Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Diagnostica i tuoi problemi SEO con JavaScript

Diagnostica i tuoi problemi SEO con JavaScript

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Trascrizione modificata

Ciao a tutti. Il mio nome è Bartosz Góralewicz. Sono il CEO di Solo e benvenuti a SEMrush Weekly Wisdom. Oggi parleremo di JavaScript SEO e diventeremo un po ‘geek con questo argomento.

Parliamo per un secondo della storia della SEO JavaScript. JavaScript SEO è un concetto abbastanza nuovo. Ha iniziato a diventare popolare intorno al 2016 quando abbiamo pubblicato il nostro primo esperimento che ha mostrato che Google ha alcuni problemi nell’indicizzare correttamente i contenuti generati da JavaScript. Questo esperimento è diventato molto, molto popolare rapidamente perché ha sostanzialmente dimostrato che Google non è molto buono; non è perfetto. Sta lottando con il rendering di JavaScript. Quindi Google potrebbe effettivamente eseguire il rendering di un po ‘di JavaScript. Era fondamentalmente ed è ancora un po ‘lento. Ma a quel tempo, la maggior parte degli altri motori di ricerca non disponeva nemmeno della tecnologia o delle risorse per indicizzare nemmeno una piccola parte del contenuto JavaScript. Tuttavia, questo ha mostrato un piccolo problema, ed è di questo che voglio parlare oggi.

HTML contro JavaScript

Cominciamo con qual è la principale differenza tra contenuto HTML e contenuto JavaScript perché questo è qualcosa che dobbiamo davvero differenziare in qualche modo. Siamo tutti abituati a siti web basati su HTML e CSS, ormai da anni. Con un sito Web HTML, devi solo esaminare il codice sorgente e puoi vedere la maggior parte del contenuto che sarà visibile sul sito Web quando lo apri. Con JavaScript, in molti casi, non è affatto così. Quando si esamina il codice del sito Web basato su JavaScript, in molti casi è possibile visualizzare solo poche righe di script JavaScript e non è presente alcun contenuto visibile sulla pagina.

Quindi possiamo confrontare in modo molto visivo che l’HTML è come una torta pronta all’uso e che è praticamente pronto per essere consumato da Googlebot e WRS (servizio di rendering web). E JavaScript è solo un sacco di ingredienti che devono ancora essere elaborati dal tuo browser sul tuo cellulare, sul tuo desktop o da Googlebot e quindi il servizio di rendering per creare il prodotto finale o, in questo confronto, la torta finale. Quindi questo richiede molte risorse, specialmente sulla CPU del tuo dispositivo o sui server di Google. E questo è in realtà ciò che rende JavaScript così difficile da lavorare, un po ‘complesso allo stesso tempo.

Lascia che ti dica una cosa prima di andare oltre. E molti SEO affermeranno che JavaScript è malvagio. Posso capire da dove viene. Ma lavorando con JavaScript per un bel po ‘e lavorando con molte aziende aziendali, piattaforme di e-commerce basate su JavaScript, non abbiamo mai avuto il problema una volta compreso il problema e abbiamo lavorato con gli sviluppatori per risolverlo. Quindi immagino che JavaScript non sia davvero malvagio. È solo un po ‘più complesso dell’HTML e del CSS a cui siamo tutti abituati.

Processo in 4 fasi: il tuo sito web viene scansionato e indicizzato correttamente?

Esaminiamo un rapido elenco di controllo su come assicurarci che il tuo sito web sia correttamente scansionato e indicizzato in Google e in altri motori di ricerca. Con questi passaggi, puoi verificare se hai un problema con JavaScript o forse questo non è un problema per il tuo sito web.

Passaggio 1: controlla come funziona il tuo sito con JS disabilitato

Il primo, incredibilmente semplice passaggio è fondamentalmente andare sul tuo browser Chrome. Basta scaricare Selettore JavaScript rapido collegare. Disattiva JavaScript e verifica se i contenuti della tua pagina cambieranno. Se disattivi JavaScript e vedi che, ad esempio, parte del tuo articolo o la descrizione del prodotto o le immagini scompaiono, significa che Google potrebbe avere difficoltà a indicizzare queste parti del tuo sito web. Quindi questo è il passaggio numero uno.

Passaggio 2: strumento di ispezione degli URL di Google

Vai al Strumento di controllo degli URL di Google e controlla se il tuo sito web viene visualizzato correttamente per Google. Questo è un passaggio molto semplice e puoi vedere, = se il sito web viene visualizzato correttamente. E puoi solo esaminare il codice che è stato elaborato da Google e puoi vedere, ok, è quello che stiamo cercando? È questo il contenuto che stiamo effettivamente inviando ai browser? È lo stesso contenuto che vedo nel mio browser Chrome o quello che stai utilizzando?

Passaggio 3: controllo dell’indicizzazione

Il passaggio numero tre è, e questo è in realtà un po ‘complicato, ma questo è il modo più semplice per verificare se il tuo sito web si basa su due ondate di indicizzazione. Vai su google.com e verifica se Google ha indicizzato il contenuto dal sito web o dalla pagina che hai pubblicato negli ultimi minuti o poche ore. Se hai pubblicato un nuovo articolo un’ora fa e puoi vedere, ok, l’URL è indicizzato, assicurati che ogni singolo pezzo di quell’articolo o di quella pagina sia indicizzato su Google.

Ed è qui che devo introdurre un nuovo concetto, che è l’indicizzazione parziale. Può accadere che con il contenuto JavaScript, alcuni dei tuoi contenuti all’interno di quell’URL siano indicizzati, altri no. Ed è qui che diventa un po ‘complicato perché il contenuto che non verrà indicizzato è contenuto che si basa su JavaScript. Assicurati di controllare le diverse parti della pagina e vedere se sono opportunamente indicizzate in Google.

Passaggio 4: confronto del codice

Il quarto passaggio è se ti senti geniale, se vuoi immergerti un po ‘più a fondo, vai alla tua console di ricerca e controlla alcune ultime pagine sottoposte a scansione. Confronta il codice che puoi vedere in Google Search Console con quello che vedi nel tuo browser e vedi, ok, ci sono delle anomalie?

Conclusione

Quindi questi sono i quattro passaggi che devi compiere. Ma ora cosa succede se hai riscontrato alcuni problemi o potenziali problemi durante questi quattro passaggi? Ad esempio, stai vedendo che Google impiega un po ‘troppo tempo per indicizzare i tuoi contenuti o che alcuni dei tuoi contenuti non vengono mai indicizzati in Google o in altri motori di ricerca.

Se ciò accade, devi considerare una qualche forma di rendering del tuo JavaScript per un motore di ricerca, in particolare, a seconda del tuo mercato, nella maggior parte dei casi, per Google e Googlebot. Questo è qualcosa che tratterò nel prossimo episodio di Weekly Wisdom con Bartosz, quindi assicurati di iscriverti. E spero che questo episodio ti sia piaciuto. Grazie mille.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Search Engine Optimization.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *