Google utilizzerà l’indicizzazione Mobile-First come impostazione predefinita entro settembre 2020

Google utilizzerà l’indicizzazione Mobile-First come impostazione predefinita entro settembre 2020

Benvenuto nel nuovo formato di Google News Digest! SEMrush ora ti fornirà aggiornamenti settimanali sulle ultime modifiche in Ricerca Google, Google Ads e Strumenti di Google in modo che tu possa tenerti aggiornato sugli ultimi sviluppi di Google non appena si verificano.

Questa settimana tratteremo l’annuncio per l’indicizzazione mobile-first per tutti i siti, la nuova funzione nello strumento Test dei risultati multimediali, i rapporti di attribuzione appena formattati e altro ancora.

Come sempre, il team di SEMrush si diverte davvero ad ascoltare le tue opinioni e i tuoi pensieri sull’ultimo Google News. Fateci sapere cosa ne pensate delle novità di questa settimana lasciando un commento qui sotto.

NOTIZIE DI RICERCA GOOGLE

Google annuncia il passaggio all’indicizzazione mobile-first per tutti i siti web

Google ha annunciato che entro settembre 2020 tutti i siti web verranno sottoposti a scansione e indicizzati tramite l’indicizzazione mobile-first. Secondo Google, la maggior parte dei siti mostrati nei risultati di ricerca è pronta per il passaggio all’indicizzazione mobile first, con il 70% di questi nella Ricerca Google già spostata.

Prima che tutti i siti vengano spostati entro la fine dell’anno, Google ha dichiarato che trasferirà i siti all’indicizzazione mobile-first quando i suoi sistemi riconosceranno che un sito è pronto per mobile-first.

Google ha sottolineato che esistono diversi modi per verificare l’indicizzazione mobile-first nel file Search Console. Puoi controllare lo stato su pagina delle impostazioni e anche in Strumento di controllo degli URL durante il controllo di un URL specifico.

Durante l’ottimizzazione dei siti per l’indicizzazione prioritaria per i dispositivi mobili, Google consiglia agli utenti di attenersi alle seguenti linee guida per dispositivi mobili e desktop:

  • I contenuti (inclusi testo, immagini, collegamenti e video) sono gli stessi.

  • I metadati (descrizioni, titoli, meta tag robots), così come i dati strutturati, sono tutti uguali.

  • Effettuare controlli sui contenuti e sui metadati se il sito Web è stato avviato o ridisegnato di recente.

Puoi usare Google Strumenti per il test degli URL per controllare direttamente sia la versione desktop che quella mobile. Per ulteriori informazioni su questo annuncio e suggerimenti, leggi Annuncio dell’indicizzazione mobile-first per tutto il Web. Dovresti anche rivedere Google best practice per l’indicizzazione mobile-first.

Un solo markup delle FAQ per domanda per sito web: linee guida aggiornate sui risultati multimediali di Google

Kenichi Suzuki ha notato un aggiornamento nel file Linee guida sui contenuti delle FAQ per i dati strutturati. L’aggiornamento dice: “Se hai un contenuto di FAQ ripetitivo sul tuo sito (il che significa che la stessa domanda e risposta vengono visualizzate su più pagine del tuo sito), contrassegna solo un’istanza di quella FAQ per l’intero sito”.

Barry Schwartz ne ha discusso Qui.

Google My Business chiarisce che ai concessionari di automobili sono consentite più schede

Joy Hawkins è stata la prima a notare che Google ha aggiornato il documento della guida per gli elenchi dei concessionari di automobili su Google My Business.

⭐️Nuovo⭐️ da Google My Business. Ti stai chiedendo quanti annunci è consentito a un concessionario di auto? Google ha appena aggiornato le sue linee guida a partire da ieri per chiarire e ha aggiunto alcune nuove informazioni. https://t.co/0L5rnMHxBz

– Joy Hawkins (@JoyanneHawkins) 4 marzo 2020

Il documento afferma: “I concessionari di auto nuove sono idonei per più elenchi. Puoi avere un elenco per il tuo concessionario e un elenco per ogni marca di auto nuove che vendi”. Hanno anche spiegato che i nuovi concessionari di auto possono ottenere elenchi aggiuntivi per diversi reparti, come vendite, ricambi o servizi, all’interno della concessionaria.

Per ulteriori informazioni sulla rivendicazione di elenchi di concessionari, opzioni di verifica e modi per contattare l’assistenza, visita il documento di Google, Inizia con Google My Business per concessionari auto.

Risorse:

Le foto e i video verranno ora esaminati prima della pubblicazione su Google My Business

Il 5 marzo, Google My Business ha annunciato di aver modificato le norme relative ai contenuti di foto e video e che ora devono essere esaminate prima della pubblicazione.

Abbiamo apportato modifiche alle nostre norme sui contenuti di foto e video. Tutte le foto e i video vengono ora esaminati prima della pubblicazione. Se hai problemi ad aggiungere foto, controlla i nostri criteri per le foto: https://t.co/XR21n7uM9Z

– Google My Business (@GoogleMyBiz) 5 marzo 2020

Il 9 marzo Google ha inviato a Barry Schwartz un file dichiarazione sull’aggiornamento, “Per garantire la coerenza con le nostre norme per i contenuti forniti dagli utenti, ne abbiamo implementati altri criteri per foto e video per i commercianti alla fine dell’anno scorso. Continueremo ad aggiornare e migliorare queste politiche nel tempo per garantire che tutti i contenuti che appaiono nel profilo dell’attività siano pertinenti, di alta qualità e appropriati. Sebbene non condividiamo dettagli specifici sui nostri processi di moderazione, utilizziamo una combinazione di revisioni automatiche e manuali e continuiamo a lavorare per rendere l’approvazione delle foto il più efficiente possibile. “

Per assicurarti che foto e video soddisfino le linee guida per l’approvazione, esamina il file Criteri specifici del formato fornito da Google Maps. Forniscono inoltre linee guida per recensioni testuali, didascalie ed eventi.

Nuova funzione di anteprima del markup delle istruzioni nello strumento di test dei risultati multimediali di Google

I webmaster di Google hanno annunciato che se il tuo come i dati della struttura sono idonei per la guida con l’Assistente Google, ora puoi utilizzare il file Test dei risultati ricchi per visualizzare in anteprima i risultati su Google Home e smart display.

Ecco l’anteprima fornita da Google:

Proprio come sembra, un How-to guida un utente attraverso una serie di passaggi per completare con successo un’attività, come come creare un calzolaio di pesche. Le istruzioni possono includere video, immagini e testo.

Se desideri che i tuoi contenuti vengano utilizzati in Google Home o negli smart display, devi utilizzare i dati strutturati Use HowTo per dire a Google che il tuo contenuto è un how-to.

Per vedere esattamente cosa vuole Google, esempi, linee guida e altro visita Dati strutturati How-To di Google guida di riferimento.

NOTIZIE DEGLI ANNUNCI GOOGLE

Nuove funzioni aggiunte all’app per dispositivi mobili di Google Ads

Google ha annunciato nuove funzionalità di punteggio di ottimizzazione e modalità oscura per l’app mobile di Google Ads su 3 marzo.

Punteggio di ottimizzazione

Il punteggio di ottimizzazione può aiutarti a dare la priorità ai consigli per le tue campagne, il che renderà più facile migliorare rapidamente le prestazioni dall’interno dell’app. Ora puoi vedere i punteggi di ottimizzazione a livello di account e campagna nella schermata della panoramica dell’account. Le campagne che hanno consigli con il maggiore impatto potenziale verranno elencate per prime. L’obiettivo è rendere più facile per i gestori degli annunci trovare i consigli più importanti.

Gli utenti delle app possono anche essere avvisati in tempo reale quando il loro punteggio di ottimizzazione cambia, ma devono attivarsi nella pagina delle impostazioni.

Modalità scura

La modalità scura è ora disponibile nella pagina delle impostazioni dell’app per dispositivi mobili di Google Ads per coloro che preferiscono sfondi scuri o lavorano in un ambiente con scarsa illuminazione. Se utilizzi la modalità oscura nelle impostazioni del telefono, l’app sarà automaticamente in modalità oscura.

Ulteriori informazioni su Fai di più ovunque ti trovi con le nuove funzioni dell’app per dispositivi mobili di Google Ads.

I rapporti sull’attribuzione in Google Ads ricevono un aggiornamento significativo

I rapporti sull’attribuzione (precedentemente chiamati attribuzione della ricerca) hanno ricevuto un nuovo aspetto da Google per rendere più facile per le aziende comprendere le informazioni di marketing più importanti.

Google ha lanciato una nuova esperienza su Google Ads che renderà più facile elaborare il modo in cui i clienti interagiscono con gli annunci aziendali durante il ciclo di acquisto e fornirà informazioni importanti. Ciò avviene tramite una serie semplificata di rapporti sull’attribuzione: sono stati rimossi alcuni rapporti e ne hanno combinati altri.

Ora sono disponibili rapporti sull’attribuzione in Google Ads per quanto segue:

  • Panoramica

  • Metriche del percorso

  • Conversioni assistite

  • Confronto dei modelli

  • Percorsi migliori

Questi rapporti sono disponibili in Google Ads facendo clic sull’icona Strumenti. Quindi vai a Misurazione e seleziona Attribuzione.

Se ti stai chiedendo come sono i rapporti rinnovati, ecco alcuni esempi delle nuove pagine di panoramica

La nuova pagina di panoramica consente alle aziende di vedere la percentuale totale di clienti che hanno convertito dopo più clic in base alla pubblicità. È anche possibile vedere la percentuale di coinvolgimento del cliente per gli annunci su ogni dispositivo, così come quelli che sono stati coinvolti su più di un dispositivo

Puoi anche confrontare diversi modelli di attribuzione con il rapporto di confronto dei modelli. Questo rapporto aiuterà gli utenti a confrontare il costo per conversione e il ritorno sulla spesa pubblicitaria per diversi modelli di attribuzione, come l’attribuzione ultimo clic, basata su regole e basata sui dati.

Per maggiori informazioni visita Un nuovo look per i rapporti sull’attribuzione in Google Ads.

GOOGLE TOOLS

Google Search Console migliora le capacità di esportazione dei dati

Maggiore e migliore esportazione dei dati in Search Console

https://webmasters.googleblog.com/2020/02/data-export.html

Google Search Console ha rivelato alcuni nuovi aggiornamenti di esportazione il 26 febbraio. Ora è possibile per gli utenti scaricare interi set di dati da quasi tutti i rapporti di Search Console. Prima di questo aggiornamento, era possibile scaricare solo viste di tabelle specifiche. Google ritiene che questo passaggio renderà i set di dati più facili da leggere al di fuori di Search Console o da archiviare per riferimento futuro.

Dati completi

Ad esempio, Google Search Console ora consente all’utente di visualizzare i dati completi dietro i grafici durante l’esportazione dei dati dai rapporti di miglioramento. Google spiegato, “Ciò significa che oltre all’elenco dei problemi e alle relative pagine interessate, visualizzerai anche un’analisi giornaliera delle tue pagine, del loro stato e delle impressioni ricevute nei risultati della Ricerca Google. Se stai esportando i dati da una specifica visualizzazione in dettaglio, puoi vedere i dettagli che descrivono questa visualizzazione nel file esportato. “

Fogli Google o Excel

È ora possibile per gli utenti scegliere di esportare i dati di questo rapporto tramite Fogli Google o Excel; se gli utenti scelgono una di queste opzioni, riceveranno un foglio di calcolo con due schede. Se gli utenti scelgono di scaricare i dati come CSV, viene invece fornito un file zip con due file CSV.

Rapporto sulle prestazioni

Sono stati inoltre apportati miglioramenti ai download di dati dai rapporti sulle prestazioni. Gli utenti possono ora scaricare tutte le schede con un solo clic. Ciò significa essere in grado di recuperare contemporaneamente dati su pagine, Paesi, query, dispositivi, dati e aspetto della ricerca.

L’output del download funzionerà allo stesso modo dei report di miglioramento.

Un ulteriore aggiornamento per i dati sulle prestazioni include una scheda aggiuntiva o un file CSV denominato “Filtri” che consente agli utenti di vedere i filtri applicati quando i dati sono stati esportati.

Maggiori informazioni disponibili su Maggiore e migliore esportazione dei dati in Search Console.

Come utilizzare il rapporto sulla mappa del sito della console di Google

L’avvocato della ricerca di Google, Daniel Waisberg, spiega le mappe dei siti e come utilizzarle in Google Search Console. In questo video ci sono molti ottimi suggerimenti e informazioni di cui le aziende ei webmaster hanno bisogno.

Coronavirus e Conferenze

Di seguito vedrai che Google ha rinviato o cancellato un paio di eventi a causa del coronavirus. Riteniamo di dover anche notare che molte conferenze e fiere in tutto il mondo hanno dovuto posticipare o annullare. Ti esortiamo a essere il più solidale possibile riguardo a questi eventi.

Il pedaggio finanziario per il rinvio di queste organizzazioni sarà catastrofico per molte di loro. Se puoi permetterti di aspettare i nuovi dati dell’evento, consideralo. I rimborsi esigenti danneggeranno ulteriormente le aziende che sono ancora tenute a pagare per i centri / luoghi per conferenze che hanno affittato. Supportiamoci l’un l’altro il più possibile.

GDC 2020 rinviata; Esperienza digitale offerta invece

La Google Developers Conference 2020 (GDC 2020) è stata rinviato a causa delle preoccupazioni del coronavirus. Stanno offrendo a esperienza digitale il 23 marzo.

Annullamento dell’evento I / O di Google allo Shoreline Amphitheatre

“Tutti gli ospiti che hanno acquistato i biglietti per I / O 2020 riceveranno un rimborso completo entro il 13 marzo 2020.” – Google

Questo è tutto per la sintesi di questa settimana! Se hai pensieri che vorresti condividere su una qualsiasi delle notizie sopra, faccelo sapere nella sezione commenti qui sotto.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Search Engine Optimization.

Write a Comment