Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Integrazione dei contenuti dei clienti nel marketing

Integrazione dei contenuti dei clienti nel marketing

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Prima abbiamo avuto i blocchi pop-up, poi la cecità dei banner. La prossima è l’apatia dei contenuti? Poiché i consumatori stanno diventando sempre più esigenti riguardo al marketing e alla pubblicità del marchio, i contenuti creati dai clienti forniscono una soluzione per il marketing dei contenuti che il tuo pubblico desidera effettivamente.

Gli esperti di marketing si stanno rendendo conto sempre più della necessità di trovare modi migliori per connettersi con i consumatori e il contenuto creato dai clienti, noto anche come contenuto generato dagli utenti, si sta dimostrando una risposta praticabile. Ovviamente, il marketing dei contenuti per i clienti non è affatto nuovo. Grandi marchi come Coca-Cola e Doritos lo usano da anni per una buona ragione: la scienza e la psicologia alla base del marketing con i contenuti dei clienti dimostra che è efficace.

Poiché i professionisti del marketing si sforzano di creare contenuti con cui la loro base di clienti desidera effettivamente interagire, il marketing dei contenuti per i clienti sta diventando sempre più un punto fermo del marketing tradizionale piuttosto che una campagna una tantum. una delle poche tattiche di marketing dei contenuti che sta mostrando livelli di coinvolgimento positivi tra gli acquirenti Millennial difficili da raggiungere.

Anche con i numerosi vantaggi dei contenuti generati dagli utenti, il passaggio dal marketing e dalla pubblicità del marchio al marketing dei contenuti per i clienti non è sempre facile, ma sta diventando sempre più importante per i marchi adattarsi prima che sia troppo tardi. Ecco perché il marketing con i contenuti dei clienti è una necessità e come integrarlo con successo nel tuo marketing.

Perché dovresti preoccuparti del marketing dei contenuti per i clienti?

Internet ha cambiato tutto nel rapporto marca-consumatore. Per gli inserzionisti, Internet ha offerto una grande opportunità di offrire contenuti molto più personalizzati. Invece di vedere i consumatori annunci che possono o non possono essere rilevanti per loro mentre sfogliano una rivista o passano un cartellone pubblicitario in autostrada, i marchi possono utilizzare algoritmi avanzati per mostrare i loro annunci alle persone che hanno maggiori probabilità di vederli.

Per i consumatori, l’era digitale offre loro la possibilità di essere molto più espliciti su come vogliono che i marchi interagiscano con loro. C’è stato un drastico cambiamento verso una pubblicità più personalizzata e mirata, ma sorprendentemente c’è stato anche un aumento dei consumatori che semplicemente non prestano attenzione agli annunci.

Nella ricerca dei consumatori per far funzionare Internet per loro, stanno diventando abili a ignorare i contenuti che non sono vantaggiosi per loro, mostrando una preferenza a non essere interrotti nella loro navigazione online o distratti dalla loro comunicazione sociale interferenze indesiderate del marchio.

Inserzionisti e operatori di marketing possono imbattersi nel terreno cercando di trovare nuovi modi per attaccare i loro messaggi ai volti dei consumatori, ma non importa quanto discreti o ben intenzionati: se i consumatori non vogliono ascoltare, tutto il genio del marketing nel mondo non lo è li raggiungerò.

È qui che entra in gioco il marketing dei contenuti dei clienti. I contenuti generati dagli utenti sono intrinsecamente coinvolgenti, perché affinché funzionino, un consumatore deve partecipare. Inoltre, le campagne di contenuto dei clienti consentono ai marchi di connettersi e ascoltare i propri consumatori, fornendo ai marchi informazioni preziose su ciò che i loro clienti vogliono e su come lo vogliono.

Inoltre, i contenuti generati dagli utenti alimentano il marketing del passaparola e sono accolti meglio dai consumatori perché non sembrano forzati come il marketing del marchio ovvio. Senza ulteriori indugi, ti aiuteremo a iniziare in modo che tu possa vedere i vantaggi per te stesso. Ecco 6 passaggi infallibili per implementare con successo i contenuti dei clienti nel tuo marketing.

6 passaggi per implementare con successo il Customer Content Marketing

1. Identifica i tuoi obiettivi

Questo è il passaggio che troppe persone non riescono a eseguire correttamente. Come ogni campagna, il content marketing dell’utente deve avere obiettivi chiari; in caso contrario, non sarai in grado di misurare il successo della campagna. Sebbene i contenuti generati dagli utenti siano creati dalle persone, per le persone hanno bisogno di supervisione affinché il contenuto raccolto sia utile.

Stabilisci obiettivi diretti su ciò che desideri che la tua campagna di marketing dei contenuti utente ottenga e sul messaggio che speri di comunicare prima di iniziare.

2. Scegli il giusto tipo di contenuto

I contenuti generati dagli utenti sono diversi: dalle bacheche di Pinterest e dai video di YouTube ai commenti dei blog e ai tweet. Non tutti i segmenti di pubblico utilizzano questi tipi di contenuto allo stesso modo. Forse il tuo pubblico è principalmente più vecchio e meno esperto di social media.

Probabilmente vorrai proporli per la revisione tramite richieste di posta elettronica o post di blog. Al contrario, se hai un pubblico Millennial, considera su quali social network sono più attivi; non basta indovinare Facebook o Twitter e lanciare una campagna. Hai molti amanti di Pinterest fai-da-te? O il tuo pubblico è principalmente designer che ama condividere i propri portfolio su tumblr?

3. Massimizza i vantaggi SEO

I contenuti generati dagli utenti forniscono ai motori di ricerca un flusso costante di nuovi contenuti e possono essere incredibili per creare parole chiave a coda lunga e aumentare la SEO complessiva. Tuttavia, è importante sapere come utilizzare correttamente i contenuti dei clienti per la SEO. Assicurati che i tuoi contenuti, in particolare le recensioni, siano indicizzabili da Google e lancia sempre le campagne in modo da rendere il più semplice possibile i contenuti che raccogli siano SEO-friendly.

Metti dei limiti alle lunghezze massime di titolo e descrizione sui contenuti inviati dagli utenti per evitare contenuti di spam o vaghi e offri tag e categorie suggeriti che possono utilizzare per inviare il contenuto nel modo più pertinente.

4. Conoscere gli aspetti legali dei contenuti generati dagli utenti

I marchi che raccolgono i contenuti dei clienti devono proteggersi. Assicurati di includere le scritte in piccolo appropriato in modo da poter utilizzare il contenuto inviato e riutilizzarlo come desideri in altre campagne. Non dare mai per scontato che solo perché i tuoi utenti ti hanno dato volontariamente dei contenuti che puoi usare come desideri.

5. Ottieni il contenuto del cliente

Ora è il momento della parte divertente … fai in modo che i tuoi clienti contribuiscano con i contenuti! Troppo spesso, sentiamo persone lamentarsi del fatto che il loro pubblico semplicemente non vuole inviare contenuti. Una volta che abbiamo insegnato loro che semplicemente non stanno creando chiari inviti all’azione, integrati nella viralità e incentivi, capiscono che i loro clienti sono felici di creare contenuti, devono semplicemente chiedere nel modo giusto.

Pensa a modi creativi per chiedere contenuti ai tuoi clienti e chiedi ovunque. Oltre alla tua campagna principale, includi CTA sui social media, nell’email marketing e persino sul tuo blog. Più rendi nota la tua campagna, più è probabile che gli utenti interagiscano con essa.

Ma semplicemente pubblicizzare la tua campagna non è sufficiente: se non sei un grande marchio con un sacco di influenza, come Coca-Cola, allora dovrai spingere un po ‘per ottenere una risposta.

Aggiungi un incentivo pari alla richiesta che ne stai facendo: ad esempio, potresti dare un coupon iniziale per scrivere una recensione o inviare una foto e un coupon aggiuntivo se il cliente lo condivide sui social media. Costruire incentivi graduati aiuta lentamente i tuoi clienti a contribuire di più. Oppure, se stai chiedendo un grande contributo, come un video, offri un enorme premio, come un viaggio all-inclusive o la possibilità di incontrare una celebrità. Maggiore è la ricompensa, maggiore è la risposta. Ma la tua richiesta e ricompensa devono essere uguali.

Coloro che devono solo inviare il proprio nome e indirizzo e-mail a una lotteria sanno che le loro possibilità di vincita sono scarse poiché la barriera all’ingresso è così facile. Tuttavia, la richiesta di un video in cambio di un coupon di sconto del 10% non fornisce una ragione sufficiente per gli utenti per dedicare tempo alla creazione di contenuti.

6. Ottieni il tuo contenuto per andare oltre

Come con qualsiasi campagna, è fondamentale misurare i tuoi progressi e aggiustare se necessario. Ricorda, se non stai ottenendo risultati, non è perché il tuo pubblico non vuole creare contenuti. Semplicemente non stai chiedendo correttamente. Fai di più con il contenuto che ottieni: riutilizzalo nelle campagne di marketing, usalo nella pubblicità, sui social media e altro ancora. Smetti di pensare che la voce del tuo marchio debba emergere: è ora di usare le voci dei tuoi clienti per comunicare.

Conclusione

I tuoi consumatori possono (e dovrebbero) essere il tuo miglior strumento di marketing. L’integrazione di contenuti generati dagli utenti nei tuoi sforzi di marketing ha vantaggi su tutta la linea: aumenta il marketing del passaparola, il coinvolgimento con gli acquirenti Millennial e aumenta i risultati di tutti gli sforzi attuali in SEO, content marketing e social marketing. Il contenuto generato dagli utenti è una forza formidabile e dovrebbe costituire una base per i tuoi futuri sforzi di marketing dei contenuti se desideri creare contenuti che i tuoi clienti desiderano ascoltare.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *