Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » L’anatomia di una pagina SEO perfetta

L’anatomia di una pagina SEO perfetta

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Il primo passo per il posizionamento nei motori di ricerca è avere una pagina web ottimizzata con ottime pratiche SEO. Costruire la tua pagina web in modo che sia SEO-friendly è un’arte ed è per questo che vogliamo fornirti questo sguardo approfondito sull’anatomia di una pagina SEO perfetta dalla testa ai piedi. Vedi cosa ho fatto lì?

La base di questo articolo è incentrata sulla possibilità di posizionarsi più in alto nei motori di ricerca e, per farlo, devi scegliere le parole chiave corrette da classificare. Utilizzando il pianificatore di parole chiave di Google, Moz, SEMrush e altri strumenti per analizzare le tue potenziali parole chiave, puoi sviluppare un elenco di parole chiave a coda lunga che potenzialmente convertiranno i clienti e puoi utilizzare questo elenco per implementare nei passaggi successivi un’anatomia SEO perfetta.

Come strutturare il tuo URL

Cominciamo con il “nome” del tuo sito web, supponendo che si tratti di un nuovo sito. Il tuo nome di dominio dovrebbe utilizzare una variante delle parole chiave di destinazione o utilizzare testo correlato alla categoria di attività. Detto questo, molte aziende di successo non hanno parole chiave correlate alla loro attività nel loro nome di dominio principale, e anche questo va bene. Se questo è il caso, lavora per rendere il tuo nome di dominio breve e piacevole; più corto è, meglio è, poiché questo consente a più caratteri nel tuo URL di essere visualizzati nelle SERP (pagine dei risultati dei motori di ricerca).

Ecco un esempio di URL per un’azienda di abbigliamento: www.clothingrocks.com. Questo è un ottimo URL perché contiene la categoria della loro attività “abbigliamento”.

Dopo l’URL principale, il testo che segue “.com /” dovrebbe essere il nome di una categoria o il nome di un articolo. Supponiamo che tu stia creando una pagina di categoria per tutti i diversi tipi di t-shirt nella tua azienda di abbigliamento. In questo caso, il tuo URL dovrebbe essere http://www.clothingrocks.com/tshirts. Quindi vuoi andare ancora oltre e creare un post per mostrare un certo tipo di t-shirt a pois che porti. In questo caso, il tuo URL potrebbe essere http://www.clothingrocks.com/tshirts/polka-dot-t-shirt.

Struttura del tag dell’intestazione Anatomia di una pagina SEO perfetta – Jet Digital Marketing – Clicca per ingrandire

Il prossimo è il “capo” della tua pagina. È qui che si trova il cervello dell’operazione. Per i veri principianti, il tag di intestazione è il pezzo di codice tra le sezioni e della tua pagina. Segui questi suggerimenti di base per ottimizzare il tuo tag head e sarai sicuro di stupire i motori di ricerca.

Tra il tag della sezione head, dovresti ottimizzare il tag del titolo (che è il codice tra e ).

Un buon tag del titolo:

  • Ha una lunghezza compresa tra 50 e 59 caratteri
  • Mostra il tuo soggetto
  • Include la tua parola chiave
  • Menziona il nome del tuo marchio

Perché il tuo titolo dovrebbe essere così breve, chiedi? Google mostra solo circa 50-60 caratteri nella pagina dei risultati di una ricerca e desideri che l’intero titolo venga visualizzato correttamente. Questo titolo è anche ciò che viene visualizzato nelle schede del browser quando viene visualizzata la tua pagina e viene visualizzato se la tua pagina è condivisa su un sito di social media, quindi rendila pertinente! Molti esperti affermano che più la tua parola chiave è vicina all’inizio del titolo, più è probabile che ti classifichi per quella parola chiave.

Il secondo passaggio nell’ottimizzazione del tag di intestazione è lavorare sulla meta descrizione, che dovrebbe essere visualizzata in questo modo: . La meta descrizione fornisce informazioni aggiuntive sulla tua pagina, un breve paragrafo e un’istantanea per pubblicizzare l’argomento della tua pagina per i motori di ricerca.

Ogni meta descrizione dovrebbe essere unica e dovrebbe concentrarsi sul convincere l’utente a fare clic sul tuo link per saperne di più. Queste descrizioni dovrebbero avere una lunghezza compresa tra 150 e 160 caratteri. A differenza dei tag del titolo, Google ha annunciato che le meta descrizioni non determinano le classifiche nei motori di ricerca. Questa descrizione è ciò che verrà mostrato sotto il tuo titolo in luoghi importanti come le pagine dei risultati dei motori di ricerca e le piattaforme di condivisione sociale.

Cosa mettere nei tag del corpo

È sempre importante prendersi cura del proprio “corpo” e assicurarsi di inserire tutti i nutrienti necessari di cui ha bisogno tra il tag e il tag per avere la possibilità ottimale di classificarsi nelle SERP. Il contenuto della tua pagina è una delle parti più importanti per il tuo successo nel ranking. Ricorda quando crei il contenuto per la tua pagina, dovrebbe funzionare per essere qualcosa di unico, qualcosa che le persone siano interessate a conoscere e qualcosa a cui le persone vogliono collegarsi. Ce ne sono anche vari Superpoteri SEO puoi dare il tuo corpo seguendo le linee guida e le tecniche di contenuto.

Utilizza corrispondenze a frase e sinonimi della tua parola chiave nei tuoi contenuti. Se la tua parola chiave target è “t-shirt a pois”, potresti aggiungere varianti come:

  • abbigliamento a pois
  • camicia a pois
  • top a pois
  • bei vestiti a pois
  • vestiti divertenti a pois
  • camicetta, scollo a V.
  • Maglione
  • conchiglia
  • dolcevita
  • Polo
  • maglietta da golf

… e l’elenco potrebbe continuare all’infinito. Una volta che hai un buon elenco insieme, spargi questi termini in tutto il tuo corpo insieme a corrispondenze di frasi, sinonimi e parole chiave LSI nei tag H1, H2, H3 e nei tag alt immagine.

Il contenuto della tua pagina dovrebbe mirare all’intento di un singolo ricercatore. Le parole chiave in tutto il tuo post dovrebbero essere in grassetto o evidenziate una volta per parola chiave, nei tag di intestazione (tag H1, H2, H3) e la tua parola chiave principale dovrebbe apparire nel corpo del tuo testo in modo naturale e non troppo spesso (ricorda di non inserire parole chiave).

Quando si inseriscono collegamenti nel testo, è necessario collegare il testo contenente le parole chiave a pagine pertinenti all’interno del sito. Alcuni esperti affermano che l’uso del testo di ancoraggio delle parole chiave è una strategia rischiosa. Questo è sicuramente il caso dei collegamenti tra siti separati. Tuttavia, con i collegamenti interni alla pagina, il testo di ancoraggio ricco di parole chiave funziona come un fascino. Per le immagini all’interno della tua pagina, un’altra buona pratica che molti esperti usano è nominare la loro immagine con un testo molto mirato, preferibilmente qualcosa che ha a che fare con la tua parola chiave principale.

Attenzione! Inserire troppe parole chiave nel testo sembrerà spam ai lettori e ai motori di ricerca. La chiave è fornire al tuo pubblico informazioni preziose che siano organiche e contengano il posizionamento strategico delle tue parole chiave principali. Assicurati di rimanere in salute e di stare lontano da malsane tecniche di marketing di ricerca.

Come formattare il tuo piè di pagina

Molti esperti web ritengono che il piè di pagina (il contenuto tra i tag

e

) fornisca collegamenti preziosi per l’ottimizzazione dei motori di ricerca, ma alcuni degli esperti SEO più importanti come Rand Fishkin dicono il contrario. I collegamenti nel piè di pagina vengono svalutati e potrebbero svalutare il tuo sito, quindi la cosa migliore che puoi fare è evitare molti collegamenti nel tuo piè di pagina e mantenerlo semplice. Se stai inserendo dei link nel tuo piè di pagina, assicurati che siano estremamente pertinenti e utili e che non siano pieni di parole chiave.

Per quelli di voi che non conoscono la formattazione della pagina per il SEO, spero che questa guida vi abbia fornito l’inizio di una strategia che vi aiuterà a migliorare le classifiche di ricerca. Per quelli di voi che conoscono il trapano e questa non è una nuova informazione per voi, spero che vi abbia fornito un buon ripasso su cosa sia una grande pagina web e cosa potete fare per rafforzare la vostra pagina web.

Manteniamo tutti i nostri siti web forti e sani e costruiamo una comunità online che rafforzi la nostra credibilità online! Hai altri consigli utili? Si prega di fornire i vostri commenti!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di SEO.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *