Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Ricerca sulle prestazioni del sito web | Studio SEMrush 2018

Ricerca sulle prestazioni del sito web | Studio SEMrush 2018

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

La velocità di caricamento della pagina è la prima cosa che noti quando visiti un sito Web, ma la noterai solo se il sito è troppo lento. La velocità della pagina è una parte enorme dell’esperienza utente, quindi non c’è da meravigliarsi che sia diventata ufficialmente un file fattore di ranking per le ricerche da dispositivi mobili ed è stato uno per desktop per anni.

Numerosi studi sulla correlazione tra velocità di caricamento della pagina e frequenze di rimbalzo sono giunti ad alcune conclusioni piuttosto allarmanti: ogni millisecondo conta. Con la nostra nuova ricerca sulle prestazioni del sito web, volevamo aggiungere un lato positivo alle scoraggianti statistiche e dimostrare che c’è molto spazio per migliorare le prestazioni del tuo sito web.

La nostra ricerca ti aiuterà a strutturare il tuo flusso di lavoro quando ti occupi di ottimizzazione delle prestazioni del sito. In particolare, ti mostreremo quali sono gli errori più importanti e quali di essi necessitano di un’attenzione extra in modo che tu possa dare la priorità al processo di correzione.

Metodologia

Per questo studio, abbiamo analizzato 150.000 siti Web casuali (sia versioni desktop che mobili) per valutarne le prestazioni. Per raccogliere i dati, abbiamo utilizzato il nuovo rapporto sulle prestazioni di SEMrush Site Audit, che fornisce statistiche utili sui nove problemi più comuni che influenzano le prestazioni del sito web.

Risultati sorprendenti

Sorprendentemente per noi, è la prima volta che vediamo un enorme 82% dei siti web analizzati avere problemi che influiscono in modo significativo sulle loro prestazioni. Ciò rende i problemi relativi alle prestazioni tra i più comuni sui siti Web.

Inoltre, il 44% dei siti web analizzati presentava almeno un problema critico (secondo la nostra classificazione di gravità del problema di Site Audit).

Una nota positiva, abbiamo scoperto che la maggior parte dei siti Web con problemi di prestazioni può migliorarli utilizzando tecniche di ottimizzazione della pagina semplici e una semplice configurazione del server.

Daremo ora uno sguardo più da vicino ai problemi che abbiamo riscontrato e suggeriremo alcuni dei modi collaudati per eliminarli.

Ci auguriamo che questi dati ti aiutino a stabilire le priorità del tuo lavoro ea stimare il numero e la gravità dei problemi che possono verificarsi sul tuo sito web.

Ora diamo uno sguardo al processo per affrontare questi problemi.

Per mantenerlo semplice, suddivideremo i nostri consigli in tre gruppi:

  • Elimina reindirizzamenti

  • Riduci le dimensioni della pagina

  • Migliora le prestazioni del server

Elimina reindirizzamenti

Cominciamo con uno facile. Catene e loop di reindirizzamento sono problemi classici che causano problemi con le prestazioni del sito web. Se non vuoi mettere alla prova la pazienza dei tuoi utenti con catene e loop di reindirizzamento, cerca di evitarli sul tuo sito web.

Inoltre, le catene di reindirizzamento confondono i bot; il loro budget di scansione è limitato e con ogni reindirizzamento la tua pagina perde un po ‘del suo ranking originale. Di seguito è riportato un ottimo video sui reindirizzamenti di Matt Cutts se desideri saperne di più.

Se una pagina contiene 3 o più URL o un loop, viene contrassegnata dal nostro Site Audit come un problema. Fortunatamente, solo il 7% dei siti Web analizzati ha riscontrato questo problema, secondo il nostro studio.

Tuttavia, i reindirizzamenti da una pagina all’altra sono spesso una necessità durante il rebranding o la ridenominazione di un sito Web, la migrazione a HTTPS, la riduzione delle pagine duplicate (ad es. Versioni “www” e “non www”) e in molti altri casi.

Più grande e vecchio cresce il tuo sito web, più difficile diventa mantenere pulita la sua struttura. I reindirizzamenti tendono ad accumularsi e creare catene; più link ci sono, più tempo ci vuole per arrivare alla pagina di destinazione. Questo è il motivo per cui è necessario prestare la massima attenzione quando si implementano i reindirizzamenti “necessari”.

Riduci le dimensioni della pagina

Più è pesante la pagina e più risorse contiene, più tempo sarà necessario per il caricamento. È importante assicurarsi che la dimensione della pagina, così come la dimensione totale dei file JS e CSS (dimensione di trasferimento), non superi i 2 MB.

Nel nostro Site Audit, qualsiasi valore superiore a 2 MB è considerato pesante e fa apparire un errore. Anche se 2 MB sono sufficienti per una pagina per “vivere appieno la sua vita”, l’1% dei siti Web analizzati presentava ancora questo problema. Se ti sei trovato nell’1%, ti consigliamo di mettere a dieta la tua pagina e di mantenerne le dimensioni almeno sotto i 2MB.

Immagini e video

Immagini e video costituiscono la maggior parte del peso di una pagina, quindi questo dovrebbe essere il tuo punto di partenza. La modifica del formato, della risoluzione o della qualità del contenuto visivo può ridimensionare notevolmente la pagina. Inizia chiedendoti se queste immagini apportano un valore reale e ricorda che a volte meno è meglio.

JavaScript e CSS

La nostra ricerca ha rivelato un deludente 68% di siti Web con file JavaScript e CSS non modificati. Minimizzando i file JavaScript e CSS (rimuovendo righe, spazi bianchi e commenti non necessari dal codice sorgente), ridurrai le dimensioni delle tue risorse e quindi il loro tempo di caricamento, fornendo una migliore esperienza utente e migliorando il posizionamento nei motori di ricerca.

Strumenti e metodi di minimizzazione del codice JavaScript

La minimizzazione del codice JavaScript può essere eseguita utilizzando due strumenti popolari: JSMin e YUI Compressor. Il compressore YUI può anche minimizzare CSS. Compilatore di chiusura è un altro utile strumento che analizza il tuo JavaScript, lo analizza, rimuove il codice morto e riscrive e riduce al minimo ciò che è rimasto. L’offuscamento è un altro metodo di riduzione delle dimensioni, leggermente più efficace della minificazione, sebbene un po ‘più rischioso in termini di generazione di bug a seguito della fase di offuscamento stessa.

Oltre a minimizzare script e stili, non dimenticare di comprimere HTML, CSS e Javascript con utilizzando schemi come gzip o deflate. Ciò ridurrà le loro dimensioni della metà o anche di più.

Secondo il Stato di JavaScript e Peso della pagina report, che forniscono statistiche sull’uso di JavaScript e CSS sul web sia per le esperienze mobile che desktop, una pagina web media contiene 25 richieste di risorse (20 richieste JS e 5 richieste CSS, rispettivamente).

Il nostro strumento Site Audit contrassegnerà una pagina come contenente “Troppi file JavaScript e CSS” solo se ha più di 100 risorse, e questo è abbastanza. Tuttavia, l’1% dei siti Web analizzati si è rivelato avere troppi file JavaScript e CSS! Assicurati di non sovraccaricare la tua pagina con file JavaScript e CSS. In generale, meno richieste ricevi, meglio è, quindi mantenendo questo numero sotto 100, sei al sicuro. Inoltre, valuta la possibilità di unire più file CSS e JS in file singoli per accelerare il processo di caricamento.

Troverai molte informazioni utili su come condensare il tuo sito web nelle seguenti risorse:

  1. Perché le prestazioni sono importanti di Web Fundamentals di Google

  2. Ottimizzazione dell’efficienza dei contenuti di Web Fundamentals di Google

  3. Best practice per velocizzare il tuo sito web di Yahoo

  4. Suggerimenti per la creazione di pagine HTML a caricamento rapido di Mozilla

  5. 11 suggerimenti per ottimizzare JavaScript e migliorare le velocità di caricamento e rendering del sito web di Upwork

Migliora le prestazioni del server

Uno dei motivi per una bassa velocità di caricamento della pagina è ovviamente una grande dimensione della pagina HTML. Tuttavia, come abbiamo scoperto nel capitolo precedente, solo l’1% dei siti Web analizzati si è rivelato avere una pagina HTML di grandi dimensioni. Quindi da dove viene l’altro 42% dei problemi di velocità di caricamento della pagina lenta? Molto spesso, ciò è dovuto a problemi del server.

Se il server Web non è efficiente, anche la pagina Web a cui si sta tentando di accedere verrà caricata lentamente. Devi rivedere il tuo servizio di hosting e il pacchetto fornito; se è inadeguato, cambia il provider o prendi in considerazione l’acquisto di un server dedicato. Ulteriori informazioni sui fattori che contribuiscono a un pacchetto di hosting veloce Qui.

Lo stesso vale per i siti web per dispositivi mobili. In effetti, per i siti per dispositivi mobili, il fattore di velocità della pagina è ancora più critico in quanto sono spesso utilizzati da chi è in movimento. Questo calcolatrice di Think with Google ti aiuterà a stimare in che modo il miglioramento della velocità del tuo sito potrebbe influire sulle tue entrate.

Ci sono altri fattori che possono rallentare la risposta del tuo server, come logica dell’applicazione lenta, query di database lente, instradamento lento, framework, librerie, esaurimento della CPU delle risorse o esaurimento della memoria. Usa questi raccomandazioni da Google Developers su come gestire questi problemi e migliorare i tempi di risposta del server.

Come indica la nostra ricerca, il 25% dei siti web analizzati ha file Javascript e CSS non memorizzati nella cache. Questo problema si verifica se la memorizzazione nella cache del browser non è specificata nell’intestazione della risposta. In poche parole, se non si abilita la memorizzazione nella cache del browser, gli utenti scaricheranno gli stessi file ogni volta che visitano la tua pagina.

Abilitazione della memorizzazione nella cache del browser per i file JavaScript e CSS consente ai browser di memorizzare e riutilizzare le risorse della tua pagina senza doverle scaricare nuovamente quando richiedi la tua pagina. In questo modo, il browser scaricherà meno dati, il che ridurrà il tempo di caricamento della pagina.

Nel complesso, questa semplice soluzione potrebbe migliorare notevolmente le prestazioni di un quarto dei siti Web esaminati.

Inizia a riparare

Ci sono molti fattori che si sommano alla velocità della pagina finale, e gestirli tutti manualmente è un lavoro insopportabile, ma puoi sempre rivolgerti a strumenti specializzati.

Di Google PageSpeed ​​Insights è fantastico per iniziare; è gratuito, funzionale e fornisce rapporti sia per la versione mobile che per quella desktop del tuo sito. Un ulteriore vantaggio è che si concentra sulle questioni ritenute importanti da Google stesso.

Google utilizza i dati dall’esperienza degli utenti di Chrome sulla pagina per valutare se lo è Veloce, Lento, o Media in termini di velocità di caricamento. Sfortunatamente, questo significa che sarai in grado di ottenere informazioni solo sui siti web che ricevono abbastanza traffico dagli utenti di Chrome per l’analisi “e i siti web più piccoli potrebbero ottenere il Non disponibile risultato.

Per Lento e Media risultati ti verranno forniti suggerimenti per l’ottimizzazione, che è un elenco di best practice per velocizzare la pagina. Questo elenco merita sicuramente di essere esaminato, anche se dovrebbe essere preso con le pinze; inseguire il punteggio perfetto potrebbe portare a perdere tempo e creare un’esperienza utente negativa.

Per un’analisi del sito completa e flessibile che vada ben oltre i soli problemi di prestazioni, suggeriamo lo strumento SEMrush Site Audit:

Audit del sito SEMrush Rapporto sulle prestazioni ti fornirà grafici statistici per avere un’idea generale dei problemi tecnici del tuo sito web; i suoi suggerimenti spiegheranno di cosa tratta ogni problema e come risolverlo.

L’elenco dei problemi è suddiviso per gravità in Errori, Avvertenze, e Avvisi; questo ti aiuterà a risolvere prima gli errori più critici.

Rapporto sulle prestazioni consente inoltre di collegare il proprio account Google Analytics per ottenere maggiori informazioni sull’esperienza utente (Tempo medio interattivo della pagina di Google Analytics):

Come puoi vedere, con il tweaking e la configurazione, accelerare il tuo sito web è abbastanza semplice. Testa parti specifiche del tuo sito web, utilizza rapporti tematici e segui i nostri consigli per risparmiare risorse e ottenere i migliori risultati con il minimo sforzo. Inoltre, puoi sempre monitorare i tuoi progressi monitorando il tuo punteggio di rendimento nella parte superiore del rapporto.

Utilizza la sezione commenti qui sotto per condividere le tue migliori pratiche per migliorare la velocità del tuo sito web. Inoltre, sentiti libero di condividere collegamenti che possono aiutare altri proprietari di siti Web a risolvere i problemi di prestazioni del loro sito Web: raccogliamo una libreria utile.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di S.E.O.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *