Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Perché hai bisogno di entrambi per una strategia di successo

Perché hai bisogno di entrambi per una strategia di successo

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

L’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) a un certo punto era semplice come riempire le parole chiave in tutta la pagina e ti classificheresti. Prima dell’alba dei social media, era uno degli unici modi per creare traffico verso il tuo sito web ed è diventato il fulcro dei marketer di tutto il mondo. Poi è arrivato il meraviglioso mondo del social media marketing (SMM) per aiutare i professionisti del marketing a creare una maggiore connessione con il loro pubblico.

SEO e SMM lavorano insieme per creare una strategia di marketing digitale, quindi diamo un’occhiata più da vicino a come le aziende possono utilizzarli entrambi per attirare più traffico e convertire i visitatori in clienti e come far sì che quei clienti tornino per di più.

SEO

La SEO è il processo che rende più facile per i motori di ricerca trovare e indicizzare il tuo sito web, il che a sua volta rende più facile per le persone trovarti quando conducono ricerche pertinenti. Nel corso degli anni si è evoluto dal lancio di parole chiave a un sistema molto più complesso che coinvolge una raccolta di tattiche on-page e off-page per migliorare il posizionamento.

SEO sulla pagina

Questo si riferisce alle attività SEO che svolgi sul tuo sito web, quelle su cui hai il maggior controllo. Anche se il tuo SEO on-page è perfetto, tuttavia, non c’è alcuna garanzia di un posizionamento solido. La SEO on-page include elementi come:

  • Struttura URL: Se possibile, attiva i permalink e utilizza le parole chiave nei tuoi URL. Ma, a meno che tu non sappia cosa stai facendo per quanto riguarda i reindirizzamenti 301, non cambiare tutti i tuoi URL per includere parole chiave. Potresti danneggiare seriamente qualsiasi classifica che hai stabilito.
  • Tag del titolo: Parole chiave mirate nel tag del titolo: diverse, a seconda delle necessità, per ogni pagina del tuo sito web.
  • Titoli: In genere, le parole più grandi sulla pagina, sono un buon posto per utilizzare le parole chiave poiché i motori di ricerca danno un po ‘più di “peso” su di esse. Ma assicurati di utilizzare le parole chiave in modo naturale, scegliendo quelle che riflettono accuratamente il contenuto della pagina.
  • Testo ALT per le immagini: Questo non sarà visibile a una persona a meno che non passi il mouse sopra l’immagine, ma è necessario per una buona SEO. Il testo ALT viene utilizzato per descrivere l’immagine, in modo che le persone con disabilità visive che utilizzano uno screen reader possano ancora capire di cosa si tratta. Se appropriato, puoi anche utilizzare le parole chiave qui.
  • Tempo di caricamento della pagina: Google vuole che i suoi utenti siano in grado di trovare ciò che stanno cercando e velocemente, e dovresti farlo anche tu. Quasi la metà dei consumatori si aspetta che un sito Web venga caricato entro due secondi o meno e il 40% abbandonerà un sito Web che impiega più di tre secondi per caricarsi. Un secondo ritardo nel tempo di risposta può portare a una riduzione del 7% dei tassi di conversione, con un costo di $ 250.000 all’anno se guadagni $ 1.000 al giorno. Per ridurre il tempo di caricamento della pagina, è necessario: utilizzare formati di immagini compatibili con il Web, compressi il più possibile, ridurre al minimo il codice, ridurre il numero di plug-in, considerare l’utilizzo di una rete di distribuzione dei contenuti, ridurre al minimo l’uso di reindirizzamenti e ottimizzare per dispositivi mobili.
  • Collegamento interno: Link ad altre pagine del tuo sito web solo quando è utile per i visitatori. Può aiutare i motori di ricerca a collegare i punti e vedere di più sul contenuto correlato e sul valore che offri agli utenti.
  • Contenuto della pagina: Sono finiti i giorni in cui puoi semplicemente schiaffeggiare 200 parole su quello che vuoi e aspettarti che venga classificato. Google vuole soddisfare i suoi utenti con la qualità, quindi si aspetta che tu fornisca qualità e valore nei tuoi contenuti. Se arrivano sulla tua pagina dopo una ricerca di qualcosa di specifico, è meglio che siano in grado di trovare quello che stanno cercando, altrimenti perderai quel grado.

SEO off-page

Questo si riferisce a tutto ciò che per migliorare il tuo posizionamento che non avviene direttamente sul tuo sito web. Molte persone pensano che si tratti solo di creare collegamenti al tuo sito, ma è più di questo. Include cose come:

  • Backlink: I backlink sono una parte enorme della SEO off-page. Ogni volta che ottieni un link al tuo sito web da un altro sito web, si tratta di un backlink. Ci sono molti modi per costruirli: dal contattare altri siti e chiedere un collegamento, all’utilizzo dei social media. Più utili sono i tuoi contenuti, più troverai le persone che vi si collegano naturalmente.
  • Social media: Anche mantenere una presenza attiva sulle piattaforme dei social media, condividere i tuoi contenuti e interagire con gli utenti senza essere un costante passo di vendita può aiutare. I social media non solo possono aumentare il numero di link al tuo sito, ma possono aiutare a portare le persone al tuo sito in primo luogo. Rendi più facile per le persone condividere i tuoi contenuti sui social media aggiungendo pulsanti di condivisione social al tuo blog.
  • Bookmarking sociale: Aggiungere i tuoi articoli a siti web come StumbleUpon, Digg, Delizioso, e Reddit, può aiutare ad attirare un nuovo pubblico. Crea anche un backlink. Quando il nuovo pubblico arriva da uno di questi siti, potrebbe rimanere ed esplorare il tuo sito, iscriversi alla tua mailing list o decidere di seguirti sui social media.
  • Rivedi siti web: Creare una presenza sui siti di recensioni come Yelp e Google+ ha il suo peso in termini di SEO. Inoltre, riceverai più link al tuo sito. Sono essenziali se stai facendo qualsiasi tipo di SEO locale o regionale. Se li utilizzi come parte della tua strategia di marketing digitale, assicurati di sapere cosa dicono di te le persone su quei siti. Designare qualcuno che controlli e risponda alle recensioni negative, collegando a informazioni pertinenti sul tuo sito e portando la risoluzione in privato via e-mail. Incoraggia i clienti che hanno avuto una buona esperienza con te a lasciare una recensione.

La SEO off-page fornisce a Google un’indicazione di come altri utenti e siti web percepiscono un sito web. Se molte persone ne parlano e si collegano ad esso, ovviamente lo trovano prezioso e utile in qualche modo, quindi Google adatterà le classifiche di conseguenza. Più alto è il tuo posizionamento, più traffico riceverai. Sebbene i dati risalgano al 2013, uno studio ha dimostrato che i siti web nella prima posizione in classifica ricevono quasi il 33% del traffico di ricerca. Il secondo posto ottiene il 17,6%, mentre il decimo posto ottiene solo il 2,4%.

SMM

SMM si riferisce al modo in cui commercializzi la tua attività sui social media. Pertanto, potresti fare dell’ottimizzazione dei social media (SMO) o lavorare per migliorare la presenza della tua azienda sui canali dei social media. Avrai una pagina aziendale sui social media in cui è più probabile che i tuoi clienti vengano trovati. Per quanto allettante possa essere ovunque, può essere difficile mantenere una presenza di qualità sui social media e indebolire la tua strategia se ti concentri su troppe reti.

Qualcosa che vale la pena menzionare è che mentre i segnali sociali – il numero di Mi piace e condivide i contenuti ottenuti – possono influenzare il tuo posizionamento, semplicemente essere sui social media in generale non influenzerà positivamente il tuo posizionamento. Ci vuole più che creare una pagina o un profilo. Se la registrazione di un account fosse tutto ciò che serve, molti siti Web si posizionerebbero automaticamente più in alto, ma avremmo anche a che fare con un problema di spam ancora più grande. Secondo Facebook, fino all’11,2% dei loro utenti mensili attivi, ovvero 137,76 milioni di account, sono account falsi o duplicati. Questa è solo una stima del 2014, tuttavia, perché davvero non lo sanno Come molti sono falsi o duplicati. Sulla base di quel numero, è chiaro perché avere un profilo non significa un posizionamento migliore.

I social aiutano a migliorare il tuo posizionamento perché l’attività e la condivisione sulle piattaforme social aiutano ad aumentare la visibilità e, si spera, i link al tuo sito web. È l’aumento dei collegamenti che aumenta il tuo posizionamento nei motori di ricerca, a condizione che tutto ciò che è condiviso e collegato sia prezioso per il tuo pubblico in qualche forma o forma.

Prima di iniziare il processo SMM, assicurati di aver costruito il tuo sito web con solide basi, coprendo il tuo SEO in-page al meglio delle tue capacità. Allora e solo allora dovresti passare agli sforzi SEO e SMM off-page.

Uno senza l’altro è inutile

Se fai SEO senza alcun tipo di SMO o SMM, ti stai perdendo un’enorme strada potenziale per connetterti ai tuoi clienti dal tuo sito web. Puoi utilizzare SMM per reindirizzare le persone al tuo sito Web, il che aiuta a migliorare le classifiche attraverso traffico aggiuntivo e segnali sociali.

Ma se fai SMM senza alcun tipo di SEO, stai rendendo difficile per le persone trovarti organicamente al di fuori dei social media. È un po ‘come la pizza senza formaggio. Puoi ottenerlo, ed è tutto a posto, ma quando metti insieme, i risultati sono magici. Sfortunatamente, tuttavia, non esiste un modo giusto per combinare i due nella strategia vincente per la tua attività.

Creare la giusta strategia per il tuo business

La quantità di SEO e SMM che fai per la tua attività varia in base a una serie di fattori.

Alcune parole chiave saranno quasi impossibili da classificare, a causa della quantità di concorrenza disponibile. Più traffico riceve un dominio e più vecchio diventa un sito web, più diventa credibile agli occhi di Google. Pertanto, è incredibilmente difficile classificarsi organicamente più in alto rispetto a grandi battitori come Wikipedia, Amazon e simili.

Alcune parole chiave saranno facili da classificare. La posizione in cui ti posizioni nelle classifiche e i tuoi obiettivi di business determineranno l’approccio migliore per te.

Come stai attualmente utilizzando SEO e SMM per attirare più traffico e convertire i visitatori in clienti?

I social media sono parte integrante del marketing digitale nel 2019. È uno strumento utilizzato dalle aziende di tutto il mondo per ritrarre messaggi di marca chiari, coinvolgere gli utenti e, in definitiva, promuovere ciò che fai. Tuttavia, la lotta per l’ascolto del messaggio del tuo marchio sta diventando sempre più competitiva di giorno in giorno. La buona notizia è che puoi iniziare …

Ottieni PDF gratuito

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *