Nuove funzionalità SERP, pagamento per le conversioni nelle campagne display,

Nuove funzionalità SERP, pagamento per le conversioni nelle campagne display,

Mentre eravamo via per goderci le festività natalizie, alcuni importanti aggiornamenti di Google si stavano preparando per essere implementati (e la maggior parte di essi è ora disponibile). Se ritieni di aver perso alcuni aggiornamenti e non sei sicuro di quali potrebbero essere, di seguito trovi tutto ciò che devi sapere.

La maggior parte degli aggiornamenti è correlata a Google Search News – nuove funzionalità SERP, aggiornamento algoritmo, transizione mobile first, ecc. – ma abbiamo anche notato che molti aggiornamenti e funzionalità di Google Ads e Google Tool sono stati implementati nelle ultime due settimane. Quindi, come sempre, iniziamo con il podcast Marketing Scoop in cui Ian Anderson Gray, il fondatore di Ian Anderson Gray, e Lilach Bullock, il genio del marketing online e fondatore di Lilach Bullock Ltd, discuteranno in dettaglio di tutti questi importanti aggiornamenti.

NOTIZIE DI RICERCA GOOGLE

Nuovo aggiornamento dell’algoritmo di posizionamento di ricerca di Google?

Come riportato da Search Engine Roundtable, c’è un chiacchiericcio sia all’interno della comunità SEO che degli strumenti di ranking secondo cui Google potrebbe aver lanciato il suo primo sostanziale aggiornamento intorno a sabato 6 gennaio. Alcuni webmaster hanno osservato un aumento significativo delle classifiche e del traffico; altri sono rimasti delusi nel vedere un improvviso calo nelle loro classifiche organiche. Maggiori informazioni su questo WebmasterWorld.

Fonte: Aggiornamento dell’algoritmo di posizionamento di ricerca di Google Intorno al 6 gennaio

Nuovo design SERP mobile per canzoni / testi

Google sta testando un nuovo design SERP per le ricerche di canzoni / testi. Per alcune ricerche, potresti visualizzare più schede per panoramica, testi, ascolto, brani simili e altre registrazioni anziché solo “testi”. Per i siti di testi, questo può fornire migliori opportunità per aggiungere più valore e coinvolgere i propri utenti.

Ecco uno screenshot che Glenn Gabe, consulente di marketing digitale presso G-Squared Interactive, ha condiviso su Twitter.

Fonte: Twitter: Glenn Gabe

Errori più frequenti nella transizione Mobile-First

Poche settimane fa Google ha annunciato sul proprio blog Webmaster Central che oltre la metà delle pagine mostrate nei risultati di ricerca a livello globale ora utilizza l’indicizzazione mobile-first. In genere, Google sposta un sito all’indicizzazione mobile-first dopo aver eseguito un test che assicura che il sito sia pronto per essere eseguito sui dispositivi mobili. Il proprietario del sito viene quindi avvisato tramite un messaggio nella Search Console. I webmaster possono anche utilizzare Google Strumento di controllo degli URL per verificare come è stata eseguita l’ultima scansione o indicizzazione del sito per conoscere lo stato di indicizzazione mobile first del sito.

I siti privi di responsive web design di solito affrontano due tipi di problemi, come spiega Google. Innanzitutto, se i dati strutturati utilizzati nella versione desktop non sono stati utilizzati nella versione mobile nello stesso modo, Googlebot perderà quei dati. In secondo luogo, le versioni mobili senza testo alternativo per le immagini saranno fuori dalla portata dei crawler, rendendo molto più difficile per Google Immagini comprendere il contesto delle immagini utilizzate su un sito. Per vedere se la tua pagina fornisce attributi alt appropriati per le immagini, puoi controllare i tag “img” nel codice sorgente della versione mobile del tuo sito.

Fonte: Indicizzazione mobile first, dati strutturati, immagini e il tuo sito

Una nuova funzionalità SERP per query di ricerca di lunga durata

Google ha introdotto nuove schede attività per aiutare gli utenti a tenere traccia delle loro attività relative alle ricerche passate su Google. Se vivi negli Stati Uniti, ora puoi riprendere le ricerche da dove le avevi interrotte l’ultima volta. La scheda attività viene visualizzata nella parte superiore della pagina dei risultati di ricerca, fornendo modi semplici per continuare la tua esplorazione e trovare i link alle pagine che hai visitato in passato.

Puoi anche contrassegnare una pagina da leggere o consultare in un secondo momento o accedere alle tue raccolte tramite la barra inferiore dell’app Google (su dispositivo mobile) o toccando il menu in alto a sinistra nella pagina di ricerca. La scheda attività viene fornita con un controllo adeguato, consentendo agli utenti di eliminare un elemento o disattivare le schede ogni volta che ne hanno voglia.

Fonte: Riprendi da dove eri rimasto in Ricerca

Nuovo formato di feedback negli snippet in primo piano

Barry Schwartz di Search Engine Roundtable ha riferito che Google sta testando una nuova barra blu sotto alcuni degli snippet in primo piano per consentire agli utenti di fornire il proprio feedback su quegli specifici snippet in primo piano. Secondo Barry, la nuova funzionalità è stata notata per la prima volta da due ragazzi SEO dall’India che hanno condiviso gli screenshot con lui tramite il loro Twitter pagina.

Fonte: Snippet in primo piano di Google Test barra di feedback blu

Pronuncia la funzione nella Ricerca Google

Sembra che Google stia testando una nuova funzione nei risultati di ricerca che aiuta gli utenti di Google a pronunciare le parole. Condivisa per prima da un utente di Reddit Lesharcerer, la funzione sembra essere in fase di test ed è focalizzata sugli utenti in paesi non anglofoni come l’India. Attraverso questa funzione, Google ti riproduce la pronuncia delle parole che chiedi e fornisce anche suggerimenti visivi. Gli utenti negli Stati Uniti, per quanto ne sappiamo, non sono ancora riusciti a replicare lo stesso e sembra che Google abbia limitato i suoi test a poche regioni selezionate.

Fonte: Funzione di pronuncia di Google Search

Test dei punteggi delle partite per Local Pack

Nel maggio 2018, Google ha annunciato una nuova funzionalità negli elenchi locali chiamata “Your Match”. Sebbene non sia mai stata lanciata ufficialmente, la funzione tenterebbe di sapere quanto è probabile che un utente si goda un luogo, quindi assegna un punteggio “la tua corrispondenza” in base all’apprendimento automatico di Google. Di recente, Sergey Alakov ha notato che il motore di ricerca stava testando di nuovo la stessa funzione. Ma, questa volta, sembra che Google lo stia testando solo per ristoranti e bar. Ecco uno screenshot che Sergey ha condiviso sul suo Twitter pagina:

Fonti: Google Local Listings verifica i tuoi punteggi di corrispondenza; Google verifica il tuo punteggio di corrispondenza nei risultati di ricerca locale

NOTIZIE DI GOOGLE ADS

Aggiornamenti del targeting nelle campagne di annunci display

Google ha recentemente condiviso tre nuovi modi in cui gli inserzionisti possono generare più conversioni dalle loro campagne display. Includono quanto segue:

Raggiungi più acquirenti con lo stesso budget: Gli esperti di marketing possono ora utilizzare Google strumento di espansione del pubblico, progettato per aiutarli a espandere la copertura della loro campagna per generare più conversioni mantenendo intatto il costo per acquisizione medio. Per rendere lo strumento ancora più efficace, Google ha introdotto alcuni nuovi miglioramenti che ora consentono agli inserzionisti di aumentare o diminuire la copertura del pubblico con maggiore granularità, nonché di visualizzare le stime delle impressioni settimanali basate sulla loro selezione. Secondo Google, “gli inserzionisti che utilizzano questo strumento per migliorare il rendimento delle loro campagne display hanno registrato fino al 50% di conversioni in più per lo stesso investimento”.

Ottieni i prodotti giusti di fronte a nuovi clienti: Gli inserzionisti possono ora sfruttare lo strumento di prospezione dinamica di Google per aiutarli a mostrare il prodotto giusto di fronte ai clienti giusti su larga scala. Utilizzando feed del prodotto, questo strumento analizza le interazioni passate degli acquirenti su Google e altri siti di publisher per mostrare ai consumatori i prodotti che soddisfano i loro gusti e le loro esigenze. Google Ads utilizza l’apprendimento automatico per valutare il rendimento dei prodotti nei feed degli utenti al fine di determinare quali offerte sono più pertinenti e con maggiori probabilità di generare conversioni. Secondo Google, “Gli inserzionisti che hanno collegato un feed alla loro campagna display hanno registrato un aumento medio del ROI del 20%. “

Raggiungi più clienti ideali: Utilizzando pubblico personalizzato per intenzione, gli inserzionisti con un ampio inventario di prodotti o un’ampia varietà di clienti possono risparmiare tempo pur raggiungendo segmenti di pubblico specifici nelle loro campagne display segmentando i gruppi di annunci in base a parole chiave mirate o pagine di destinazione. Gli inserzionisti possono scegliere di utilizzare segmenti di pubblico personalizzati per intenzione con segmenti di pubblico creati automaticamente in base al proprio account o definire i propri inserendo parole chiave, URL e app correlati ai loro prodotti o servizi, per cui Google fornisce segmenti consigliati da aggiungere alle loro campagne .

Fonte: Genera più conversioni di Capodanno con le ultime funzionalità degli annunci display

Paga per le conversioni nelle campagne display

A partire dal 13 dicembre, gli inserzionisti possono scegliere di pagare solo per le conversioni sui propri siti web o app, a condizione che utilizzino il CPA target con le campagne display di Google. Come spiega Google, “Supponiamo che il tuo CPA target sia $ 10 e che tu abbia generato 30 conversioni durante il fine settimana. Pagherai esattamente $ 300, con un CPA effettivo di $ 10. Non ti verranno addebitati clic o impressioni. ” Tuttavia, l’opzione per pagare le conversioni è attualmente limitata alle campagne display e non siamo sicuri che Google possa espandere questa funzione ad altri tipi di campagne nel prossimo futuro.

Fonte: Presentazione del pagamento per le conversioni nelle campagne display

Estensione di invito all’azione per annunci video

Google ha annunciato che questo mese rimuoverà l’overlay di invito all’azione di YouTube esistente e introdurrà una nuova estensione di invito all’azione per semplificare le sue funzionalità interattive nei formati di annunci video. A seconda dei loro obiettivi primari, gli inserzionisti possono optare per TrueView for Action (se desiderano generare conversioni e clic) o per il nuovo invito all’azione (se desiderano aumentare la consapevolezza o la considerazione) a cui è possibile applicare Annunci TrueView in-stream, Annunci bumper, e Annunci video discovery TrueView.

Fonte: Nuova estensione di invito all’azione disponibile per gli annunci video

NOTIZIE DI GOOGLE TOOLS

Condividi il tuo documento Google con account non Google

Google si sta preparando per consentire agli utenti senza account Google di visualizzare, commentare, modificare direttamente o suggerire modifiche ai file di Documenti, Fogli e Presentazioni Google. Secondo l’osservazione di Google, le organizzazioni spesso lavorano su documenti con parti interessate (fornitori esterni, partner, clienti, ecc.) Che non dispongono di account Google, rendendo difficile il processo di collaborazione per entrambe le parti.

Di conseguenza, il motore di ricerca sta introducendo una versione beta che coinvolge un processo di verifica dell’identità del codice PIN in cui gli utenti di G Suite inviteranno gli utenti non G Suite a collaborare ai documenti come ospiti (utilizzando i codici PIN). I proprietari dei file hanno ancora il pieno controllo e possono visualizzare tutte le attività e le persone da cui provengono. Gli amministratori possono anche revocare l’accesso in qualsiasi momento e gestire tutte le condivisioni esterne e controllare l’utilizzo dei propri file.

Fonte: Condividi i file più facilmente con account non Google in Drive Beta

Modifica del codice nello strumento di test dei risultati multimediali

Google ha recentemente annunciato su Twitter che una nuova funzionalità è stata aggiunta al loro Test dei risultati ricchi attrezzo. Di conseguenza, i webmaster di possono ora modificare il loro codice nel test dei risultati multimediali per vedere l’impatto di tali modifiche in tempo reale. La funzione aggiunta è un modo utile per consentire a webmaster e SEO di apportare modifiche al loro codice e vedere come tali modifiche possono o meno influire sui loro rich snippet.

Fonti: Twitter: Google Webmaster; Test dei risultati ricchi

Blocco degli annunci in Chrome in tutto il mondo

A partire da luglio 2019, Google Chrome amplierà le sue protezioni per gli utenti e interromperà la visualizzazione di annunci su siti che violano ripetutamente i “Better Ads Standards”, come stabilito dalla Coalition for Better Ads, un gruppo di settore dedicato a migliorare l’esperienza della pubblicità sul Web. Questa decisione ha fatto seguito al recente annuncio fatto dalla Coalition for Better Ads di espandere i propri standard Better Ads iniziali oltre il Nord America e l’Europa per coprire tutti i paesi, in tutto il mondo. Google ha incaricato i webmaster di considerare di esaminare lo stato dei loro siti in Rapporto sull’esperienza pubblicitaria e assicurati che non vi siano esperienze pubblicitarie in violazione sui loro siti.

Fonte: Costruire un World Wide Web migliore

Incorporamento di Google Drawing in Google Docs

In un recente aggiornamento su Google Docs, il gigante dei motori di ricerca ha informato gli utenti che ora possono incorporare i file di Disegni Google salvati in Drive in Google Docs invece di lavorare manualmente su questi disegni. Per aggiornare il contenuto dei disegni collegati, possono tornare al file di origine, modificarlo lì e quindi cercare un pulsante “Aggiorna” nell’angolo in alto a destra dei disegni incorporati per aggiornare il contenuto in Google Docs. Gli utenti di Google Documenti possono anche scollegare i disegni in qualsiasi momento.

Fonte: Incorpora Disegni Google in Documenti Google

Revamp del Manufacturer Center

Google Manufacturer Center offre ora alcune nuove funzionalità sotto forma di una nuova sezione sulle pagine dei dettagli dei prodotti di Shopping e analisi nuove e migliorate. Le pagine dei dettagli del prodotto Shopping consentirebbero ai venditori di fornire informazioni accurate, pertinenti e di alta qualità che sono importanti per gli acquirenti.

L’analisi, d’altra parte, è stata aggiunta per fornire a produttori / venditori informazioni importanti su fattori come i loro prodotti con le migliori prestazioni, i cambiamenti nelle prestazioni o nel prezzo dei loro prodotti, i migliori termini di ricerca che portano a ricerche di prodotti e informazioni sui marchi concorrenti che appaiono accanto al loro, ecc. Google ha anche annunciato di espandere il Manufacturer Center in altri 17 paesi.

Fonte: Google Manufacturer Center con nuovi contenuti, analisi e disponibilità

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di S.E.O.

Write a Comment