Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come utilizzare il nuovo editor di rapporti di Google AdWords

Come utilizzare il nuovo editor di rapporti di Google AdWords

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

In precedenza per analizzare i dati di Google AdWords dovevi scaricare le tabelle e manipolare i dati in Excel, tuttavia il nuovo editor di rapporti AdWords inizierà la modifica alla manipolazione dei dati all’interno di AdWords stesso.

La nuova scheda rapporti ha iniziato ufficialmente a essere distribuita agli account Google AdWords ad agosto. Gli strumenti inclusi rendono più semplice per gli specialisti PPC analizzare e visualizzare i dati per rivelare intuizioni e opportunità, senza la necessità di scaricarli.

La scheda dei rapporti verrà visualizzata tra le schede delle opportunità e degli strumenti quando è disponibile nel tuo account. La prima volta che apri la scheda Rapporti AdWords, ti guiderà attraverso una procedura dettagliata di base su come creare una tabella e un grafico utilizzando l’interfaccia di trascinamento della selezione. C’è anche un file Pagina del Centro assistenza AdWords sulla scheda rapporti.

  1. Dopo aver fatto clic sulla scheda dei rapporti, verrai indirizzato a una pagina con i rapporti salvati.
  2. Fare clic sul menu a discesa Aggiungi report e fare clic per creare una tabella.
  3. Verrai indirizzato a una pagina con uno spazio grigio a destra e una barra laterale a sinistra.
  4. Le metriche e le dimensioni, nonché le schede dei filtri, sono disponibili nella barra laterale. Puoi perfezionare i tuoi dati nella scheda filtro per analizzarli in modo più specifico, ad esempio puoi filtrare per stato dell’annuncio, in alto rispetto a lato e giorno della settimana. Il filtro può essere specificato facendo clic sulla casella di spunta e quindi premendo applica. Se hai filtrato i tuoi dati verso il basso, ci sarà un promemoria giallo in alto una volta tornato alla scheda Dimensioni e metriche sulla barra laterale.
  5. Per mostrare i dati nella tabella, puoi trascinare gli elementi nella barra laterale delle dimensioni e delle metriche. Se commetti un errore, puoi premere i pulsanti Annulla e Ripeti in alto. È inoltre possibile specificare il periodo di tempo disponibile.
  6. Le dimensioni e le metriche attualmente visualizzate nella tabella verranno visualizzate sullo scaffale sopra la tabella. Le dimensioni e le metriche possono essere spostate sullo scaffale per semplificare il confronto dei dati.
  7. È quindi possibile salvare la tabella nella scheda dei rapporti o scaricare i dati come CSV, CSV Excel, TSV, XML, CSV.gz e XML. gz.
  8. Se preferisci visualizzare il rapporto come grafico a linee, grafico a barre o grafico a torta anziché come tabella, puoi facilmente modificarlo utilizzando il menu a discesa nel menu sopra lo scaffale. I grafici possono essere scaricati come PDF o PNG.
  9. È possibile programmare un rapporto a premendo l’icona di pianificazione, specificando il formato, l’indirizzo email a cui inviare il rapporto, la frequenza di invio del rapporto e infine premendo il pulsante Applica.

WordStream ha descritto l’editor dei rapporti come “intuitivo” e “visivamente accattivante”. Il sistema di trascinamento della selezione per creare i rapporti è facile da usare e puoi trovare approfondimenti utilizzabili utilizzando i rapporti.

I rapporti visualizzano i dati in modi semplici in modo che gli specialisti PPC possano ottenere informazioni utili che potrebbero non essere scoperte nelle tabelle AdWords. La scheda dei rapporti sarà molto utile per le persone che preferiscono i dati visivi piuttosto che i numeri.

I dati nella scheda dei rapporti possono essere visualizzati come un grafico a barre, un grafico a linee, un grafico a torta o semplicemente una tabella. Utilizzando il grafico a barre e il grafico a linee, puoi confrontare due metriche e una dimensione. I grafici a torta possono mostrare solo una metrica e una dimensione. La tabella sembra contenere tutte le metriche e le dimensioni desiderate.

Gli utenti AdWords più avanzati potrebbero trovare frustrante la mancanza di funzionalità di report avanzate. L’attuale editor di rapporti AdWords è troppo semplice per visualizzare più di un rapporto contemporaneamente e i rapporti non possono essere personalizzati. I rapporti non possono essere personalizzati con titoli o titoli degli assi per spiegare cosa mostrano i dati. Sfortunatamente, con report più complicati le tabelle e i grafici del report sono difficili da capire, quindi se è necessario creare un grafico o una tabella più complicato si consiglia di scaricare i dati e creare la tabella o il grafico in Excel.

Hai utilizzato il nuovo editor di rapporti AdWords? Quali pro e contro hai notato dello strumento? Fateci sapere nei commenti.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di SEO.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *