Come utilizzare il sensore SEMrush per ottenere informazioni sulla volatilità SERP

Come utilizzare il sensore SEMrush per ottenere informazioni sulla volatilità SERP

Cambiamenti significativi nelle tue posizioni nella SERP di Google possono essere causati dagli aggiornamenti dell’algoritmo che, secondo John Mueller, può accadere su base giornaliera. Un altro punto è che in aree come lo sport o le notizie la SERP è naturalmente volatile. Quindi cosa preferiresti: lottare per proteggerti dal flusso o cercare di sfruttarlo?

Per ottenere il massimo dal tuo SEO avrai bisogno di uno strumento che ti dia alcune informazioni su ciò che sta accadendo alle SERP target in un dato momento.

Il sensore di SEMrush tiene traccia di tutti i cambiamenti che si verificano nelle SERP su base giornaliera e ti fornisce i dati che ti aiuteranno a implementare l’approccio monitor-analizza-act.

Come monitorare gli aggiornamenti dell’algoritmo di Google e altre modifiche alla SERP

SEMrush Sensor mostra le fluttuazioni del ranking su desktop o dispositivi mobili per una qualsiasi delle 25 categorie (settori) in 9 paesi negli ultimi 30 giorni.

I valori, calcolati utilizzando una formula proprietaria, sono scalati 0-10, dove 0-2 indica basso, 2-5 = medio, 5-8 = alto e 8-10 = probabilità molto alta che le tue classifiche cambieranno.

I punteggi alti e molto alti di solito indicano un aggiornamento dell’algoritmo di ricerca in corso o una grande serie di sanzioni applicate. Per dati più precisi, puoi fare riferimento al tuo punteggio personale, che ti mostrerà la volatilità calcolata per le parole chiave e i paesi che hai scelto per un progetto di rilevamento della posizione.

Per rimanere al passo con i picchi di volatilità, iscriviti per ricevere notifiche. Puoi anche incorporare il widget Sensore direttamente nel tuo sito web e iniziare ogni mattina con le previsioni del tempo SERP.

Suggerimento utile: se vedi un cambiamento inaspettato nelle tue classifiche e nessuna deviazione dalla volatilità, ti consigliamo di controllare il tuo sito web per problemi tecnici e il tuo profilo di backlink per la tossicità.

Come analizzare l’impatto delle fluttuazioni sulle SERP

Dopo aver individuato una fluttuazione, vorrai anche sapere quanto è influenzata la SERP, se le classifiche stanno rimbalzando in un solo paese o in tutto il mondo e se le tue funzionalità SERP target sono interessate.

Inizia con il filtro “Confronta con …”, che ti consente di confrontare la volatilità in diversi paesi, tra diversi dispositivi, progetti, funzionalità SERP, ecc. Ciò ti consentirà di spostare l’attenzione o di dare priorità agli sforzi SEO nel modo giusto. Questo è davvero utile se la tua azienda fornisce servizi a diversi settori, ad esempio servizi di viaggi e agenzie immobiliari.

Quindi, controlla la presenza delle funzionalità SERP e l’utilizzo di HTTP / AMP nella tua categoria.

Questi dati mostrano cosa sta succedendo nella parte superiore dei risultati di ricerca. Vedrai se qualche nuova funzionalità SERP che puoi vincere appare nella tua categoria e quanti siti web che utilizzano HTTPS / AMP (visualizzazione ricerca mobile) entrano nella Top 20.

I risultati vengono visualizzati per i primi 20 del giorno corrente. La differenza positiva o negativa rispetto al giorno precedente viene visualizzata in verde o in rosso. Con questi dati puoi prendere decisioni informate sulla migrazione del tuo sito web, sulla creazione della sua versione AMP o sull’aggiornamento dei tuoi contenuti per indirizzare specifiche funzionalità SERP.

Suggerimento utile: l’importanza di una specifica funzione SERP può variare a seconda del settore (categoria). Ad esempio, le prime notizie sono molto più importanti per i siti Web di notizie rispetto al Local Pack. Per saperne di più sulla funzione che intendi scegliere come target, fai clic sulla% di occorrenza per vedere il grafico dell’andamento mensile per la categoria scelta.

Come mantenere la tua strategia SEO efficace e aggiornata

L’ultimo e più importante passo è reagire alla volatilità e trarne vantaggio. Ecco alcune cose che puoi fare.

Verificare se i tuoi rivali sono influenzati dalla volatilità

Se hai impostato il monitoraggio della posizione per i siti web dei tuoi concorrenti, puoi utilizzare il filtro “Confronta con il progetto”. Ti consente di verificare l’impatto dell’aggiornamento dell’algoritmo sul loro posizionamento rispetto alla categoria nel suo insieme e di scegliere una strategia SEO più aggressiva se la SERP è dalla tua parte.

Allo stesso modo, puoi utilizzare il filtro “Confronta con la funzione SERP” per verificare se lo snippet in primo piano (o qualsiasi altra funzione SERP) che hai ottenuto è soggetto a fluttuazioni, ecc.

Esplorare le deviazioni

Nella scheda Deviazioni, troverai i dati sui giorni in cui la volatilità era estremamente alta o bassa rispetto alla media mensile. Con questi dati, sarai in grado di attribuire alcuni cambiamenti nelle tue classifiche al giorno in cui è stato lanciato un aggiornamento o trovare i settori che hanno sofferto di più. È possibile utilizzare questo rapporto per una varietà di scopi, come la scelta del momento / nicchia più sicuro per l’espansione.

Analisi di vincitori e vinti

Il rapporto Vincitori e Perdenti indica quali domini nella Top 20 di Google quotidianamente soffrono o guadagnano dalla volatilità delle SERP in termini di posizioni e parole chiave nuove e perse. Utilizza questi dati per trovare i leader del settore, vedere come affrontano la volatilità e trovare alcune idee per l’ottimizzazione dei contenuti.

Il tuo amico per tutte le stagioni

Il sensore di SEMrush è molto più di un modo per rilevare la volatilità delle SERP e gli aggiornamenti dell’algoritmo di ranking di Google. Con esso, puoi anche fare quanto segue:

  • Rileva potenziali problemi su un sito web

  • Guarda quanto il tuo sito web resiste agli ambienti difficili

  • Trova il momento giusto per superare i tuoi rivali

  • Esplora lo stato generale di una categoria di destinazione

  • Analizza le funzionalità SERP disponibili

In caso di domande, consultare il Manuale del sensore.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Write a Comment