Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Le 10 metriche SEO più importanti. Stai monitorando tutti questi?

Le 10 metriche SEO più importanti. Stai monitorando tutti questi?

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

L’ottimizzazione dei motori di ricerca e i rapporti vanno di pari passo. I clienti hanno bisogno di report adeguati che li aiutino a comprendere il ROI ottenuto dalla SEO. In passato, una metrica come il posizionamento delle parole chiave era sufficiente per rendere felice un cliente, ma le cose sono cambiate e, soprattutto, sono cambiate in meglio.

Quindi, quali sono le metriche SEO più importanti che dobbiamo considerare nel 2018? A mio parere, quelli elencati di seguito hanno la massima priorità:

Clic organici totali

In Search Console, vai a Traffico di ricerca -> Analisi di ricerca e vedrai un rapporto che ti darà un’idea chiara del numero di clic che hai ricevuto sul tuo sito e da quali query di ricerca.

Confronta l’intervallo di date degli ultimi 28 giorni con il periodo precedente e identificherai rapidamente quali query stanno generando clic diretti.

Puoi anche identificare le pagine di destinazione che generano il numero massimo di clic insieme ai dispositivi che inviano il traffico organico.

Suggerimento: assicurati di filtrare i dati per tipo di ricerca -> web altrimenti potresti vedere molte query in base ai risultati della ricerca di immagini.

Numero di completamenti obiettivo tramite traffico organico

Nessuna campagna ha mai successo se gli obiettivi non vengono completati. Visita la sezione Obiettivi -> Panoramica nella scheda Conversioni in Google Analytics.

Ora, fai clic su “aggiungi segmento” e seleziona “traffico organico” dall’elenco disponibile.

Fai clic su Applica e vedrai un rapporto come quello visualizzato nello screenshot qui sotto:

Dal rapporto, puoi identificare rapidamente importanti metriche SEO come il numero di completamenti obiettivo, il valore dell’obiettivo e il tasso di conversione all’obiettivo. Poiché abbiamo già filtrato il traffico inorganico, il valore e le metriche che vedrai qui ti daranno un’idea chiara del ROI ricevuto tramite il traffico organico.

Frequenza di rimbalzo delle pagine di destinazione principali

Non ha senso applicare strategie per ottenere classifiche se le persone rimbalzano dalle pagine che stanno già ricevendo il massimo traffico organico.

Visita: Comportamento -> Contenuto del sito -> Pagine di destinazione

Vedrai il rapporto sottostante che ti aiuterà a scoprire una delle metriche SEO più importanti di tutti i tempi, la frequenza di rimbalzo. (Assicurati di avere già applicato il segmento di traffico organico come abbiamo fatto durante la visualizzazione del rapporto sui completamenti obiettivo).

Pagine di uscita principali

In qualità di professionista SEO, è essenziale avere un’idea sulle pagine di destinazione principali da cui il pubblico esce dal sito.

Mantenendo attiva la segmentazione del traffico organico, visita:

Comportamento -> Contenuto del sito -> Esci dalle pagine.

Qui vedrai le prime pagine di uscita del tuo sito web di destinazione.

Una volta acquisiti i dati, sarà più facile correggere gli elementi che costringono i visitatori a lasciare il sito.

Target di parole chiave e loro ranking organico

Questa è forse una delle metriche SEO più comuni utilizzate nel settore. Continua a utilizzare il ranking delle parole chiave organiche in Google e utilizza un tracker di parole chiave per monitorare quelle che inviano il massimo traffico al sito web.

Il monitoraggio della posizione SEMrush è un ottimo modo per monitorare le posizioni per qualsiasi parola chiave. I dati vengono aggiornati quotidianamente in modo da poter vedere i progressi nel tempo. Inoltre, è possibile un confronto fianco a fianco delle classifiche delle parole chiave rispetto alle classifiche delle parole chiave della concorrenza, fornendoti un’idea più chiara del successo dei tuoi sforzi SEO.

Rapporto sull’usabilità su dispositivi mobili in Search Console

Il traffico mobile ha già superato il traffico desktop, quindi è estremamente importante tenere d’occhio l’usabilità mobile del tuo sito web e assicurarti che gli utenti non affrontino problemi durante la navigazione nel tuo sito web.

Visita Traffico di ricerca -> Usabilità su dispositivi mobili in Search Console per visualizzare il rapporto.

Il rapporto mostrerà chiaramente il problema affrontato dalle persone insieme agli URL che hanno problemi di visualizzazione sullo schermo del cellulare. Risolvi i problemi in quanto ciò contribuirà a migliorare l’esperienza utente del tuo sito web.

Valore a vita per gli utenti

Il rapporto Lifetime Value in Google Analytics ti consente di comprendere il valore effettivo di un particolare utente per la tua azienda in base al rendimento della vita.

Per vedere i dati del Lifetime Value, fai clic su Pubblico -> Lifetime Value come mostrato nello screenshot seguente:

In questa sezione, vedrai 3 colonne: canale di acquisizione, utenti, entrate per utente (LTV) e entrate (LTV).

Questo rapporto presenta i dati come il valore medio cumulativo per utente per l’incremento di tempo che stai utilizzando (giorno, settimana, mese). La metrica principale, Lifetime value, viene calcolata utilizzando la somma cumulativa del valore della metrica divisa per il numero totale di utenti acquisiti durante l’intervallo di date di acquisizione. Ad esempio, se hai acquisito 200 utenti durante l’intervallo di date di acquisizione, le sessioni per utente vengono calcolate come segue:

Le seguenti metriche SEO possono essere visualizzate nel rapporto:

  • Visualizzazioni di app per utente (LTV)
  • Completamenti obiettivo per utente (LTV)
  • Visualizzazioni di pagina per utente (LTV)
  • Entrate per utente (LTV)
  • Durata della sessione per utente (LTV)
  • Sessioni per utente (LTV)
  • Transazioni per utente (LTV)

Questo rapporto presenta una visione accurata del potenziale di guadagno effettivo di ogni cliente ottenuto utilizzando la ricerca organica.

Errori di scansione in Search Console

Molti webmaster ignorano questa metrica, ma è una delle metriche più cruciali da monitorare. Il rapporto sugli errori di scansione aiuterà a scoprire gli URL inaccessibili da Googlebot.

Visita, Scansiona -> Errori di scansione nella console di ricerca.

Vedrai un rapporto come quello mostrato nello screenshot qui sotto:

Monitorare attentamente questo rapporto su base regolare e correggere gli errori di volta in volta. Mantenere questo rapporto privo di errori significa che Google è in grado di memorizzare correttamente nella cache le pagine dei tuoi siti web, aumentando così le possibilità di ottenere un maggior numero di tue pagine web classificate in Google e aumentare il traffico di ricerca organico.

Sezione Accelerated Mobile Pages in Search Console

Se non hai ancora aggiunto Pagine AMP sul tuo sito web, allora è il momento di farlo poiché questa è una delle metriche più importanti da monitorare nel 2018.

Visita Aspetto nella ricerca -> Pagine per dispositivi mobili accelerate

Questa sezione visualizzerà l’elenco degli URL AMP che stanno riscontrando problemi. Monitora e risolvi regolarmente gli errori critici nelle tue pagine AMP.

Conteggio link in entrata di qualità e punteggio di affidabilità SEMrush

I link costituiscono ancora una parte importante di ogni strategia SEO in quanto rimane uno dei fattori di ranking più importanti per Google. Per fortuna, SEMrush fornisce punteggi accurati per giudicare la reputazione di un dominio.

Misura il conteggio dei link in entrata controllando il report della panoramica del backlink che si trova in Domain Analytics in SEMrush.

Guarda il numero di backlink creati in un periodo di tempo e controlla il punteggio di affidabilità.

Il punteggio di affidabilità è la misura dell’affidabilità del dominio utilizzando una scala di 100 punti dove 0 è il più basso e 100 il più alto.

I rapporti SEO nel 2018 dovranno affrontare diverse sfide con i clienti che vengono istruiti rispetto a prima. Le metriche SEO fantasiose come le visualizzazioni di pagina non funzionano più. Inizia a preparare rapporti SEO fruttuosi utilizzando le metriche condivise sopra e cerca costantemente di migliorare la tua attuale strategia SEO.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *