Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come utilizzare Excel per la raccolta dati sugli URL di e-commerce

Come utilizzare Excel per la raccolta dati sugli URL di e-commerce

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Il seguente trucco di Excel viene utilizzato al meglio quando i dati si trovano all’interno dei tuoi URL. Ciò accade spesso quando si dispone di un sito Web di e-commerce che genera URL di conferma dinamici dopo aver effettuato un acquisto.

In un caso particolare, uno dei nostri clienti ci ha contattato sperando di trovare una società di gestione di PPC. Aveva una situazione unica: non poteva permettersi di prendere il suo negozio di e-commerce e migrarlo a un moderno CMS o addirittura riprogettarlo, ma voleva comunque avere la capacità di fornire dati di e-commerce da Google Analytics. Il problema era che l’installazione del monitoraggio dell’e-commerce in Google Analytics avrebbe richiesto centinaia di ore di tempo di programmazione e lui semplicemente non poteva permetterselo. Siamo stati in grado di utilizzare le nostre tecniche di marketing basato sui dati utilizzando la seguente formula.

Estrazione dei dati delle transazioni di e-commerce da URL di transazione generati dinamicamente

Nel trattare con molti SEO per e-commerce e campagne PPC, spesso devo estrarre i dati delle transazioni da URL generati dinamicamente. Uso una combinazione di MID e IF per estrarre dati come valori di transazione o altri valori di transazione che possono essere estratti da un elenco di URL di conferma come mostrato nell’esempio seguente. Puoi anche utilizzare questi dati per estrarre elementi come ID categoria, ID prodotto e qualsiasi altra cosa contenuta nell’URL generato dinamicamente apportando alcune modifiche alla funzione.

Il Formula MID viene utilizzato per rimuovere parole o dati indesiderati prima o dopo che i dati a cui sei interessato sono stati estratti dalla cella specificata. La formula per impostazione predefinita è simile a questa: = MID (Text, Start_num, Num_chars)

Ma nel nostro esempio il campo “testo” includeva un nidificato Funzione TROVA, il che significa che la formula dovrà avviare la funzione di ricerca secondo le sue specifiche. In questo caso particolare, è stata creata la funzione TROVA per cercare il parametro all’interno dell’URL che precede il valore del totale parziale della transazione. Le funzioni di ricerca per impostazione predefinita hanno questo aspetto:

= FIND (find_text, within_text, [start_num])

Quindi, tutto ciò che stiamo facendo è compilare i campi “find_text, “Che è di nuovo,”sub_total =. ” Quindi, specifica dove trovare il testo (A2), che ci dà esattamente ciò di cui abbiamo bisogno per far funzionare la funzione MID in armonia con la funzione TROVA.

Se guardi la formula nella prima schermata, il parametro di testo nella funzione FIND annidata è etichettato “sub_total =” perché questo è il termine utilizzato in ogni URL subito prima che venga visualizzato l’importo del totale parziale (come mostrato sopra).

Con questo insieme di istruzioni, la formula cerca in A2, quindi trova il valore “sub_total =”. Una volta trovato il testo “sub_total =”, la funzione viene quindi istruita a estrarre i dati in base a Start_Num, che è la posizione del carattere da cui si desidera iniziare a estrarre i dati. In altre parole, a partire dalla prima lettera in “sub_total =”, Excel deve sapere da quale carattere iniziare a estrarre i dati. Poiché “sub_total =” contiene nove caratteri, abbiamo indicato alla formula di iniziare dal decimo carattere e di includere i seguenti cinque caratteri. Da qui la formula “= MID (A2, FIND (” sub_total = “, A2) +10,5).”

Il risultato sono i cinque valori mostrati dopo “sub_total =”, che risulta essere $ 83,95. Una volta applicata la formula a una cella, puoi fare doppio clic sul quadratino nell’angolo in basso a destra di quella cella e applicherà la formula a ciascuna riga, estraendo il totale parziale univoco da ogni cella. Puoi anche copiare o spostare le formule in Excel per organizzare o riorganizzare rapidamente i tuoi dati copiando o tagliando la formula come descritto Qui.

Come organizzare i dati delle transazioni da URL dinamici con Excel

Questa particolare formula è utilizzata al meglio per i siti che non hanno il corretto monitoraggio dell’e-commerce abilitato con Google Analytics. A volte, i proprietari di siti di shopping non hanno i fondi per riprogettare il loro sito. Finiscono per bloccarsi con un sito di shopping arcaico che rende molto difficile installare il monitoraggio dell’e-commerce con Google Analytics. Questa è una soluzione che può essere utilizzata per estrarre dati e-commerce con una semplice formula Excel. Se possiedi un sito di shopping o sei un Società di gestione PPC che offre servizi di marketing, avere questo tipo di formule e sapere come usarle può farti risparmiare tempo e aiutarti a gestire meglio i tuoi dati.

Dopo aver acquisito familiarità con l’utilizzo di questo tipo di formula MID, consiglio di applicare dimensioni secondarie come “mezzo” o “campagna” per visualizzare un rapporto più completo che mostri quali mezzi o campagne generano entrate. Se applichi una dimensione secondaria di “pagina di destinazione” o “parola chiave” prima di esportare il rapporto sulla pagina che contiene gli URL delle transazioni, puoi anche ottenere informazioni dettagliate su quali parole chiave o pagine di destinazione hanno un rendimento migliore di altre. Di seguito ho creato un rapporto utilizzando la pagina di destinazione come dimensione secondaria, così possiamo vedere come sarebbe un rapporto con le pagine di destinazione aggiunte.

Conclusione

Tutto sommato, questo è un ottimo suggerimento di Excel che puoi aggiungere al tuo arsenale come un modo per renderti una macchina per l’ottimizzazione dei motori di ricerca più snella, cattiva ed efficiente. Quello che fai dopo con il suggerimento di Excel che ho appena condiviso dipende da te.

Probabilmente scoprirai che puoi usare questo tipo di formula per fare molte altre cose. Nello screenshot qui sopra, ho organizzato i dati usando una tabella; potresti anche trovare utile utilizzare le tabelle pivot. Ho scritto un post sul blog su come utilizzare le tabelle pivot per organizzare i tuoi dati analitici intitolato “Suggerimenti per la ricerca di parole chiave SEO per Excel”. Ti incoraggio a condividere le tue esperienze nell’uso di questa formula nella sezione commenti!

Biografia dell’autore:

Sergio Aicardi è il titolare di La Miami SEO Company e funziona con Nessun rischio SEO Team. Le sue responsabilità includono lo sviluppo delle relazioni commerciali e l’ottimizzazione dei processi interni per garantire che l’attività sia in costante crescita, migliorando costantemente la qualità dei servizi resi. È nel settore da oltre sei anni e la sua competenza principale consiste nell’analisi dei dati sul traffico per migliorare le prestazioni delle campagne. L’ultimo articolo di Sergio per SEMrush era “Suggerimenti e trucchi per Excel: ottimizza la tua analisi”.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Search Engine Optimization.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *