Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come preparare la tua attività quando LinkedIn lancia i moduli per la generazione di contatti

Come preparare la tua attività quando LinkedIn lancia i moduli per la generazione di contatti

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

La raccolta di lead è sempre una sfida per i proprietari di piccole imprese ed è ancora più difficile farlo su un dispositivo mobile. Ai consumatori non piace compilare moduli e dare via le proprie informazioni personali, e ancora di più su un piccolo schermo non piace. Ciò crea una sfida per gli imprenditori che necessitano di tali informazioni sui consumatori per raccogliere dati sui lead; per fortuna, LinkedIn ha escogitato una soluzione per semplificare il processo sia per gli imprenditori che per i clienti.

I loro nuovi moduli di Lead Generation riempiranno automaticamente le informazioni necessarie in modo che i clienti possano inviare rapidamente il modulo e andare avanti, rendendo il processo semplice e facile per tutti i soggetti coinvolti in modo che gli imprenditori ottengano le informazioni di cui hanno bisogno. Se sei un piccolo imprenditore, vorrai sicuramente trarre vantaggio dalla lead generation, quindi continua a leggere per imparare come ottimizzare al meglio il tuo profilo per assicurarti di essere pronto quando la lead gen è disponibile.

Che cos’è un modulo per la generazione di contatti e cosa puoi fare con esso?

Ci sono oltre 500 milioni di persone che usano LinkedIn, chiaramente un vasto pubblico per gli imprenditori a cui rivolgersi per potenziali contatti commerciali. I moduli per la generazione di contatti rendono più semplice che mai l’accesso a questo enorme gruppo di persone fornendo un modulo a chiunque faccia clic su uno dei tuoi annunci. Verrà automaticamente visualizzato un modulo che si integra con il profilo LinkedIn di un cliente in modo che tutto ciò che il cliente deve fare è fare clic su “Invia” per inviare le proprie informazioni all’azienda. Il modulo includerà informazioni come il nome di una persona, le informazioni di contatto, il nome dell’azienda, il titolo di lavoro, la posizione, ecc.

Invece di provare a digitare tutte queste informazioni su un piccolo schermo mobile, LinkedIn utilizzerà le informazioni trovate nel profilo di una persona per compilare automaticamente il modulo per il cliente. Questo è molto più affidabile dei tipici moduli per i lead che le persone possono compilare con informazioni false. I consumatori sono felici e lo sono anche gli imprenditori, chi può farlo utilizzare le informazioni fornite dai moduli a:

  • Raggiungi i loro obiettivi generali– i lead sono di qualità migliore rispetto alla maggior parte delle campagne sponsorizzate.
  • Misura i loro ROI– in futuro, LinkedIn prevede di fornire rapporti demografici che suddividono il numero di lead ricevuti.
  • Gestisci i loro contatti– puoi sincronizzarti con il tuo sistema CRM per gestire e raggiungere nuovi lead.

Perché dovresti utilizzare i moduli per la generazione di contatti per la tua azienda?

Che tu stia parlando o meno di LinkedIn, i moduli Lead Generation o “Lead Gen” ti aiutano a guadagnare più clic e non devi cercare di recuperare il ritardo con i tuoi concorrenti. C’è nessun costo aggiuntivo a utilizzare i moduli per l’acquisizione di contatti per le campagne di contenuti sponsorizzati per gli inserzionisti, incluso LinkedIn, quindi prima puoi iniziare meglio è.

Inoltre, l’ottimizzazione dei dispositivi mobili è più importante che mai poiché gli utenti preferiscono effettuare ricerche dai dispositivi mobili ai desktop. I moduli per la generazione di contatti ottimizzano automaticamente il tuo sito web e le tue campagne per la navigazione mobile e si posizioneranno più in alto rispetto ai siti web che non lo sono. Puoi connettere moduli Lead Gen e informazioni sui lead ad altre app come MailChimp, HubSpot, ActiveCampaign e altre.

Leggi questo articolo per ulteriori motivi per cui dovresti utilizzare i moduli per l’acquisizione di contatti per la tua azienda il prima possibile.

Come impostare i moduli per la generazione di contatti di LinkedIn:

1. Accedi al tuo LinkedIn Campaign Manager, fare clic sull’account in cui si desidera eseguire la campagna e creare una nuova campagna di contenuti sponsorizzati.

2. Assegna un nome alla campagna e quindi seleziona “Raccogli lead utilizzando LinkedIn Lead Gen Forms”.

3. Decidi se desideri utilizzare una creatività esistente o creare un nuovo annuncio.

4. Seleziona fino a 7 campi che desideri raccogliere nel modulo per l’acquisizione di contatti.

5. Dopo che qualcuno ha inviato il modulo per l’acquisizione di contatti, hai la possibilità di creare un messaggio di ringraziamento e visualizzare un URL che indirizza l’utente al tuo eBook, sito web o pagina di destinazione di tua scelta.

6. Dopo aver creato il modulo per l’acquisizione di contatti, puoi scegliere il CTA che verrà allegato al contenuto sponsorizzato. Seleziona il modulo che desideri utilizzare e fai clic su Avanti. Da lì, puoi impostare e lanciare il targeting, l’offerta e il budget proprio come una normale campagna.

Questo articolo va più in profondità nel processo con gli screenshot forniti per ogni passaggio.

Come assicurarti che la tua azienda sia pronta per i moduli di generazione di contatti LinkedIn

1. Crea un ottimo profilo e assicurati che sia ottimizzato.

Gran parte dell’utilizzo di LinkedIn è far crescere la tua rete connettendoti con gli altri, quindi vuoi assicurarti che il tuo profilo sia eccezionale per prepararti ai nuovi lead che molto probabilmente riceverai. Non vuoi prenderti la briga di attirare estranei nel tuo profilo solo per farli essere disattivati ​​da ciò che vedono.

Assicurati di avere una foto chiara e professionale (preferibilmente un colpo alla testa) come foto del profilo. Dedica un po ‘di tempo al tuo titolo, noto anche come “titolo professionale”, poiché questa è una delle prime cose che le persone leggeranno per saperne di più su di te. Il tuo titolo dovrebbe riflettere allo stesso modo i titoli delle persone che stai cercando di raggiungere. Infine, assicurati che il tuo profilo sia completamente compilato con tutti i lavori, l’istruzione, i diplomi e le esperienze precedenti. L’obiettivo è convincere gli utenti a leggere l’intero profilo, quindi non vuoi deluderli con grandi lacune nelle informazioni.

2. Utilizzare l’opzione “gruppi”.

Un ottimo strumento di LinkedIn da considerare è l’utilizzo di Gruppi. Hai due ottime opzioni da perseguire con questo: partecipare attivamente ai gruppi attuali o creare il tuo gruppo. Trascorrere del tempo in discussioni di gruppo ti dà l’opportunità di entrare in contatto con persone che la pensano allo stesso modo che potresti non incontrare altrimenti. Consigliato da Social Media Examiner unendo solo 3-5 gruppi alla volta in modo da potersi concentrare sull’aggiunta di valore alle discussioni: la qualità rispetto alla quantità è ciò che potrebbe potenzialmente generare nuovi contatti.

Ci vuole più lavoro inizialmente per creare il tuo gruppo, ed è molto più di un impegno, ma una volta che ti sei sistemato dovresti dedicare solo una piccola quantità di tempo ogni settimana al gruppo. Crea e assegna un titolo al gruppo in modo che avvantaggi i tuoi potenziali clienti, ad esempio operatori di marketing e titolari di attività commerciali locali. Quindi pubblica contenuti di qualità e pezzi di discussione che coinvolgeranno le persone e le faranno desiderare di partecipare al tuo gruppo.

3. Perseguire attivamente i potenziali clienti.

Non è sufficiente attrarre semplicemente nuovi contatti, vorrai perseguire attivamente ogni nuovo contatto che incontri. All’inizio può sembrare opprimente, ma alla lunga ne vale la pena. Considera l’idea di raccogliere tutte le informazioni personali degli utenti in un foglio di calcolo per aiutarti a rimanere organizzato. Quindi dedica del tempo a perfezionare il tuo invito alla connessione; oltre al tuo profilo questa è una delle prime cose che le persone vedranno e tu vuoi fare una buona impressione.

Se hai creato un gruppo, è una buona idea includere le relative informazioni di contatto nel tuo invito. La tua immagine del profilo e il titolo dovrebbero già essere ottimizzati, quindi tutto ciò che devi fare è creare un messaggio di apertura accattivante. Dovrebbe essere breve e diretto (il limite di caratteri è 300) e contenere informazioni sul motivo per cui sarebbe vantaggioso per l’utente connettersi con te (ad esempio: lavori nello stesso campo, ti trovi nella stessa area, ecc. .) Se possibile, personalizza ogni invito a seconda dell’utente con cui stai cercando di connetterti.

4. Mantieni la rotta!

Hai messo le basi per ottimizzare il tuo profilo, raccogliere nuovi contatti e raggiungerli inizialmente, ma non hai finito! Solo perché hai stabilito una nuova connessione (o più), non significa che hai finito. Continua ad aggiornare il tuo profilo quando applicabile, sii attivo nei tuoi gruppi, pubblica nuovi contenuti e interagisci in altro modo con le tue nuove connessioni. Invia messaggi di follow-up, condividi link a contenuti che ritieni importanti e pertinenti e invita altri a partecipare a discussioni di gruppo. Non solo continuerai a costruire relazioni con le tue connessioni, ma attirerai anche nuove connessioni in questo modo. Non tutti diventano lead, ma alcuni potrebbero!

Per ulteriori informazioni sui modi per preparare la tua azienda a ricevere nuovi lead, dai un’occhiata a questo articolo di Quick Sprout.

Come intendi preparare la tua attività per i moduli per la generazione di contatti? Quale sarà l’impatto sulle piccole imprese e avete qualche consiglio su come ottimizzare al meglio il vostro profilo? Commenta nella sezione sottostante!

Credito immagine 1: media.licdn.com

Credito immagine 2-5: business.linkedin.com

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di LINK BUILDING o se vuoi vedere altro di seo visita ora la sezione di blog di seo

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *