Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Lascia che le parole chiave guidino la strategia dei contenuti del tuo blog

Lascia che le parole chiave guidino la strategia dei contenuti del tuo blog

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Creare un blog per la tua azienda può essere una sfida. Ma se segui i passaggi seguenti, puoi utilizzare la ricerca per parole chiave per guidare la tua strategia di creazione di contenuti e contribuire a eliminare le congetture dalle decisioni editoriali.

Tre componenti importanti: industria, design e coinvolgimento

1. Industria: sarà più difficile ottenere un pubblico se l’argomento è troppo ampio o generale. Ad esempio, ci sono molti rami nella tecnologia e dedicare un intero blog a un argomento più generale non ti aiuterà a ottenere un pubblico. Devi conoscere il tuo settore. Detto questo, si dovrebbe anche capire che il blog non dovrebbe essere così specifico da non avere abbastanza persone alla ricerca di quell’argomento. Avere un angolo unico per il tuo blog (ad es. la tecnologia al lavoro) e assicurati che l’argomento sia quello di cui tu e il team siete appassionati. Un’altra cosa che gioca un ruolo enorme nella creazione di un blog è parole chiave specifiche del settore. È il fattore più importante se stai cercando di ottenere un pubblico specifico del settore alla ricerca di informazioni con l’aiuto di determinati termini.

2. Design: la prima cosa che le persone vedranno quando accedono al tuo blog è il design e l’organizzazione del blog. È una caratteristica distintiva del blog. Insieme al contenuto, anche questa funzione gioca un ruolo importante nell’ottenere il coinvolgimento del pubblico. Il design del tuo blog esprimerà abbastanza su di te e su ciò per cui il blog è pensato. Non essere pigro semplicemente andando con i temi comuni disponibili su varie piattaforme. Sono generici. La qualità del contenuto, non importa quanto sia buono, non lo rifletterà mai se il tema non è corretto.

3. Coinvolgimento: ci sono innumerevoli passaggi per rendere il tuo blog popolare, coinvolgente e interattivo. Non tutte le cose devono essere fatte in una volta. Tuttavia, i componenti principali di un blog di successo non dovrebbero essere trascurati:

  • Ottimo contenuto
  • Navigazione facile
  • Pagine di caricamento veloce
  • Design intuitivo
  • Interazione facile e intuitiva
  • Verifica e monitora i risultati
  • Contenuto specifico per parole chiave

Tutti questi componenti sono importanti ed essenziali per fare progressi.

Scelta delle parole chiave ottimali per la ricerca e per il CTR

1. Per la ricerca: è fondamentale conoscere il tuo pubblico. Quando si parla di motori di ricerca, le preferenze degli utenti sono conosciute dalle parole chiave che inseriscono. Ciò che la ricerca dà è solo l’impressione di ciò che vede. Qui, ci fornisce i risultati per le parole che gli utenti inseriscono. Ecco una guida con SEMrush sullo sviluppo del perfetta strategia di ricerca per parole chiave per le SERP.

  • Brainstorm: hai risolto le esigenze dei tuoi clienti quando hai avviato il tuo blog o la tua attività. Allo stesso modo, è importante ricercare le frasi chiave e sapere cosa vuole il tuo pubblico.

  • Espandi l’elenco delle parole chiave: una volta completato il processo di brainstorming e hai un elenco di 5-10 parole chiave cruciali, il passaggio successivo è espandere questo elenco di parole chiave facendo ulteriori ricerche sulle singole parole chiave. È importante includere parole chiave a coda lunga per ottenere la visibilità desiderata sui motori di ricerca.

  • Seleziona le parole chiave: prima di iniziare questo passaggio, hai già un elenco espanso di frasi di ricerca. Ora è il momento di gettare le basi della tua campagna SEO con parole chiave selezionate.

2. Per migliorare il CTR (percentuale di clic): CTR è sicuramente un termine popolare per PPC, ma è stato accettato da molti esperti come fattore di ranking. Quindi, come puoi ottenere un CTR elevato per le tue parole chiave? Tieni a mente i seguenti criteri:

  • Limite di caratteri: Inserisci il messaggio più importante con la parola chiave nel titolo della pagina entro i primi 65 caratteri.
  • Evidenza delle parole chiave: Dal punto di vista dei motori di ricerca, è fondamentale quanto la parola chiave sia vicina al titolo.
  • Limite di utilizzo delle parole chiave: Per ottenere un buon CTR, non utilizzare la parola chiave più di una volta su una pagina, poiché utilizzerai la parola chiave sul titolo e in altri luoghi significativi.
  • Titoli di pagina brevi: I titoli di pagina lunghi non influiscono sul CTR, poiché Google non considera le parole chiave che si trovano verso la fine del titolo.
  • Parola chiave nella meta descrizione e nel contenuto del corpo: Anche le parole chiave nei tag meta description e nel contenuto del corpo sono importanti per stabilire la pertinenza.

Ora che hai le parole chiave in mano e la strategia su come cercarle e implementarle per massimizzare i CTR, ecco come dovrebbe essere eseguito l’intero processo.

Utilizzando le parole chiave mirate

Ora che hai fatto i compiti, sei quasi pronto per iniziare a scrivere sul blog. 1. Definisci i termini per i quali vuoi classificare: hai già selezionato le parole chiave. Ora è il momento di dividere le parole chiave in elenchi di parole chiave primarie e secondarie.

  • Fai un elenco di parole chiave primarie e secondarie e posizionale in base alla loro importanza.
  • Ad esempio, le parole chiave principali devono essere inserite una volta nel titolo e nel corpo.
  • Tuttavia, le parole chiave secondarie potrebbero essere inserite nel corpo del testo e non necessariamente in altri elementi della pagina web.

2. Scegli un argomento del blog tempestivo: sulla base delle parole chiave, puoi cercare quali argomenti sono attualmente di tendenza e quale tipo di contenuto sta effettivamente cercando il pubblico con l’aiuto delle parole chiave mirate. I migliori strumenti di ricerca sono riportati di seguito:

  • Google Trends: questo strumento esiste da alcuni anni. Basta inserire i termini e otterrai un rapporto su ciò che è in tendenza per il termine pertinente.

  • Google+: prova a controllare la sezione Temi caldi su Google+. La sezione poco conosciuta condivide post popolari, hashtag di tendenza e persone / pagine sulla base dei termini.

  • Google Blog: Basta inserire le parole chiave e troverai un elenco di blog pertinenti alle parole chiave inserite da te.

3. Usa la metodologia di citazione: le parole chiave a coda lunga a volte non hanno senso. Pertanto, è consigliabile che l’insieme di parole della coda lunga venga citato in punti diversi nello stesso paragrafo.

  • Ad esempio, la parola chiave che hai scelto come target è “viaggio tour mondiale di Copenaghen”.
  • Questa parola chiave appare così perché l’utente l’ha inserita in modo simile nel motore di ricerca.
  • Quando scegli come target questa parola chiave nei contenuti del tuo blog, potresti farlo in questo modo: “Quando pianifichi un tour mondiale, potresti pensare a diversi luoghi da visitare. Tuttavia, se stai cercando di viaggiare in un luogo che è puramente artistico, non dimenticare di visitare Copenhagen “.
  • Assicurati che le parole chiave non siano posizionate troppo lontano in modo che non vengano riconosciute dai motori di ricerca.

4. Analizza la strategia per le parole chiave del tuo concorrente: L’analisi delle parole chiave competitive gioca un ruolo essenziale nella strategia di ottimizzazione della ricerca organica. È importante capire chi sono i concorrenti e a cosa mirano per promuovere la propria attività.

  • Identifica i tuoi concorrenti utilizzando uno strumento come SEMrush. Hai già in mano l’elenco di tutte le parole chiave.
  • Digitali in Google e otterrai un elenco di tutti i contenuti pubblicati per quelle parole chiave.
  • Vai al contenuto e fai clic sul testo di ancoraggio che ti porterà al sito del concorrente.
  • Ora, controlla i backlink dei concorrenti e scegli tutti quei siti in cui hanno pubblicato articoli per le tue parole chiave mirate.
  • Inizia a divulgare questi siti con i tuoi contenuti per le parole chiave mirate.

5. Promozione: hai appena terminato la prima fase del guest blogging. Ora arriva la seconda parte della promozione. La promozione del tuo post è vitale quanto tutti gli altri passaggi discussi qui. Dopo tutto, a che serve un post se nessuno lo vede?

  • Social media: ogni piattaforma di social media è unica e fornisce varie tecniche diverse per promuovere il tuo post.

  1. I. Twitter: pubblica il tuo articolo su Twitter e pianifica diversi tweet sullo stesso

  2. II. Google+: i +1 e le condivisioni di Google+ vengono cercati con la massima considerazione dai motori di ricerca.

  3. III. Facebook: dovrebbe essere un’abitudine pubblicare il nuovo articolo con una nuova grafica su Facebook.

  4. IV. Pinterest: ottimizza un’immagine che si adatta ai tuoi contenuti e rendila virale su Pinterest

  1. I. Social Buzz Club: devi semplicemente aggiungere il tuo post e selezionare la nicchia in cui vuoi che attiri i lettori. La particolare nicchia della comunità aiuterà ad ottenere più fan e follower per il tuo post

  2. II. Triberr: questa piattaforma online offre un pubblico più ampio per la nicchia per cui hai scritto il post. Trova la tribù pertinente e pubblica il tuo articolo sulla stessa per ottenere follower.

  1. I. Digg: Digg è un aggregatore di notizie e un sito di notizie sociali che semplifica la gestione, aiutando così coloro che trovano articoli relativi a ciò che hai pubblicato.

  2. II. Reddit: Reddit è un sito di social bookmarking piuttosto unico con comunità uniche

  3. III. StumbleUpon: è un motore di scoperta che consente agli utenti di “inciampare” nel relativo contenuto.

6. Prepara un calendario: Il calendario che prepari dovrebbe contenere quanto segue

  • Identifica la pianificazione: con che frequenza pubblicherai nuovi post sul blog? Crea una colonna per questo

  • Identificare la categoria: potrebbero esserci diverse categorie in una particolare nicchia. Ad esempio, la SEO ha targeting per parole chiave, link building, content marketing e altro ancora. Identifica la categoria per la quale scriverai

  • Identifica il tipo: potrebbe essere una guida pratica, un’infografica, un video o semplicemente un articolo

  • Identifica le parole chiave: annota le parole chiave che intendi scegliere come target

  • Identifica l’argomento: in base alla tua ricerca e alle parole chiave, identifica l’argomento su cui scrivere e annota il titolo.

  • Identifica il canale di distribuzione: assicurati di inserire i modi in cui intendi promuovere menzionando tutti i canali di distribuzione nel calendario.

Considerazioni conclusive: la tua strategia di blogging si evolverà costantemente. Usa questi suggerimenti per rivisitare regolarmente la tua strategia e sarai sempre pronto a balzare su una tendenza nel tuo settore con una nuova interpretazione.

Biografia dell’autore: Sanket Patel è il fondatore e direttore di BlurbPoint Media Private Limited.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di SEO.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *