Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » La tempesta di contenuti perfetta per il SEO

La tempesta di contenuti perfetta per il SEO

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Sappiamo tutti che il contenuto è ciò che guida la macchina SEO in questi giorni. Quello che la maggior parte delle persone non sa è che potrebbero aver sbagliato tutto. Scrivere solo qualunque un pezzo di contenuto re-hash e troppo fatto non lo taglierà. I tuoi lavori scritti devono essere ricercati, ben preparati e ben … professionali.

Se il tuo contenuto non è quello, probabilmente stai guadagnando molto poco, non importa quanti contenuti hai inserito nel cyberspazio. Stai assolutamente, di sicuro, sprecando il tuo tempo.

Ecco alcuni punti da ricordare sulla scrittura in generale e sulla scrittura per la ricerca.

Sai per chi scrivi?

Quando scrivi per Internet devi capire il tuo pubblico e sapere a CHI stai scrivendo. Quindi, usa alcuni dati demografici analitici per aiutarti. Scopri se il tuo pubblico è maschio o femmina, benestante o bisognoso di cure, quanta istruzione hanno e quali sono i loro interessi, sia primari che secondari. Tutto questo può essere trovato in Google Analytics, SE hai impostato il codice Analytics monitorare i dati demografici.

Una volta che hai capito quella parte, crea un avatar del tuo cliente perfetto.

Supponiamo che tu sappia che il tuo pubblico è costituito da donne, di età compresa tra 35 e 50 anni, e sono principalmente uomini d’affari. Hanno da zero a 1 figlio e si divertono con i film, ma un altro hobby è la kick boxing. OK, piuttosto specifico, ma andiamo con esso …

Mary Jane Proctor lavora per Bank of America come VP nel dipartimento Trust. Vive da sola con un gatto, un blu russo di nome Igor. Ogni sera dopo il lavoro, torna nel suo appartamento con due camere da letto (i suoi genitori a volte le fanno visita), lascia un assegno per la donna delle pulizie, accende una Lean Cuisine e torna a guardare l’ultimo film in pay-per-view.

Puoi vederla? Non ancora?

OK, ha i capelli biondi, che sono lunghi fino alle spalle, tagliati smussati, e di solito li porta al lavoro solo per tenerli lontani dagli occhi. E adesso?

Potrei andare avanti per pagine, ma penso che tu capisca cosa intendo. Crea qualcuno, chiunque vedi nella tua mente con quello che hai imparato dalle statistiche di Google e scrivi a quella persona, in particolare. Assicurati solo di sapere chi sono.

In quale persona stai scrivendo?

La persona si riferisce al tuo punto di vista quando scrive. Stai scrivendo in prima persona (io, io, mio ​​…), a qualcun altro in seconda persona (tu, tuo) o ad una nebulosa terza persona (lui, lei, lui, loro)? E come scrivi? Familiarmente o formalmente? Queste cose sono importante!

Per Internet e qualsiasi altra pubblicazione meno formale, la scelta migliore per gli articoli è “familiarità in seconda persona”. Ciò significa che stai scrivendo direttamente al tuo avatar, il “tu”. Stai pensando a Mary Jane ora e scrivi in ​​modo informale con contrazioni e vocabolario meno artificioso.

Sai scrivere bene per i motori di ricerca? Se stai scuotendo la testa “no”, ecco alcuni suggerimenti killer per aiutarti tu.

Trasmetti il ​​tuo messaggio proprio come se stessi parlando con uno dei tuoi amici. Tralascia le imprecazioni e dovresti essere a posto.

Qual è il tuo obiettivo?

Lo scopo del tuo contenuto potrebbe essere quello di insegnare, vendere, annunciare, ecc. Devi capire a cosa è destinato il tuo contenuto. Questo articolo, ad esempio, è un articolo didattico. Gli scrittori professionisti probabilmente non stanno leggendo, ma ammettiamolo: se sei un piccolo imprenditore, un tecnico o anche una mamma blogger, devi capire bene le basi della scrittura.

Messa a fuoco è in cima a quella lista di importanza. Se stai scrivendo per insegnare qualcosa a qualcuno, scrivi di questo, non del tuo viaggio sul Monte. Shasta, a meno che tu non lo usi per illustrare un punto.

Se stai scrivendo per annunciare qualcosa, come faresti in un comunicato stampa, attieniti a quell’evento da solo. Non trascinare nulla nella tua scrittura che non dovrebbe essere lì. Concentrati sul tuo scopo e sul tuo intento.

Stai usando lo “spazio bianco”?

Non odi vedere blocchi di testo molto lunghi online o anche in un’email? NESSUNO li leggerà! Sembrano lavoro, e lo sono!

Avere più “spazio bianco” nel tuo pezzo è estremamente importante perché quando i paragrafi non sono enormi, sembrano semplicemente più facili da leggere. Suddividi i paragrafi in modo che non siano più lunghi di cinque righe, in alto. Dimentica solo quello che hai imparato a scuola! I paragrafi di una frase sono accettabili, se li usi per esprimere un punto. Diamine, anche i paragrafi di una parola a volte funzionano bene.

Studia la punteggiatura

Ti rendi conto che Google ti sta guardando, giusto? Voglio dire, dai loro il permesso solo consentendo agli spider di eseguire la scansione delle tue pagine. Quindi, ecco l’affare:

Se non sai come mettere la punteggiatura correttamente, chiedi a qualcuno che sappia come farlo e pagalo per modificare o anche per scrivere per te, o sbizzarrisciti! Ci sono tantissimi libri di punteggiatura là fuori.

Non rabbrividire.

Non ho intenzione di menzionare l ‘”AP Style Book” o il “Chicago Manual of Style”. Ma libri come “Guai a me“di Patricia T. O’Connor aiuterà molto.

Oppure cerca semplicemente il coaching grammaticale online. Ci sono tantissimi siti per aiutarti. L’unico avvertimento è essere sicuri di essere su un sito che sa il fatto suo. Probabilmente dovresti attenersi ai siti .edu o ai siti di autorità nella nicchia di scrittura.

Ma ricorda … L’hai sentito qui: preparati! Google intende obbligarci a utilizzare queste guide di stile professionali. Vogliono che il Web sia professionale e vedo un giorno in cui l’uso e la punteggiatura e tutti gli altri aspetti di una buona scrittura non saranno solo importanti, ma imperativi.

Sì, i giorni dei contenuti spazzatura senza scopo eccetto gli annunci AdSense sono finiti.

Ciò che scrivi è interessante o utile?

Assicurati che qualunque cosa scrivi sia interessante. E se non è molto interessante, rendilo terribilmente utile.

Un modo semplice per scrivere contenuti su un campo in cui dovresti essere esperto è dare alle persone 5, 7 o 10 suggerimenti da seguire. È il formato più semplice di tutti.

Ma ecco il punto: se sei appassionato del tuo argomento, le persone lo sentiranno nella tua scrittura. E, se stai fornendo loro informazioni che non raccolgono da nessun’altra parte, indovina un po ‘? Ti ameranno per questo!

Anche se il tuo argomento è un po ‘arido e noioso, se le persone stanno imparando, lo ignoreranno.

Vuoi che il tuo pubblico sia coinvolto. Questa è la parte più importante di tutte. Continua a leggere!

E se riesci a scrivere con un po ‘di umorismo, indovina un po’? Li farai tornare indietro. Cerca solo di non fare battute noiose che non funzionano davvero, o sembrerai uno stupido. Questa è l’ultima cosa che vuoi.

Se hai intenzione di iniettare umorismo, assicurati di convincere qualcuno di cui ti puoi fidare a leggere prima quello che hai scritto e vedere se sorride. Niente sorrisi? Hai fallito. Riprova o assumi un umorista per ravvivare il pezzo per te. La scrittura umoristica è molto difficile da fare.

Riscrivere

La cosa PIÙ importante che puoi fare è riscrivere ciò che hai scritto. Lascia che qualunque cosa si sieda per un po ‘e poi (durante la notte, se possibile), torna indietro e leggila di nuovo. A meno che tu non sia perfetto, troverai passaggi che richiedono la tua attenzione per renderli più forti. Non pensare mai di poter scrivere e premere il pulsante “invia”, non importa quanto sei bravo pensare sei.

Non aver paura nemmeno di riscrivere completamente ciò che hai scritto. Ad esempio, una volta ho scritto un capitolo di un libro mentre avevo l’influenza. Quando ci sono tornato un paio di giorni dopo, l’ho letto e ho pensato, Chi ha scritto questa merda? E ha dovuto ricominciare da capo. Lezione imparata. Scrivi solo quando stai bene e hai voglia di scrivere.

Se non hai voglia di scrivere, leggi. Leggi tutto ciò su cui puoi mettere le mani sull’argomento in questione. Ad un certo punto smetterai di voler leggere e sarai pronto a scrivere.

Parole chiave, Shmeewords

Se stai ancora impazzendo per le parole chiave, FERMALO! NON è più quello che i motori di ricerca vogliono vedere. Vogliono che scrivi in ​​modo naturale e, se lo fai, le parole chiave che circondano la tua nicchia appariranno automaticamente nel tuo testo.

Usa una parola chiave nel titolo della tua pagina. Usane uno nella descrizione della pagina. Usane un paio nel testo. Questo è tutto!

Dovresti fare una rapida ricerca per parole chiave prima di iniziare, senza dubbio, perché “SEO naturale” è meno popolare del solo “SEO”, per esempio.

Se riesci a trovare alcune parole chiave che non sono così generiche e possono essere utilizzate facilmente in ciò che hai scritto, scrivi con una parola chiave in mente o torna indietro e vedi dove potrebbe sembrare naturale scambiare una parola chiave con un’altra. MAI inserire o utilizzare una parola chiave a cui non appartiene. In questo modo giace la follia!

La linea di fondo

Se sei un webmaster o un piccolo imprenditore che scrive i propri contenuti, devi iniziare a pensare di scrivere in modo più professionale. È quello che si aspetta Google e sai quando il Big Dog abbaia, tutti ascoltano. Quindi, osso, rinforza e ripulisci. Migliore è il tuo articolo, maggiore sarà la grinta di ricerca che avrà e meglio starai.

Amen.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di SEO.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *