Come utilizzare i piccoli dati per far crescere la tua attività di e-commerce

Come utilizzare i piccoli dati per far crescere la tua attività di e-commerce

La parola “Big Data” è entrata in uso alla fine degli anni ’90 e all’inizio degli anni 2000. A quel tempo, aveva un significato specifico. I “Big Data” sono ormai così diluiti che per ogni persona e organizzazione significa qualcosa di leggermente diverso.

Negli ultimi anni, abbiamo sentito come i “big data” hanno contribuito a trasformare i grandi marchi di e-commerce.

Uno studio IDG dello scorso anno ha mostrato che il 78% dei marchi concorda che la raccolta e l’analisi dei dati hanno il potenziale per cambiare completamente il modo in cui fanno affari.

Small Data è il nuovo brusio che si sta scaldando nel mondo tecnologico.

Secondo Martin Lindstrom – “I Big Data riguardano esclusivamente la ricerca di correlazioni, ma Small Data consiste nel trovare la causa, il motivo per cui”.

In questo post, ti mostrerò come utilizzare Small Data per migliorare le prestazioni, la conversione e la redditività del tuo negozio di e-commerce.

# 1. Investire nella ricerca dei clienti e nei circuiti di feedback

La ricerca dei clienti ti aiuta ad avvicinarti al tuo cliente. Più ti avvicini a loro, meglio riuscirai a fare il bastone al tuo negozio e portare un sacco di soldi a casa tua!

UN). Invia un’e-mail ai tuoi clienti

Un modo semplice ea basso costo sarebbe inviare un’e-mail ai clienti e chiedere loro il loro feedback. Puoi generare un report dei tuoi ultimi ordini e inviare loro una semplice email con 1 domanda – Qual è una cosa che ti piace del nostro negozio?

Puoi inviare loro e-mail dal tuo provider di servizi di posta elettronica oppure, se disponi di sondaggi più lunghi, puoi utilizzare strumenti come i moduli Google e Typeform personalizzabile per ospitare qualsiasi tipo di domanda.

Qualunque sia lo strumento o l’approccio, personalizzalo e mantienilo semplice.

B). Email di abbandono del carrello

L’abbandono medio del carrello per un negozio di e-commerce è di circa il 63%. Ciò implica che il 63% delle persone raggiunge la pagina del carrello ma non procede oltre. L’abbandono del carrello è una grande perdita di entrate per i negozi di e-commerce.

Ci sono molti modi per ridurre i tassi di abbandono del carrello. Tuttavia, l’obiettivo qui è scoprire il motivo esatto dell’abbandono del carrello e tappare strategicamente quel buco nel tuo negozio di e-commerce.

È necessario disporre di uno strumento di abbandono del carrello o di un’estensione installata in grado di generare un report degli ultimi clienti abbandonati. Puoi creare un elenco di clienti e inviare loro una semplice email del tipo “Cosa ti ha fatto smettere di completare la transazione? C’è qualcosa a cui puoi indirizzarci che necessita di miglioramenti?”

Più i tuoi contenuti sono personali e orientati alla ricerca, migliori saranno le risposte che puoi aspettarti.

C). Trovare approfondimenti nei dati

Le metriche sono facili; La comprensione è difficile. È importante capire quanto può essere potente utilizzare i dati per dimostrare le proprie ipotesi.

Dopo aver ricevuto le risposte dai tuoi clienti, prova a scoprire quali problemi hanno riscontrato all’interno del tuo negozio di e-commerce prima che partissero o acquistassero dal tuo negozio.

L’obiettivo principale dell’attività è trovare approfondimenti su:

  • Cosa ha impedito loro di acquistare?
  • Ci sono stati problemi tecnici sul sito web?
  • C’era qualcosa di sbagliato nell’immagine o nella descrizione del prodotto?

Una volta individuati i punti dati che portano a un bucket che perde, puoi procedere e apportare piccole modifiche al tuo negozio di e-commerce che produrrebbe risultati drastici.

# 2 Implementa sondaggi di feedback

I sondaggi di feedback sono uno spioncino nella mente dei tuoi clienti. Quando porti il ​​loro feedback nel tuo negozio, scoprirai cosa pensano del tuo negozio e come puoi sviluppare, progettare e pianificare tenendo conto di loro.

UN). Sondaggi dei visitatori

I sondaggi dei visitatori possono aiutarti a ottenere preziosi dati utente per il tuo sito web e le informazioni possono aiutarti ad apportare modifiche che faranno la vera differenza per il tuo negozio. Dovresti eseguire da 10 a 15 sondaggi sul tuo negozio di e-commerce su pagine diverse con domande approfondite che coinvolgerebbero gli utenti e aiutarti a raccogliere dati.

Per questi brevi sondaggi, puoi utilizzare strumenti come Qualaroo per porre una semplice domanda o condurre un breve sondaggio, con l’obiettivo di generare risposte dai clienti che sono attualmente attivi nel tuo negozio di e-commerce.

B). Sondaggi della pagina dei risultati di ricerca

Puoi inserire i sondaggi dei visitatori nella pagina dei risultati di ricerca. Puoi chiedere loro: “Sei riuscito a trovare quello che stavi cercando?” – “Sì” o “No” e chiedi il loro feedback.

Questi dati potrebbero darti un’idea di come funziona il tuo motore di ricerca e se stai utilizzando strumenti di registrazione dei visitatori come Hotjar, otterrai esattamente ciò che il tuo cliente ha cercato. Questo esercizio potrebbe aiutarti a migliorare i tuoi sforzi SEO.

C). Sondaggi sulla pagina del prodotto

Puoi implementare i sondaggi dei clienti sulla pagina del tuo prodotto e chiedere loro: “La descrizione del prodotto ti fornisce le informazioni giuste di cui hai bisogno su questo prodotto?”

Le loro risposte ti daranno le informazioni necessarie per influenzare le vendite e costringere i tuoi clienti a spostare il prodotto nel loro carrello.

Con questa intuizione, sarai in grado di modificare le pagine dei tuoi prodotti, le pagine di destinazione copiarle e riscriverle con le parole dei tuoi clienti e corrispondere a ciò che stanno cercando esattamente nella tua pagina.

D). Incentivi / premi per feedback

Gli incentivi aumentano il numero di risposte che riceverai per il sondaggio sul feedback dei clienti. Un sondaggio di Smokeci afferma che c’è un aumento dell’8% nel numero di risposte ricevute quando i clienti sono incentivati ​​per il feedback.

Puoi incentivare i clienti offrendo loro buoni sconto per la partecipazione a questi sondaggi.

Gli incentivi funzionano in due modi:

  1. Ti danno le informazioni di cui hai bisogno.
  2. I clienti si sentono ricompensati per gli sforzi che hanno fatto per compilare il sondaggio, inoltre li riporta al tuo negozio la prossima volta per una vendita.

# 3 Analizza l’attività dei visitatori del negozio

Gli strumenti di registrazione dei visitatori e di riproduzione della sessione consentono alle aziende di registrare, salvare e riprodurre le interazioni che i visitatori hanno nel loro negozio di e-commerce.

Strumenti come Hotjar e Kissmetrics ti aiutano a implementare mappe di calore, mappe a scorrimento, sondaggi dei visitatori, sondaggi a scorrimento, sondaggi e rapporti sui visitatori che coprono l’intero comportamento e la ricerca degli utenti.

Puoi guardare un batch di 50 registrazioni e raggrupparle nei gruppi seguenti:

# 1Persone che hanno acquistato dal tuo negozio.

# 2Persone che non hanno acquistato dal tuo negozio.

# 3Persone che hanno lasciato pagine specifiche come una pagina del prodotto, una pagina del carrello, una pagina di pagamento, ecc.

L’analisi di Hotjar ti darebbe un’idea di come i tuoi visitatori utilizzano il tuo sito web.

Questo ti aiuterebbe a identificare le aree del tuo sito web in cui i clienti stanno abbandonando e come risolverli.

Conclusione:

Con questi piccoli set di dati, potresti raccogliere informazioni e approfondimenti molto più approfonditi per migliorare il tuo negozio di e-commerce. La differenza tra big data e small data è che stiamo cercando di allontanarci dai numeri e spostarci verso le parole perché le parole ci aiutano a scavare più a fondo e ad apprendere meglio.

Quindi, la prossima volta che trovi qualcosa di sbagliato nella tua analisi di Google, una pagina con un rendimento scarso o frequenze di rimbalzo di pagine specifiche che sono alte, scava più a fondo e chiedi alle persone cosa c’è che non va in quella pagina e come pensano che dovresti risolverlo.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di SEO.

Write a Comment