Gli emoji possono essere integrati nella tua campagna di marketing?

Gli emoji possono essere integrati nella tua campagna di marketing?

Anche se potresti aver letto il titolo di questo post del blog e aver pensato “che idea ridicola”, l’effetto dei millennial e della generazione Z e il modo in cui usano gli emoji potrebbero effettivamente vedere un aumento della SEO emoji – e questo potrebbe arrivare prima di quanto potresti pensare. Gli emoji possono essere integrati nella tua campagna di marketing? Molto semplicemente, sì.

Ci sono una serie di cose che suggeriscono che Google stia iniziando a dare più valore all’emoji. In primo luogo, nel maggio 2016, Google ha riattivato la ricerca tramite emoji e Yelp, secondo il Huffington Post, consente la ricerca di emoji dal 2014, tramite la sua app mobile.

La ricerca di immagini di Google è un altro esempio di come gli emoji stiano lentamente crescendo in importanza e con la notizia che Google può anche riconoscere gli emoji in tutti i tweet che gli vengono inviati, è facile vedere che il motore di ricerca non solo sta riconoscendo, ma anche rapidamente indicizzazione di emoji.

Emoji nel marketing

Se Google sta iniziando a indicizzare i risultati rilevanti per le emoji sulle SERP, allora i SEO dovranno iniziare a pensare a come la visibilità dei loro clienti potrebbe essere influenzata da questa evoluzione della SEO emoji.

I marketer stanno rapidamente iniziando a saltare sul carro delle emoji, con rapporti che suggeriscono che il l’uso di emoji è cresciuto del 775%. Con un rapporto di Adweek nel 2015 che lo mostra Il 92% dei consumatori online utilizza gli emoji, e con i Millennials e la Generazione Z che sembrano diventare più a loro agio nell’esprimere le loro emozioni attraverso queste piccole immagini invece di scriverle, non sarà una sorpresa vedere gli emoji iniziare a influenzare le SERP molto di più in futuro.

Questo è simile al modo in cui lo slang e gli acronimi sono stati incorporati nelle SERP di Google, dove Google li ha incorporati per visualizzare i migliori risultati per l’intento dell’utente. Emoji SEO sembra essere la transizione successiva, più naturale.

Come possono essere utilizzati gli emoji nella SEO

Gli emoji nelle campagne di marketing stanno diventando una vista comune, ma dove si inseriscono gli emoji con SEO e classifiche? Esistono diverse aree in cui possono essere implementati:

  • SEO locale
  • Termini di ricerca con brand
  • Ricerca città

Emoji nella SEO locale

La SEO locale è un fattore estremamente importante per le piccole imprese e questa nuova era di emoji potrebbe essere impostata per cambiare ulteriormente la loro presenza online. Nel dicembre 2016, Google ha lanciato il loro #KnowNearby campagna, dove Google ha risposto ai tweet emoji degli utenti di Twitter con il risultato di ricerca e il collegamento pertinenti.

Questa campagna ha aiutato Google a imparare e comprendere oltre 200 diversi simboli emoji, contribuendo al contempo a relazionarsi a una cosa particolare. Ad esempio, se hai twittato @Google con un’emoji della pizza, verranno visualizzati risultati di ricerca pertinenti per le pizze nella tua posizione. Se stai cercando all’interno del browser / motore di ricerca stesso invece di Twitter, anche un’emoji di una pizza + “vicino a me” mostrerà risultati di ricerca pertinenti!

Questo sta aiutando Google a esplorare opzioni più convenienti e user-friendly e, con il passaggio al mobile first nel prossimo anno, non sarà una sorpresa vedere sempre più piccole imprese che implementano emoji per raggiungere il pubblico nelle vicinanze.

Google My Business

Uno dei modi in cui puoi incorporarlo nella tua campagna SEO locale è guardare il tuo profilo Google My Business. C’è una crescente importanza per l’ottimizzazione del tuo profilo Google My Business e un modo per aumentare la visibilità del tuo marchio se gli utenti cercano emoji, è avere un’emoji pertinente nel tuo profilo Google My Business.

In alternativa, se hai l’emoji della pizza in primo piano da qualche parte sul tuo sito, potresti vedere il tuo elenco di mappa apparire quando qualcuno effettua una ricerca.

Questo mostra ciò che appare sul cellulare durante la ricerca del simbolo della pizza emoji + “vicino a me”, su Android:

Lo scopo degli emoji nella SEO

Il motivo principale per cui le aziende iniziano a utilizzare gli emoji nei loro nomi di dominio, per i titoli delle pagine e per qualsiasi altro motivo, è semplicemente quello di distinguersi tra la folla all’interno delle SERP di Google.

Sebbene ciò avvantaggerà alcuni settori più di altri, ad esempio siti Web di carte elettroniche, blog di moda e bellezza divertenti, ecc., Può davvero aiutare quando si tratta di percentuale di clic. Con Google che guarda sempre più da vicino all’esperienza utente, la percentuale di clic sta diventando sempre più un fattore importante quando si tratta di classificandosi molto in alto nelle SERP di Google – e gli emoji potrebbero essere il prossimo passo per raggiungere questo obiettivo.

L’emoji aiuta a trasmettere meglio un’espressione e in qualche modo aiuta a produrre un’emozione più profonda, che può davvero aiutare i lettori a capire il contesto di ciò che viene detto. Questo aiuta a rendere il tuo sito web ancora più facilmente riconoscibile per gli utenti, generando un fattore di fiducia. Se la tua pagina o il tuo post sul blog ha un elemento emotivo coinvolto, dovresti prendere in considerazione l’ottimizzazione delle emoji.

Se il tuo sito ha come target termini di ricerca comuni, potresti prendere in considerazione l’utilizzo di emoji all’interno di questo per aumentare il posizionamento del tuo sito per coloro che utilizzano dispositivi mobili in particolare.

Quando abbiamo cercato l’emoji + ‘cavallo’ in vendita, abbiamo scoperto che tutte le classifiche che apparivano erano siti di vendita, post sui social media o video. Ciò offre molte opportunità alle persone di iniziare a esplorare la classifica con gli emoji all’interno del titolo della pagina, poiché tutte le classifiche presentavano le emoji all’interno del titolo e talvolta anche nella meta descrizione.

I social media diventeranno un enorme influencer con l’emoji SEO e con Google che prende in considerazione i segnali social ancora di più con ogni aggiornamento dell’algoritmo, questo potrebbe essere un modo semplice per aumentare ulteriormente il tuo sito nelle classifiche delle emoji. Includi emoji con gli aggiornamenti che sono pertinenti e di attualità e probabilmente vedrai un aumento maggiore del successo con l’emoji SEO.

Come utilizzare gli emoji nella tua strategia SEO

Mentre gli emoji potrebbero essere la prossima grande novità nel SEO e nel marketing digitale, c’è ancora molta strada da fare prima che gli emoji inizino davvero a prendere il sopravvento. È importante ricordare che, se stai pensando di utilizzare gli emoji nella tua strategia di marketing, non dovrebbero essere usati come qualcosa per ingombrare il tuo sito web.

Usali con parsimonia nei titoli delle pagine, nelle meta descrizioni, nei titoli delle schede di Google My Business e negli annunci AdWords. Vuoi assicurarti di usarli solo quando il contesto della tua pagina o del tuo post è veramente rilevante, emotivo e di alta qualità.

Ad esempio, potresti prendere in considerazione l’utilizzo dell’emoji del telefono nella pagina dei contatti o di un’emoji regalo per la pagina delle vendite o delle offerte. Puoi anche utilizzare alcuni emoji durante periodi di vacanza specifici come il Natale, per attirare rapidamente l’attenzione dell’utente.

Cose da fare e da non fare

Riempire i titoli delle pagine, gli URL e le meta descrizioni con emoji farà sembrare il collegamento inaffidabile e contenente spam. Vuoi assicurarti che gli emoji siano usati con parsimonia e solo quando sono molto rilevanti, in particolare perché l’emoji è una novità rispetto a una funzione di ricerca completamente utile.

Incorporare gli emoji nella tua strategia SEO dovrebbe essere fatto con moderazione e, sebbene possano aiutare ad aumentare il tuo CTR e aumentare l’attrattiva di alcune parti rilevanti del tuo sito web, è importante che non siano solo affidabili per aumentare le tue classifiche di ricerca. Tuttavia, questo minuscolo fattore potrebbe davvero aiutare la visibilità del tuo sito su Google e con più persone che effettuano ricerche tramite telefono cellulare che mai, la SEO emoji potrebbe essere qualcosa che vedremo decollare nei prossimi anni.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Write a Comment