Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » SEO basato sui dati e come dominarlo! #semrushchat

SEO basato sui dati e come dominarlo! #semrushchat

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Sapete a cosa penso quando guardo la mia città dall’alto in basso?

Dati.

Ci sono così tante persone che generano enormi quantità di nuovi dati su base giornaliera. L’accesso a questi dati significa conoscenza e denaro. Quando si parla di SEO, i dati significano anche quasi tutto: a partire dalla pianificazione strategica fino agli sforzi precisi. Tutto dovrebbe essere basato sui dati per aumentare le tue possibilità di successo. Sebbene molti marketer siano consapevoli di questo semplice paradigma, non molti di loro possono definirsi un vero maestro.

Oggi stiamo discutendo come diventare un maestro della SEO basata sui dati e quali vantaggi può portare Samuel Scott @samueljscott, Director of Marketing presso Logz.io, oratore globale e blogger, così come gli altri partecipanti alla chat di SEMrush.

La competenza tecnica non è importante solo quando lavori con un sito web; essere esperti di tecnologia significa comprendere i processi alla base del codice del programma o di un prodotto stesso e creare i contenuti di conseguenza. Quale livello di competenza è appropriato per un operatore di marketing?

Samuel aggiunge che se gestisci un sito personalizzato di grandi dimensioni, hai bisogno di una conoscenza approfondita di sitemap XML, analisi dei log, targeting internazionale e così via. Se gestisci un piccolo sito WordPress, devi sapere come utilizzare e configurare completamente i plugin SEO come Yoast.

A1: Potrebbe non essere popolare, direi che una mente aperta che è veloce da imparare e adattarsi è più preziosa di un esperto che non può crescere #semrushchat

– Stephen “Bern”? (@Berngaming) 17 febbraio 2016

Jacques Bouchard @jacquesbouchard consiglia di acquisire quante più conoscenze tecniche possibili: “Devi iniziare da qualche parte come SEO, ma più conoscenze tecniche hai, meglio sarai in grado di consultare i tuoi clienti”.

Joe Rega @JoeRega spiega che un livello medio di competenza tecnica non ti porterà lontano. Un SEO dovrebbe essere in grado di diagnosticare, riparare e spiegare eventuali problemi tecnici. Per problemi tecnici, di solito si intende l’interazione tra SEO e codice / elementi sorgente su un sito web. Senza comprendere i principi del loro lavoro, non puoi dire al tuo cliente esattamente perché il suo sito è stato penalizzato da Google.

Dagmar Gatell @DagmarGatell presenta un elenco di attività tecniche tipiche di cui i SEO controllano: “Ottimizzano e strutturano centinaia di siti, passano attraverso test, fallimenti, successo e si mantengono aggiornati sulle innovazioni tecniche; camminano per il cammino. “

A1) Dipende dal tipo di sito per il quale forniranno la SEO. Se si tratta di un sito dinamico basato sui dati con parametri di alto livello #semrushchat

– Dawn A ໒ (⁰ _ʖ ⁰) ७ (@dawnieando) 17 febbraio 2016

Riassumiamo le opinioni fin qui citate: dal lato tecnico, un SEO dovrebbe saper programmare, avere capacità analitiche ed essere aperto alle innovazioni.

Apriamo il toolkit del marketer medio e scopriamo quali strumenti sono vitali per rendere i dati SEO guidati.

Come esperti di marketing, conosciamo già statistiche di Google – uno strumento per monitorare le prestazioni, il coinvolgimento e le conversioni del sito Web, quindi abbiamo chiesto ai nostri partecipanti di scegliere alcuni strumenti a parte.

Obed M. @MrClics si aggiunge alla lista Console di Google – con esso puoi capire esattamente quali query le persone usano per cercare determinate pagine e anche Google Trends che aiuta i professionisti del marketing a monitorare gli argomenti che sono popolari tra il pubblico ora.

A2) Strumenti per la SEO: Moz, Hootsuite, pianificatore di parole chiave di Google, SEMrush ecc. I social media ti dicono anche quali hashtag funzionano. #semrushchat

– Aamina Suleman? (@thinkdesignvis) 17 febbraio 2016

Omi Sido @OmiSido menziona Search Console e SEMrush e suggerisce anche Ahrefs, STATISTICA (e consiglia vivamente questo) e KeywordTool.io.

Quindi, questi strumenti sono indispensabili: strumenti gratuiti di Google (Trends, Search Console, Analytics), Moz, SEMrush, Maestoso, BuzzSumo, Conduttore, la tua fantasia e tanto caffè!

Quindi, usare gli strumenti è fantastico, molto utile, ma solo se capisci esattamente quali dati dovrebbero influenzare i tuoi sforzi SEO. Nella prossima domanda vogliamo separare il grano dalla pula e decidere quali dati devono essere misurati e cosa può essere ignorato.

Samuel dice che ci sono compiti molto più importanti del controllo costante del ranking e del seguire i concorrenti.

A3: Il controllo regolare del grado ti farà impazzire. Se stai andando verso l’alto e verso destra in generale nel lungo periodo, sei bravo. #semrushchat

– Samuel Scott (@samueljscott) 17 febbraio 2016

Considera gli errori 4XX e 5XX i più importanti: se né Google né i visitatori possono accedere alle tue pagine, nient’altro avrà importanza! Inoltre, nei file di log del server puoi vedere quali sottodomini e directory stanno ricevendo la maggiore e minore attenzione da parte di Google.

I fattori comportamentali stanno veramente dominando in questi giorni, ma altri partecipanti prestano maggiore attenzione all’aspetto tecnico dei loro siti web. Matthew Young @MatthewAYoung suggerisce che i professionisti del marketing prestino maggiore attenzione ai problemi di duplicazione se si esegue un sito Web più grande, in particolare con parametri / ricerca sfaccettata.

Rachel Howe @ R8chel_Marie descrive gli aspetti più importanti come codici HTTP, tag canonici, robots.txt e sitemap. Questi dovrebbero essere controllati di tanto in tanto, soprattutto se aggiorni molto il tuo sito.

Secondo i nostri partecipanti, per cominciare, i SEO dovrebbero controllare gli errori di scansione della pagina, altri elementi sulla pagina, pagine di destinazione e profili di backlink.

Nella domanda precedente, i nostri partecipanti hanno menzionato i log del server come uno dei dati più importanti che i marketer dovrebbero raccogliere. La prossima domanda ci aiuterà ad entrare nei dettagli dell’argomento.

I log del server sono file che si trovano sul tuo server web e includono informazioni su ciascuna interazione tra il tuo sito web e sia i visitatori che i robot dei motori di ricerca. Questi file vengono solitamente archiviati come documenti .txt, quindi non sono necessari strumenti aggiuntivi per esaminare le voci.

R4: I file di registro del server contengono gli unici dati accurati al 100% in termini di modalità di accesso ai siti Web da parte di Google e dei visitatori. #semrushchat #seo

– Samuel Scott (@samueljscott) 17 febbraio 2016

Dawn Anderson @dawnieando suggerisce la sua lista di controllo:

  1. Esporta il file in Excel o usa Splunk o strumenti simili.

  2. Controlla i tuoi codici di risposta.

  3. Determina quali URL stanno ricevendo l’amore e accorcia i percorsi a quelli che non ne ricevono.

Inoltre puoi impostare un cron job: fai un grep su Googlebot e invia i risultati a un file .txt e poi fallo spedire o importare su Splunk.

A4: I file di registro contengono gli unici dati accurati al 100% per quanto riguarda il modo in cui i motori di ricerca eseguono la scansione del tuo sito web #semrushchat

– Omi Sido (@OmiSido) 17 febbraio 2016

Sul lato opposto è Thom Craver @thomcraver, che è certo che, indipendentemente dall’analisi del file di registro, può mostrare problemi di larghezza di banda e cose tecniche dell’amministratore di sistema, ha ben poco per i controlli del sito.

Himanshu Suri @DM_Suri utilizza i log per scoprire il numero di richieste effettuate da Baidu, BingBot, GoogleBot, Yahoo, Yandex e altri in un determinato periodo di tempo.

Riassumendo tutte le opinioni sopra, possiamo dire che i file di registro possono aiutarti a identificare i problemi di prestazioni / usabilità del sito e rivelare anche quali URL sono più o meno popolari.

Quindi, mentre raccogli i dati, devi implementarli per migliorare le prestazioni del sito web. Nella prossima domanda ci concentreremo sull’utilizzo di questi dati per incoraggiare lo sviluppo di link e condivisioni e citazioni sociali.

Dal punto di vista del contenuto, i dati raccolti da Google Analytics o Search Console, strumenti di terze parti e log del server web possono aiutarti a creare pezzi interessanti sia per i motori di ricerca che per i clienti.

R5: I dati ti consentono di creare i contenuti giusti e indirizzarli alle persone giuste. Neanche un piccolo aumento pagato fa male. #semrushchat

– Patrick Stox (@patrickstox) 17 febbraio 2016

Netvantage Marketing @netvantage afferma che i dati possono essere molto convincenti quando si cerca di ottenere un collegamento o una condivisione sui social. Aiuta anche a determinare le prestazioni dei tuoi contenuti.

A5: Beh, c’è sempre un link building interrotto. Ma una risposta “nuova scuola” è monitorare gli impegni per apprendere quali contenuti “si attaccano” #semrushchat

– Jacques Bouchard (@jacquesbouchard) 17 febbraio 2016

Amel Mehenaoui @amelm afferma inoltre che i dati possono aiutare gli operatori di marketing a comprendere le intenzioni e il comportamento degli utenti. Possono usarlo per pubblicare il contenuto giusto e incoraggiare lo sviluppo di link.

La maggior parte dei nostri partecipanti ha dimostrato che i dati raccolti tramite la ricerca dovrebbero essere utilizzati per verificare la visibilità organica, l’autorità di pagina / dominio e i dati sui collegamenti e per espandere i contenuti esistenti.

Il test A / B può supportare gli operatori di marketing quando lavorano su una pagina di destinazione. Per migliorare le prestazioni, gli utenti vengono divisi in due gruppi e ogni gruppo può vedere una determinata variante della pagina. Se uno mostra prestazioni migliori (un tasso di conversione più alto), passerà allo sviluppo e l’altro verrà sradicato. Ma qual è lo scopo del test A / B in termini di SEO?

La strategia più comune è testare titoli e meta descrizioni per scegliere quali sono migliori dal punto di coinvolgimento, e Samuel lo fa gentilmente notare.

A6: Sicuramente meta descrizioni di test A / B per vedere quali tipi di frammenti di testo portano a CTR SERP più elevati! #semrushchat

– Samuel Scott (@samueljscott) 17 febbraio 2016

Matthew Young @MatthewAYoung pensa che lo scopo del test A / B in termini di SEO dipenda da ciò che viene testato, ma il risultato potrebbe essere un aumento delle conversioni, più visite, un migliore coinvolgimento, on-page, ecc.

A6: test A / B #PPC traffico per termini diversi per i quali non sei classificato organicamente per decidere il tuo prossimo #SEO obiettivi #semrushchat

– Authoritas ™ (@Authoritas_com) 17 febbraio 2016

Secondo Brandify Chat @BrandifyChat, Il test A / B consente di confrontare organicamente diverse strategie di visibilità e coinvolgimento.

A6) Misurazione del successo – Dipende dalla sezione del sito / dal tipo di contenuto / dalla fase di canalizzazione dell’utente. #semrushchat

– Dawn A ໒ (⁰ _ʖ ⁰) ७ (@dawnieando) 17 febbraio 2016

Amel Mehenaoui @amelm L’utilizzo di GA Experiment può aiutare a migliorare l’esperienza degli utenti, portando così più visite di ritorno, più traffico e migliori classifiche attraverso fattori comportamentali.

Tutto sommato, il test A / B può essere utile quando si preparano meta descrizioni, CTA e frammenti di testo. Ma ricorda, il tuo obiettivo è la conversione, non le classifiche!

Per oggi è tutto!

Come sempre, vogliamo ringraziare Samuel Scott @samueljscott e tutti i partecipanti alla chat SEMrush per aver condiviso con noi la loro esperienza.

Non dimenticare di partecipare alla chat di SEMrush mercoledì prossimo!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di seo.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *