Qual è la differenza e come ti influenza

Qual è la differenza e come ti influenza

Spesso utilizzati in modo errato in modo intercambiabile, SEO e SEM sono due diversi canali di marketing che le aziende possono utilizzare per raggiungere il proprio pubblico di destinazione sui motori di ricerca come Google e Bing.

L’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) è una tattica essenziale per i marchi che desiderano indirizzare il traffico del sito Web e aumentare la propria visibilità online. La SEO può essere una strategia piuttosto complicata da gestire se non sai come confrontarla o combinarla con il Search Engine Marketing (SEM).

Probabilmente, sembrano entrambi la stessa cosa, ma in realtà si tratta di due approcci molto diversi per diventare visibili nelle SERP (pagine dei risultati dei motori di ricerca).

La differenza tra questi due è semplice da capire una volta che ti è stata spiegata. Questa guida fornirà una chiara comprensione di ciascuna delle definizioni e quali sono le differenze. Ecco cosa tratteremo.

SEM vs SEO: qual è la differenza?

Prima di poter iniziare a pianificare il tuo approccio strategico per migliorare la visibilità online della tua azienda, devi comprendere la terminologia utilizzata e il suo significato. L’uso di descrizioni sbagliate in un documento strategico distribuito ad altri può essere dannoso per il tuo successo e ottenere l’approvazione di budget e tattiche.

Quindi suddividiamolo in termini semplici che sono facili da capire.

Le due aree principali nel settore del marketing di ricerca sono:

  • SEO – Un approccio che utilizza metodi organici per apparire nei risultati di ricerca.
  • SEM – Un approccio che utilizza metodi a pagamento per apparire nei risultati di ricerca.

Ciò che è importante capire è che la definizione di SEM è spesso contestata e contraddetta. In effetti, alcune fonti, Backlinko come esempio, cita che SEM è il canale di ricerca più ampio che comprende sia organico che a pagamento.

Il consenso generale è che la SEO si riferisce alla ricerca organica e SEM è a pagamento.

Ma non è sempre stato così.

In effetti, Danny Sullivan di Google (ex Search Engine Land), ha iniziato per la prima volta riferendosi al termine SEM nel 2001, utilizzandolo per descrivere qualsiasi tattica correlata agli sforzi di un’azienda per indirizzare il traffico dai motori di ricerca, inclusi SEO e PPC.

Ma nel tempo, la percezione di molti nel settore è cambiata e abbiamo visto la definizione di SEM muoversi verso un significato di pubblicità sui motori di ricerca, con sforzi organici che ricadono praticamente esclusivamente sotto l’ombrello SEO.

E non dimentichiamo quanto entrambi questi canali si siano evoluti dal 2001, circa 19 anni fa, avanzando rapidamente e continuando ad allontanarsi l’uno dall’altro, così come il fatto che i team SEO e PPC spesso si dividono all’interno delle aziende al giorno d’oggi. All’inizio degli anni 2000, quelle squadre sarebbero state molto più piccole e quasi sicuramente avrebbero operato insieme.

Per noi SEM è il termine generico per le tattiche pubblicitarie di ricerca e organico si identifica come SEO.

Ma diamo un’occhiata a queste due tattiche in modo un po ‘più dettagliato, esaminando in particolare ciò che le differenzia davvero.

Cos’è il SEO?

Per una panoramica completa su cosa sia la SEO (ottimizzazione dei motori di ricerca), guarda questo video di Jason Barnard:

Jason riassume perfettamente la SEO anche come:

La SEO è l’arte e la scienza per persuadere i motori di ricerca come Google, Bing e Yahoo a consigliare i tuoi contenuti ai propri utenti come la migliore soluzione al loro problema.

– Jason Barnard

I quattro pilastri fondamentali del SEO

Con la SEO, i professionisti del marketing ottimizzano i loro siti web lavorando attraverso la SEO tecnica, la SEO on-page, la creazione di contenuti e la SEO off-page per creare il miglior risultato per una particolare query che merita di essere classificata in cima a Googe.

Diamo un’occhiata a ciascuno di questi pilastri fondamentali in modo più dettagliato:

SEO tecnico – La SEO tecnica si concentra sul miglioramento della struttura tecnica di un sito Web e mira a migliorare la velocità del sito, l’ottimizzazione per i dispositivi mobili, la scansione, i dati strutturati, la sicurezza e l’indicizzazione (solo per citarne alcuni!).

SEO sulla pagina – On-Page riguarda l’ottimizzazione dei fattori sulla pagina web che aiutano chiaramente i motori di ricerca a comprendere il contenuto nel contesto, comprese cose come l’ottimizzazione del titolo, H1 e meta tag, tag alt di immagine, ecc.

Soddisfare – Il contenuto è uno dei principali fattori di posizionamento di Google e, senza contenuti di qualità che corrispondano correttamente all’intento del ricercatore, farai fatica a posizionarti nei primi posti. Ma il contenuto va ben oltre il semplice copywriting e deve esserci una solida strategia in atto.

SEO off-page – Pensa a questo come al rafforzamento dell’autorità, che comprende la costruzione di collegamenti e altre tattiche. Questo approccio si concentra sul miglioramento dell’affidabilità e dell’autorità di un sito web agli occhi dei motori di ricerca e dei suoi utenti collegandolo ad altri siti di alta autorità e pertinenti. Se i motori di ricerca vedono che gli utenti si fidano di un sito web, saranno più inclini a classificarlo in una posizione più alta. Questa autorità e fiducia provengono tipicamente dalla costruzione di link, PR e altre tattiche simili.

Affinché una strategia SEO abbia successo, è necessaria una combinazione di tutti e quattro questi pilastri. E questo spesso significa lavorare con specialisti in ciascuno di questi per creare una strategia davvero solida che accelera il successo.

Cos’è il SEM?

Search Engine Marketing è una strategia che utilizza tattiche a pagamento per ottenere visibilità sui motori di ricerca. È anche noto come PPC (pay-per-click).

Al contrario di utilizzare tattiche che aiutano un sito Web a classificarsi in modo organico, SEM utilizza piattaforme pubblicitarie PPC come Google Ads e Bing Ads per utilizzare i formati di annunci disponibili per raggiungere il tuo pubblico di destinazione.

E, come tattica, coinvolge tutto, dalla configurazione e ottimizzazione degli annunci a pagamento, alla gestione dell’account per aumentare le conversioni e i rendimenti.

I SEM di solito iniziano una campagna con una ricerca completa di parole chiave e approfondimenti sulla concorrenza (che puoi fare con strumenti come il toolkit pubblicitario PPC) per creare campagne mirate che mettono i loro prodotti e servizi di fronte a un pubblico di destinazione.

Queste campagne includono artisti del calibro di:

Questi sono tutti i diversi formati disponibili all’interno Google Ads – tutto ciò può aiutarti a raggiungere il tuo pubblico di destinazione.

Quando gli utenti cercano termini specifici per cui l’inserzionista sta pubblicando annunci, vedranno un annuncio personalizzato, di solito nella parte superiore delle SERP. O, in alcuni casi, annunci di acquisto. Ogni volta che si fa clic sull’annuncio, l’azienda paga per questo.

I vantaggi di SEM

Mentre con la SEO, spesso possono volerci mesi per vedere risultati reali, con SEM puoi generare clic e conversioni in un periodo di tempo molto breve.

Puoi avere il pieno controllo su quando vengono visualizzati gli annunci e a chi vengono mostrati, rendendo il canale perfetto per testare nuove strategie, inviare traffico a una vendita o accelerare il traffico durante i periodi più tranquilli.

La realtà è che SEO e SEM non dovrebbero essere visti come canali isolati e, idealmente, dovrebbero essere visti come due parti di una strategia digitale più ampia che guida visibilità, traffico e conversioni dai motori di ricerca.

SEM vs SEO: quali sono le somiglianze?

Vediamo quindi le somiglianze tra questi due canali che spesso vengono confusi.

Sia SEO che SEM:

SEM vs SEO: quali sono le differenze?

Diamo un’occhiata alle differenze tra i due canali.

SEM vede annunci chiaramente contrassegnati nelle SERP

Puoi distinguere un posizionamento a pagamento nelle SERP dall’icona “Annuncio”. Le inserzioni organiche non hanno questo, il che significa che i risultati organici e i risultati a pagamento hanno un aspetto diverso.

Come probabilmente avrai notato nell’immagine sopra, gli annunci a pagamento offrono estensioni annuncio che ti consentono di migliorare un annuncio di ricerca (di testo) standard con link a siti, callout, numeri di telefono e altro ancora.

Detto questo, le classifiche organiche offrono rich snippet. Tuttavia, con le estensioni annuncio, hai molto più controllo su come e quando queste vengono visualizzate.

Paghi per ogni singolo clic o impressione con SEM

Con SEM, un inserzionista paga ogni volta che l’utente fa un clic su un annuncio (CPC – costo per clic) o per CPM (costo per mille impressioni) a seconda del tipo di campagna che hai creato. Tuttavia, non pagano nulla quando un utente fa clic su un elenco organico classificato a causa del SEO.

SEM può portare a risultati quasi immediati. SEO non può.

Puoi vedere immediatamente i risultati con pochi clic quando una campagna SEM (a pagamento) è attiva. I tuoi annunci verranno immediatamente visualizzati nei risultati di ricerca (a condizione che siano approvati e le tue offerte siano sufficienti).

La SEO, d’altra parte, può richiedere tempo a meno che tu non abbia concorrenza, il che è raro. Possono essere necessari mesi per vedere risultati organici dopo aver avviato una strategia SEO.

La SEO fornisce risultati cumulativi

Un altro punto chiave da sottolineare è che la SEO continua ad aggiungere valore nel tempo e il ritorno sull’investimento dovrebbe essere cumulativo. La tua strategia si costruirà nel tempo e lascerà risultati duraturi.

Quando investi in SEM, non è così. Non appena disattivi gli annunci, la tua visibilità si interrompe.

SEM è più facile da testare e perfezionare rispetto al SEO

La pubblicità a pagamento richiede sempre dei test. Il testo pubblicitario dovrà essere rivisto, nuovi segmenti di pubblico possono essere scelti come target e probabilmente dovrai modificare il contenuto della pagina di destinazione affinché i tuoi test funzionino.

E con i dati disponibili, tutto questo può essere fatto rapidamente, con le modifiche che entrano in vigore rapidamente e i risultati dei test indietro in un batter d’occhio.

Non puoi testare allo stesso modo con la SEO, data la natura dell’algoritmo. Ovviamente, i test rimangono una parte molto importante di una solida strategia SEO; semplicemente non è paragonabile in questo modo a ciò che consente PPC.

SEO vs SEM: quale dovresti usare?

La risposta a questa domanda è chiara e semplice; dipende (per quanto ci addolori usarlo come risposta a una domanda relativa alla SEO).

Dipende molto da:

  • Qual è il tuo obiettivo specifico. Se desideri indirizzare rapidamente il traffico verso una vendita, testare una nuova offerta o avviare un mese lento, SEM dovrebbe essere la tua scelta. Se vuoi guidare la crescita a lungo termine, la SEO potrebbe essere preferibile.
  • La tua performance esistente. Se hai già una forte visibilità organica, SEM potrebbe essere un ottimo modo per integrarla con una visibilità aggiuntiva.
  • I tuoi margini. In alcuni casi, una volta presi in considerazione i costi elevati dei clic e i bassi margini del prodotto, non ha senso eseguire SEM. In casi come questo, la SEO è probabilmente il canale che genera rendimenti molto più forti. Vale la pena stimare il CPC (costo per clic) che devi pagare con lo strumento per le parole chiave PPC e capire quale dovrebbe essere il tuo tasso di conversione per realizzare un profitto.
  • Considera il valore della vita del tuo cliente. Quando si utilizza SEM, è possibile scoprire che un LTV (Customer Lifetime Value) più elevato comporta costi di clic più elevati. Ma un LTV inferiore può significare che la SEO si presenta come una strategia più forte.

Ma questo presuppone che utilizzerai solo uno di questi canali.

La realtà è che, per la maggior parte delle aziende, una strategia di ricerca di successo dovrebbe vederti integrare sia SEO che SEM.

Questi due potenti canali di marketing insieme aprono una vasta gamma di opportunità per guidare la crescita di potenziali clienti che sono alla ricerca di attività come la tua.

Combinazione di SEO e SEM

Quando combini SEO e SEM, hai la possibilità di integrare i canali e:

  • Usa le informazioni sui dati dalla tua strategia SEM per potenziare il tuo approccio SEO, compreso l’acquisizione di informazioni preziose sui tassi di conversione previsti, sul rendimento a livello di parola chiave, sulle stime sulle opportunità di traffico e altro ancora. A questo proposito, pensa al SEM come a un banco di prova per la SEO.
  • Puoi far lavorare di più i tuoi sforzi SEO creando remarketing campagne come parte della tua strategia SEM per raggiungere coloro che in precedenza non si erano convertiti in clienti. Puoi indirizzarli con annunci della rete di ricerca, annunci display e altro ancora.
  • Puoi assumere il controllo delle SERP combinando queste due tattichee assicurati di essere visibile sia nello spazio pubblicitario che negli elenchi organici.

SEO e SEM del tuo concorrente

Dovresti anche tenere d’occhio ciò che sta facendo la tua concorrenza. Puoi utilizzare il Competitive Research Toolkit per acquisire una comprensione delle strategie pubblicitarie della concorrenza e delle loro prestazioni SEO con i seguenti strumenti:

Scopri in che cosa si posizionano organicamente i tuoi concorrenti e formula un piano che batterà i loro posizionamenti in SERP. Guarda in quale attività a pagamento sono coinvolti e quali parole chiave stanno prendendo di mira per inviare traffico al loro marchio.

Più conosci le strategie dei tuoi concorrenti, migliore può essere la tua.

Ultimo punto

Troppo spesso, SEO e SEM sono visti come canali completamente diversi che non possono essere usati insieme, o sono confusi come la stessa cosa.

È importante che tu comprenda lo scopo di ciascuno di questi come parte della tua più ampia strategia di marketing e capisca come utilizzarli entrambi insieme per guidare il successo e ottenere un vantaggio competitivo.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di S.E.O.

Write a Comment