parole chiave avessero un punteggio di qualità molto elevato all’interno di AdWords e hanno consentito al cliente di ottenere la prima posizione in classifica spendendo meno. Diamo un’occhiata alla formula utilizzata per generare la parola chiave nella cella E30.

Ottimizzazione degli strumenti di Excel

Diamo un’occhiata ad alcune delle altre pagine che vengono riempite automaticamente utilizzando una semplice concatenazione quando si compilano le celle di posizione, le variazioni di servizio e le variazioni di acquisto. Tieni presente che il foglio ha già creato tutte le parole chiave nella colonna E e Y dal primo foglio nell’istantanea precedente, il che consente di risparmiare tempo utilizzando alcuni semplici comandi di concatenazione. La cosa fantastica della concatenazione è che puoi estrarre dati da altri fogli nella tua cartella di lavoro, che mostreremo nei prossimi screenshot.

Ho un foglio etichettato separato chiamato “Variazioni a coda lunga”. Ciò fornisce variazioni a coda lunga e l’estensione dell’URL consigliata per un’alta probabilità di classificarsi in modo organico o semplicemente per avere una struttura URL intelligente, come mostrato nello screenshot qui sotto. Crea anche una copia delle parole chiave con la prima lettera maiuscola utilizzando la funzione Corretto, che può essere utile se desideri utilizzare quelle parole chiave come intestazioni di paragrafo o titoli per le tue pagine di destinazione. Inoltre, ho aggiunto un’altra colonna che annuncia un modificatore di corrispondenza generica a ciascuna parola chiave.

L’intera cartella di lavoro ha fogli come questi per consentirmi di accedere rapidamente e facilmente a parole chiave strettamente tematiche per la creazione di gruppi di annunci e altro ancora. Recentemente, ho usato la concatenazione per impostare automaticamente le copie degli annunci, che ho aggiunto a questa cartella di lavoro!

Possibilità illimitate con i dati SEM in Excel

La maggior parte delle persone non ha idea che Excel sia in grado di fare cose piuttosto sorprendenti. Recentemente ho lavorato con il nostro programmatore per pianificare lo sviluppo della nostra soluzione di gestione dei progetti. Questo comunicherà con diversi strumenti come SEMrush tramite API direttamente in Excel. Semplici modifiche a livello di massa possono farti risparmiare tempo inestimabile e darti quel vantaggio come membro di qualsiasi azienda che si affida a Excel come strumento nell’area di lavoro.

Quando mi ritrovo a fare qualcosa che ho fatto prima, di solito penso tra me e me: “Posso usare Excel per automatizzarlo?” La risposta di solito è sì; ci vuole solo tempo per capire le giuste funzioni o formule per farlo.

L’unico risultato che ho dal conversare con i guru di Excel è che non puoi mai imparare abbastanza. Mi piace condividere le mie esperienze e i miei suggerimenti e spero che questo post sul blog ti incoraggi a provare a creare i tuoi strumenti in Excel! Alla prossima, non esitare a lasciare domande o commenti qui sotto!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *