Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » L’anatomia di migliori risultati di email marketing

L’anatomia di migliori risultati di email marketing

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Molti marketer oggi considerano la posta elettronica una strategia antiquata e preferiscono concentrarsi su altri canali di marketing come i social media, i blog o il live streaming. Tuttavia, l’email marketing è una tendenza in costante crescita, che non mostra alcun segno di svanire. Puoi trovare alcuni numeri impressionanti, che dimostrano la potenza dell’email marketing in questo articolo.

Quindi scopriamo gli elementi più importanti di una buona strategia di email marketing con Stephan Hovnanian, il proprietario di Siti web Shovi e un ottimo specialista nell’ottimizzazione della conversione delle email!

Segmenta la tua lista e-mail in piccoli gruppi

Cosa puoi fare per far arrivare le tue e-mail a casa? La risposta è abbastanza semplice: segmenta la tua mailing list e adatta i tuoi messaggi a gruppi particolari.

Secondo ricerca condotto da MailChimp, i tassi di apertura per le campagne segmentate sono superiori del 14,64% rispetto alle campagne non segmentate.

Puoi suddividere la tua lista di e-mail in parti diverse, ad esempio per posizione, età, sesso, interessi e così via. Vengono forniti alcuni esempi intelligenti di segmentazione di elenchi di posta elettronica Qui. Ma l’idea principale è scegliere la segmentazione che si adatta ai tuoi obiettivi finali e al tipo di attività. Prendiamo un negozio di abbigliamento online come esempio: dividere il suo pubblico per sesso ed età è una buona pratica per inviare offerte più pertinenti.

Fonte immagine: community.sagecrm.com

Stephan Hovnanian consiglia di creare questi segmenti indispensabili per email più mirate:

  • Segmento “Brand champion”: Queste sono persone che aprono e agiranno su quasi tutte le email che invii. La chiave è sapere chi sono i tuoi più grandi campioni e usarli per aiutarti a ottenere più copertura invece di inseguire le conversioni.
  • Segmento “Rete”: Questo sarà anche composto da persone che possono spargere la voce sul tuo marchio e sui tuoi contenuti. Ma dove differiscono dai campioni del marchio è nel fatto che queste persone sono effettivamente nel business dei media (o hanno connessioni con i media). Il punto è che dovresti contattare queste persone in modo diverso dai tuoi normali abbonati e-mail, con diversi inviti all’azione, quindi separali.
  • Segmenti basati su interessi o tipo di contenuto: Queste sono persone che hanno espresso interesse per argomenti particolari. Ti consigliamo di inviare loro e-mail su determinati tipi di contenuti (webinar, infografiche, white paper, post di blog, chat su Twitter, persino eventi locali) a persone che hanno espresso interesse per quei tipi di contenuti in passato.

Un consiglio speciale di Stephan: “Non aver paura di chiamare un gruppo specifico di persone e lasciare il resto della tua lista fuori da una particolare campagna. Il successo dell’email marketing è davvero una questione di qualità rispetto alla quantità sia per l’azienda che per i suoi abbonati “.

Di seguito è riportato un esempio pratico di come implementare la segmentazione: “Un flusso di lavoro semplice e veloce per la segmentazione della posta elettronica”.

Se vuoi ottenere maggiori informazioni sulla divisione della tua mailing list, dai un’occhiata a questi articoli:

Scrivi un oggetto accattivante

Presta particolare attenzione alla riga dell’oggetto! Alcuni utili statistiche: Il 69% dei messaggi di posta elettronica viene contrassegnato come spam solo in base alla riga dell’oggetto e il 35% dei messaggi di posta elettronica viene aperto a causa della riga dell’oggetto.

Quindi un oggetto allettante può essere il tuo migliore amico, facendo risaltare la tua e-mail tra tonnellate di altri messaggi. Oppure può essere il tuo peggior nemico, consegnandolo direttamente alla casella dello spam.

A1: le righe dell’oggetto con testo provocatorio, lettere minuscole, numeri, punteggiatura possono risaltare nella posta in arrivo. Tienilo equilibrato però #seocafe

– Stephan Hovnanian (@stephanhov) 26 gennaio 2016

Ecco alcune idee per scrivere argomenti ad alto rendimento:

  • Elimina tutto ciò che può attivare i filtri antispam – questi sono i primi ostacoli che la tua posta elettronica deve superare. – Non utilizzare (o almeno non abusare) dei tappi. – Evita caratteri speciali. – Assicurati di non aver commesso errori di ortografia. – Ricorda che alcune parole sono inneschi di spam! Assicurati di non usare quelli su questo elenco.
  • Alcune parole funzionano meglio di altre. Qui puoi vedere le prime 10 e le ultime 10 parole per le righe dell’oggetto nel 2015, secondo a rapporto da Adestra:

Fonte immagine: adestra.com

Guarda la presentazione di Sidekick “19 Statistiche della riga dell’oggetto che incidono sui nostri tassi di apertura delle e-mail“Per ottenere informazioni più interessanti.

  • Usa numeri: Non solo catturano l’attenzione dei lettori, ma rendono il tuo messaggio più informativo e chiaro. Confronta i seguenti argomenti: “Come raddoppiare il traffico del tuo blog” e “Ottieni il 45% di traffico in più sul tuo blog”.
  • Fare domande: Le righe dell’oggetto formulate come domande hanno un tasso di apertura maggiore di quelle formulate come affermazioni, perché coinvolgono immediatamente il lettore.
  • Tienili brevi. Utilizza un massimo di 50 caratteri. La maggior parte dei tuoi iscritti non leggerà con attenzione la riga dell’oggetto. Lo scansioneranno rapidamente per scoprire se sono interessati o meno.

Puoi trovare alcuni consigli utili su come scrivere le righe dell’oggetto nell’articolo “Migliora i tuoi tassi di apertura con queste 12 modifiche alla riga dell’oggetto“Di Contatto costante.

Crea CTA irresistibili

Un altro elemento che è importante quasi quanto la riga dell’oggetto è un invito all’azione. Un CTA dice al lettore cosa esattamente deve fare.

A1: Per i pulsanti, completa la frase “Voglio che tu ___” (scarica il white paper, salva il tuo posto, ecc.) #seocafe

– Stephan Hovnanian (@stephanhov) 26 gennaio 2016

Ecco cosa devi sapere sulla creazione di CTA:

  • Utilizza i pulsanti invece dei link: Molte persone aprono le proprie e-mail da dispositivi mobili e i pulsanti sono più facili da fare clic rispetto ai collegamenti. Un suggerimento per la progettazione dell’email di Stephan Hovnanian: “Assicurati che i pulsanti e il testo cliccabile siano sufficientemente distanziati per le persone con le dita grandi sui dispositivi mobili”. Andy Crestodina nel suo articolo “Come progettare un pulsante: 7 suggerimenti per ottenere clic“Fornisce consigli più utili sulla creazione di un pulsante accattivante.
  • Rendilo chiaramente visibile e facile da trovare: I lettori non cercheranno un CTA nella tua e-mail, è tuo dovere fargli trovare. Secondo Linee guida per l’interfaccia umana di iPhone di Apple, la dimensione consigliata per un pulsante è 44 x 44 pixel.
  • Usa colori contrastanti: Attirano sempre l’attenzione degli utenti. Scegli un colore che corrisponda alla sensazione che desideri evocare (ad esempio, rosso per un’azione immediata, verde per il relax, blu per la fiducia). Inoltre, la scelta di colori più luminosi per pulsanti più piccoli è un buon trucco. Puoi trovare ulteriori suggerimenti sulla scelta del colore del pulsante giusto in Questo articolo.

Fonte immagine: blog.bufferapp.com

Trova l’ora di invio ottimale

Quando si tratta di newsletter via e-mail, i tempi sono molto importanti. Quindi qual è il giorno della settimana o l’ora del giorno migliore per inviare e-mail?

Puoi considerare alcune tendenze comuni, ad esempio: le e-mail inviate il lunedì e nei fine settimana di solito hanno un basso tasso di apertura. È improbabile che le persone controllino la posta in arrivo nei loro giorni liberi e il lunedì sono semplicemente inondate da tonnellate di e-mail lasciate non aperte nei fine settimana. Puoi ottenere ulteriori suggerimenti sulla corretta tempistica delle email da questa fantastica infografica di Kissmetrics.

Ma il momento migliore sarà unico per la tua lista di posta elettronica e, a volte, per ogni segmento della tua lista. Quindi, alla fine, solo l’analisi del tuo pubblico e dei test A / B possono darti la risposta giusta.

Un buon trucco per trovare un orario di invio che funzioni meglio con il tuo pubblico è spiare le campagne email dei tuoi concorrenti diretti. Alita Rodriguez ha condiviso questa esperienza con uno o i suoi clienti: “Il concorrente del mio cliente inviava e-mail mercoledì e noi le inviavamo giovedì. Quindi abbiamo deciso di vedere cosa sarebbe successo se avessimo effettivamente inviato il nostro il martedì. Quindi l’abbiamo fatto e le percentuali di apertura, i tassi di clic e i tassi di conversione di queste e-mail sono aumentati molto! E questo solo perché siamo stati i primi a lanciare sul mercato “.

Ottimizza per utenti mobili

Secondo statistiche, Il 45% di tutte le e-mail vengono aperte da dispositivi mobili. Ecco perché è essenziale assicurarsi che la tua email abbia lo stesso aspetto su qualsiasi piattaforma.

Il modo migliore per garantire che la tua posta elettronica sia leggibile da qualsiasi dispositivo è creare un design reattivo, anche se è un’attività che richiede tempo. Per una soluzione rapida, ci sono alcune cose che puoi fare per rendere la tua email mobile friendly:

  • Riduci le dimensioni delle immagini: La pagina verrà caricata più velocemente.
  • Posiziona il tuo pulsante CTA above the fold: Gli studi dimostrano che molte persone leggono solo le prime righe di un’e-mail. Quindi, se il tuo pulsante CTA è below the fold, spostalo più in alto o taglia il testo dell’email.
  • Rendi i pulsanti CTA touch-friendly:

A1: Suggerimento per la progettazione delle e-mail: assicurati che i pulsanti e il testo cliccabile siano sufficientemente distanziati per le persone con le dita grandi sui dispositivi mobili #seocafe

– Stephan Hovnanian (@stephanhov) 26 gennaio 2016

  • Usa caratteri di grandi dimensioni e maggiore spaziatura tra le righe.
  • Rendi i tuoi paragrafi più brevi.

Riassumiamo. Questo è ciò che può rendere la tua campagna di posta elettronica più efficace: dividi la tua mailing list in piccoli gruppi e scegli come target ogni gruppo separatamente, crea linee tematiche convincenti e potenti CTA, definisci il momento migliore per inviare le tue email e assicurati che abbiano un bell’aspetto da qualsiasi dispositivo. Ti suggeriamo anche di dare un’occhiata a questi 5 tipi di email che ogni marketer dovrebbe inviare e controlla se li stai già utilizzando tutti come parte della tua strategia. E quali sono i tuoi segreti per un email marketing efficace? Per favore, condividili nei commenti!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di SEO.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *