Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Guida SEMrush alla SEO per il tuo blog

Guida SEMrush alla SEO per il tuo blog

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Fino a poco tempo, la teoria SEO e l’ottimizzazione avanzata non erano mai venute in mente alla maggior parte dei blogger del mondo. Tutto quello che sapevano era che amavano scrivere, trasmettere le loro conoscenze e volevano aiutare gli altri coprendo vari progetti e attività. Quindi, quando i blogger hanno iniziato a dover prendere sul serio la SEO e l’ottimizzazione, hanno scoperto che tutte le informazioni presentate loro erano scritte in un modo, beh, un po ‘complicato.

Questo articolo demistificherà la SEO per quei blogger che vogliono sapere cos’è, a cosa serve e come applicarla ai propri siti e contenuti.

Cosa devono sapere i blogger sulla SEO?

Quando Google vuole presentare risultati SEO pratici e pertinenti agli utenti, utilizza “spider”. I ragni cercano e analizzano le pagine web, quindi scelgono quelle di calibro superiore che si adattano alla ricerca eseguita. Il motore di ricerca algoritmo (o modo automatizzato di ragionamento) considera la popolarità del contenuto di un blog, classifica le sue pagine e presenta i risultati in un elenco. Questa è solitamente la più grande paura di un blogger. Ma se sei già a conoscenza della SEO e di ciò che Google vuole dai tuoi articoli / blog, puoi iniziare a posizionarti per essere il primo, invece di accontentarti del 58 ° posto.

Qual è il motivo per essere Numero Uno su Google? Ce ne sono due, davvero:

  1. Dice che sei eccellente nello scrivere e che le persone pensano che i tuoi contenuti siano inestimabili. Ti dà autorità e popolarità, facendoti sentire che tutto il lavoro e la determinazione che metti nel tuo blog ne vale la pena.
  2. Ti apre anche alla possibilità di guadagnare denaro freddo. So che questa è acqua fredda di fronte ad alcuni blogger, ma è vero. Se sei al primo posto o ti trovi in ​​quella zona, hai più possibilità che le persone facciano clic sul tuo link rispetto al ragazzo al 58 ° posto. Ciò significa più traffico, più clienti, più vendite, abbonati, sponsor, inserzionisti e denaro.

Cosa ottimizzare nel tuo blog e come farlo

L’ottimizzazione sulla pagina è tutto ciò che puoi fare sulla tua pagina o nel tuo articolo per ottimizzarla e consentire a Google di trovare e analizzare i tuoi contenuti. È così che il motore di ricerca classifica il tuo blog più in alto nell’elenco dei risultati relativi all’argomento o alla parola chiave del tuo post. L’ottimizzazione off-page è i fattori esterni che influenzano la posizione del tuo articolo: popolarità all’interno dei social network e se altri siti hanno backlink ai tuoi articoli. Il motore di ricerca considera tutto questo e poi misura la pertinenza e la qualità del contenuto per decidere se vale la pena mostrare agli utenti o meno.

Esempio di un sito del motore di ricerca Google per “suggerimenti per il blog degli ospiti” che mostra il post del blog originale, la pagina di destinazione e il caricamento di un’anteprima del webinar di YouTube.

Parole chiave e scrittura di contenuti guadagnano lettori

Le parole chiave sono uno dei cardini per ottimizzare il tuo articolo. Ecco perché è importante utilizzarli in modi in cui gli spider di Google ti troveranno e saranno in grado di mostrarti al mondo. Ma bilanciare il posizionamento delle parole chiave con una copia dal suono naturale è la sfida più grande del blogger. Se vuoi aumentare il pubblico del tuo blog, devi diventare intelligente con contenuti e parole chiave.

I blogger devono segnare due obiettivi qui: in primo luogo, attirare i tuoi utenti finali. In secondo luogo, posizionati bene con i motori di ricerca perché, mentre i tuoi contenuti potrebbero essere il re e potresti essere pubblicizzato da alcuni come uno scrittore eccezionale, se non sei scoperto da Google o dai lettori, qual è il punto, giusto?

Ecco altri suggerimenti che i blogger devono archiviare nella loro mente:

  • Assicurati che il titolo del tuo blog sia “adatto a Google. “
  • Usa link interni pertinenti.
  • Usa tag alt e didascalie con immagini.
  • Assicurati che i link esterni siano pertinenti, naturali e non contengano spam. Link a siti di cui ti fidi.
  • Per i CTA (inviti all’azione), chiedi agli utenti di iscriversi agli elenchi di posta elettronica.
  • Uso meta tags. Sono frammenti di testo utilizzati per dire ai motori di ricerca di cosa tratta una pagina web. Queste informazioni sono essenziali per vendere il contenuto ai motori di ricerca e al lettore, quindi rendile brevi e accurate.
  • Riutilizza sempre contenuti efficaci e fornisci una copia informativa. Fluff e un numero eccessivo di 101 si traducono in frequenze di rimbalzo elevate che possono portare a classifiche Google inferiori.
  • Usa elenchi puntati e numerati.
  • Scrivi per i lettori, non per i motori di ricerca.

Secondo l’editore di blog SEMrush Tara Clapper, la maggior parte della SEO di un blogger può essere eseguita sul back-end dei loro siti.

Un buon CMS come WordPress ha [a lot] già integrato. Non è necessario essere un esperto per configurare Yoast SEO su un sito WordPress self-hosted. Google ha una guida sulla SEO per i webmaster. Yoast può aiutarti a determinare se la tua meta descrizione o il titolo è troppo lungo e puoi utilizzare CoSchedule Headline Analyzer per scrivere un titolo stellare “, ha detto, aggiungendo:” Come editore, i titoli sono l’elemento di un post del blog che cambio il più delle volte, di solito perché i blogger inviano titoli troppo lunghi per una SERP di Google [search engine results page] anteprima o troppo lunga per una condivisione su Twitter.

– Tara Clapper

Backlink e Blogger

Se sei un blogger e vuoi fare bene con i motori di ricerca, lo sviluppo di potenti backlink è fondamentale per il tuo successo. Esistono due tipi di backlink che puoi generare per il tuo blog. Il primo sono i backlink di bassa qualità. Ricorda, se ne raccogli troppi, Google potrebbe penalizzare il tuo blog. Poi ci sono i potenti backlink, che hanno diverse caratteristiche distinte:

  • Siti Web pertinenti associati alla tua nicchia
  • Collegamento con un importante sito Web o blog di PR
  • Backlink “naturali”, ovvero quando a qualcuno piace il tuo contenuto o sito web e link ad esso.

Google Penguin e Google Panda hanno reso obsolete le precedenti tecniche SEO come il link farming, l’eccessiva ottimizzazione delle parole chiave e il contenuto scarso. Ma i backlink sono rimasti un fattore primario di ranking dei motori di ricerca, la terza funzione di ranking più importante per Google.

Ecco molte altre idee che puoi utilizzare nella creazione di backlink al tuo blog:

  • Crea risorse di contenuto gratuite – L’idea qui è creare contenuti di valore per i lettori del blog e condividerli gratuitamente. Vai con argomenti o brani popolari che sono già stati scritti. Queste risorse possono essere in qualsiasi forma; post di blog, white paper, report, e-book, guide e così via.

  • Guest Blogging – Per i nuovi siti di blog, una delle cose più difficili è acquisire lettori fedeli mentre si imprime la propria autorità su quella nicchia. Essere un ospite ti consente di metterti di fronte al tuo pubblico e dimostrare la tua credibilità. È anche il modo migliore per ottenere backlink pertinenti.

  • Intervistare altri blogger influenti – Sebbene sia difficile, intervistare un blogger di successo della tua nicchia è un modo fantastico per acquisire potere a ritroso.

  • Crea post di riepilogo di esperti: i post di riepilogo di esperti sono forum in cui professionisti e blogger affermati condividono opinioni, con quelle opinioni che compongono l’intero post. Con quegli esperti e blogger affermati che condividono il tuo post con i loro follower.

Inizia per vincerlo

La creazione di un blog non viene eseguita dall’oggi al domani o al volo. L’ottimizzazione del tuo sito è un processo continuo che richiede tempo, impegno e molta pazienza in attesa dell’arrivo delle persone. Ma abbastanza presto, se segui questi semplici passaggi, scoprirai che il tuo blog sta trasportando una potenza di fuoco sufficiente per attirare i motori di ricerca e il tuo pubblico.

Raccontaci tutto dei tuoi casi di successo nel blog nei commenti!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di S.E.O.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *