Migliora i tempi di caricamento della pagina con il tuo file .htaccess

Migliora i tempi di caricamento della pagina con il tuo file .htaccess

Sei sfidato da tempi di caricamento della pagina lenti? Puoi ridurre il tempo necessario per caricare la tua pagina ed eventualmente migliorare il tuo posizionamento nei risultati di ricerca di Google modificando il tuo file .htaccess.

Cos’è un file .htaccess?

Un file .htaccess è un file utilizzato sui server Web Apache per configurare il software del server. Questo viene fatto in modo che il software del server si comporti in modi particolari per abilitare o disabilitare determinate funzioni che il server presenta. Ci sono molti usi per questo file, come il reindirizzamento di URL, la riscrittura di URL, la protezione di parti sensibili di un sito Web o anche il blocco di indirizzi IP specifici.

Fai sempre attenzione quando aggiorni questi file poiché anche il più piccolo errore di digitazione potrebbe causare problemi al sito web. Gli errori potrebbero rendere non disponibili pagine e funzioni di un sito Web o addirittura rendere l’intero sito Web non raggiungibile. Esegui sempre il backup del file e verifica le modifiche apportate per evitare potenziali problemi che potresti aver causato involontariamente.

Ci sono altri tipi di server là fuori, come Nginx, IIS di Microsoft e GWS di Google. Tuttavia, Apache ha una quota maggiore di siti che lo utilizzano attualmente, motivo per cui ho deciso di coprirlo in questo post.

Perché dovresti provare ad accelerare i tempi di caricamento della pagina del tuo sito?

Ci sono due ottimi motivi per cui dovresti provare a migliorare i tempi di caricamento della pagina del tuo sito: esperienza utente e posizionamento di ricerca migliorato.

Esperienza utente In generale, la maggior parte degli utenti non è contenta di aspettare troppo a lungo per il caricamento di una pagina, soprattutto se stanno navigando su più pagine dello stesso sito con gli stessi tempi di attesa. È ovvio che più velocemente il browser di un utente può caricare una pagina, migliore sarà l’esperienza dell’utente.

Ciò può avere un impatto sulle vendite, sulle iscrizioni e sulle visite ripetute del tuo sito. Ora più che mai, con l’aumento della velocità di Internet degli utenti, la velocità di caricamento della pagina sarà più evidente se è lenta e ciò potrebbe influire sul coinvolgimento e sui profitti.

Classifiche di ricerca Ci sono alcuni motivi per cui una maggiore velocità della pagina può migliorare il posizionamento del tuo sito sia direttamente che indirettamente:

  • Velocità di scansione più veloce Se un robot del motore di ricerca è in grado di eseguire la scansione del tuo sito più velocemente, è più probabile che esegua la scansione di tutte le tue pagine e contenuti senza timeout. Una scansione più lenta può significare che pagine vitali o contenuti pertinenti vengono persi e quindi si perde l’opportunità di posizionarsi più in alto.
  • Google lo adora Google utilizza la velocità del sito nel suo algoritmo di ranking (e lo è dal 2010), e questo è uno dei modi diretti in cui un tempo di caricamento veloce o lento può avere un effetto sul posizionamento nei motori di ricerca. Google è ossessionato dalla velocità e questo si riflette nel fatto che affermano pubblicamente che la stanno usando nel loro algoritmo. Ciò è ancora più importante ora con l’aumento del numero di utenti mobili su reti cellulari.
  • Frequenza di rimbalzo ridotta È più un fattore indiretto qui, ma se il tuo sito ha un tempo di caricamento della pagina lento, è più probabile che tu abbia una frequenza di rimbalzo più elevata. Gli utenti tornano ai risultati di ricerca alla ricerca di un sito più veloce per ottenere ciò che cercavano sarebbe conteggiato come un rimbalzo e questo potrebbe danneggiare le classifiche di ricerca.

Come puoi velocizzare il caricamento di una pagina usando il tuo .htaccess?

Di seguito sono riportati alcuni modi rapidi per migliorare i tempi di caricamento con il file .htaccess. Consiglio vivamente di eseguire il backup del file originale e di testare il tuo sito dopo ogni modifica prima di finalizzare qualsiasi aggiornamento.

Ciò consentirà di evitare problemi imprevisti che potrebbero sorgere sul sito a causa di errori o refusi nelle modifiche ai file.

Compressione GZIP In poche parole, la compressione dei file li rende più piccoli e più veloci da trasferire e caricare. Indirizzare il tuo server web per abilitare la compressione GZIP può essere una grande vittoria rapida quando si accelerano i tempi di caricamento. Per fare questo devi aggiungere quanto segue al tuo file .htaccess:

Dopo aver aggiornato il file, puoi farlo prova per vedere se funziona. Questo strumento mostra anche l’entità della compressione dei file. Abilita la memorizzazione nella cache del browser Quando un browser raggiunge una pagina, deve caricare diverse cose che cambiano molto raramente, come ad esempio certi fogli di stile e loghi. Impostando le intestazioni di scadenza per i file sul tuo sito, stai effettivamente dicendo al browser di salvarli localmente sul computer dell’utente. Ciò significa che la prossima volta che l’utente visita il sito, sarà necessario scaricare meno dati.

L’aggiunta del codice seguente all’inizio del file .htaccess indicherà ai browser di salvare i file per le visite successive:

Se i tuoi file cambiano più regolarmente, puoi aggiornare il codice sopra a “1 settimana” o rimuovere un tipo di file se non vuoi che venga memorizzato nella cache. Ricorda però che se apporti modifiche alle pagine tra la visita di un utente e l’ora in cui hai impostato la scadenza della cache, potrebbe non vedere subito la nuova versione.

Abilitare Keep Alive Abilitare Keep Alive è fondamentalmente un modo per il server web di dire al browser che non ha bisogno di effettuare una richiesta separata per ogni file che recupera su un sito. Questo riduce la breve latenza che segue una richiesta di una risorsa e la scarica sul browser. Controlla qui prima di aggiungere il codice sottostante, poiché in molti casi questo avrebbe potuto essere aggiunto di default sul webserver.

Nega l’accesso ai bot spam A volte la velocità di caricamento di una pagina può essere ridotta dalla larghezza di banda disponibile sul piano di hosting. Questo può essere ulteriormente ridotto se il tuo sito condivide un server con altri. L’ultima cosa di cui hai bisogno è che i robot spam eliminino ancora di più la tua larghezza di banda mentre scansionano il tuo sito per qualsiasi motivo sono stati creati (di solito per rovinare i tuoi dati di analisi)! Ci sono due modi per farlo; uno è bloccarli e l’altro è reindirizzarli via, anche se questo di per sé potrebbe rallentare il caricamento del sito.

Esistono alcuni altri modi per migliorare il tempo di caricamento di una pagina che non richiedono modifiche ai file di configurazione dei server web. Alcuni di loro sono di seguito:

  • Scegli l’hosting web del server dedicato
  • Scegli un server in o il più vicino al tuo pubblico di destinazione (non in Germania se scegli come target gli Stati Uniti ad esempio)
  • Utilizza una Content Delivery Network (CDN) per memorizzare nella cache e servire le risorse più velocemente
  • Riduci al minimo la quantità di reindirizzamenti su una pagina
  • Rimuovere (dove possibile) le stringhe di query da file / collegamenti statici
  • Comprimere le immagini e, ove appropriato, utilizzare sprite di immagini CSS
  • Combina Java Script e file CSS dove possibile
  • Evita ripetizioni inutili di CSS

Se vuoi confrontare i tempi di caricamento del tuo sito per vedere quanto ciascuno di questi aggiornamenti .htaccess può accelerare le cose, puoi provare a utilizzare tools.pingdom o gtmetrix gratuitamente.

Ci sono altre aree a cui puoi pensare per migliorare i tempi di caricamento della pagina? Condivideteli nei commenti e aiutate a migliorare la velocità del web!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di SEO.

Write a Comment