Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Domande e risposte su Hummingbird con Mike van der Heijden

Domande e risposte su Hummingbird con Mike van der Heijden

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Dagli Stati Uniti all’Australia!

Mike van der Heijden, Direttore SEO per l’agenzia di ricerca Ricerca atomica parla di Hummingbird. Preparati a saperne di più sul nuovo algoritmo. Avviso spoiler: preparati a lavorare sodo sui cambiamenti!

Hai riscontrato problemi dopo il lancio di Hummingbird?

Ad oggi non abbiamo avuto problemi con il rilascio dell’algoritmo Hummingbird.

Il colibrì dovrebbe essere utile con la ricerca conversazionale, ma parliamo in un modo diverso da come digitiamo. Come trovi le query giuste che sarebbero utili per entrambi i tipi di ricerca?

L’algoritmo di Hummingbird è presumibilmente una soluzione a questo; sta cercando di far comprendere a Google una struttura più colloquiale per la query di ricerca.

Danny Sullivan ha fornito un ottimo esempio nel suo post sul blog sul Aggiornamento dell’algoritmo di Hummingbird: “‘Qual è il posto più vicino a casa mia in cui acquistare l’iPhone 5s?'” Un motore di ricerca tradizionale potrebbe concentrarsi sulla ricerca di corrispondenze per le parole, ad esempio trovare una pagina che dice “acquista” e “iPhone 5s”.

“Hummingbird dovrebbe concentrarsi meglio sul significato dietro le parole. Potrebbe comprendere meglio la posizione effettiva della tua casa, se l’hai condivisa con Google. Potrebbe capire che “luogo” significa che vuoi un negozio di mattoni e malta. Potrebbe capitare che “iPhone 5s” sia un particolare tipo di dispositivo elettronico trasportato da alcuni negozi. Conoscere tutti questi significati può aiutare Google ad andare oltre la semplice ricerca di pagine con parole corrispondenti “.

Penso che questo algoritmo, semmai, non solo sarà più significativo per le ricerche, ma anche molto più utile per i professionisti del marketing online.

Se inserisco pagine più informative sul mio sito web, contribuirà ad aumentare il traffico?

Se il contenuto che stai pubblicando è unico e intuitivo, senza dubbio!

E se perdo traffico? Dato che dobbiamo affrontare un problema di “parole chiave non fornite”, come posso vedere quali parole chiave non funzionano più per me?

La tua strategia non dovrebbe mai essere incentrata sulle parole chiave in primo luogo. Sebbene le classifiche delle parole chiave siano un buon indicatore di come il tuo sito è sano, è più importante chiedersi: “Dove sto perdendo questo traffico sul mio sito web?”

Dopo aver identificato le pagine che stanno perdendo traffico, avrai una migliore comprensione di quali parole chiave sono associate a quelle pagine e potrai continuare la tua analisi da lì.

In che modo i SEO possono gestire le “parole chiave non fornite” ora? Qualche trucco o consiglio?

Oltre all’aspetto dei rapporti, credo che nascondere le informazioni sulle parole chiave sia quasi una benedizione sotto mentite spoglie.

Ormai da anni cerco di educare i clienti sulla crescente importanza delle classifiche di singole parole chiave, ma piuttosto guardando i cluster di parole chiave (un nome che diamo una raccolta di parole chiave correlate) e le metriche a livello di pagina.

Sebbene i rapporti sul traffico organico siano ovviamente ancora importanti, e non è l’ideale che il traffico di marca e non di marca non possa essere segmentato facilmente, non è del tutto impossibile.

Consiglierei agli esperti di marketing online di concentrarsi maggiormente sulla SEO come approccio di marketing olistico. Smettila di preoccuparti delle classifiche, inizia a preoccuparti (come disse Wil Reynolds) Merda della società reale!

Mike van der Heijden bio Mike van der Heijden è un direttore SEO con sede a Cairns per la principale agenzia di ricerca aziendale in Australia Ricerca atomica.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Search Engine Optimization.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *