Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Esclusione IP di AdWords e il bambino

Esclusione IP di AdWords e il bambino

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Da giovane, mi sono ritrovato senza casa. La mia stessa stupidità e nessuna colpa dei miei genitori. Ero determinato a farcela da solo, e basta. Vivevo sotto un ponte in un parco in una piccola città chiamata Elmira, Ontario, e trascorrevo la maggior parte del mio tempo a scuola in un bar chiamato Steddick.

Molti clienti abituali sono venuti a vedermi come un elemento fisso nascosto nell’area giochi e spesso mi hanno sfidato a una partita a biliardo. Ho scoperto rapidamente che in realtà ero un po ‘naturale al gioco. Non avevo problemi con la fisica e dopo aver visto molte partite giocate dai ragazzi più grandi, avevo adottato la stessa tecnica di tenuta che avevo osservato usare i migliori giocatori. Raramente potevo permettermi il dollaro necessario per giocare effettivamente da solo, ma ho passato ore a colpire la pallina bianca attorno al tavolo.

Continua a leggere per scoprire cosa succede dopo e come questo è correlato all’esclusione IP di AdWords.

Una sera un ragazzo di nome Jerry mi ha sfidato a un gioco e io sono saltato in piedi come sempre felice di giocare, ma Jerry voleva renderlo più interessante. Avevo un conto di $ 5 e ottimismo, quindi era partita. Probabilmente potrei scrivere una versione drammatica del gioco in modo parzialmente divertente, ma te lo risparmierò.

Ho vinto. Jerry mi ha pagato con un sorriso, poi mi ha chiesto se volevo tornarci. Ha offerto $ 10 questa volta e ho prontamente accettato. Jerry ha rotto le palle, ha eliminato le palle basse e ha affondato la palla 8. Non ho nemmeno mai avuto la possibilità di sparare.

Fortunatamente per me, Jerry era uno squalo … ma era simpatico. Mi ha lasciato tenere i $ 10, e poi mi ha spiegato come mi aveva preparato per la seconda scommessa lanciando la prima partita. Jerry mi ha fatto sapere che poteva dire che ero un giocatore forte, e se avevo bisogno di soldi per il cibo, aveva semplicemente “insegnato a un uomo a pescare”.

Forse il concetto ora sembra semplice, ma alla mia giovane mente tutto quello che potevo vedere erano i segni del dollaro. Ho iniziato a spingere i “vecchi” ogni giorno, di solito per scommesse da $ 1 o $ 2, ma ho sempre concluso la giornata con abbastanza per prendere un panino per cena. Ho capito subito che i ragazzi che si sarebbero presentati con la loro stecca erano i migliori bersagli. Di tanto in tanto ne incontravo uno che era fantastico … e perdevo … ma di solito avevano solo un ego, e potevo usarlo per guadagnare $ 20 – $ 40. Ho fatto bene in questo modo per un paio di mesi, e alla fine qualcuno ha sottolineato che un bar lungo la strada, chiamato Central Tavern, aveva tornei di biliardo e potevo potenzialmente vincere dei soldi veri lì.

Quindi, con tutta la sicurezza di un giovane adolescente che pensa di essere diventato un maestro in qualcosa, ho messo insieme i soldi per l’ingresso e mi sono intrufolato nel bar.

Il torneo

Sul retro del bar c’erano un jukebox, un flipper e due tavoli da biliardo. Le pareti erano rivestite di pannelli di legno e i poster che li accompagnavano mostravano varie donne che posavano goffamente con la birra. Per la mia giovane mente, questo era davvero un luogo di molta magia.

Mi guardai intorno e vidi una folla di persone radunate al bar. Con cautela mi sono fatto strada verso il gruppo, nervoso che sarei stato chiamato per essere un bambino o che qualcuno potesse decidere che non gli importava del mio viso. Per fortuna il gruppo non mi ha nemmeno guardato e mi sono fatto strada fino al bar. Una cameriera dai capelli rossi, che avrei conosciuto come Sherry, mi guardò dall’altra parte del bar con un’occhiataccia che mi fece venire voglia di strisciare in un buco da qualche parte.

Ho aspettato che parlasse, ma sentendo che stava facendo lo stesso, ho detto che speravo di giocare al torneo di biliardo. Mi guardò ancora un po ‘, sembrando valutarmi attentamente, e poi indicò il poster. Annuii, poi mi resi conto che stava indicando la parte con i soldi del poster, così frugai nelle tasche e le consegnai i soldi. Mi è venuto in mente che avrebbe potuto decidere che ero abbastanza grande da bere, e ha considerato di tentare la fortuna per un “vero drink”, ma ho tirato indietro.

Mi sono seduto in un angolo buio per quelle che sembravano ore, facendo da babysitter alla mia piccola tazza di ginger ale e aspettando che il torneo iniziasse. Ho visto un ragazzo di nome Jamie litigare con un ragazzo tre volte più grande, e successivamente ho visto il ragazzo più grosso che teneva Jamie per la gola a terra e gli diceva che non era interessato a una rissa. Jamie ha detto “Sto bene, nessun problema ragazzo grande” e l’uomo grande se ne andò.

Un altro ragazzo ha osservato a Jamie che il ragazzo grande aveva preso a calci il sedere, e Jamie ha detto “Era un uomo grande … tu d’altra parte …” e poi ha preso a pugni il ragazzo dritto nel naso, mandando l’ex disturbatore immediatamente a terra. Ero un combattente abbastanza solido per la mia età, ma questi erano tutti uomini “adulti”, e ammetto che ero terrorizzato da tutti loro dopo averlo visto. In effetti, tutto quello che volevo fare dopo aver visto che era scivolare via silenziosamente e tornare al ponte.

Devo essere saltato in aria di qualche metro quando ho sentito improvvisamente qualcuno gridare il mio nome. Mi voltai e vidi un uomo in piedi ai tavoli con in mano un foglio. Mi sono avvicinato a lui e gli ho annunciato che ero Rob. Ha semplicemente indicato il tavolo ed è entrato di nuovo in mezzo alla folla.

Il mio avversario era un ragazzo dall’aspetto minaccioso. Indossava una bandana con la bandiera americana e quando ha visto che lo guardavo mi ha sorriso. Questo mi ha messo un po ‘a mio agio, quindi mi sono schiarito la gola e gli ho chiesto se voleva rompere. Annuì, girò intorno al lato destro del tavolo e fracassò la pallina bianca nella precedente disposizione triangolare di palline colorate. Ne ha affondati tre in contropiede e avevo notato che aveva messo un sacco di backspin sul suo tiro … una tecnica che avrei preso in prestito andando avanti per me stesso. Questo ragazzo era bravo, ed ero certo di aver finito, ma sul suo ultimo tiro ha mancato di affondare la palla otto. Con la palla nera posizionata proprio davanti a una buca, ho fatto il tiro facile e il gioco è finito.

Il ragazzo mi ha stretto la mano, ha sorriso e si è allontanato. Trovai rapidamente la via del ritorno al mio angolo buio e feci del mio meglio per non stabilire alcun contatto visivo con nessuno mentre aspettavo che venisse chiamato il mio nome.

Uno contro i molti

Per la mia prossima partita, sono tornato direttamente alle stecche, ho afferrato quello che avevo usato nella prima partita e mi sono voltato per incontrare il mio avversario. Quello che mi ha incontrato invece è stato un volto familiare, circondato da altri cinque. Mi sono reso conto che il ragazzo che mi fissava mentre montava la sua stecca era qualcuno che avevo recentemente spinto allo Steddick. Ero elettrizzato, perché sapevo di aver battuto questo ragazzo facilmente, quindi ho pensato di avere questo gioco nella borsa. L’ho visto voltarsi e chiacchierare con i suoi amici, e poi ho capito che potevo essere nei guai mentre tutti si voltavano a guardarmi.

Non sono sicuro di quello che ha detto loro, ma ho capito dopo il torneo che probabilmente avrei dovuto rendermi scarsa. Gli ho offerto la possibilità, e senza una parola si è avvicinato e ha colpito forte la palla. Rimbalzò due volte, colpì il pacco di palline e poi schizzò via dal tavolo, fermandosi con un forte tonfo sulla porta del bagno degli uomini.

Ne sapevo abbastanza per non dire nulla e uno dei suoi amici rimise la palla sul tavolo. L’ho afferrato, l’ho spostato dove avrei fatto il miglior primo colpo e ho preso la mira. Poco prima che potessi stabilire un contatto, qualcosa mi schioccò sulla guancia appena sotto i miei occhi. Ho guardato il tappo della birra sul tavolo verde e poi ho guardato in alto per vedere i ragazzi che ridevano.

Un tizio grosso e barbuto ha detto “Oops” e poi ha continuato a ridere. Ho tolto il tappo dal tavolo e ho subito sparato. Ero così concentrato sul finire il gioco, quasi certo che questi ragazzi mi avrebbero picchiato seriamente in qualsiasi momento, che non ho considerato nient’altro intorno a me. Solo pura concentrazione. Ho affondato palla dopo palla, lasciandomi in ottima forma dopo ciascuna, e nonostante i vari commenti su mia madre provenienti dai ragazzi intorno al tavolo, ho affondato la palla otto.

Il ragazzo con il giornale è venuto pochi minuti dopo e ha chiesto come è andata. Mi sono fatto avanti pronto ad annunciare la mia vittoria, quando il ragazzo grosso con la barba si è fatto avanti e ha indicato il suo amico.

“James ha distrutto il piccolo punk”, ha detto. (Rivelazione completa: il suo linguaggio era un po ‘più forte di quanto rappresentato.)

Il ragazzo con il foglio annuì, lasciò un segno sul foglio che aveva in mano e se ne andò. Ero così combattuto e mi sentivo come se dovessi protestare in qualche modo, ma il mio avversario, che ora conoscevo come James, mi fissò dritto in faccia. Sapevo che stava cercando una scusa per colpirmi a quel punto, e il mio istinto di sopravvivenza ha preso il sopravvento. Ho appena messo giù la stecca e sono scivolato via silenziosamente dalla parte anteriore del bar.

Una volta fuori, sono corso in un ristorante chiamato Champs e con i miei ultimi $ 5 ho preso un caffè e patatine fritte. Ero così arrabbiato / deluso, ma sapevo benissimo che non potevo resistere a questo ragazzo e ai suoi amici. Dopo alcune considerazioni interne, mi sono reso conto che se volevo vincere la mia strada verso il cibo in futuro, avrei dovuto assicurarmi che qualsiasi gioco che coinvolgeva denaro fosse uno contro uno. Se la persona aveva degli amici con lui, dimenticalo. Escludere i pericoli inutili e concentrarsi sull’obiettivo a portata di mano.

Esclusione IP di AdWords

Nel mondo di AdWords, spesso anche i tuoi concorrenti (o quelli del tuo cliente) hanno amici. Sono stati fatti grandi passi per cercare di identificare le frodi sui clic da parte di Google, ma alla fine controllare che questo sia ben lungi dall’essere una garanzia di sicurezza del budget. Dal piccoletto alle grandi aziende con la barba, i concorrenti continuano a fare clic sui tuoi annunci per danneggiare il tuo budget.

: I concorrenti continuano a fare clic sui tuoi annunci per danneggiare il tuo budget. Clicca per twittare

Dal loro punto di vista, ha senso. La gestione standard si tradurrà in parole chiave specifiche che vedono molti clic e conversioni minime che riducono o rimuovono le offerte. Spianare la strada alla concorrenza per rivendicare la vittoria sul termine. Anche se non vedi molte prove di clic dannosi, lo sforzo minimo richiesto per bloccare, per lo meno, la tua concorrenza dai tuoi annunci vale ogni centesimo.

Potresti già credere di sapere chi sono i tuoi concorrenti, il che potrebbe essere vero, ma ti incoraggerei comunque a controllare le informazioni sull’asta all’interno del tuo account AdWords. Personalmente blocco tutti quelli elencati, solo per sicurezza. Per visualizzare questo elenco, apri l’interfaccia utente di AdWords, fai clic sul pulsante dei dettagli, quindi fai clic su “TUTTO”:

Una volta entrato, ti verrà presentato un elenco di concorrenti con cui le tue campagne sono attualmente in competizione. Prendi nota di tutti e poi vai a “Ricerca IP”. Trovare il loro indirizzo IP dovrebbe essere relativamente facile … la maggior parte delle volte. La mia prima tappa è di solito agli strumenti di dominio, dove puoi semplicemente inserire il nome del dominio e ti restituirà l’indirizzo IP ad esso associato.

Un’altra opzione è quella di trovare una sezione Contattaci sul sito della concorrenza, inviare un’e-mail con una domanda generale e, quando arriva l’e-mail di risposta, estrarre le informazioni IP dall’intestazione dell’e-mail. In effetti, non fa male fare entrambi i metodi e se sono diversi; blocca entrambi.

Una volta che hai gli indirizzi IP, inserisci il tuo account AdWords, fai clic su una campagna, fai clic su impostazioni, quindi scorri verso il basso fino a trovare l’opzione “Esclusioni IP”:

Fai clic su Modifica, quindi incolla o digita nell’elenco di indirizzi IP da escludere:

Perfetto. Salva, chiudi e ripeti finché non avrai coperto tutte le tue campagne. Si spera che troverai l’eccellenza della ricerca su cui concentrarti più facilmente con meno distrazioni. Scegli i tuoi scatti, analizza i tuoi angoli e non preoccuparti di quello che stanno facendo gli amici. Tu controlli il gioco.

Hai provato l’esclusione IP in AdWords? Facci sapere se ha fatto la differenza per te.

Rob T. Case è un esperto di marketing digitale, musicista e inventore. Attualmente è Director of Performance nel team vincitore del Google Search Excellence Award 2015 presso Direct Access Digital. Rob ha lavorato come appaltatore per un anno presso Google, dove ha formato il personale sulle best practice AdWords, ha controllato gli account, ha contribuito a sviluppare un sistema di controllo automatico degli account ed è stato uno dei quattro giudici per i Google Search Excellence Awards 2014. Twitter: @robtcase

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di SEO.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *